Skyscraper City Forum banner
Status
Not open for further replies.
1 - 8 of 8 Posts

·
Banned
Joined
·
11,430 Posts
Discussion Starter · #1 ·
Roma capitale italiana della Movida secondo la stampa straniera

pubblicato: mercoledì 25 giugno 2008 da 06blog.it


Concerti, spettacoli teatrali, eventi culturali, discoteche e locali notturni di ogni tipo: per quanto riguarda la vita notturna nel bel Paese esite una sola Capitale: Roma.
Non lascia alcun dubbio la classifica stilata quest’oggi dall’Osservatorio della stampa estera. Non c’è Milano che tenga (e non ce ne vogliano i cugini di 02blog): è Roma, con il suo alto numero di eventi by night, la Capitale nazionale della movida notturna. I risultati della ricerca sono basati sul numero delle citazioni degli eventi notturni individuate su un totale di 1992 articoli pubblicati sulle principali testate internazionali nell’ultimo anno e mezzo. La classifica vede in testa proprio la Capitale seguita dal capoluogo Lombardo, e poi da Venezia, Napoli, Firenze e Torino.
La ricerca dimostra che ad affascinare i turisti è, in primis, la Trastevere By Night e la buona cucina romanesca, ancora molto ricercata dagli stranieri. Roma, però, non va male neanche per numero di concerti rock, per la musica all’aperto e per gli spettacoli teatrali in generale. Molto citati anche l’Auditorium, Caracalla e Villa Celimontana.


Foto: Flickr




-----------------------------------------------------------------------------

INT - Turismo, per la stampa estera Roma capitale della movida


Roma, 25 giu (Velino) - È Roma la capitale italiana della movida. Nei giudizi della grande stampa internazionale, la città eterna conquista il vertice nella classifica delle città della notte, battendo Milano, Venezia, Napoli, Firenze, Torino e altre mete di primo piano. E il Lazio arriva sul podio anche per visibilità internazionale, diventando la prima Regione italiana (seguita da Veneto e Toscana, chiude il Molise) per numero di citazioni sui più grandi e prestigiosi giornali internazionali. Un trend confermato dalla recente inchiesta di “Le Figaro” che, in un articolo del 20 giugno, stila la classifica dei poli turistici che nel 2007 hanno attirato più di un milione di visitatori: Parigi è prima con 9,5 milioni di presenze, seguita da Roma con sei milioni, Barcellona (4,7), Madrid (3,9), Venezia (2,9), Milano (1,9), Firenze (1,7), Nizza e Siviglia (1,2). I dati emergono da una ricerca condotta dall’Osservatorio sulla stampa estera attivato dall’assessorato allo Sviluppo economico, ricerca, innovazione e turismo della Regione Lazio e presentata oggi a Roma dall’assessore Claudio Mancini, insieme al presidente dell’Agenzia di promozione turistica di Roma e del Lazio, Federica Alatri. L’Osservatorio ha monitorato 1.992 articoli, pubblicati dal gennaio 2007 al giugno 2008 dalle principali testate di Australia, Austria, Cina, Francia, Germania, Gran Bretagna, India, Medio Oriente, Russia, Spagna, Svizzera e Stati Uniti. Roma e il Lazio arrivano in vetta alla classifica delle mete italiane più gettonate per il turismo by night, conquistando il maggior numero di citazioni (14,55 per cento) grazie alla consistente mole di eventi d’arte, di spettacolo, di sport, ricreativi promossi in città e nella regione, specialmente nel periodo estivo. Seguono Rimini e i movimentati beach party estivi (13,60), Milano e i celebri aperitivi (12,10), Torino e i locali notturni (11,95), Bologna e i suoi mille pub e bar affollati di studenti (11,20), Napoli e le tante sfaccettature della musica jazz e blues (9,75), Genova e le innovative terme by night (8,90), Firenze e gli emergenti locali high-tech (7,50), le romantiche passeggiate notturne a Venezia (6,45). Chiudono le citazioni sui night e i locali di Cagliari e della Sardegna (4,30).

“I giudizi della stampa estera su Roma e il Lazio – sottolinea l’assessore al Turismo della Regione Lazio, Claudio Mancini - confermano il grande prestigio internazionale della regione. In questo successo la Capitale naturalmente gioca un ruolo trainante e i dati convalidano l’importanza che i tanti eventi della Roma by night hanno nel richiamare visitatori da tutto il mondo. Nella Capitale la vivacità culturale, le manifestazioni, gli eventi sono dei grandi attrattori turistici. Mentre nel resto del Lazio possono essere dei grandi catalizzatori le feste tipiche, il folclore, le tradizioni. È per questo che abbiamo deciso di sostenere 470 manifestazioni culturali, storiche e tradizionali che si svolgono nei comuni della regione, alle quali abbiamo destinato un finanziamento di cinque milioni di euro”. Dalle pagine delle testate estere emerge che sono ancora le mete classiche della Dolce Vita ad affascinare i corrispondenti dei grandi giornali internazionali.Ed ecco allora che Trastevere, il Pincio, le fontane illuminate, il teatro e la musica all’aperto, il tour culinario dei ristoranti tipici ritornano nelle centinaia di citazioni dei giornalisti in visita a Roma.

L’americano “The New York Times”, in un articolo del 20 maggio scorso a firma di Ian Fischer, scrive: “Roma di notte è una città che sembra un teatro e specialmente nei mesi caldi bisognerebbe godersela come nessun’altra”. Il britannico “The Guardian” il 29 febbraio scorso, in un articolo dal titolo “Roma, le glorie della città eterna”, rilancia: “Roma fa fede alla sua reputazione di città notturna, elegante e maliziosa, con abbondanza di club e discoteche per soddisfare ogni esigenza”. Dall’Inghilterra, il “Daily Telegraph” il 10 marzo di quest’anno, in un articolo di Natasha Forges, commenta: “La vita fuori dei romani non inizia prima delle 23. Dopo uno o due prosecchi, la cena, e poi per chi cerca il divertimento chiassoso ci sono i pub a Trastevere e a Campo dei Fiori. Le discoteche si concentrano nel quartiere molto carino di Testaccio, dove si esibiscono anche dj internazionali. Gli amanti del jazz e del blues possono trovare locali a Trastevere dove gli artisti suonano in un’atmosfera molto intima”. Amanda Watts per l’arabo “Gulf News” il 9 maggio parla di “Vacanze romane” e scrive: “La sera, dopo aver assaggiato un’infinità di delizie italiane in via del Corso, è un must passeggiare per le eleganti piazze e vie del centro, facendo acquisti nelle bancarelle aperte anche di notte e mangiando gelato, cercando di assaporare fino in fondo l’atmosfera bohemienne del luogo”.

Il “New York Times” il 20 maggio aggiunge un consiglio per un esclusivo itinerario by night: “Se si parte al tramonto non c’è posto migliore da vedere che il Campidoglio. Dalla parte estrema del colle si può dare inizio a una superba passeggiata nel tempo, partendo da via dei Fori Imperiali. La storia non è l’unico motivo per passeggiare di notte. Come tutti gli abitanti di Roma sanno bene, la città è un luogo incantevole per camminare e i romani escono numerosi per godersi le notti estive. Un posto dove sperimentare la vita del luogo è Piazza del Popolo, affollata ogni sera, soprattutto nella stagione calda, dai giovani”. L’inglese “Times”, in un commento a firma di Nick Wyke, consiglia: “I monumenti storici, meravigliosamente illuminati, vengono appositamente aperti per tour guidati in alcune sere d’estate”.Il francese “Le Figaro”, il 21 maggio, in un articolo di Sibylle Grandchamp, scrive: “Per una vacanza in famiglia nella città eterna, non può mancare la vista del tramonto dall’alto del monte Pincio”.

Ma il tour by night nella città eterna prosegue anche attraverso insoliti itinerari, costruiti nella geografia della notte seguendo le indicazioni dei giornali stranieri. È così che al grande pubblico internazionale si presentano, per esempio, la ritrovata vitalità e l’energia dei quartieri emergenti della Capitale. “Dobbiamo ricordare che il turismo è anche divertimento – commenta il presidente dell’Agenzia di promozione turistica di Roma e Lazio, Federica Alatri - e su questo concetto si deve lavorare, considerando l’intrattenimento non come un’occasione estemporanea, ma come una solida base culturale e di svago, sulla quale costruire servizi di assistenza turistica. Se le città vengono visitate di notte, questo contribuisce a far sì che agli eventi si leghi l’ospitalità. Inoltre i dati del monitoraggio indicano che ad attrarre i turisti non sono soltanto i percorsi classici, ma anche attività di nicchia. Dobbiamo cogliere la curiosità dei turisti verso questi aspetti e trasformarli in opportunità, in organizzazione e servizi turistici”.

Ad animare gli articoli della stampa estera, infatti, è soprattutto il sapore della scoperta. Paul Badde, dalle colonne del tedesco “Die Welt”, parla della Garbatella: “La Garbatella è un piccolo mondo a parte che la sera si anima di vita propria. È un quartiere di Roma fatto costruire dal re Vittorio Emanuele II nel 1920 come un gioiellino che facesse riaffiorare il sapore della Roma antica. Archi, scale, giardini, alla Garbatella nessuna casa è uguale all’altra, gli automobilisti aspettano rispettosi che le persone passino. Il microcosmo della Garbatella è cresciuto negli anni più autentico di tanti altri quartieri di Roma, proprio perché alla Garbatella non sembra di essere a Roma, ma in un’altra città, in un altro mondo”. Rachel Spence, dall’”Independent”, commenta la movida all’Ostiense: “Per gli amanti della vita notturna e dei club adesso il posto da frequentare è l’area industriale, ora riconvertita, del quartiere Ostiense”. E ancora, il “Financial Times”: “C’è un’area poco descritta proprio fuori le mura della vecchia città, praticamente sconosciuta anche a molti romani: l’Ostiense. Questa zona è poco più di un posto di passaggio per arrivare al porto di Ostia e raggiungere l’autostrada. Oggi all’Ostiense viene dato un nuovo sguardo. La sua posizione appena fuori le mura di Roma sta attraendo l’attenzione di molti acquirenti. Nonostante l’area sia ancora piena di scheletri industriali, l’Ostiense si sta rapidamente sviluppando in zona residenziale. Con l’arrivo anche di dipartimenti universitari, gli studenti hanno invaso la zona con discoteche, enoteche, pub, musica live. Il quartiere è oltretutto ben servito dalla metropolitana e da due linee di pullman”. Sempre il “Financial Times” descrive la vita notturna a Testaccio: “Nel nuovo quartiere della festa, il Testaccio, ci sono gallerie aperte sino a mezzanotte (come il museo di arte contemporanea Macro nel complesso dell’ex Mattatoio), luoghi di incontro molto fashion. Alla sera andate sulla collina di Testaccio, dove moltissimi giovani in Vespa continueranno ad andare e venire creando confusione e chiasso attorno ai locali notturni”.

E ancora, citazioni per le terme di Caracalla, gli eventi di villa Celimontana, l’auditorium Parco della Musica, l’isola Tiberina, il ghetto ebraico, le gite in battello sul Tevere. A corollario della città eterna, le mete più gettonate per il turismo by night nella regione. L’isola di Ponza batte tutti, definita dal britannico “Guardian” “…una sorta di isola Dr. Jekyll e Mr. Hyde in base al periodo in cui la si visita. Centinaia di giovani modaioli romani si recano sull’isola per fine settimana selvaggi di tintarella ed uscite notturne nei locali sulla spiaggia. Al tramonto le trattorie sono il luogo perfetto dove fermarsi ad assaggiare un bicchiere di vino locale, il Fieno di Ponza”. Seguono Frascati, Tivoli, Ostia e Fregene. Come di consueto, il primato nella classifica delle presenze straniere a Roma continua a spettare agli Usa, seguiti dal Regno Unito, dalla Germania, dalla Spagna, dal Giappone e dalla Francia. In crescita, a maggio, la domanda proveniente dal Centro-Sud America (con 22.841 arrivi, pari al +2,51 per cento) e quella del Medio Oriente (7.240 gli arrivi, per un +9,27 per cento).


(Fonte: ilvelino.it) 25 giu 2008 15:59



:banana::banana::banana::banana::banana::banana::banana::banana:
 

·
S.P.Q.R.
Joined
·
8,178 Posts
La parola movida è trasnazionale!!! (delle poche cose che esportiamo) :lol: Comunque, qui chiamamo movida generalmente a quella degli anni ottanta, especialmente a Madrid. Per il resto, semplicemente è fiesta o "salir de fiesta"
Qui da noi Fiesta è una merendina



oppure un'auto



o anche una manifestazione estiva che si svolge a Roma.

 

·
Banned
Joined
·
16,224 Posts
la movida romana si svolge ogni giorno su tutte le vie (principali e non) dalle 8.00AM alle 10.00AM, per poi riprendere dalle 5.30PM fino alle 8.30PM (il sabato sera fino alle 3AM)

che meravigliaa :banana:
 
1 - 8 of 8 Posts
Status
Not open for further replies.
Top