Skyscraper City Forum banner
1 - 20 of 23 Posts

·
Un genovese a Nord-Est
Joined
·
1,242 Posts
Discussion Starter · #1 ·
Sono stato di recente in Bielorussia, uno dei paesi europei di cui si hanno meno notizie, e per lo più negative riguardanti il suo baffuto presidente Lukashenko e di cui si trovano veramente poche foto recenti (e decenti) in giro per la rete. Visto che ho avuto modo di stare circa una settimana nell'ultimo avamposto sovietico nel cuore d'Europa, eccovi qualche impressione (la qualità è quel che è), partendo dalla grande e maestosa (e talvolta anche bella) capitale, Minsk.

Minsk - Мінск

































































































































 

·
ain't one
Joined
·
2,857 Posts
che bella una città dove il colore predominante è il grigio....
 

·
Stateless User
Joined
·
956 Posts
Vedo dal tuo avatar che sei molto legato alla Bielorussia, e alla sua liberazione dal passato. Facciamo tutti il tifo per i bielorussi:cheers:

Grazie delle foto, a dir la verità non avevo idea prima d'ora di come fosse Minsk..
 

·
Un genovese a Nord-Est
Joined
·
1,242 Posts
Discussion Starter · #6 ·
Vedo dal tuo avatar che sei molto legato alla Bielorussia, e alla sua liberazione dal passato. Facciamo tutti il tifo per i bielorussi:cheers:
più che altro la liberazione dal presente, anche se, a dir la verità, dopo esserci stato, devo dire che è assai meno peggio di quanto immaginassi, per lo meno a Minsk. Fuori dalla capitale è diverso... ma sempre tutto tenuto in modo perfetto, pulito e ordinato, come in qualsiasi brava dittatura. E povero.

I bielorussi non sembrano molto attivi nel voler cambiare le cose, per la verità in pochi si sentono bielorussi, in realtà sono quasi tutti russi e tanti ammirano la Russia di Putin... ma probabilmente la maggior parte sta meglio con Lukashenko...
 

·
Un genovese a Nord-Est
Joined
·
1,242 Posts
Discussion Starter · #7 ·
Mir, Zhirovichi, Synkavichy, Brest

Non c'è solo Minsk in Bielorussia (anzi)...

Castello di Mir - Мірскі за́мак














Mir - Мір









Sono stato a Mir il primo giorno del mio viaggio, appena arrivato dalla Polonia, assieme alla mia amica (di cui non vi faccio vedere le foto :D) e suo cugino che ci ha scarrozzato in auto tutto il dì.
Il Castello di Mir è probabilmente l'attrazione turistica più nota in Bielorussia, è pure tra i siti protetti dall'UNESCO in quanto Patrimonio dell'Umanità e se penso che la mia Genova è stata inserita (in parte) solo quest'anno mi chiedo quali siano i criteri usati... Francamente il castello è carino ma è clamorosamente finto. Tutt'ora stanno finendo di ricostruirlo. Del castelo originale c'è qualche resto sopra cui hanno ricostruito tutto da nuovo. La zona è bella e, non fosse stato per il tempo infame (e freddissimo, con un vento micidiale) potrei mostrarvi sicuramente foto più accattivanti. La location col laghetto accanto, il paesello dall'altra parte e il castello lì in mezzo è indubbiamente bella, col sole sono certo che sia tutta un'altra storia.
Il paese di Mir è molto più interessante del castello, IMHO, ma i miei accompagnatori non erano dello stesso avviso e sono riuscito giusto a fare 2/3 foto al volo. Come al solito è tutto perfettamente restaurato e pulito, con la sola eccezione della bella e antica chiesa cattolica che cade in rovina (si sa che Lukashenko dà i soldi ai soli ortodossi, le altre religioni sono molto mal viste dal regime).

Tutt'attorno s'incontrano tanti villaggi formati da casette di legno, molte volte ripitturate di fresco e sempre molto ben tenute; immancabili cimiterini coloratissimi e molto belli (purtroppo non ho foto, gli amici bielorussi non capivano il mio interesse verso un posto dove ci sono solo morti...). A vederli così sembrano spesso paesetti idilliaci, poi si scopre che non esistono bagni, acqua corrente e queste cosette moderne, ma tante case hanno ovviamente l'antenna parabolica...


Zhirovichi - Жіровічі














Synkavichy - Сынковічы





Zirovichi è stata la sorpresa più piacevole della mia prima giornata bielorussa. Non ne avevo mai sentito parlare e quindi è stato ancora più bello essere sorpreso da questo complesso monastico veramente molto molto bello. In più la giornata si era fatta soleggiata, per quanto sempre gelida, e siamo stati portati in giro da un monaco ortodosso molto gentile ed espertissimo della storia di tutto il complesso. Parlava anche un po' di inglese. la città più vicina è Slonim, che non abbiamo visto.

Sempre in zona si trova Synkavichy, dove non c'è nulla ad eccezione della chiesa fortificata che vedete in foto. Architettura piuttosto insolita per una chiesa, attualmente ortodossa ma ho il sospetto che sia nata come cattolica, del resto questa zona credo fosse parte della Polonia prima della guerra. Anche lì presente il parroco locale espertissimo sulla storia della chiesa. Chi ci vada a pregare è un mistero...


Brest - Брэст

























Il motivo principale per visitare Brest (che non è in Francia! :D) è l'omonima Fortezza, il più grande monumento all'eroicità sovietica durante la seconda guerra mondiale. Purtroppo però i collegamenti da Minsk non sono molto frequenti e la mia "marshrutka" è stata di una lentezza aberrante così sono arrivato tardi e nel momento in cui sono entrato nel primo albergo per mollare lo zaino sono stato preso di forza da un gruppo di giovani vestiti in modo improbabile che mi hanno invitato (con la forza :D) al banchetto di matrimonio di due loro amici che si stava celebrando proprio nel ristorante dell'albergo! Dispiaciuto di non aver visto l'attrazione principale della città, sono comunque stato felicissimo di godermi in prima persona questo scorcio di vita gioiosa bielorussa, a base di tanta allegria e, soprattutto, tantissima vodka! Quando hanno saputo che a 30 anni non ero ancora sposato, cosa inammissibile, hanno cercato di accoppiarmi con l'unica ragazza single della festa; essendo là quasi tutte strafighe che però si sposano prestissimo, l'unica single non poteva che essere un mezzo tegame... mannaggia! :D

Le foto di Brest che vedete sono quindi scattate l'indomani (nonostante il post-sbornia) al mattino abbastanza presto. La vedete deserta perché era sabato mattina e io ho sempre la cattiva abitudine di fare foto senza un'anima viva. Il centro è molto carino, tutto tenuto benissimo e con ancora diverse strade e case in ristrutturazione. A differenza di Minsk qui tutto è molto più a misura d'uomo, ci sono strade pedonali, le case sono piccole, così come le strade. La stazione ferroviaria è bellissima.
 

·
Registered
Joined
·
375 Posts
Complimenti, bellissime foto e divertente l'aneddoto della festa di matrimonio :)
Mi sembra che hai privilegiato zone con elementi piacevoli e colorati; anche se non mancano costruzioni e statue del regime (sorprendente la scultura del trio in corsa durante il salto all'ostacolo ;) ), mi chiedevo se ci sono quei quartieri di soli casermoni tutti grigi e malandati e che cadono a pezzi, molto peggio della foto di "Corvialoski" come ironizza Pavlvs. Poi un'altra curiosità: cosa è quella costruzione a forma di poliedro con in basso le scritte "perchè l'uomo di Dio sia completo e ben preparato per ogni opera buona"?
 

·
Un genovese a Nord-Est
Joined
·
1,242 Posts
Discussion Starter · #9 ·
Cominciamo dal fondo! :)
La strana costruzione a forma di poliedro è la Biblioteca Nazionale, finita di costruire l'anno scorso, e punto d'orgoglio del presidentissimo Lukashenko. E' una costruzione indubbiamente molto particolare, può essere un po' un pugno in un'occhio, ma a me è piaciuta parecchio. Peraltro è decisamente grande (credo la più grande in Europa, ma potrebbe essere propaganda!) e alta. Di notte è completamente illuminata coi colori che cambiano, un po' come l'Allianz Arena di Monaco. Tra l'altro è stata costruita in periferia (è l'ultima fermata di una delle due linee di metropolitana) in un quartiere di recente costruzione, con un bel parco tutto attorno, il fiume e sull'altra sponda del fiume una bella zona residenziale con piccole case di legno. Tutto ovviamente è curatissimo e pulitissimo, come e più che in centro.

Palazzoni sovietici sono ovunque, anche in centro e ci sono ovviamente interi quartieri con solo questo tipo di architettura. E' però diverso dalle altre città dell'est che ho visitato (e ne ho visitate tante). Qui si è preferito costruire palazzi veramente enormi (come quello in foto), visti gli immensi spazi lasciati dalla guerra ed il terreno abbastanza piano (per la verità è tutto un saliscendi, ma leggero). Ti dirò che non ho visto quei tipici quartieri cechi, slovacchi, polacchi, lituani in cui sei circondato da palazzi tutti perfettamente uguali, grigi, cadenti che ti fanno perdere l'orientamento. A Minsk buona parte dei "commie-blocks" che ho visto erano ben tenuti, restaurati, puliti, ridipinti e abbastanza diversi tra loro nelle loro gigantesche dimensioni. Ovviamente ci sono delle eccezioni. Ti dirò di più, io ero ospite in famiglia e alloggiavo ovviamente in uno di questi apartment-blocks, ne ho visitati anche altri 2 e le case dentro non solo erano dignitose e pulite come in tutti i paesi dell'est che ho visitato, ma erano pure belle, con sanitari e cucine italiane, tanto per intenderci. Quando sono entrato in Lituania mi è sembrato di essere in un paese più indietro e povero rispetto alla Bielorussia. Poi Vilnius è una meraviglia rispetto a Minsk. E io sono un accanito fan della Lituania, sia chiaro! ;)

La statua del trio in corsa si trova all'ingresso del Dinamo Stadion, il mitico stadio della Dinamo Minsk, fatto a forma di Colosseo... un po' pacchiano ma bello! :D Qui vi faccio vedere qualche altra foto per gli appassionati calcistici come il sottoscritto. Tenete conto che Lukashenko, da buon presidente autoritario, adora lo sport, quindi ci sono complessi sportivi ovunque e sempre ben restaurati e ben tenuti.














Qui invece ero al matrimonio! :banana: :banana:



Altre scene dal matrimonio QUI.
 

·
Registered
Joined
·
291 Posts
Insomma, non mi dice assolutamente nulla
Sarà che sono abituato a fare in su e in giu tra Firenze e Roma (altro che Minsk) :D
 

·
°Made in Italy°
Joined
·
1,289 Posts
DAVVERO INTERESSANTE!!!
:) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :)

Grazie Carletto per il tuo bel reportage, della Bielorussia non credo avessi mai visto così tante foto fatte in maniera "libera"!! :D
Vedo un paese obiettivamente diverso da come credevo, e anke tu mi confermi questo....
E poi, complimenti a loro! Non c'è una carta a terra, nè un muro scrostato!
Minsk poi mi sembra molto interessante come città, alterna moderna arkitettura ad arkitettura socialista ad arkitettura un pò più tradizionale! per non parlare dell'entroterra!
Ma i tuoi amici, o perlomeno i bielorussi ke hai incontrato, ke ne pensano del loro presidente?
 

·
Stateless User
Joined
·
956 Posts
Ma i tuoi amici, o perlomeno i bielorussi ke hai incontrato, ke ne pensano del loro presidente?
Anche io sono assai curioso di come la pensa il popolo, e del perchè non è arrivato ancora a un livello che gli permetta di cambiare le cose, in stile rivoluzione arancione.
 

·
Un genovese a Nord-Est
Joined
·
1,242 Posts
Discussion Starter · #19 ·
Il gillet dello sposo non era effettivamente male, ma in generale il buon gusto la faceva da padrone al matrimonio! :D

Tornando su questioni serie. Intanto non stanno così male come ci si vuol far credere, ma, per lo meno nelle città, si sta più o meno come nei paesi confinanti.
Non c'è alcun problema a fare foto in giro per Minsk (tanto meno nel resto del Paese). Ho evitato di fotografare il palazzo presidenziale e la sede del KGB, giusto per non aver problemi, ma penso che non sarebbe successo assolutamente nulla nemmeno lì anche se avessi osato immortalarli. Certo la polizia+esercito ovunque ti mette un pochetto di timore e come turista sei visibilissimo (anche perché facilmente sei l'unico! :D).

Cosa pensa la gente di Lukashenko? Io sono stato a contatto più che altro con dei giovani (pardon, delle giovani :D) e tendenzialmente non piace a nessuno (a parte ai giovani ragazzotti, magari un po' rissosi e tendenti all'alcool, come tutti, che lavorano nella milizia...). Non a tutti piace parlare di politica, ma tanto quanto qui, non per paura. Parimenti però non ho conosciuto nessun "fiero-bielorusso" che criticasse Lukashenko a 360°. Forse sono tutti in galera! :D Scherzi a parte (manco tanto), la gente non lo ama e lo critica (più o meno liberamente), ma gli riconosce anche dei meriti, specie in confronto con la vicina Ucraina, che sembra quasi a rischio di guerra civile. Certamente in Belarus la democrazia è solo di facciata, non esiste libertà di stampa e l'opposizione è solo di figura. Insomma, esattamente come in Russia, solo che Lukashenko non ha il potere di Putin per cui viene additato come un pericoloso dittatore, ma la sostanza è la medesima.

A differenza della Russia, però, in Belarus vige, anche se non ufficialmente, un sistema socialista erede della BSSR (Repubblica Socialista Sovietica Bielorussa) dei bei tempi andati. L'iniziativa privata è ridotta al minimo, la burocrazia è sempre abbondante, in campagna si vive e si lavora nei kolkhoz (fattorie collettive). Questo sistema "salva" le campagne dalla fuga di massa e/o dalla povertà più estrema ma al tempo stesso tarpa un po' le ali alle città (Minsk in particolare) che per quanto un po' occidentalizzate, rimangono decisamente sovietiche. Ad esempio a Minsk troverete pochissimi ristoranti, bar, luoghi di svago. Fuori dalla capitale la cifra rasenta direttamente lo zero. A livello industriale si presenta la stessa situazione.

Il sistema sovietico però rende le classi sociali bielorusse più o meno omogenee, ci sono pochi "nuovi ricchi", di norma semi-mafiosi russi e pochi poveri (per i loro standard). In città la gente si può permettere una vita dignitosa, si vedono automobili recenti (assai più che in Lituania, Lettonia, Ucraina) e ben tenute, ma non le orde di SUV che vedi a Kiev, Riga, Mosca o qualunque città italiana. ;) Nelle campagne spesso si vive come un secolo fa, senza acqua corrente, bagni, etc... però la gente ha sempre da vivere, i kolkhoz bene o male funzionano e salvano la grande popolazione rurale bielorussa (che è la maggioranza del paese e che vota in massa Lukashenko). Non esiste disoccupazione, la criminalità è a livelli minimi così come l'uso di droga ed il numero di sieropositivi.

I bielorussi non amano il loro presidente ma benedicono la stabilità che stanno avendo in questi anni proprio grazie al regime autoritario. La crescita del paese, a livello economico, ma non solo, è parimenti innegabile. Ricordiamo che i russi (i bielorussi 100% non esistono) non hanno mai avuto un regime democratico nella loro storia per cui non sentono fondamentale questa mancanza, al contrario (forse) degli ucraini-arancioni. Chi si ribella in Bielorussia è di solito di origine polacca (buona parte del territorio ad ovest è stato annesso alla fine della WWII, ma era Polonia).

Purtroppo, lo dico con rammarico, aumenta tra i giovani la voglia del "tutto e subito" di gran moda in Russia come in Italia. La vicina Russia è vista spesso come la terra promessa più della UE. In TV si vedono praticamente solo i canali russi (anche perché in quelli bielorussi c'è sempre Lukashenko...), tanto "liberi" quanto quelli loro (ovvero nulla), ma che trasmettono un modello di vita piuttosto diverso, quello dei new-russians, ovvero i ricchi(ssimi) mafiosi che ostentano i loro averi di dubbia provenienza.

Non credo che ci sarà una rivoluzione in Bielorussia in tempi brevi, ma forse nemmeno in tempi lunghi. Resta da vedere fino a quando Putin deciderà che Lukashenko può restare al potere. Temo che la Belarus verrà prima o poi annessa alla Russia e quasi nessuno penso si lamenterebbe, almeno etnicamente parlando, essendo tutti russi già ora. E sognando il SUV...
 

·
Un genovese a Nord-Est
Joined
·
1,242 Posts
Discussion Starter · #20 ·
Hrodna

Ultima parte della mia gita bielorussa...

Hrodna - Грoдна - Grodno - Gardinas - גראָדנע































































 
1 - 20 of 23 Posts
Top