SkyscraperCity banner
1 - 20 of 65 Posts

·
Registered
Joined
·
18,171 Posts
Discussion Starter · #1 ·
Costituita la societa' mista che in quattro anni dovra' trovare 175 miliardi per il progetto e realizzare la linea
Monza sale in metro'
Tre chilometri di galleria, treni automatici e quattro fermate


Costituita la societa' mista che in quattro anni dovra' trovare 175 miliardi per il progetto e realizzare la linea Monza sale in metro' Tre chilometri di galleria, treni automatici e quattro fermate MONZA - All'inizio il progetto di massima, poi gli 87 miliardi di finanziamento statale, ed ora la societa' per azioni che dovra' concludere i lavori "nel giro di quattro anni". La metropolitana di Monza non e' piu' solo un rimpianto nella citta' che rifiuto' il collegamento con la linea milanese arrivata a Sesto. Venti giorni dopo il "battesimo" della Gazzetta Ufficiale, la giunta ha approvato l'altra sera la costituzione della societa' mista che si occupera' di costruire il metro' e trovare i soldi che mancano, dato che l'opera costera' 175 miliardi. Sono previste quattro fermate lungo una galleria di due chilometri e 785 metri. Stazione ferroviaria, Piazza Roma (Arengario), Villa Reale ed il nuovo ospedale. Le quote della spa, con un capitale iniziale di 200 milioni, sono state divise tra il Comune (65 % ), la societa' Sasib Railway di Bologna (30 % ) e l'Associazione Industriali (5 % ). Alla seduta della giunta erano presenti anche i responsabili della societa' bolognese, la stessa che ha progettato il collegamento fra l'ospedale San Raffaele di Milano e Cascina Gobba. Anche in questo caso, si trattera' di una linea automatica, senza macchinisti, con una velocita' di circa 30 chilometri all'ora. "La Sasib preparera' il progetto esecutivo e condurra' i lavori - spiega l'assessore agli Affari generali, Pierfranco Maffei - ma soprattutto finanziera' gli 88 miliardi che mancano attraverso un sistema di mutui agevolati. In cambio gestira' la linea per tutta la durata del piano finanziario". A questo punto, come a Milano, manca il voto del consiglio. E il tempo stringe. La delibera del comitato interministeriale che il 27 novembre ha stanziato gli 87 miliardi, impone all'amminsitrazione di trovare il resto dei soldi e presentare la documentazione "entro un mese dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale". Il termine scadrebbe a meta' marzo, "ma abbiamo fatto presente che la notizia della pubblicazione ci e' arrivata in ritardo ed abbiamo ottenuto di poter consegnare la delibera del entro i primi di aprile - aggiunge Pierfranco Maffei -. In ogni caso, il 13 marzo andremo a Roma per la vertenza Philips e ne approfitteremo per consegnare al ministero ed al Cipe il testo votato dalla giunta". Nel frattempo il consiglio dovra' trovare il tempo di ritornare sulle proprie decisioni. Il progetto del metro' automatico, infatti, era gia' stato presentato in estate. Ma l'assemblea si era limitata ad approvare una generica "delibera di indirizzi" che non precisava il modello ne' la linea.

http://archiviostorico.corriere.it/1997/marzo/07/Monza_sale_metro__co_0_97030710537.shtml

Pagina 49
(7 marzo 1997) - Corriere della Sera


***********************************************************************************************



Progetto da 170 miliardi per tre chilometri in sotterranea con quattro fermate dall' ospedale San Gerardo alla stazione ferroviaria
Parte la metropolitana di Monza
Ma le opposizioni contestano la mancanza di collegamenti con Milano e la Brianza


Progetto da 170 miliardi per tre chilometri in sotterranea con quattro fermate dall'ospedale San Gerardo alla stazione ferroviaria Parte la metropolitana di Monza Ma le opposizioni contestano la mancanza di collegamenti con Milano e la Brianza MONZA - Dopo una anno di difficile gestazione, l'altra notte il consiglio comunale ha dato disco verde al progetto della tanto desiderata - e contestata - metropolitana cittadina. L'assemblea lo ha votato con 24 si' (Lega, Cdu, Indipendenti monzesi e Lista Pannella), 11 no (Pds, Prc, Ppi, Pri, Rete, Iniziativa per Monza) e un astenuto (Daniele Petrucci, indipendente di Forza Italia). Almeno stando all'attuale maggioranza, Monza avra' dunque una linea sotterranea tutta sua. A dispetto del nome "Monza - Lissone Sud", infatti, il metro' restera' in territorio comunale. Lungo una galleria di 3 chilometri e 100 metri, sono previste 4 fermate: stazione ferroviaria, piazza Roma, Villa Reale e il nuovo San Gerardo, al confine con Lissone. Costera' 175 miliardi, 87 finanziati nel novembre scorso dalla Cipe e il resto da raccogliere attraverso una societa' mista pubblico - privata (65 % Comune di Monza, 5 Assindustria Monza - Brianza, 30 altri privati). Il finanziamento del Cipe prevede la costruzione di un "sistema azionato a fune ad automatismo integrale", cioe' di una linea senza macchinisti. Tempo di realizzazione: 3 anni e 9 mesi. Il progetto ha scatenato le proteste delle opposizioni. Due i motivi principali di contestazione: la mancanza di collegamenti con il resto della viabilita' milanese e brianzola (considerata un tradimento della Provincia di Monza e Brianza, sostenuta da Lega e dal resto della maggioranza) e la scelta di un sistema giudicato non idoneo. "Quello li', l'assessore Longoni, prima dice che la metropolitana di citta' non gli va bene e poi vota a favore - si e' sfogato fuori dell'aula Giuseppe Civati, di Iniziativa per Monza -. E anche Forza Italia: dove sei Petrucci? Ti sei astenuto e invece dovevi votare contro. Con me, Forza Italia ha chiuso". Lega, Cdu e Mim, a dire il vero, hanno cercato di recuperare terreno sulla prima obiezione, approvando un ordine del giorno che impegna la giunta "a portare a termine il progetto di metropolitana interrata e a sviluppare per il futuro tutte le sinergie possibili per un sua espansione, in modo da disegnare un organico sistema di trasporto a guida vincolata per la Brianza". Per la minoranza, tuttavia, la funicolare sotterranea non si presterebbe a un simile ampliamento. L'alternativa sarebbe invece un sistema di "metrotramvia" del tipo adottato per collegare la linea Milano Mm3 Lagosta - Zara a Cinisello, piu' funzionale e dai costi minori (25 miliardi al chilometro, contro i 60 del metro' a fune). Ma un ordine del giorno con questa proposta e' stato bocciato. Via al metro', dunque, anche se il Movimento sociale - Fiamma tricolore ha preannunciato un referendum.

http://archiviostorico.corriere.it/1997/luglio/13/Parte_metropolitana_Monza_co_2_9707131817.shtml

Pagina 40
(13 luglio 1997) - Corriere della Sera


*******************************************************

Il sindaco Roberto Colombo propone a Palazzo Marino e alla Regione il prolungamento della " rossa " rifiutato negli anni Sessanta
Metropolitana per Milano: trent' anni dopo, Monza ci ripensa
I convogli arriverebbero al quartiere Sant' Alessandro. Il progetto non esclude la possibilita' di altre linee


Il sindaco Roberto Colombo propone a Palazzo Marino e alla Regione il prolungamento della "rossa" rifiutato negli anni Sessanta Metropolitana per Milano: trent'anni dopo, Monza ci ripensa I convogli arriverebbero al quartiere Sant'Alessandro Il progetto non esclude la possibilita' di altre linee MONZA - La linea 1 della metropolitana di Milano sino a Monza: ovvero archiviazione definitiva del "gran rifiuto" al collegamento sotterraneo con Milano pronunciato negli Anni '60 e '70 da politici ed associazioni di categoria. A farsi promotore della svolta e' stato il sindaco del Polo, Roberto Colombo. In una lettera sugli "obiettivi strategici e di sviluppo su trasporti e viabilita" - inviata venerdi' agli assessori ai trasporti della Regione, Giorgio Pozzi, e di Milano, Giorgio Goggi - il primo cittadino monzese definisce "un'imperdibile opportunita" il prolungamento della linea rossa. Nei programmi della Metropolitana Milanese e' previsto che l'attuale capolinea della stazione Fs di Sesto San Giovanni sia spostato sino al quartiere monzese di Sant'Alessandro, in corrispondenza del grande svincolo della Monza - Rho. Non si tratta di una retromarcia rispetto all'ipotesi esaminata mercoledi' scorso con la Provincia, collegata al progetto di riqualificazione della statale 46 (Valassina). La connessione con la metrotramvia da piazzale Lagosta, a Milano, a Cinisello Balsamo (come l'idea di prolungare la MM2 da Brugherio) resta ancora in piedi. L'approdo della MM1 oltre Sant'Alessandro viene tuttavia ritenuto dall'amministrazione comunale piu' consono alle due priorita' indicate nella missiva: il prolungamento del tanto contestato metro' a fune (stazione Fs - Ospedale Nuovo), sino al quartiere di San Rocco, e la realizzazione di una nuova stazione d'interscambio ferroviario; la costruzione del 2o lotto del metro' cittadino, dal nuovo ospedale all'area dell'ex caserma 4 Novembre. "Il progetto della metropolitana cittadina lungo l'asse Nord - Sud - scrive il sindaco Colombo - e' insufficiente da solo ad incidere efficacemente sulle problematiche viabilistiche e dei trasporti". Di qui la necessita' della stazione d'interscambio - gia' prevista nel prg in corrispondenza dell'area Fossati - Lamperti, all'incrocio tra i due rami ferroviari per Lecco e per Como, ed inserita nel progetto di passante ferroviario Sud - che disterebbe soli 800 metri dal nuovo capolinea MM1 di Sant'Alessandro. La stessa finalita' di assicurare un sistema "in rete" vale poi per il secondo lotto del metro' a fune. Insomma, Monza tenta il grande salto. Martedi', nella riunione con tutti gli enti interessati, si vedra' se sara' un salto nel buio. Ruggero Corcella

http://archiviostorico.corriere.it/...a_per_Milano_trent_anni_co_2_9810181833.shtml

Pagina 49
(18 ottobre 1998) - Corriere della Sera

*******************************************************



Trattative serrate con il ministero mentre si annuncia uno scontro giudiziario tra i soci della società di gestione Tpb
Riparte da zero la metropolitana di Monza
Fallito il progetto «a fune», la giunta chiede al governo di dirottare i fondi al collegamento con la M1


Trattative serrate con il ministero mentre si annuncia uno scontro giudiziario tra i soci della società di gestione Tpb Riparte da zero la metropolitana di Monza Fallito il progetto «a fune», la giunta chiede al governo di dirottare i fondi al collegamento con la M1 MONZA - Dopo una riunione infuocata, l' altra sera sera la giunta del Polo ha deciso di rispondere alla lettera con la quale il ministero dei Trasporti ha comunicato che non autorizzerà un' ulteriore proroga all' avvio dei cantieri per il metrò a fune (chiesta dalla Trasporti Pubblici Briantei, la società a capitale misto costituita fra Comune, Alstom e Previdentia, società di Assindustria Monza e Brianza, e sconfessata dal sindaco Roberto Colombo). Monza, quindi, perderà i 105 miliardi di finanziamento statale, su una spesa complessiva di 175. Secondo il sindaco, la risposta spedita ieri mattina chiarisce a sufficienza che in tema di metropolitana si intende voltare pagina. Al ministero, invece, ritengono che la «formale conferma» delle intenzioni del Comune, da loro richiesta, non emerga in modo netto. L' interpretazione autentica delle volontà dell' amministrazione monzese è dunque attesa nell' incontro con il neoministro, Pietro Lunardi, chiesto ieri con urgenza dal sindaco. Il terzo attore della partita, Alstom, si prepara alla battaglia legale, ma tiene ancora la porta aperta alla prosecuzione del progetto. IN COMUNE - «Non compete a noi dire se la proroga vada data o no, ma nella lettera al ministero abbiamo evidenziato che ci sono ritardi e lacune nel progetto e che in tema di trasporti sta emergendo un orientamento di altro tipo, anche da parte del ministero e della Regione - dice il sindaco Colombo -. Se il ministero non concedesse la proroga - aggiunge -, per Monza si aprirebbero scenari importanti, come l' inserimento nel "protocollo del ferro" che prevede il prolungamento delle metropolitane milanesi verso la Brianza». DUBBI DEL MINISTERO - «Al ministro abbiamo già fatto presente che il Comune di Monza non ha interesse a realizzare l' opera e quindi a mantenere il contributo statale - spiega Virginio Di Gianbattista, vicedirettore dell' Unità di gestione dei Sistemi di trasporto ad impianto fisso del ministero -. È però necessaria una risposta formale e chiara. La lettera che ci hanno scritto è solo interlocutoria. Il Comune ci deve dire cosa vuole fare, prima che prendiamo una decisione definitiva». Non è una questione di sfumature. «Sulla scadenza dei termini per la concessione dei finanziamenti è ovvio che decidiamo noi - prosegue -. Ma se il Comune non ci chiede nulla, la nostra procedura è di avvisarlo che automaticamente si attiva la procedura di decadenza dai benefici dei contributi. Lo facciamo per andare incontro a chi ha avuto dei problemi e magari, con un programma serio, riesce poi a superarli». A detta del funzionario, occorreranno un chiarimento con il ministro e la firma delle decisioni prese, «in un accordo di programma o comunque con un documento». IL FRONTE ALSTOM - «Ritengo che con il metrò di Monza si sia fatto un buon lavoro - ribadisce Massimino Colombo, managing director di Alstom Trasporti -. La stessa valutazione di impatto ambientale della Regione conferma che il progetto è stato fatto bene. A suo tempo, il ministero lo ha approvato. Anche le gare di appalto hanno confermato le stime sui costi e adesso la banca sta sottoscrivendo il finanziamento privato di 70 miliardi. Se qualcosa non ha funzionato, lo potrà stabilire soltanto un giudice». Non è escluso, quindi, un ricorso contro il partner pubblico. «Per Alstom, comunque, il 31 ottobre, data dell' eventuale proroga, sarà un termine perentorio - dichiara -: se non si riuscirà ad aprire il cantiere, cioè, il progetto decadrà. Siamo disposti a soffrire ancora, ma è evidente che soltanto il Comune può aver la volontà di far partire tutto». Ruggiero Corcella Da Nord e da Sud le nuove linee verso Milano METROPOLITANA Il quadro di riferimento sui trasporti (Protocollo del ferro), delineato nell' accordo tra Stato, Regione, Provincia e Comuni, prevede un duplice collegamento fra Milano e la Brianza attraverso Monza. A Sud è previsto il prolungamento della Metropolitana 1 (progetto a medio termine da realizzare in cinque anni): partirà circa 400 metri dopo il capolinea di Sesto Fs, con una prima fermata nel quartiere Restellone di Sesto, all' altezza dell' area Vulcano. La seconda fermata sarà al peduncolo della tangenziale Monza-Rho, dove sarà realizzata una stazione per i bus e un parcheggio. Poi si arriverà fino all' area ex Fossati Lamperti, in via Borgazzi I COSTI In complesso il percorso si svilupperà su circa 3,3 chilometri, con una spesa di 540 miliardi di lire (370 fino al peduncolo, 170 fino a via Borgazzi) METROTRANVIA A Nord è previsto il prolungamento della metrotranvia M5 (ci vorranno dieci anni), che partirà da piazza Garibaldi, a Milano, raggiungerà la zona della Bicocca, Cinisello Balsamo e da qui l' area dell' ex caserma IV Novembre, a Monza, dove sono in programma le nuove cittadelle della Giustizia e della Finanza

http://archiviostorico.corriere.it/...ero_metropolitana_Monza_co_2_0107062584.shtml

Pagina 53
(6 luglio 2001) - Corriere della Sera


*******************************************************

Conclusa dopo quattro anni l' indagine della Procura sulla linea metropolitana mai partita
Metrò di Monza, cinque richieste di rinvio a giudizio


Cinque richieste di rinvio a giudizio con l' accusa di avere pilotato l' assegnazione dei lavori del metrò a fune: si è chiusa così l' indagine condotta dalla procura di Monza sui presunti illeciti commessi nell' ambito del progetto che avrebbe dovuto dare a Monza una linea metropolitana di tre chilometri con una spesa di 175 miliardi di lire. Gli imputati sono l' ex sindaco leghista, Marco Mariani, due ex assessori, Pierfranco Maffé e Angelo Longoni, rispettivamente agli Affari generali e alla Viabilità, l' ex capo di gabinetto, Claudio Brambilla, e Massimino Colombo, l' amministratore delegato di Sasib Railway, la società che avrebbe dovuto realizzare la nuova metropolitana monzese. Per tutti, l' accusa è di turbata libertà d' incanto. Udienza preliminare davanti al gip Giuseppe Airò il prossimo 14 novembre. Il metrò a fune è stato per anni al centro di violente polemiche fino allo scorso inverno, quando il Tribunale di Monza ha messo la parola fine al progetto dichiarando il fallimento di Tpb (Trasporti pubblici briantei), la società a capitale misto creata dal Comune e da Sasib nel 1997 per gestire la metropolitana. L' indagine era partita nell' autunno 1999 dopo che negli uffici della Procura era giunto un esposto rimasto anonimo. Il sostituto procuratore Franca Macchia ha cercato di fare luce sul progetto concentrando l' attenzione sui mesi a cavallo fra il 1996 e il 1997. «Sono amareggiato e infastidito per come si è sviluppata questa vicenda - ha commentato Mariani, ex sindaco di Monza -. Ho sempre fatto il mio dovere con onestà e sono sicuro che nessuno ha mai commesso irregolarità. Affronterò l' udienza con il massimo della tranquillità». Riccardo Rosa

http://archiviostorico.corriere.it/..._cinque_richieste_rinvio_co_7_030828040.shtml

Pagina 51
(28 agosto 2003) - Corriere della Sera
 

·
Registered
Joined
·
1,008 Posts
una metropolitana a Monza??? Evvai!!! Metro per tutti !! come fossero caramelle!! Perchè in fondo...no metro,no party,adesso la vogliono pure a Granaglione,ridente paesino di 2000 anime i cui abitanti,tutti rigorosamente ultraottant'enni, si stanno già azzuffando a colpi di padelle e rastrelli e a bordo di possenti trattori perchè vogliono le fermate direttamente collegate con le varie stalle,fienili e allevamenti di vacche..."Soccia! Al 'vu anca me la stazion del tranvai metropolitano,va mo là!"

Viva l'Italia!
 

·
Registered
Joined
·
16,446 Posts
^^ A parte il fatto che non stiamo parlando di uno sperduto paesino, ma di Monza, mi chiedo, hai letto le date degli articoli?
 

·
Registered
Joined
·
249 Posts
Secondo me una metro di Monza sarebbe inutile...basterebbe prolungare M1 e M5
mah?! appunto ma non era gia in programma il collegamento con la m1 e la m5?? tutto sommato visto il traffico di monza anche questa metro non sarebbe male! soprattutto se verra creato un parcheggio esterno alla citta!...utile soprattutto quando ci saranno i gran premi di f1 e altre gare!
 

·
Registered
Joined
·
249 Posts
una metropolitana a Monza??? Evvai!!! Metro per tutti !! come fossero caramelle!! Perchè in fondo...no metro,no party,adesso la vogliono pure a Granaglione,ridente paesino di 2000 anime i cui abitanti,tutti rigorosamente ultraottant'enni, si stanno già azzuffando a colpi di padelle e rastrelli e a bordo di possenti trattori perchè vogliono le fermate direttamente collegate con le varie stalle,fienili e allevamenti di vacche..."Soccia! Al 'vu anca me la stazion del tranvai metropolitano,va mo là!"

Viva l'Italia!
evidentemente non sei mai stato a monza e non puoi capire qant'è congestionato il traffico in questa citta! che poi non va considerata come un paesino di 2000 abitanti ne come una cittadina di provincia ma un tutt'uno fra milano sesto e cinisello! e poi monza ora è anche capoluogo di provincia e rimane sempre la terza citta piu grande della lombardia considera anche che ospita il gran premio di formula uno e altre gare in altri periodi dell'anno! è presente il parco pubblico piu grande d'europa...uno dei piu grandi al mondo! insomma è una citta di turismo arte industria e commercio molto attiva! addirittura in proporzione molto piu di milano se si considera che gli abitanti di monza quando faceva parte della prov di milano erano il 20% di tutta la provincia ma con il 40% delle ricchezze totali
 

·
666 User
Joined
·
2,432 Posts
Beh... però non sarebbe troppo prolungare la 5 o la 1 per coprire un tracciato simile a Monza?
E poi... già che ci sono potrebbero arrivare fino all'autodromo o nelle vicinanze no?
 

·
Keep your head
Joined
·
16,524 Posts
evidentemente non sei mai stato a monza e non puoi capire qant'è congestionato il traffico in questa citta! che poi non va considerata come un paesino di 2000 abitanti ne come una cittadina di provincia ma un tutt'uno fra milano sesto e cinisello! e poi monza ora è anche capoluogo di provincia e rimane sempre la terza citta piu grande della lombardia considera anche che ospita il gran premio di formula uno e altre gare in altri periodi dell'anno! è presente il parco pubblico piu grande d'europa...uno dei piu grandi al mondo! insomma è una citta di turismo arte industria e commercio molto attiva! addirittura in proporzione molto piu di milano se si considera che gli abitanti di monza quando faceva parte della prov di milano erano il 20% di tutta la provincia ma con il 40% delle ricchezze totali
il pensiero unico brianzolo in un solo post

Monza ha bisogno della metro ma per andare in una direzione: Milano.

La cosa migliore sarebbe fare la M5 Bignami-Bettola e poi da Bettola prolungarla (costa meno della M1) sul tracciato di cui sopra. Fungerebbe sia da collegamento interno a MOnza (per quel che vale) sia da collegamento con Milano
 

·
Registered
Joined
·
18,171 Posts
Discussion Starter · #11 ·
una metropolitana a Monza??? Evvai!!! Metro per tutti !! come fossero caramelle!! Perchè in fondo...no metro,no party,adesso la vogliono pure a Granaglione,ridente paesino di 2000 anime i cui abitanti,tutti rigorosamente ultraottant'enni, si stanno già azzuffando a colpi di padelle e rastrelli e a bordo di possenti trattori perchè vogliono le fermate direttamente collegate con le varie stalle,fienili e allevamenti di vacche..."Soccia! Al 'vu anca me la stazion del tranvai metropolitano,va mo là!"

Viva l'Italia!
a parte che sono articoli "d'essai", una metropolitana a Monza sarebbe...il minimo.
Monza ha circa 120.000 abitanti. con il suo piccolo agglomerato diretto, Desio, Lissone, Arcore, Vedano, Villasanta, Muggiò eccetera, arriva alla popolazione di Bologna. Anche qualcosa in più.
Se poi considere che Monza pur essendo provincia è niente altro che un quartiere di Milano, essendo a sua volta totalmente conurbato, avendo tribunale, ospedali di livello nazionale, distaccamenti universitari e poli di ricerca notevoli, un centro storico piccolo ma di pregio assoluto...una metropolitana è stranecessaria, e da almeno 20 anni.

che sia il prolungamento della M1 o una trasversale est-ovest poco importa.
c'è un traffico pazzesco e in costante aumento.
è già collegata tramite S9 e FS a Milano con treni ogni pochi minuti, ma non è assolutamente sufficiente.
 

·
666 User
Joined
·
2,432 Posts
Quoto !
Son sempre stato più che favorevole a prolungare le Metropolitane oltre i confini giuridici di Milano, perchè come dice gruber il contesto Monza/Milano è praticamente contiguo, tanto quanto Milano/Sesto o Milano /Corsico/Buccinasco ecc ecc e servire il tutto con una metropolitana decongestiona il traffico. (e mi piacerebbe che i costi dei biglietti non fossero così assurdi appena metti il piede fuori da Milano).
 

·
No More Italian Mod
Joined
·
39,863 Posts
La metropolitana a monza ci vuole, ma il progetto della fune (che è miseramente fallito) era un progetto demenziale

La metropolitana deve essere integrata in tutto e per tutto nella rete metropolitana milanese: creare due sistemi separati e totalmente differenti per tipologia non serve nè a Monza nè a Milano

Comunque, ribadisco per chi non l'avesse capito:E' UN VECCHIO PROGETTO CHE NON ESISTE PIU'
Gruber si è divertito a scavare nell'archivio storico del corriere e a ritirare fuori questa storia che risale al 1997
 

·
Registered
Joined
·
4,646 Posts
Piuttosto che prolungare la metro milanese, avrei preferito un sistema tranviario con più linee e con sotterramento sotto il centro storico che collegasse Monza con i comuni circostanti e alla MM a Bettola e Cologno! :banana:

E perchè no...in un futuro collegarla anche alla rete tranviaria milanese...
 

·
No More Italian Mod
Joined
·
39,863 Posts
^^
Se arrivava a bettola sarebbe stata collegata alla rete tranviaria milanese, visto che il prolungamento del 31 a Bettola (o comunque dell'infrastruttura) è una delle opzioni sul tavolo
 

·
Moderator
Joined
·
7,748 Posts
La cosa migliore sarebbe fare la M5 Bignami-Bettola e poi da Bettola prolungarla (costa meno della M1) sul tracciato di cui sopra. Fungerebbe sia da collegamento interno a MOnza (per quel che vale) sia da collegamento con Milano
Se proprio, meglio l'M1. La 5 va a Garibaldi, dove c'è già la ferrovia. L'1 serve altre destinazioni.
 

·
666 User
Joined
·
2,432 Posts
Ma a questo punto subentra il discorso dei costi con l'M1, se e quanto più della 5 potrebbe costare tale polungamento. Indubbio è il vantaggio della portata pax rispetto alla 5.
 

·
666 User
Joined
·
2,432 Posts
Comunque noto che in 10-12 anni i prezzi son skizzati alle stelle.
Con i soldi che servono ora per una metro, al prezzo di allora... eh... magari... quante belle metro ci sarebbero...
 

·
No More Italian Mod
Joined
·
39,863 Posts
^^
Questa costava poco (che poi non è vero: a conti fatti costava di più) perchè non era una vera metropolitana, ma un sistema a fune sotterraneo... una roba tipo il people mover del San Raffaele

Insomma: una tavanata galattica
 

·
Ciclista Metropolitano
Joined
·
10,936 Posts
Per Monza a mio parere sarebbe l'ideale un'ossatura di due/tre linee tranviarie con una tratta comune in tunnel nel centro storico (visto che il traffico generato non è solo da e per milano ma esiste un piccolo interland monzese e grava sulla cittadina stessa, che se pur piccola è intasata come una grande città, pazzesco)...l'interscambio con Milano potrebbe avenire a bettola evitando costosissimi prolungamenti della M1 che diventerebbe eccessivamente lunga...e poi c'è gia la S9 parallela che può essere potenziata...si potrebbero poi creare altri interscambi ai capolinea di queste tranvie dove intercettare i bus di collegamento con i paesi dell'alta brianza e del vimercatese...
 
1 - 20 of 65 Posts
Top