SkyscraperCity banner

521 - 540 of 937 Posts

·
Napoletano e NON Napolese
Joined
·
488 Posts
L’UE DA L’OK AI PROGETTI ED AI FINANZIAMENTI PER LO SVILUPPO DEL PORTO DI NAPOLI

La commissione dell’Unione Europea ha accolto le linee guida presentate alcuni mesi or sono dalla Regione Campania, riconoscendo l’ammissibilità dei progetti per il rilancio dell’area portuale di Napoli. Al porto vanno 240 milioni per la logistica, le bonifiche e la rete fognaria. Infrastrutture attese, strategiche per il rilancio della portualità, a cui si affiancano interventi sulla regolamentazione amministrativa: la verifica dei piani d’impresa, dei programmi di attività dei concessionari e la semplificazione (certezza) amministrativa per le imprese. Le due azioni vanno di pari passo in maniera inscindibile e coordinata. Un elenco di interventi e di azioni, a cui si aggiungono gli investimenti per il passante ferroviario e il prolungamento della linea ferroviaria ( 95 milioni) per un finanziamento complessivo di 335 milioni. L’annuncio al termine di una riunione alla quale hanno preso parte il presidente Luciano Dassatti, il vice-sindaco del Comune di Napoli, Tommaso Sodano e il capo gabinetto del presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, Danilo Del Gaizo. Il comitato, dopo una ampia discussione sulle nuove opportunità che si profilano per il porto e per la città, ha approvato all’unanimità l’elenco annuale 2012 delle opere e il Programma triennale 2012-2014 che prevede investimenti per 667.250.000,00 euro.

C'è anche un video http://www.videocomunicazioni.com/cronaca/lue-da-lok-ai-progetti-ed-ai-finanziamenti-per-lo-sviluppo-del-porto-di-napoli.html
 

·
Napoli, mille colori.
Joined
·
1,111 Posts
L’UE DA L’OK AI PROGETTI ED AI FINANZIAMENTI PER LO SVILUPPO DEL PORTO DI NAPOLI
Lo avevo sentito anch'io ieri al TGR... ma si sa quando verranno concretamente inviati questi soldi per poter cominciare i lavori? Non vorrei che il waterfront per il porto di Napoli divenisse un'altra tarantella come Bagnoli o altre zone (ovviamente il confronto è azzardato e provocatorio ma serve a far capire)...
 

·
Registered
Joined
·
16,447 Posts
^^ Questi fondi non hanno nulla a che vedere con il progetto del Waterfront.
 

·
Napoletano e NON Napolese
Joined
·
488 Posts
Il sindaco: l'America's Cup si fa a Napoli

DAL CORRIERE DEL MEZZOGIORNO

E De Magistris sulle indagini della Procura: «Sono accertamenti che attendiamo dal Ministero e dalle autorità giudiziarie, ma nessuna preoccupazione»


NAPOLI - Nessuna preoccupazione, anzi ottimismo per la realizzazione della America's Cup a Napoli.
«La Coppa America si fa qui». Ne è sicuro il sindaco Luigi de Magistris che a margine del convegno «La politica contro le mafie». Sull'interesse della Procura sull'area di Bagnoli che nel 2012 e nel 2013 ospiterà le America's Cup World Series dice: «Io non sono preoccupato - ha affermato - Sono accertamenti che attendiamo sia dal Ministero sia dalle autorità giudiziarie». «Siamo attenti alla situazione - ha concluso- ma la Coppa America si farà a Napoli».

«Anche io sono sicuro che si fa a Napoli, non so dove, ma a Napoli». Il procuratore di Napoli, Giovandomenico Lepore, risponde con una battuta alla domanda in merito alle verifiche sulla colmata di Bagnoli, area nella quale sono in programma, nel 2012 e nel 2013, due tappe della America's Cup World Series. «Le regate bisogna farle nelle condizioni migliori per tutti. Non sono preoccupato da questi accertamenti - conclude - siamo tutti tranquilli, questa è la forza di Napoli».

^^
Ragazzi ma non c'è un thread sull'America's cup di Napoli? Essendo un evento degno di nota,sarebbe utile inserire lì tutte le notizie inerenti invece di utilizzare quello del porto,che obbiettivamente non c'entra niente.
 

·
Registered
Joined
·
53,043 Posts
ho trovato qualcosa che parla del dragaggio, partiti giorno 1:

l’annuncio
dragaggi a napoli
per le grandi navi



Il Comitato Portuale di Napoli ha preso atto dell’avvio del dragaggio da 70 mila metri quadrati nel porto di Napoli e dei lavori per la costruzione del Nuovo Terminale di Levante. Secondo il Presidente Luciano Dassatti, entro la fine del mese di gennaio 2012, le navi di nuova generazione potranno attraccare nel porto di Napoli grazie al completamento del dragaggio d’urgenza.

Il dragaggio effettivo, ha precisato il Presidente inizierà il 1 dicembre mentre per quanto riguarda il Nuovo Terminal di Levante è in corso di approntamento l’area di cantiere. Il Presidente ha inoltre reso noto di aver firmato un bando relativo alla definizione delle nuove procedure amministrative introdotte per la richiesta di autorizzazioni ex art. 16 della legge n.84/1984 e relative all’attività d’impresa.

«Con questo provvedimento - ha precisato - eliminiamo il diritto di rinnovo delle autorizzazioni e prevediamo la deposizione di una serie di atti (dal programma economico-finanziario, al programma delle attività) che renderanno il rilascio delle stesse più trasparente e più certo dal punto di vista della verifica della sussistenza delle condizioni amministrative e imprenditoriali».
http://shippingonline.ilsecoloxix.i...12/01/AOrcoBSB-annuncio_dragaggi_napoli.shtml
 

·
Vecchie maniere user
Joined
·
3,644 Posts
Grandi novità per il Porto di Napoli
MARTEDÌ 06 DICEMBRE 2011 12:40 DI SALVATORE MARIO IOVINE


Nel giro di pochi mesi sembrano davvero aver trovato una soluzione alcuni dei più antichi problemi del sistema portuale partenopeo. Da anni infatti ci si lamentava del ruolo sempre più marginale assunto dal Porto di Napoli nell’ambito dei grandi traffici di merci e persone che interessano ormai il Mediterraneo. In particolare, le problematiche più evidenti erano almeno tre: innanzitutto la mancata capacità di sfruttare tutta la fascia costiera orientale della città, quella dei quartieri più a est di San Giovanni, Barra e Ponticelli. Inoltre, altro aspetto certamente problematico era la mancanza di collegamento del porto con altre infrastrutture logistiche importanti attraverso sistemi ferroviari ad esempio. Infine, la caratteristica probabilmente più assurda, consisteva nel fatto che i fondali non erano abbastanza profondi per far sì che le imbarcazioni più grandi potessero entrarvi.

Ebbene, nei giorni scorsi sono giunte alcune importanti notizie da Bruxelles. La Commissione Europea ha infatti dichiarato ammissibili le idee guida che la Regione Campania aveva presentato qualche mese fa riguardo l’ampliamento del Porto decidendo quindi di finanziare attraverso fondi Por Fesr le opere. L’ammontare delle risorse comunitarie non è certamente irrilevante, anzi: si tratterebbe di ben 667 milioni di euro distribuiti per diversi ambiti d’intervento.

Innanzitutto 240 milioni saranno destinati alla logistica, alle bonifiche e alla rete fognaria. Un’altra tranche di circa 330 milioni sarà poi finalizzata alla realizzazione del passante ferroviario e altri 95 al prolungamento della linea ferroviaria già esistente. Tutti interventi certamente strategici per la piena funzionalità di un’infrastruttura che si candida ad essere un punto di riferimento importante non solo per il Mezzogiorno d’Italia ma anche e soprattutto per il Mediterraneo.

Per quanto riguarda invece il problema dell’adeguamento dei fondali per ospitare le più grandi navi container, il presidente dell’Autorità Portuale di Napoli Luciano Dassatti ha fatto sapere nei giorni scorsi che proprio il primo dicembre sono partiti i lavori di dragaggio, assicurando che già dalla fine di gennaio le grandi navi madre potranno iniziare a fare il loro ingresso nel porto. Intanto, con lo scopo di rilanciare il ruolo di Napoli all’interno dei traffici mondiali, una delegazione di imprenditori è in viaggio in queste ore. In particolare, il gruppo guidato da Pasquale Legora De Feo patron della Co.Na.Te.Co, farà tappa ad Amburgo e a Shangai per interloquire con importanti operatori della logistica e del trasporto marittimo con l’obiettivo di farli tornare a Napoli.

E proprio il patron di Co.na.te.co. sta vedendo realizzarsi in queste settimane un altro dei suoi più grandi sogni: la realizzazione del Terminal di Levante nella località a ridosso di Marina di Vigliena per il quale proprio il presidente Dassatti ha fatto sapere che si sta preparando il cantiere. Inoltre, sempre a Vigliena, procedono spediti i lavori per il porto turistico. E non si fermano neanche i lavori ‘a terra’ con la realizzazione dello svincolo autostradale che consentirebbe l’immediato accesso alla Marina senza dover passare per i quartieri e senza congestionare la viabilità.

Tuttavia, mentre Napoli Est vede quasi completare tutte queste importanti opere e sfuggire il pericolo di vedersi costruire un inceneritore proprio sul porto turistico, prende corpo l’idea di realizzare almeno un sito di stoccaggio per i rifiuti. Vedremo come andrà a finire.

http://www.levanteonline.net/index....608-grandi-novita-per-il-porto-di-napoli.html
 

·
Registered
Joined
·
71 Posts
Credo che le foto inerenti alla Stazione Marittima vengano postate qui...anche qui vi chiedo scusa per la grandezza delle foto, dimestichezza ZERO:


Ed'ora la Stazione Marittima con la sua Galleria commerciale. Era la prima volta che ci entravo, molto bella e molto spaziosa, ma devo dire che lo spazio non è gestito molto bene, potrebbero organizzarci ogni giorno degli eventi, cmq...











































qst'immagine è stupenda +.+









































 

·
Registered
Joined
·
1,931 Posts
Qualcuno ha notizie dei lavori alla darsena di levante?
Invito tutti a vedere come stipano i container in spagna... andate su google maps e cliccate barcellona o valencia e cercare i container..... la spagna è 30 anni davanti!!!
Nessun porto italiano è così ben organizzato... a Napoli poi i container sono sparsi per la città!!!
 

·
simple user
Joined
·
9,417 Posts
^^ So che hanno cominciato a lavorare. Il fatto è che non si può entrare in porto a fare foto.
 

·
Registered
Joined
·
1,931 Posts
^^ So che hanno cominciato a lavorare. Il fatto è che non si può entrare in porto a fare foto.
be... a Pasqua ci provo... se si passa per il corso San Giovanni si dovrebbe arrivare a pochi passi...
metto la macchinetta in carica:cheers:
 

·
Registered
Joined
·
1,931 Posts
Darsena Levante aggiornamento...

Pressing cinese per la darsena di Levante, in particolo il vice ministro cinese Xu Xian Ping e operatori economini cinesi si sono lamentati per i ritardi nei lavori e hanno fatto presente che quote di mercato destinate a Napoli sono stati dirottati su altri porti del mediterraneo. L'assessore all'urbanistica De Falco e quello alle attività produttive Esposito ha dato assicurazioni in merito ad un'accellerata richiesta anche da Aponte(MSC) e la COSCO.

Speriamo bene...:cheers:
 

·
Registered
Joined
·
225 Posts
Rilancio del porto di Napoli:
progettazione, sbloccati 4,8 mln
DI "IL DENARO" – LUNEDÌ 5 NOVEMBRE 2012

La Regione Campania sblocca i primi fondi per l’ammodernamento Porto di Napoli. Palazzo Santa Lucia autorizza la spesa di 4,8 milioni di euro destinati alle attività di progettazione dell’intervento. Obiettivo dell’azione, finanziata con 280 milioni di euro di risorse europee, è “valorizzazione l’area portuale di Napoli in termini di potenziamento della capacità logistica ed intermodale”. Per realizzare l’intervento, la Regione e l’Autorità portuale firmano a breve un protocollo d’intesa destinato “a una forma di collaborazione e efficace coordinamento delle azioni necessarie all’avvio del processo di attuazione del Grande Progetto”.
 

·
Registered
Joined
·
5,679 Posts
Dati di Marzo 2013:

Miami (USA) – Mentre cala il numero di italiani che scelgono di andare in vacanza in crociera, nel 2013 continuerà invece a crescere la movimentazione passeggeri nei vari scali nazionali. Di questi tempi la ricchezza portata sul territorio dai passeggeri delle navi è un’occasione da non lasciarsi scappare e la presenza di porti italiani al Cruise Shipping Miami era per questo motivo ampia e geograficamente uniforme. Molte le new entry del mercato portuale crocieristico come Taranto, Brindisi e gli scali della Calabria mentre, ironia della sorte, la delegazione di La Spezia (parte dello stand di Ligurian Ports) e quella del porto di Livorno erano una di fronte all’altra (proprio durante la fiera di Miami è stato ufficializzato lo spostamento di molte toccate di Royal Caribbean e Costa crociere da uno scalo all’altro). Importante anche la rappresentanza di Fincantieri, del cluster portuale di Trieste (sotto la guida della locale Camera di Commercio), del Venezia Terminal Passeggeri (e delle altre stazioni marittime partecipate in giro per l’Italia), dei porti sardi e di quelli pugliesi e campani.
In anticipo di un giorno rispetto all’apertura della fiera Cruise Shipping Miami sono state invece rese pubbliche le prime statistiche previsionali sulla movimentazione dei passeggeri attesi quest’anno nei porti italiani. Secondo le previsioni presentate da Risposte & Turismo (frutto delle informazioni ottenute dai 25 maggiori porti crocieristici d'Italia rappresentativi dell’87% del traffico passeggeri e dell’89% delle toccate nave) saranno circa 11,5 milioni i passeggeri (imbarco, sbarco e transito) attesi nei porti italiani (+6,3%) e 5.237 le toccate nave (+5,2%). Civitavecchia rimarrà leader (con oltre 2,4 milioni di passeggeri movimentati e 963 scali) seguita da Venezia (oltre 1,8 milioni e 680 toccate) e Napoli (stabile con oltre 1,2 milioni di crocieristi e 492 scali).
A seguire ci sono i porti di Genova e Livorno, con circa 1 milione di passeggeri ciascuno (+25,4% per Genova, -3,6% Livorno) e, rispettivamente, 280 (+31,5%) e 482 (+3,7%) toccate nave. A livello regionale rimangono i primi tre posti delle classifiche 2012 relative alla movimentazione passeggeri (Lazio, Veneto e Liguria) e alle toccate delle navi (Lazio, Campania e Sicilia).
“Le previsioni per il traffico crocieristico 2013 nel nostro Paese - ha affermato Francesco di Cesare, presidente di Risposte Turismo - mostrano come il comparto abbia saputo prontamente reagire alla contrazione registrata nel 2012 riavvicinandosi ai livelli record ottenuti nel 2011”.
Leggermente meno ottimistiche invece le previsioni fornite da Cemar Agency Network (tratte dalle prenotazioni delle compagnie crocieristiche negli scali) che ha calcolato in 11.005.000 i passeggeri attesi nei porti italiani (+1,91% rispetto ai 10,79 milioni del 2011) e 4.949 le toccate di navi previste (erano state 4.897 un anno prima). Diminuiscono, invece, il numero di porti italiani coinvolti nell’attività crocieristica che passano da 66 nel 2012 a 63 nel 2013 (‐4,54%) per effetto del decreto “Salva Coste”.
Anche l’analisi di Cemar conferma il porto di Civitavecchia al primo posto in Italia nel 2013 (con oltre 2.450.000 passeggeri movimentati), seguito da Venezia, Genova, Napoli e Savona. Il 2013 porterà quindi, secondo Cemar, importanti variazioni nella classifica dei porti con Genova che guadagnerà ben due posizioni superando i 1,1 milioni di passeggeri movimentati grazie a MSC Crociere e Royal Caribbean, piazzandosi così in terza posizione dopo Civitavecchia e Venezia e prima di Napoli e Savona (che, per la prima volta raggiungerà il milione di passeggeri). Livorno invece perde oltre il 18% del traffico retrocedendo alla sesta posizione a favore di La Spezia che gli ha strapperà anche le toccate di Costa crociere e Royal Caribbean. Nel 2013 ben 5 porti supereranno quota un milione di passeggeri (Civitavecchia, Venezia, Genova, Napoli e Savona), mentre altri 3 si assesteranno tra i 500 mila e il milione (Livorno, Bari e Messina). Saranno invece 6 porti tra i 100 e 500 mila passeggeri (Catania, La Spezia, Palermo, Salerno, Ancona, Cagliari) e poi, ancora, 5 quelli tra i 50 e 100 mila crocieristi movimentati. Chiudono la classifica i 33 porti minori italiani, che non raggiungeranno i 10 mila passeggeri movimentati quest’anno.
“Nel corso del 2013 assisteremo purtroppo a una drastica diminuzione ‐ se non alla scomparsa ‐ degli scali in alcuni porti minori, quali Portofino (quasi ‐50%), Ischia, La Maddalena e Porto Cervo” ha dichiarato Sergio Senesi, numero uno di Cemar Agency Newtrok. “Una diminuzione dovuta agli effetti negativi del Decreto ‘Salva Coste’ che, in concreto, ha significato la perdita di circa 40.000 passeggeri nel comparto delle crociere di lusso: nonostante l’impegno profuso dalle istituzioni locali, gli armatori hanno giustamente preferito rivolgersi a destinazioni vicine e maggiormente garantite, favorendo anche così i porti della Costa Azzurra e della Corsica”.
 

·
Banned
Joined
·
3,899 Posts
TERMINAL BLOCCATO
SCIOPERO SELVAGGIO, MSC
LITIGA CON NAPOLI




Napoli - La compagnia Msc ha cancellato tre toccate nel porto di Napoli per lo sciopero al terminal Conateco. La decisione è arrivata dopo due giorni di stop delle attività, dovuto a un’agitazione spontanea senza copertura sindacale. I lavoratori protestano per l’improvviso taglio dei buoni pasto e del bonus giornaliero. I sindacati si sono trovati spiazzati e adesso vorrebbero che la verifica delle iniziative intraprese dall’azienda e le eventuali risposte da dare vengano riportate nel quadro delle norme sullo sciopero. Il timore è che possano arrivare sanzioni. Il presidente degli agenti marittimi partenopei, Andrea Mastellone, teme però che la protesta possa durare ancora a lungo: «L’ammontare della perdita per i lavoratori - afferma - è elevato. D’altra parte il terminal deve far quadrare i conti. Certo, la decisione di Msc è una catastrofe». Secondo Informazioni Marittime, ieri la nave “Msc Leanne” è ripartita da Napoli senza effettuare imbarco e sbarco.

http://shippingonline.ilsecoloxix.i...25/APSs0a3F-selvaggio_bloccato_sciopero.shtml
 
521 - 540 of 937 Posts
Top