Skyscraper City Forum banner
31081 - 31100 of 31158 Posts

·
Streetcar Lover
Joined
·
14,799 Posts
Grazie. Tra l’altro, si vedono due 28 al capolinea, entrambe con la pubblicità frontale ma una con ancora i bocchettoni sull’imperiale e l’altra senza, cosa che data la foto a fine anni 40 o comunque all’immediato dopoguerra.
 

·
Registered
Joined
·
5,434 Posts
Qualcosa mi dice che siamo comunque nei primi anni 50...
Le ombre sugli imperiali delle due ventotto potrebbero infatti essere solo quelle degli zatteroni e della base della perteghetta fra essi. Più indietro si scorge poi bene anche una 5100, che nuova luccicante non sembra.

Ma gli indizi maggiori sono urbanistici. Perchè a parte l'edificio sul piazzale Lotto, ancora nel 1946 il triangolo fra viale Elia, via Veniero e via Albani era.... niente. E praticamente lo stesso anche fino in fondo lungo viale Scarampo. Va bene che costruivano in fretta, però qui somiglia molto più alla CTC del 1956...

E ci aggiungo allora pure l'incrocio ortogonale di viale Caprilli, pure questo nuovo, ma non nuovissimo. Del precedente non vi è invece più traccia: l'innesto era ad angolo, ortogonale con le vie Monte Bianco e Monte Rosa. Come la mappa ATM del 1940 lascia chiaramente intendere, da quest'ultima i binari del tram arrivavano quindi fino all'uscita dell'anello del capolinea, prima di incrociare la filovia e attraversare dall'altra parte. E poi quel filobus?
 

·
Milan e poeu pu
Joined
·
7,115 Posts
Discussion Starter · #31,085 ·
Qualcosa mi dice che siamo comunque nei primi anni 50...
Le ombre sugli imperiali delle due ventotto potrebbero infatti essere solo quelle degli zatteroni e della base della perteghetta fra essi. Più indietro si scorge poi bene anche una 5100, che nuova luccicante non sembra.

Ma gli indizi maggiori sono urbanistici. Perchè a parte l'edificio sul piazzale Lotto, ancora nel 1946 il triangolo fra viale Elia, via Veniero e via Albani era.... niente. E praticamente lo stesso anche fino in fondo lungo viale Scarampo. Va bene che costruivano in fretta, però qui somiglia molto più alla CTC del 1956...

E ci aggiungo allora pure l'incrocio ortogonale di viale Caprilli, pure questo nuovo, ma non nuovissimo. Del precedente non vi è invece più traccia: l'innesto era ad angolo, ortogonale con le vie Monte Bianco e Monte Rosa. Come la mappa ATM del 1940 lascia chiaramente intendere, da quest'ultima i binari del tram arrivavano quindi fino all'uscita dell'anello del capolinea, prima di incrociare la filovia e attraversare dall'altra parte. E poi quel filobus?
View attachment 2437277 View attachment 2437279 View attachment 2437280 View attachment 2437285
Confermo verosimilmente primi anni '50.
 

·
Milan e poeu pu
Joined
·
7,115 Posts
Discussion Starter · #31,088 ·
Evidente sulla destra una delle locomotive elettriche da manovra del gruppo E.621, ricostruzione a 3000 V cc delle E.620 a terza rotaia 650 V cc. Purtroppo nessuna delle cinque caratteristiche macchine è stata preservata, senza contare la 897, le 735, le 736 e altre a vapore presenti a Smistamento... Solo la 480.017 si salvò ed è esposta a Pietrarsa.
 

·
Registered
Joined
·
2 Posts
giro anche qui per l'inedita immagine del deposito Monteverdi

stessa collezione per questa interessante di via Piccinni sempre all'incrocio di viale Abruzzi
la Centrale sullo sfondo e il deposito ATM a sinistra ...

View attachment 2400752


Oggi, parecchi cambiamenti ...

Mio nonno lavorava in quel deposito!
 

·
Registered
Joined
·
13,271 Posts
Qualcosa mi dice che siamo comunque nei primi anni 50...
...
E ci aggiungo allora pure l'incrocio ortogonale di viale Caprilli, pure questo nuovo, ma non nuovissimo. Del precedente non vi è invece più traccia: l'innesto era ad angolo, ortogonale con le vie Monte Bianco e Monte Rosa. Come la mappa ATM del 1940 lascia chiaramente intendere, da quest'ultima i binari del tram arrivavano quindi fino all'uscita dell'anello del capolinea, prima di incrociare la filovia e attraversare dall'altra parte. E poi quel filobus?
La prima linea a raggiungere p.le Lotto è stata la CE2, prolungata a p.le Lotto il 2.5.1951.
L'anello filoviario è stato poi completato il 1° ottobre 1951.
 

·
Registered
Joined
·
5,434 Posts
Evidente sulla destra una delle locomotive elettriche da manovra del gruppo E.621, ricostruzione a 3000 V cc delle E.620 a terza rotaia 650 V cc. Purtroppo nessuna delle cinque caratteristiche macchine è stata preservata........
Allego allora una scansione di un articolo di TuttoTRENO dal sito marklinfan.net, anche per la foto piccola da Porta Nuova con il grattacielo Galfa e parte del Pirelli sullo sfondo. Sapevo poi di essere negato per la comprensione degli impianti elettrici ...e la spiegazione della metadinamo me lo conferma: 😅

Non ricordo però immagini presso la stazione Centrale, eccetto quella su iPdT di Mario Diotallevi/collezione Iorio che mi permetto di riproporre dal link originale:

Da notare qui le carrozze solo tedesche, anche dietro la E.428 di quarta serie. Quella in manovra dietro la E.621 è poi una tipica Eilzugwagen di seconda classe con le doppie porte, che la dice lunga sul comfort di certi treni a lunga percorrenza dell'epoca: con 45cm di spazio per le gambe fra panche contrapposte c'era più spazio nei vestiboli...


 

·
Milan e poeu pu
Joined
·
7,115 Posts
Discussion Starter · #31,094 ·
Da notare qui le carrozze solo tedesche, anche dietro la E.428 di quarta serie. Quella in manovra dietro la E.621 è poi una tipica Eilzugwagen di seconda classe con le doppie porte, che la dice lunga sul comfort di certi treni a lunga percorrenza dell'epoca: con 45cm di spazio per le gambe fra panche contrapposte c'era più spazio nei vestiboli...
View attachment 2441612
View attachment 2441613
View attachment 2441640
Le Ferrovie Nord acquistarono dalla DB dieci di queste vetture a doppia porta negli anni '80 ma, con l'arrivo dei nuovi mezzi, durarono pochi anni, soprattutto per la massa considerevole simile a quella delle carrozze FFS di vecchio tipo acquisite e per i carrelli Görlitz dallo scarso comfort.
 

·
Milan e poeu pu
Joined
·
7,115 Posts
Discussion Starter · #31,096 · (Edited)
Via Melchiorre Gioia e il Naviglio Martesana, 1950 circa
fonte ipdt-community


Riporto qui altra foto anni '50 di un'E.621 che a Milano Porta Nuova manovra una Varesina al ponte sulla Martesana. Se la foto è davvero del 1950 circa, potrebbe trattarsi di un'elettromotrice ancora a terza rotaia, sebbene ovviamente questa avrebbe potuto muoversi autonomamente.
 

·
Registered
Joined
·
49 Posts
Ciao a tutti,
come sempre leggo con grande interesse tutto quello che postate su Milano. Mi permetto un piccolo off-topic solamente perché guardando la foto che trovate qui sotto mi viene da pensare a Milano (l'obliteratrice arancione, l'arancione a destra sopra le porte, lo stile dei simboli sui cartelli, il palo giallo). Quindi vi chiedo: secondo voi è Milano oppure ho preso un abbaglio? Ricordo anche mezzi simili, ma magari la mia memoria mi gioca scherzoni. Se fosse Milano sarebbe anche interessante capire che zona è, ma magari pretendo troppo :) Ovviamente posto qui perché il soggetto è un mezzo pubblico!




Grazie in anticipo!
 

·
Registered
Joined
·
5,434 Posts
Le Ferrovie Nord acquistarono dalla DB dieci di queste vetture a doppia porta negli anni '80 ma, con l'arrivo dei nuovi mezzi, durarono pochi anni, soprattutto per la massa considerevole simile a quella delle carrozze FFS di vecchio tipo acquisite e per i carrelli Görlitz dallo scarso comfort.
Trovata dopo un'ora buona di ricerche su una pagina facebook, caricando le immagini poco alla volta a ritroso. Non era quella che ero convinto di avere già visto... come invece qui l'autore:😉

Castellanza, 9.08.1993
Carrozza Bz 1132, serie Bz 1131-1139 ex DB (1936-42), riordinata dalla Gallinari nel 1980 e accantonata con le consorelle nel 1985. Carrelli Görlitz III a balestre e boccole a rulli, doppie porte e ritirata su entrambi i vestiboli.


Nel forum di amiciscalan si trova poi anche questa foto, senza indicazioni, anche se riconosco la casa quasi all'angolo di via Pagano a Milano Cadorna:

Aggiungo solo che, come per le altre vetture acquistate dalla SATTI, si tratta comunque di una serie successiva a quella della carrozza DB alla stazione Centrale, dalle testate leggermente differenti. Qui i finestrini erano inoltre già più larghi, eccetto quello al centro della vettura: una modifica dovuta credo alla riduzione di una fila di sedili, a favore di un aumento del loro passo. Evidentemente qualcun'altro prima di me avrà notato gli spazi ridottissimi...
 

·
Registered
Joined
·
5,434 Posts
Mi permetto un piccolo off-topic solamente perché guardando la foto che trovate qui sotto mi viene da pensare a Milano (l'obliteratrice arancione, l'arancione a destra sopra le porte, lo stile dei simboli sui cartelli, il palo giallo). Quindi vi chiedo: secondo voi è Milano oppure ho preso un abbaglio?
View attachment 2445207
Premesso che di quello che circola fuori le mura di Milano non so praticamente niente, per i dettagli osservabili sono quasi certo che si tratti di un Fiat 418AC Portesi e quindi della TPM di Monza. Perchè tutto quadra e le alternative non sono molte:
  • i mezzi finestrini dietro la prima porta/il conducente, che ci dicono che il bus è un 10 metri (non urbano ATM);
  • il finestrino a lato del conducente, a quota più bassa degli altri;
  • le porte a libro non ancora in alluminio a due vetri per anta;
  • la leggera angolazione della porta anteriore verso il parabrezza, quindi non in linea con la fiancata della cassa;
  • il parabrezza piano a vetro singolo;
....e poi i sedili, i cassonetti delle porte arancioni, i sostegni, la veletta laterale e vari altri minimi particolari.

Alcuni di questi autobus vedo ora che sono stati preservati, restaurati e pure utilizzati per riprese cinematografiche, quindi forse anche pubblicitarie. Allego allora immagini dalle pagine di TPLItalia, Stagniweb, assofitram. I pavimenti lisci rifatti e l'obliteratrice arancione sembrano proprio come quelli della 409 (che però adesso è a La Spezia?):



 
31081 - 31100 of 31158 Posts
Top