SkyscraperCity banner
1 - 20 of 25 Posts

·
Paduan User
Joined
·
2,616 Posts
Discussion Starter · #1 ·
PADOVA (24 giugno) - Trentenne, romena, laureata in economia internazionale nel suo paese d'origine, impiegata come tecnico gestionale in un grande gruppo bancario e a Padova da quando aveva 23 anni, il primo anno è stata anche lei una clandestina: è questo l'identikit di Nona Evghenie neo consigliera comunale del Pd e prima romena eletta nell'assemblea municipale euganea.
«Gli immigrati sono i primi che pretendono la certezza della pena, che in Italia non si può dire che esista: voglio che chi sbaglia paghi e chi è onesto abbia il diritto di un futuro». Nona Evghenie, affronta oggi con un italiano perfetto il tema della sicurezza, particolarmente sentito a Padova, che sarà uno dei primi punti della sua azione politica.

Nona è stata eletta con 330 voti, guadagnati grazie al consenso dei 7.500 connazionali che risiedono nel comune. «Ma a votarmi - precisa - sono stati anche gli italiani, un terzo dei miei elettori».

La sua storia politica è recente. «Il mio impegno nasce assieme al Pd due anni fa - spiega - e mi pare incredibile, ripensando al mio primo anno in Italia da clandestina, che ora sono diventata una consigliera comunale».

Nona è arrivata a Padova per congiungersi con la madre che lavorava qui, ma insieme a lei ha trovato anche l'amore: «ho incontrato un ragazzo italiano, che oggi è mio marito - racconta -; mia madre non voleva che mi fermassi dopo tanti sacrifici fatti per studiare, non voleva che facessi la sua stessa vita da badante o facendo le pulizie».

Ma lei alla fine è rimasta in Italia, e oggi lavora come tecnico gestionale in un grande gruppo bancario. Nei prossimi giorni si saprà quale ruolo avrà in consiglio comunale: « mi piacerebbe lavorare per l'integrazione e le pari opportunità - confessa - ma anche nel campo delle politiche economiche, che è quello che ho studiato».

http://www.ilgazzettino.it/articolo.php?id=63317&sez=ELEZIONI2009#commenti
 

·
Kunst um der Kunst willen
Joined
·
5,712 Posts
Nona è stata eletta con 330 voti, guadagnati grazie al consenso dei 7.500 connazionali che risiedono nel comune. «Ma a votarmi - precisa - sono stati anche gli italiani, un terzo dei miei elettori».
Dubito che i rumeni potessero votare per le amministrative...
 

·
Kunst um der Kunst willen
Joined
·
5,712 Posts
Anche i cittadini stranieri potevano votare, se residenti nel Comune.
E' vero che erano le comunali a Padova! In ogni caso lei non può sapere chi ha votato per lei.
 

·
Paduan User
Joined
·
2,616 Posts
Discussion Starter · #5 ·
Dal sito istituzionale del Comune di Padova

RINNOVO DEGLI ORGANI COMUNALI
Partecipazione dei cittadini dell'Unione europea alle elezioni del Sindaco, del Consiglio comunale e dei Consigli circoscrizionali (Quartieri).

I cittadini dell'Ue che richiedono di votare per il rinnovo degli organi comunali devono presentare domanda nei 40 giorni antecedenti la data delle elezioni.
I cittadini europei possono esercitare il diritto di voto per l'elezione diretta del Sindaco, del Consiglio comunale e del Consiglio circoscrizionale e possono essere candidati alla carica di consigliere comunale e circoscrizionale (Decreto legislativo n. 197, art. 1, del 12 aprile 1996; che attua la direttiva 94/80/CE).

In occasione delle prossime elezioni del 7 giugno 2009, la scadenza per la presentazione delle domande è il 28 aprile 2009.

http://www.padovanet.it/dettaglio.jsp?id=3417
 

·
Paduan User
Joined
·
2,616 Posts
Discussion Starter · #6 ·
E' vero che erano le comunali a Padova! In ogni caso lei non può sapere chi ha votato per lei.
Magari ha fatta un conto considerando gli elettori facenti capo alle sezioni in cui è stata votata.
Ad ogni modo, mi interessava porre in risalto questa notizia che in città ha dato origine a non poche polemiche, considerato che Zanonato ha vinto al ballottaggio per circa 6000 voti di scarto (in termini percentuali la differenza corrisponde a circa il 4%). Sindaco del centro sinistra, quindi, oggi quasi un'anomalia nel panorama delle amministrazioni locali venete.
 

·
Italian User
Joined
·
17,182 Posts
Magari ha fatta un conto considerando gli elettori facenti capo alle sezioni in cui è stata votata.
Ad ogni modo, mi interessava porre in risalto questa notizia che in città ha dato origine a non poche polemiche
Io la trovo una vicenda positiva


considerato che Zanonato ha vinto al ballottaggio per circa 6000 voti di scarto (in termini percentuali la differenza corrisponde a circa il 4%). Sindaco del centro sinistra, quindi, oggi quasi un'anomalia nel panorama delle amministrazioni locali venete.
Come mai questa vittoria? Avrà operato bene :dunno:
 

·
Nerd Immunity
Joined
·
18,341 Posts

·
Paduan User
Joined
·
2,616 Posts
Discussion Starter · #9 ·
^^
Io ho votato Zanonato e sono contento della sua riconferma.
E' stato un risultato elettorale molto importante nel Veneto, ha spaccato in due la città (come di consueto, ormai), ha dato il colpo di grazia a Galan, che secondo me si è giocato il suo prestigio politico con la mancata elezione del candidato PDL, aprendo senza dubbio le porte della presidenza regionale ai leghisti nel 2010.
Padova ormai rappresenta uno dei pochi comuni al nord da cui il PD potrebbe ripartire per pensare ad un rinnovamento. Zanonato ha saputo conservare il proprio posto di sindaco in una regione in cui tutto ha giocato e tuttora gioca a favore del centro destra, in una città che non è mai stata rossa come lo si può intendere in Emilia, in Toscana o nella vicina Venezia, ma bianca per tradizione.
 

·
Venetian User
Joined
·
4,065 Posts
Ma che notizia è quella di una cittadina comunitaria (ma se ha sposato un cittadino italiano lo sarà anche lei) eletta consigliere di un comune?
Quella che era clandestina?
A parte che non era un reato, si pensi, piuttosto, a tutti i condannati in via definitiva che oggi sono onorevoli, o senatori, o che hanno altri incarichi politici!

E poi, casomai, fà più notizia una ex-extracomunitaria (americana) leghista, eletta sindaco al Comune di Viggiù...

 

·
Kunst um der Kunst willen
Joined
·
5,712 Posts
Le leghiste sono sempre delle cesse notevoli.
 

·
Kunst um der Kunst willen
Joined
·
5,712 Posts
ROFL:

Il vicesindaco di Viggiù
 

·
Paduan User
Joined
·
2,616 Posts
Discussion Starter · #18 ·
italy partly free...

anche se non ho capito quale sarebbe la notizia...
Se fossi qui a Padova capiresti il perché della notizia... non fare l'ingenuo, in una città in cui la campagna elettorale è stata condotta sul tema della sicurezza e sul degrado prodotto dalla presenza degli immigrati extracomunitari, l'elezione in consiglio comunale di una cittadina rumena (magari anche con passaporto italiano, ma questo nella percezione della gente non ha un significato rilevante) ha un suo significato. Tieni presente che Marin era per l'eliminazione dei mediatori cuilturali, oggi presenti in città.
Purtroppo si fa presto a fare i sindaci-spazzino (e nel Veneto vanno molto di moda oggi), poi ciò che si raccoglie da qualche parte bisognerà pur metterlo.
Ieri sera a Tele Nord Est un esponente della Lega (di cui non ricordo il nome) esprimeva più o meno questo concetto: c'è un aspetto positivo nella rielezione di Zanonato, le città vicine a Padova potranno liberarsi da spacciatori, clandestini, prostitute, rom, essendo essa una città pronta ad accoglierli.
Ma si può esprimere un concetto del genere?
Io mi vergogno di sentire certe cose. Sono atteggiamenti di questo tipo che involgariscono il panorama politico nazionale e locale.
Un politco dovrebbe far ragionare la gente; non è possibile pensare alla soluzione di un problema complesso semplicemente lanciando la patata bollente a qualcun altro. Il che significa: via dalla città che amministro i soggetti sgraditi ai miei concittadini, che me ne frega di impegnarmi nel rimuovere le cause del degrado facendomi carico della parte che mi compete, al massimo se qualcuno vuole andare a puttane o a comperarsi droga vada pure altrove, intanto qui tutto appare bello lindo e puilito!
 

·
Venetian User
Joined
·
4,065 Posts
Gioven, i problemi che hai citato sono di competenza dello stato.
I sindaci non hanno questi poteri e fanno quello che possono. Vale a dire far sgomberare luoghi pubblici occupati abusivamente, abbattere baracche sorte nei parchi, ecc, ecc, tutte cose che non risolvono i problemi, ma che li rimandano...al comune vicino più accondiscendente.

Riguardo alla notizia della signora eletta nel Consiglio Comunale di Padova mi sembra che ci sia nulla di strano...nemmeno per i leghisti.
Sarà strano per te...
 

·
Paduan User
Joined
·
2,616 Posts
Discussion Starter · #20 ·
Ma chi ha detto che è strano! Vabbè, forse non riesci a cogliere lo spunto della discussione, ad ogni modo se fosse una non-notizia il Gazzettino non ne avrebbe parlato, non trovi?
Non mio aspettavo da te che parlassi di città accondiscendenti...
Sembra che ognuno badi solo al proprio orticello.
 
1 - 20 of 25 Posts
Top