SkyscraperCity Forum banner
21 - 40 of 31513 Posts

· Streetcar Lover
Joined
·
14,972 Posts
Apro la discussione con un tema che mi è caro a livello affettivo, perchè mi riporta all'infanzia, sebbene abbia usato raramente quei mezzi.

Tema che è tornato di attualità per via delle peripezie delle ultime tramvie extraurbane milanesi.

Comincio con un pò di immagini, giusto per inquadrare il tema.

Primi anni 60 (sullo sfondo si vede il terrapieno per le future linee celeri dell'Adda, poi MM2) In primo piano un convoglio diretto a Vimercate.
In secondo piano, un convoglio diretto a Gorgonzola-Vaprio, lungo il tratto terminale di Via Padova.
L'edificio sulla destra non c'è più (fa parte dell'area antistante la stazione MM di Cascina Gobba).
L'area in primo piano sarà occupata dal tracciato della tangenziale (per la cui realizzazione sarà anche tagliata un'ala della cascina Gobba...)
(foto tratta dal sito lagobba.it)



Prima metà anni 60 (non sono ancora cominciati i lavori per MM2)
Un bloccato+rimorchio supplementare in Via Palmanova, all'altezza di Via Boves (sulla destra).


E ora tenetevi forte...
Da questa galleria su Flickr
http://www.flickr.com/photos/henkg/4814330376/in/set-72157624548342942/

Bloccato in ingresso da Nord alla Stazione di Cascina Gobba


Via Palmanova: Un Bloccato da Vimercate affiancato ad un convoglio MM1 in servizio su MM2 (quindi 1969 o poco dopo).


Cascina Gobba (1969/70 circa): un convoglio MM1 in servizio su MM2 affiancato ad un bloccato in partenza per Gorgonzola


Quest'ultima foto permette di aprire un interessante discussione sui bloccati, così chiamati, perchè la loro composizione "base" era formata da Rimorchio (pilota)+motrice+Rimorchio pilota.
Questi mezzi presentavano infatti numerose caratteristiche interessanti:
- raggiungevano anche i 70 km/h (serie 800);
- potevano viaggiare in composizioni multiple di più UDT, oppure di una UDT + ulteriori rimorchi (come visibile nella prima foto);
- erano compatibili sia con banchine basse, sia con banchine alte, con accesso a raso;
- Parte del materiale della serie 800 era anche bitensione (600V/1200V)

Per chi volesse approfondire le caratteristiche tecniche dei rotabili interurbani, rinvio ad una pagina del sito di Giorgio Stagni:
http://www.miol.it/stagniweb/foto6.asp?Tipo=index&File=di_atm94&Inizio=1&Righe=50&Col=4

In poche parole i bloccati erano un significativo antesignano delle moderne metrotranvie. Se non fossero state prematuramente relegate ad un ruolo marginale (la tranvia per Gorgonzola fu sostituita da MM2 nel 72, la tratta Gorgonzola-Vaprio fu sostituita da bus nel 1978 e la tramvia per Vimercate fu sostituita da MM2+bus nel 1981).

I bloccati, privati di talune funzioni (alimentazione a 1200V e comando multiplo) furono dirottati su altre tramvie, e con la progressiva chiusura di queste, accantonati (spesso malamente).

Se solo in questi anni si fosse portato avanti los viluppo di un progetto di metrotramvia, partendo dall'esperienza dei bloccati, forse oggi avremmo un sistema di trasporto extraurbano più efficiente.

Nella prima foto, il treno sullo sfondo e' un bloccato della prima generazione, ancora con le porte alle estremita', con un paio di rimorchiate ricostruite, una gia' preparata per le Linee Celeri (porta centrale rialzata).
 

· Registered
Joined
·
137 Posts
Ottima idea quella di aprire questo forum, anche se mia moglie non sarà molto contenta perché in questo modo passerò ancora più tempo davanti al PC.
Per iniziare vorrei postare dei figurini che mostrano l'evoluzione delle amate 28 nel tempo. Non ricordo dove li ho trovati in rete e non sono in grado di capire quanto siano precisi e attendibili, però mi sembrano comunque interessanti.
Saluti a tutti



 

· Hendrik Willem
Joined
·
10,384 Posts
Ottimo! Mi hai risparmiato la fatica di doverli digitalizzare. :D
Boreani, Un tram che si chiama Milano
 

· Milan e poeu pu
Joined
·
7,154 Posts
Discussion Starter · #26 · (Edited)
Bloccato sperimentale e bloccato prototipo

Leggevo che il bloccato prototipo è stato poi modificato per renderlo di serie.

Ci sono immagini del prototipo durante la sperimentazione?
Spettacolare immagine di Tim Boric dell'aprile del '78 che ritrae il Bloccato prototipo, che verrà demolito nel giro di pochi anni.
Milano, via Carlo Farini (prima di viale Stelvio).

Adesso trovo il tempo. Bisogna intendersi sul termine "prototipo".
Questo della foto sopra è il bloccato prototipo, ottenuto nel 1961 ricostruendo con nuova cassa il locomotore bitensione Costamasnaga 105, distrutto da un incendio, e dotandolo di avviatore automatico TIBB-SAC, carrelli di recupero dalla Reggio Emilia 91 già demolita, pantografi per captare i 1200 Volt, con nuova numerazione 401.
Per le due rimorchiate vennero prelevate le rimorchiate OMS "Littorina" 344 e 346, rinumerate 431 e 432, dotandole di cabina frontale di guida e prese ad asta e rotella per i 600 Volt. Mantennero le porte d'estremità e anche il 401 ebbe tali porte.
La livrea d'origine era color oliva (e non giallo) inferiormente e crema sopra, con fascia blu al centro. Mantenne inizialmente l'equipaggiamento bitensione 600-1200 Volt e venne pertanto provato (positivamente) sia sulle vecchie linee tranviarie dell'Adda sia su quelle della Brianza.
Tuttavia non ricevette mai lo scartamento ferroviario 1435 mm, l'equipaggiamento fu convertito stabilmente sui soli 600 Volt (nella foto sopra infatti la motrice è senza pantografi) e quindi, ridipinto in verde bitonale, fu utilizzato prevalentemente sulle linee della Brianza, senza mai passare alle Celeri dell'Adda.
In via preliminare nel 1960 era stato invece realizzato un bloccato sperimentale utilizzando l'allora moderna motrice OEFT 505 del 1953 e le rimorchiate 370 e 371, ricevendo tutte modifiche minime, salvo una pseudo-cabina ad ogni estremità con i comandi (senza modifica dei frontali) e i trolley asta e rotella per i 600 V sulle rimorchiate. Visti i positivi risultati, con l'esperienza in pochi mesi acquisita venne realizzato il suddetto "prototipo".
A differenza del prototipo, i tre pezzi componenti lo sperimentale vennero - sia pure scomposti - riutilizzati per i bloccati definitivi.
I bloccati definitivi, escludendo il prototipo di cui alla foto, risultarono 22, di cui 12 con tutte le suddette motrici OEFT 501-512 (bloccati serie 500) e 10 con tutte le potenti OMS 130-139 del 1941 (concepite per la Milano-Monza), rinumerate nella serie 800. Queste ultime, nate per i soli 600 V, ebbero i motori riavvolti per i 1200 V, nuovo avviatore automatico, ammortizzatori sui carrelli. Si riuscì a realizzare convogli fino a tre bloccati a comando multiplo anche misti tra le due serie.
 

· Milan e poeu pu
Joined
·
7,154 Posts
Discussion Starter · #28 ·
^^
Bello, grazie!
D'accordo forse per i colori un po' sbiaditi, è il difetto delle foto di allora, che perdevani i colori nel tempo, ma sotto c'era comunque il colore definito oliva e non il giallo. Da notare la presenza dei pantografi sulla motrice, poi eliminati.
 

· Hendrik Willem
Joined
·
10,384 Posts
Spettacolare! Quindi quando l'avrebbe ricevuta la livrea verde bitonale? Dov'è scattata quest'ultima foto?
 

· Registered
Joined
·
29,853 Posts
Adesso trovo il tempo. Bisogna intendersi sul termine "prototipo".
Hai ragione, partivo da quanto scritto in questa pagina del sito di G. Stagni
http://www.miol.it/stagniweb/foto6.asp?File=di_atm94&righe=1&inizio=25&InizioI=1&RigheI=50&Col=4

Il quale riporta notizie parzialmente diverse (citando come fonte Dati forniti da ATM - SOFRT (servizio officine ferrotranviarie - ripartizione tecnica) Milano, 1 agosto 1969, raccolti da Fabio Marzorati.).

Secondo Stagni, il convoglio sperimentale fu composto dalle vetture con numerazione originale 370 - 507 - 371, cui apparentemente non è stata ssegnata una nuova numerazione,
mentre il convoglio prototipo fu composto dalle vetture con numerazione originale 344 - 105 - 346, cui fu assegnata la numerazione 431 - 401 - 432.

Io impropriamente mi riferivo allo "sperimentale" chiamando lo "prototipo".
Onestamente non mi farebbe schifo vedere immagini dell'uno o dell'altro...
 

· Milan e poeu pu
Joined
·
7,154 Posts
Discussion Starter · #33 ·
Hai ragione, partivo da quanto scritto in questa pagina del sito di G. Stagni
http://www.miol.it/stagniweb/foto6.asp?File=di_atm94&righe=1&inizio=25&InizioI=1&RigheI=50&Col=4

Il quale riporta notizie parzialmente diverse (citando come fonte Dati forniti da ATM - SOFRT (servizio officine ferrotranviarie - ripartizione tecnica) Milano, 1 agosto 1969, raccolti da Fabio Marzorati.).

Secondo Stagni, il convoglio sperimentale fu composto dalle vetture con numerazione originale 370 - 507 - 371, cui apparentemente non è stata ssegnata una nuova numerazione,
mentre il convoglio prototipo fu composto dalle vetture con numerazione originale 344 - 105 - 346, cui fu assegnata la numerazione 431 - 401 - 432.

Io impropriamente mi riferivo allo "sperimentale" chiamando lo "prototipo".
Onestamente non mi farebbe schifo vedere immagini dell'uno o dell'altro...
L'unica differenza che vedo è la motrice dello sperimentale (507 anziché 505 come invece indica Cornolò). Può essere davvero la 507, visto che poi mantenne l'unione con la rimorchiata 370 nel bloccato definitivo 370+507+374 (rinumerato 545+507+546). E poi davanti al figlio del compianto Carlo Marzorati, la massima autorità in materia di mezzi pubblici di Milano, posso solo inchinarmi!

Foto dello "sperimentale": appena posso, te ne pubblico una.
 

· Registered
Joined
·
29,853 Posts
@tul691... non è che fai il copia/incolla dalla finestra di preview (dove effettivamente si vedono le immagini), anziche dalla finestra di editing del post quotato (dove invece compare l'URL delle immagini)?

Ma no! Banalmente: clicco sul tasto "Quote" a dx sotto il post e, aprendolo, vedo l'immagine, non l'URL!
Questo è quello che vedo io dopo aver cliccato sul pulsante "quote"...



Per vedere il post con l'ìimmagine devo cliccare sul pulsante "Preview Post" subito sotto le icone con le faccine...
Non è che hai modificato qualche impostazione?
 

· Milan e poeu pu
Joined
·
7,154 Posts
Discussion Starter · #35 · (Edited)
Filobus linea 93


Filobus linea 90


MILANO SPARITA
Il sottopassaggio ai binari di ingresso alla stazione di Porta Vittoria fu aperto nei primi mesi del 1954 e, dal 21 marzo dello stesso anno, la filovia 90/91 potè finalmente abbandonare il tortuoso percorso di superficie che, per passare da Viale Mugello a Viale Molise e v/v, costringeva ad aggirare i binari transitando da Viale Umbria (ne abbiamo parlato qualche pagina indietro).

Il sottovia sarà poi eliminato nei primi mesi del 2001, con la realizzazione della stazione sotterranea del Passante.

Nelle due foto, prese accanto al cavalcavia ferroviario, si osserva il breve viadotto stradale che univa le vie Giovanni Cena e G.B. Piranesi.

Tutti i filobus delle foto sono diretti al deposito Molise (vedi cartello bianco sul parabrezza), al termine del servizio mattinale ore di punta.

Gli amici mi perdoneranno se aggiungo qualche nota per gli amanti dei trasporti, rispettivamente:
- filobus arancione n. 812 Alfa Romeo 140 AF-Macchi-Marelli serie 801-815 (1958)
- filobus verde n. 728 FIAT 672 F/224-CaNSA-CGE serie 711-735 (1952)
- filosnodato n. 529 Alfa Romeo 140 AF-Stanga-Marelli serie 524-533 (1958)

La linea 93 iniziò a transitare di qui dal 5 novembre 1958, quando il percorso p.le Lotto-Loreto fu prolungato da Loreto a p.le Rosa.

Qui mi devo vivamente scusare di un ricordo non corretto: le foto sono dell'ottobre 1978. Che non sia inverno è facile risontrarlo dagli abiti dei pedoni e anche dagli autisti dei filobus, con camicia aperta sul davanti.
Il giorno dell'uccisione di Alessandrini eravamo bensì in osservazione sul cavalcavia Piranesi, ma non muniti di macchina fotografica!
 

· Streetcar Lover
Joined
·
14,972 Posts
Grazie! Mi mancava assolutamente questo passaggio (così come la scoperta sulla livrea originale..).



Quoto! :)

Ecco un paio di foto del bloccato prototipo in verde bitonale:
al capolinea di Via Palmanova/Piazza Sire Raul

Al capolinea di Vimercate

Al Deposito di Desio

Le prime due sono tratte da Wikimedia, l'ultima da www.milanotrasporti.org
 

· Registered
Joined
·
29,853 Posts
Forse, ma quale?
Già ogni tanto SSC passa da solo dall'inglese allo spagnolo!!!
Forse l'ho trovata...

da
User CP
Edit Options
Miscellaneous Options (L'ultimo riquadro in basso)
Message editor Interface...

se selezioni "Standard Editor - Extra formatting controls" nel riquadro di quote vedi i tag
se selezioni "Enhanced Interface - Full WYSiWYG Editing" nel riquadro di quote vedi le immagini

Quindi devi selezionare l'opzione "Standard Editor".
Prova e fammi sapere...
 
21 - 40 of 31513 Posts
Top