SkyscraperCity banner

37641 - 37649 of 37649 Posts

·
Asymmetric poster
Joined
·
14,664 Posts
Beh, certo, quando non si fa alcuna manutenzione...
Ennesimo esempio di una città in cui il bene pubblico è in larga parte abbandonato a se stesso, spesso anche nei posti più centrali, dove ci si aspetterebbe ben altra attenzione.
 

·
Registered
Joined
·
18,825 Posts
Beh, certo, quando non si fa alcuna manutenzione...
Ennesimo esempio di una città in cui il bene pubblico è in larga parte abbandonato a se stesso, spesso anche nei posti più centrali, dove ci si aspetterebbe ben altra attenzione.
Io non credo sia un problema di manutenzione. Il problema di manutenzione può sorgere dopo due, 5 anni, non dopo un anno solamente dalla sua inaugurazione. In casi come questo, così come per la passerella di Sferracavallo, siamo dinanzi ad evidenti difetti di costruzione. Questa passerella era troppo fragile e si intuiva già mentre la stavano installando che avrebbe fatto brutta fine. Mettici pure l'inciviltà di chi sale su con le ruote dell'auto. Però davvero,se fosse stata fatta bene, con i giusti materiali, magari poggiata su qualcosa di solido invece che sul vuoto, non vedo di che manutenzione avrebbe avuto bisogno dopo appena un anno..
 

·
Asymmetric poster
Joined
·
14,664 Posts
Cercando di guardare al futuro e pensare a quale possa essere la soluzione, quali potrebbero essere gli interventi possibili, al di là del semplice ripristino?

È chiaro che era stata fatta quella scelta per evitare di dovere toccare il basolato sottostante.
Secondo me sarebbe possibile realizzare una nuova passerella in cls, opportunamente poggiata sulle basole, mediante l'impiego di uno strato di base che la separi dall'attuale fondo stradale e che, un giorno, se necessario, ne renda semplice la rimozione senza di fatto toccare le basole.
La finitura superiore resterebbe in legno, com'è attualmente.
 

·
Registered
Joined
·
106 Posts
Cercando di guardare al futuro e pensare a quale possa essere la soluzione, quali potrebbero essere gli interventi possibili, al di là del semplice ripristino?

È chiaro che era stata fatta quella scelta per evitare di dovere toccare il basolato sottostante.
Secondo me sarebbe possibile realizzare una nuova passerella in cls, opportunamente poggiata sulle basole, mediante l'impiego di uno strato di base che la separi dall'attuale fondo stradale e che, un giorno, se necessario, ne renda semplice la rimozione senza di fatto toccare le basole.
La finitura superiore resterebbe in legno, com'è attualmente.
Se a Palermo non siamo in grado nemmeno di proteggere le radici di un albero, quella pedana fa schifo, figuriamoci se riusciremo a portare fuori questa città dalla miseria, dalla ignoranza e, di conseguenza, dalla "cultura" mafiosa! Questa porcheria va ad aggiungersi a interventi fallimentari come quello del porticciolo di Sant'Erasmo che, appena poche settimane dopo la sua inaugurazione, era stato devastato da una tempesta. Come se non fosse prevedibile che un'opera sulla costa debba resistere alla forza del mare......:sleep:
 

·
Registered
Joined
·
3,214 Posts
Ma sì, facciamo tutti gli esperti e mettiamoci pure qualche lamentela gratuita.
A Sant'Erasmo li ho visti lavorare personalmente, ed hanno eseguito tutto con la massima professionalità. Per mettere i mattoni, quelli che si sono staccati, hanno pure usato la colla per esterni, quella cara. Nessun trucco o sotterfugio. La potenza del mare non si ferma, a meno ovviamente di realizzare i frangiflutti, che è un'altra storia, con altri costi ed altri tempi.

Per il discorso di piazza Marina, chiunque non abbia una laurea nel settore dovrebbe guardarsi bene dal giudicare un lavoro. Lì il problema è un altro. Ci salgono le macchine, e pure i furgoni, che nulla ha a che fare con presunta inadeguatezza del tipo di copertura prescelta.
 

·
Registered
Joined
·
106 Posts
Ma sì, facciamo tutti gli esperti e mettiamoci pure qualche lamentela gratuita.
A Sant'Erasmo li ho visti lavorare personalmente, ed hanno eseguito tutto con la massima professionalità. Per mettere i mattoni, quelli che si sono staccati, hanno pure usato la colla per esterni, quella cara. Nessun trucco o sotterfugio. La potenza del mare non si ferma, a meno ovviamente di realizzare i frangiflutti, che è un'altra storia, con altri costi ed altri tempi.
Ok, grazie per la lezione! Non è normale che dopo poche settimane da lavori di ristrutturazione di un lungo mare questo viene devastato da una mareggiata. E' ovvio che i lavori che sono stati fatti non erano sufficienti per proteggere un tratto costiero.
 

·
Abusive User
Joined
·
4,352 Posts
Se a Palermo non siamo in grado nemmeno di proteggere le radici di un albero, quella pedana fa schifo, figuriamoci se riusciremo a portare fuori questa città dalla miseria, dalla ignoranza e, di conseguenza, dalla "cultura" mafiosa! Questa porcheria va ad aggiungersi a interventi fallimentari come quello del porticciolo di Sant'Erasmo che, appena poche settimane dopo la sua inaugurazione, era stato devastato da una tempesta. Come se non fosse prevedibile che un'opera sulla costa debba resistere alla forza del mare......:sleep:
E' stato prontamente ripristinato e sono attualmente in corso i lavori che erano già appaltati per la sistemazione della diga foranea.
 

·
Registered
Joined
·
106 Posts
Differenziata; Palermo in leggero miglioramento, ma è uno dei comuni peggiori persino tra quelli siciliani.

Aumentano i Comuni siciliani virtuosi, due su tre sopra il 50% di differenziata, ma Palermo si ferma al 20%
Aumentano i Comuni siciliani virtuosi, due su tre sopra il 50% di differenziata, ma Palermo si ferma al 20%
Secondo i dati aggiornati alla fine del 2019, pubblicati sul sito del dipartimento Acqua e rifiuti, la media regionale è stata del 40,19 per cento. Nel capoluogo siciliano la situazione è in miglioramento ma restano forti i conferimenti in discarica

Potrebbe interessarti: Aumentano i Comuni siciliani virtuosi, due su tre sopra il 50% di differenziata, ma Palermo si ferma al 20%
 
37641 - 37649 of 37649 Posts
Top