Skyscraper City Forum banner
1 - 20 of 43 Posts

·
Registered
Joined
·
9,714 Posts
Crasi di Juve-Amburgo? No grazie. Traumi infantili.
Felix Magath!
Atene Stadio Olimpico!
9' minuto!
La più forte Juve mai messa in campo, 9:11 tra campioni del mondo, migliori giocatori d'Europa (Le Roi) e del proprio paese (Zbigniew).
Il ricordo è taumaturgico, suvvia!
 

·
Registered
Joined
·
9,714 Posts
Ciò non toglie che abbia ragione.
No, non ha "ragione". Non usa la SUA ragione ma quella degli "adulti" che contesta e che la manipolano per fini politici. Questo a prescindere che quello che pensa di sapere sia giusto o sbagliato.
 

·
Registered
Joined
·
9,714 Posts
L’arte è come le teorie scientifiche: conta chi ha per primo l’idea e la pubblica.
 

·
Registered
Joined
·
9,714 Posts
Il problema del Messico come lo era per la Colombia è sostanzialmente il divieto di esportazione di una sostanza il cui il primo compratore è lo stesso che impone al Messico di non poterlo esportare. Un paradosso in costante aumento da 40 anni.
Perché adesso un paese è obbligato ad importare un prodotto, che non gli interessa, da un'altro paese solo perché quest'ultimo non è in grado di produrre nient'altro?
 

·
Registered
Joined
·
9,714 Posts
^^ Una minoranza, priva di discernimento per giunta.
 

·
Registered
Joined
·
9,714 Posts
Solo per curiosità, non per assenza di istinto di sopravvivenza, sarei curioso di vedere i dati senza alcun tipo di profilassi, come il virus si diffonderebbe senza intervento umano nel limitarne l'espansione.
Speriamo trovino un vaccino e che alla fine la conta si fermi molto prima.
 

·
Registered
Joined
·
9,714 Posts
Tenendo conto che in svizzera si lavora 42h a settimana, sono ca. 20CHF/h. Ma quanto è il costo per l’azienda? Su ca.45500 CHF di stipendio lordo pagato (13 mensilità), da cui il dipendente deve detrarre ca.9000CHF per contributi, imposte e assicurazioni, al datore di lavoro costa ca.49000 CHF.
Se prendiamo la stessa cifra, arrotondato in Euro, in Italia, dobbiamo dividere intanto per 14. Arriviamo a 3500 Euro. Rapportandoli a 40 ore settimanali diventano 3333.33 Euro. Di questi il datore di lavoro ne versa ca.1/4 per la previdenza, resta un stipendio lordi di ca.2500 Euro.
Sarebbero poco più di 15Euro/ h lordi nel caso italiano, a parità di costo per il datore di lavoro.
Il lavoratore poi deve detrarre ca.9% per la previdenza, e facciamo ca.20% di imposte sul reddito trattenute alla fonte. Il risultato è uno stipendio netto di ca.1850 Euro/mese in busta.
Direi una cifra ragionevole anche in Italia.
Sono calcoli approssimativi, ovviamente.
 

·
Registered
Joined
·
9,714 Posts
Mi interessava solo il raffronto economico, non importa se è solo a Ginevra. A Milano con 1850 Euro/mese netti ci si campa? Come? Presumo da soli in un appartamento in affitto da 60 mq in periferia, massimo prima cerchia.
 

·
Registered
Joined
·
9,714 Posts
A Ginevra ci vogliono minimo 5k CHF per vivere in maniera decente (ovviamente non in centro). A Milano con 2k € ci campi bene anche in centro. Ovviamente ti parlo di persone single. Se poi ci metti famiglia etc discorso cambia e anche di molto.
Ok, era giusto per capire il senso.
 
  • Like
Reactions: Jimmy10

·
Registered
Joined
·
9,714 Posts
Per carità, con tutte le considerazioni che si possono fare
Ma sono 3500€ di SALARIO MINIMO
Un salario minimo che non è quella gran cifra che possa sembrare, se poi ė relativa a Ginevra è giusto il minimo esistenziale.
Però lasciatemelo dire: se con 800 € al mese, al netto di affitto e riscaldamento, da spendere solo per cibo, vestiario e attività di diporto, non si riesce a vivere a Milano, forse qualcuno dovrebbe rivedere le proprie priorità, il proprio stile di vita decisamente dispendioso. È al limite se si vuole avere anche auto con box ed usarla spesso, ma siamo già oltre la vita dignitosa che è lo scopo che un stipendio minimo dovrebbe consentire. E si mette pure qualcosa da parte con le opportune rinunce. Ma se non si rinuncia a nulla, anzi...
 

·
Registered
Joined
·
9,714 Posts
Certamente rinunce, ovvero priorità diverse, ma 800 € consentono una vita dignitosa. Per mettere qualcosa da parte ti concedo il non uscire mai, magari solo 1 volta, ma non è indispensabile: invita e fatti invitare a casa. Ma sul discount supermerda anche no.
 

·
Registered
Joined
·
9,714 Posts
Il punto, come per tutte le questioni etiche e morali, è che non sta a te né tanto meno allo Stato decidere o imporre nulla.
Non è così semplice: se sono stabiliti dei diritti è lo stato a doverne garantire l’esercizio. Nel momento in cui al nascituro vengono riconosciuti pieni diritti di essere umano, le conseguenze sono ovvie.
Non si può imporre il coraggio, ne, a mio avviso, l’obbligo di vivere una vita menomata. D’altro canto non si può nemmeno vietare l’opposto, perché il rovescio della medaglia sono le pratiche di eutanasia di stato ritenute altrettanto immorali. Ci vuole equilibrio tra questi due estremi. Se solo si potesse chiedere al nascituro che cosa vorrebbe...
 
  • Like
Reactions: NOMAD€

·
Registered
Joined
·
9,714 Posts
Allora dovresti proibire l'aborto tout court.

Perché altrimenti il feto deformato avrebbe più diritti di nascere degli altri?
Ne sarebbe la logica conseguenza, e presumo che il divieto all’aborto “terapeutico” polacco sia a corollario del divieto di aborto generale.
Il problema è, come spiega bene vittorio tauber, di riconoscimento di diritti fondamentali ai nascituri, di quando e come farlo. Se si stabiliscono pieni diritti umani al feto, l’aborto non può che essere pratica vietata. E ci si potrebbe spingere oltre, riconoscendo tali diritti all’embrione o persino all’ovocita/spermatozoo (l’umanità è bella perché varia e sono certo esistano fanatici che si spingono a tanto) con effetti paradossali e deleteri.
In realtà non può esistere un diritto assoluto alla vita, essendo la vita stessa predatrice e frutto di vita negata, sempre che ci intendiamo sul concetto di vita stesso, tutt’altro che incontroverso. Quindi qui ci si deve limitare alla definizione di “vita umana”, già questa tremendamente difficile da definire. Ma una volta stabilito dove essa ha inizio (e personalmente non basta che vi sia vita umana senziente, ma deve essere anche capace di esprimere tale stato), le spettano tutti i diritti che vogliamo riconoscergli, e lo stato deve fare in modo che li possa esercitare.
Un embrione anencefalo potrebbe mai definirsi essere umano solo perché ne possiede la forma? Ognuno la pensi come vuole, ma ne lui ne lo stato dovrebbe poter imporre la sua visione. Ma se viene fatto, allora dura lex, sed lex.
 

·
Registered
Joined
·
9,714 Posts
Ma la neve a Madrid è già sparita completamente... tutta 'sta fatica per averla e poi nulla.
 

·
Registered
Joined
·
9,714 Posts
Domandarsi, invece di reagire con la coda di paglia, il perchè di tale ironia? La "consapevolezza" semmai manca a noi italiani che la mafia esiste solo grazie ai nostri comportamenti collettivi. E non ha nessuna importanza che ne siano affetti anche gli altri in grado minore o maggiore. Perché quello che al'estero vedono come atteggiamento "mafioso" è spesso identificabile nei nostri comportamenti che riteniamo "normali". Noi, non gli altri.
 

·
Registered
Joined
·
9,714 Posts
Ma stai trovando una giustificazione a roba simile? Totò Riina non è un atteggiamento, è un criminale condannato a decine di omicidi. Non è ironia, è pessimo gusto tanto che se l'ambasciatore intervenisse non ci sarebbe nulla di ridicolo.
Nessuna giustificazione, ma solo osservazione che la cosa è accaduta ed il perchè va ricercato probabilmente più in noi che negli altri. Certo che "Totò Riina" è un atteggiamento, e alberga in ognuno di noi. Da stabilire è solo il "quanto" da "zero", possibilmente, a "uno", possibilmente solo l'originale. Ognuno lo valuti per se stesso, e se riesce a farlo con onestà allora forse è più "zero" che "uno".
Negli sterotipi c'è sempre un fondo di verità, e nemmeno tanto in fondo.
 

·
Registered
Joined
·
9,714 Posts
Due conti diversi:
  1. consentire l'azione di una terza persona di porre fine ad una vita tramite metodi opportuni. Questa è l'eutanasia strettamente intesa e sono contrario, sempre e comunque. Nessuno per nessun motivo può attivamente porre fine ad una vita umana. Nemmeno uno stato con la pena di morte. E' un limite da non superare.
  2. assistere il suicidio come atto volontario del morente, non importa per quale ragione, fosse anche perché stufo di vivere. Oppure non agire attivamente per prolungare la vita e dare così corso al naturale evolvere degli eventi. Sono favorevole, con varie sfumature possibili sul percorso "legale".
Interrompere il "mantenimento in vita", è una condizione limite: non è "uccidere", ma è omettere quello che si è giurato di fare. Può essere solo un giudice terzo a dirimere le questioni più "scabrose", e non c'è legge che tenga.

Richiamare decine di diversi casi possibili come fosse un unico processo "eutanasico" e titolare "Spagna, votato il via libera all'eutanasia", è pessima informazione.
 
1 - 20 of 43 Posts
Top