Skyscraper City Forum banner
1 - 20 of 26 Posts

·
Registered
Joined
·
1,294 Posts
Discussion Starter · #1 ·
Ieri sono stato all'UTP e ho visto tante fantastiche fotografie di tram a San Francisco.
San Francisco ha istituito un museo dove le varie associazioni di appassionati, volontari, eccc... sono riusciti ad ottenere in donazione un tram di ogni periodo e di ogni città.
Tutte le vetture (sia nate nel 1800 che nel 2017) circolano allegramente per le vie cittadine......
Può capitare di salire su un tram di Milano come pure su un tram di Varsavia o perché no.. di Cracovia? Philadelphia?

Propongo di istituire con l'aiuto di associazioni, volontari e amministrazioni un museo e tram di ogni periodo e d ogni città... costruendo pure una linea con il "trolly" come esiste a Torino (si possono fare più filari).
Ci facciamo donare vecchie vetture da tutto il mondo e dal 1800 alle ultime, le sistemiamo, immatricoliamo e le mettiamo in giro per il centro (evitando di potarle in periferia o evitando di utilizzarle in caso di manifestazioni o di trasporto per discoteca).
 

·
Registered
Joined
·
1,294 Posts
Discussion Starter · #2 ·
Ho pensato si potrebbe fare al deposito di Messina che è bello grande... (c'è pure la fabbrica del vapore)....
 

·
Banned
Joined
·
2,087 Posts
Mah.
Milano dovrebbe innanzitutto pensare a corservare le SUE vetture, cosa che purtroppo non sa o non vuole fare.

Ricordo l'ultima Edison conservata a Volandia, l'ultimo rimorchio 1300 finito a Torino, la 5100 ferma da tempo, le 4800 scomparse dalla circolazione...
Ci sono poi le vetture interurbane, accantonate a marcire al deposito di Desio.

Quindi, invece di fare un'antipatica concorrenza a Torino, che dista poco da Milano e ha già da anni un'iniziativa di successo analoga a quella San Francisco, pensiamo a conservare le vetture milanesi prima che sia troppo tardi.

Un deposito candidato per le vetture storiche, più che Messina, sarebbe Ticinese: si tratta infatti di un deposito storico e pittoresco, in zona frequentatissima dai turisti, e che non è più adatto a gestire il traffico tranviario ordinario, essendo stretto fra le case e accessibile solo da strade strette.
Sarebbe anche vicino al Museo della Scienza e della Tecnica, rendendo quindi comode eventuali visite cumulative (es. visita al padiglione ferroviario del Museo della Scienza e della Tecnica, abbinata a un giro in tram storico da Ticinese al Duomo passando per le Colonne di San Lorenzo).
 

·
Registered
Joined
·
1,294 Posts
Discussion Starter · #4 ·
Non ricordavo l'esistenza del deposito di Ticinese... Dove sarebbe in che via della Zona Ticinese...?
Potrebbe essere anche un'occasione per riattivare i binari in zona Papiniano, dove ricordo esserci un anello di ritorno con binari che si incrociano e si inseriscono l'uno nell'altro...
Confermo! Meglio Ticinese!
La mia idea e di fare in zona centro una riattivazione dei vecchi binari istituendo servizi di linea misto per turisti e cittadini mettendo in circolazione tutte le vetture che verrebbero donate....
Magari in centro si potrebbe fare una linea turistico-pendolare con il trolly... Non sarebbe un'antipatica concorrenza a Torino.
Torino usa il trolly e le vetture solo per le feste.... A Milano circolerebbero sempre....
Considerate che con la Circle Linee, i nuovi passanti, i navigli aperti e le zone a traffico 30.. il centro storico sarà libero di automobili (tranne per residenti e mezzi pubblici).
 

·
Banned
Joined
·
2,087 Posts
Niente contro l'idea in sé, ma ricordo nuovamente che Milano ha diverse vetture proprie che sono accantonate a marcire qua e là.

Prima vanno recuperate quelle (e non è un lavoro da poco), e poi, se abbiamo soldi e spazio da buttar via, potremmo acquisire qualche tram da altre città.
 

·
666 User
Joined
·
2,432 Posts
Niente contro l'idea in sé, ma ricordo nuovamente che Milano ha diverse vetture proprie che sono accantonate a marcire qua e là.

Prima vanno recuperate quelle (e non è un lavoro da poco), e poi, se abbiamo soldi e spazio da buttar via, potremmo acquisire qualche tram da altre città.
Sono concorde con quanto sopra.
Un museo del tram a Milano sarebbe fantastico e gia' con le nostre vetture dimenticate qua e la si potrebbe fare un bel museo, magari in parte anche su binari. Me lo immagino con un ampio atrio centrale a doppia altezza con sotto Tram perfettamente funzionanti su binari, magari disposti a raggiera come in alcuni depositi riparazione dei treni, mentre al piano sopra quadri, fotografie e le riproduzioni di quelle carrozze ormai andate perdute, come i tram a doppio piano che facevano la spola fra monza e milano a fine 19mo secolo. E ogni tanto, copiando Torino, tirar fuori dal museo le vetture storiche per un bel giro.
 

·
Registered
Joined
·
2,736 Posts
Mi sembra un'ottima idea, io però l'amplierei. Perché limitarsi ad un museo del tram e non fare piuttosto un museo dedicato ai trasporti pubblici di Milano in generale?

Oltre ai vecchi tram già presenti nel deposito, si potrebbero esporre dei vecchi autobus, dei vecchi filobus ed i primi treni della metropolitana.
 

·
Banned
Joined
·
2,087 Posts
Un filobus storico è già stato restaurato e ogni tanto gira per la città:



Sarebbe anche opportuno conservare almeno un treno del primo lotto della metropolitana, oltre ad alcuni allestimenti originali delle stazioni progettate da Albini e Noorda.

Ovviamente però non vi può essere una sede unica per conservare il tutto. Andrebbe costruita ex novo spendendo somme elevatissime, soprattutto per costruire un raccordo con la rete metropolitana.
 

·
Registered
Joined
·
2,736 Posts
Ovviamente però non vi può essere una sede unica per conservare il tutto. Andrebbe costruita ex novo spendendo somme elevatissime, soprattutto per costruire un raccordo con la rete metropolitana.
Non necessariamente. Si potrebbe utilizzare una delle tante aree industriali dismesse, ancora non utilizzate o sottoutilizzate (qualcuno ha suggerito la Fabbrica del Vapore, che secondo me sarebbe perfetta). Costruire un raccordo con la rete metropolitana è improponibile economicamente (ed ovviamente Milano non dispone nella sua rete metro di "ghost stations" da utilizzare come Museo della storia della metropolitana, come è stato fatto a New York, Londra, Madrid e Budapest) ma penso che un singolo treno, o anche una sezione di esso, può essere tranquillamente smontato e rimontato all'interno del museo.
 

·
Banned
Joined
·
2,087 Posts
Trasferire un treno della metropolitana nel museo ovviamente si può fare, ma significherebbe non poterlo più utilizzare per viaggi rievocativi. Idea bocciata.

Costruire un museo ex novo quando abbiamo già uno spazio disponibile significa buttare i soldi. D'altronde in tutte le città che ho visitato musei simili sono ospitati in ex rimesse tranviarie divenute non più necessarie all'esercizio, che sono esse stesse monumenti degni di tutela.

Lo stesso museo nazionale ferroviario di Pietrarsa deve gran parte del suo fascino al fatto di essere ospitato in una vecchia struttura.
 

·
Registered
Joined
·
266 Posts
Volendo fare un museo dei trasporti ci sarebbe da fare una scelta: o si ospita il museo in un edificio storico (per esempio un vecchio deposito tranviario) accettando che si potranno usare per viaggi rievocativi solamente tram ed autobus o si crea un museo ex-novo.

Nel secondo caso si potrebbe, per esempio, fare qualcosa vicino al deposito Precotto, così da avere una connessione anche con la rete metropolitana, riqualificando al contempo la zona del Q.re Adriano. Questo si potrebbe eventualmente usare anche come 'scusa' per mettere il bifilare in Via Padova, che ha sicuramente carichi per giustificarli . Ma questi sono sogni...
 

·
Banned
Joined
·
2,087 Posts
Sono sogni per il costo insostenibile.
Molto meno da sogno invece la localizzazione all'estrema periferia in un'area di nessun interesse turistico.

Via Messina o Ticinese da questo punto di vista sono imbattibili. Al limite Teodosio.
 

·
Banned
Joined
·
2,087 Posts
Ricordo anche la presenza di molti mezzi storici nel parco delle Ferrovie Nord Milano, dalla seconda locomotiva più antica d'Europa ancora attiva alle elettromotrici degli anni venti.





Ad essa si potrebbe aggiungere la locomotiva del "Besanino" conservata a Pietrarsa, nonostante non c'entri niente né con Napoli né con le Ferrovie dello Stato:



Ci sono poi i pezzi rari conservati al MILS di Saronno o a Volandia (ex Museo Ogliari di Ranco), purtroppo all'aperto. E vecchie carrozze accantonate qua e là nelle stazioni FNM.
Volendo c'è molto da salvare e da valorizzare!
 

·
Registered
Joined
·
2,403 Posts
Non necessariamente bisogna scucire palanche per acquisire mezzi di altre città.
Abbiamo parecchie '28 da usare come moneta di scambio.
Ma un "museo itinerante" sarebbe una copia (pure antipatica) della vicina Torino.
Meglio ripristinare le vetture accantonate che ci sono ancora e trovare un luogo adatto a ospitare tutto il materiale e, di quando in quando, farlo circolare
 

·
Registered
Joined
·
1,294 Posts
Discussion Starter · #15 ·
Se il museo si facesse a San Donato o Precotto non sarebbe un problema perché c'è già il deposito raccordato alla metro.... basterebbe mettere i tram.
Se si facesse a Ticinese allora sarebbe solo per museo.
Vengo ai vecchi mezzi accantonati. Mettere i rotabili in funzione e restaurarli... ci penserebbero i volontari e gli appassionati (nel forum c'è ne sono tanti.. ihihihi).... e anche bravi a sistemare vetture....

Se volete sapere una cosa... Ero a Rimini tempo fa e sono stato in una discoteca.. Il locale che effettuava l'autobus gratuito era proprio un ex filobus milanese trasformato in autobus con tanto di motore vicino al guidatore.
Un altro locale aveva gli autobus con le porte "a soffietto" arancioni provenienti da Udine.. In uno c'erano due cartelli "Mercatale" e "Mirò". Subito riconosciuti. Erano usati nel 1998 a Lignano Sabbiadoro per il servizio discoteca e per il mercato del lunedì mattina.
 

·
Registered
Joined
·
1,294 Posts
Discussion Starter · #17 ·
Un filobus storico è già stato restaurato e ogni tanto gira per la città:



Sarebbe anche opportuno conservare almeno un treno del primo lotto della metropolitana, oltre ad alcuni allestimenti originali delle stazioni progettate da Albini e Noorda.

Ovviamente però non vi può essere una sede unica per conservare il tutto. Andrebbe costruita ex novo spendendo somme elevatissime, soprattutto per costruire un raccordo con la rete metropolitana.
Si proprio il modello della foto è usato a Rimini per andare in discoteca. Prima di entrare nel locale mi sono fatto un 5 corse su e giù.. non resistevo a scendere dopo una prima corsa...
 

·
Registered
Joined
·
1,294 Posts
Discussion Starter · #18 ·
A Trieste Campo Marzio c'è la locomotiva a vapore dai tanti viaggi dall'Impero Austroungarico al fronte Russo e ai lager nazisti. Ha viaggiato per tutta Europa.
Costa 50 mila Euro metterla in funzione.. e c'erano le associazioni (Rotary, Rotaract, Inneract, Propeller, ecc..) che cercavano di fondi assieme al Lions per rimetterla in funzione.
 

·
Registered
Joined
·
2,403 Posts
Gira(va) solo in particolari occasioni.
E nessuno è stato riconvertito in autobus a motore endotermico.
 
  • Like
Reactions: Fiat130
1 - 20 of 26 Posts
Top