SkyscraperCity banner

1 - 20 of 4381 Posts

·
Registered
Joined
·
30 Posts
Discussion Starter #2
Il Progetto Quadrilatero

Il Progetto Quadrilatero Marche Umbria prevede la realizzazione di opere infrastrutturali viarie (i cui assi rappresentano idealmente i quattro lati di un quadrilatero) attraverso un innovativo piano di cofinanziamento, il Piano di Area Vasta.

• il Progetto infrastrutturale viario consiste nel completamento e adeguamento di due arterie principali (l'asse Foligno-Civitanova Marche strada statale 77 e l'asse Perugia-Ancona statali 76 e 318), della Pedemontana Fabriano-Muccia/Sfercia e altri interventi viari;

• il Piano di Area Vasta (PAV) per il cofinanziamento del Progetto infrastrutturale viario prevede di valorizzare i benefici derivanti al territorio dal potenziamento degli assi viari, trasformandoli in flussi di ricavi attraverso l'insediamento di nuove aree produttive, denominate Aree Leader e Aree di implementazione, adiacenti alle medesime infrastrutture stradali. Il PAV coinvolge 58 Comuni marchigiani e umbri.

Numeri del Progetto Quadrilatero

Costo complessivo dell’opera 2.157 Meuro

Costo rete viaria 2.094 Meuro

Costo Piano Area Vasta 63 Meuro

Sviluppo rete viaria Km 160

(http://www.quadrilaterospa.it/docs/ilprogetto/ilprogetto.asp)
 

·
Registered
Joined
·
30 Posts
Discussion Starter #3
Marche: aperta al traffico la variante alla Strada Statale 77
Macerata, 3 dicembre 2009
Oggi l’Anas ha aperto al traffico la nuova variante alla strada statale 77 “della Val di Chienti”, in provincia di Macerata, che si compone di due tratte connesse, la prima delle quali realizzata direttamente dall’Anas e la seconda dalla società controllata Quadrilatero Marche-Umbria.
Alla cerimonia di inaugurazione hanno partecipato il Presidente della Provincia di Macerata, Franco Capponi; il Presidente della Commissione Finanza e Tesoro del Senato Mario Baldassarri, l’assessore alle Infrastrutture della Regione Marche Livio Rocchi; l’assessore alle Infrastrutture della Regione Umbria, Giuseppe Mascio; l’Arcivescovo di Camerino e San Severino Marche, Monsignore Francesco Giovanni Brugnaro; il Presidente della Quadrilatero Marche-Umbria Gaetano Galia e il Condirettore Generale Amministrazione Finanza e Commerciale dell’Anas Stefano Granati.

La nuova variante è lunga complessivamente circa 6 km: il primo tratto di 3 km ha inizio dallo svincolo di Sfercia nel comune di Camerino; il secondo tratto, di altri 3 km, costituisce il prolungamento fino a Pontelatrave, in direzione Foligno, della sezione a quattro corsie della strada statale 77 “della Val di Chienti”, già completa nel tratto che parte dall’innesto con la strada statale 16 “Adriatica”, nel comune di Civitanova Marche. Le principali opere d’arte della nuova infrastruttura sono 7 viadotti e 5 gallerie. La variante ha richiesto un investimento complessivo per 113,6 milioni di euro (68,6 milioni per il tratto Anas e 45 milioni per il tratto Quadrilatero).

“Abbiamo realizzato questa opera in circa tre anni - ha sottolineato nel suo discorso il Condirettore Generale dell'Anas Stefano Granati -, anche grazie alla positiva collaborazione con le Istituzioni locali interessate. La nuova variante assolve ad un importante ruolo di decongestionamento del traffico veicolare, soprattutto di quello pesante, ed è inserita nel più complessivo orizzonte di ammodernamento della strada statale 77 'della Val di Chienti', in particolare dell’intero tratto mancante sino a Foligno, che verrà realizzato (a quattro corsie) dalla Quadrilatero Marche-Umbria S.p.A.”.

“Le ricadute socioeconomiche delle opere comprese nel Progetto Quadrilatero – ha dichiarato il Presidente della Quadrilatero Marche-Umbria Gaetano Galia - sono molto significative sia in termini economici per il forte impatto sul PIL che producono, pari a circa 6 miliardi di euro nei 5 anni di costruzione, sia in termini occupazionali per tutto il territorio. Si tratta di una rete viaria strategica, capace di collegarsi in maniera efficiente al sistema logistico delle due Regioni, che permette alle imprese di recuperare produttività economica. I lavori sono avviati su entrambi gli assi della strada statale 77 Foligno-Civitanova Marche e della direttrice Perugia-Ancona statali 318 e 76. L’impegno della Società è massimo per raggiungere l’obiettivo del completamento entro il 2013, nel rispetto dei costi e degli standard di qualità e sicurezza”.
 

·
Registered
Joined
·
30 Posts
Discussion Starter #5
Si tratta di un lavoro molto grande e relativamente poco pubblicizzat, soprattutto visto che è già finanziato e che i lavori dovrebbero finire nel 2013.
Si tratta di completare le due superstrade che da ancona e civitanova marche dovrebbero scavalcare gli appennini e congiungersi con l'umbria a perugia e foligno; inoltre una pedemontana trasversale andrà a formale il famoso "quadrilatero"

http://www.quadrilaterospa.it/docs/ilprogetto/ilprogettoviarioeinfrastrutturale.asp

cartina:

http://www.quadrilaterospa.it/cartina_interattiva.htm
 

·
Registered
Joined
·
1,976 Posts
Riposto qui il mio intervento sullo stato dei lavori della SS77 Val di Chienti, Foligno - Civitanova Marche, sicuramente l'intervento viario più importante di tutto il progetto Quadrilatero, postato in precedenza su altro 3d.

Ci sono passato due settimane fa, per l'intera tratta da civitanova in direzione foligno.
Ebbene, il tratto in costruzione (di esattamente 6 km, al momento battezzato come SS77 variante) da sfercia-valdiea al bivio di maddalena con la valnerina, alleluja !, è stato aperto il 2 dicembre scorso, e a mio modesto parere, è veramente una bella opera, già integrata nel contesto con barriere antirumore e piantumazione varia (per quello che ho visto, pioveva e tutta la zona era sotto nubi basse, quindi banchi di nebbia), ma soprattutto mi hanno colpito le gallerie, molto ampie, con una banchina talmente larga da diventare quasi una corsia d'emergenza.
Di sicuro, come ho già detto in altri post, un'opera che avrà bisogno di molta attenzione, perché da serravalle fino a colfiorito il meteo invernale non scherza per niente
Per quanto riguarda il resto dei lavori, ho visto i cartelli dei siti di cantiere della capofila "strabag" sia poco prima di serravalle del chienti, che all'inizio della piana di colfiorito, quindi le cose vanno avanti
Dal punto di vista ufficiale, il progetto esecutivo della tratta fino a foligno, leggo dal sito, è stato approvato il 28 novembre scorso, quindi se non è difforme dal progetto definitivo, non deve tornare al CIPE
Fine lavori ufficiale, 2013, speriamo !!
 

·
Registered
Joined
·
30 Posts
Discussion Starter #8
non sono in grado di darti una risposta tecnica.
credo proprio che le due direttrici principali saranno interamente a due corsie per senso di marcia senza emergenza (superstrade?).
la pedemontana invece non saprei.
 

·
Registered
Joined
·
1,976 Posts
Ammazza che progetto! :eek:
Ignoravo totalmente la sua esistenza.

Ma sono tutti tratti di statali o c'è qualche tratto a carattere autostradale o di superstrada?
Quante sono le corsie mediamente?

Foto? :)
In breve
Completamento SS77 Val di Chienti a 4 corsie da Serravalle del Chienti fino a Foligno, circa 30 km da fare ex novo (il resto è già a 4 corsie, superstrada competenza ANAS)

Completamento SS318 Val Fabbrica a 4 corsie, tratta da Perugia a connessione con la SS76 dell'esino, anche qui circa 20 km da costruire ex novo a 4 corsie, da aggiungere ad alcuni tratti già completati

Completamento tratto mancante delle 4 corsie della SS76 dell'Esino (sempre ANAS), dal bivio di osteria del gatto fino a Cancelli di Fabriano, circa 20 km da ricostruire/adeguare a 4 corsie

Più altri interventi minori, il più importante è l'adeguamento per circa 30 km della SR78 Picena dall'intersezione con la SS77 a sforzacosta di Macerata, fino al comune di Sarnano, MC (ok confesso, ho una seconda casa a sarnano :lol:)
 

·
Registered
Joined
·
200 Posts
Completamento SS318 Val Fabbrica a 4 corsie, tratta da Perugia a connessione con la SS76 dell'esino, anche qui circa 20 km da costruire ex novo a 4 corsie, da aggiungere ad alcuni tratti già completati
Ma parliamo dello scandalo del tratto di SS318 di Casacastalda...

Completamento tratto mancante delle 4 corsie della SS76 dell'Esino (sempre ANAS), dal bivio di osteria del gatto fino a Cancelli di Fabriano, circa 20 km da ricostruire/adeguare a 4 corsie
Più il raddoppio da Albacina a Serra S. Quirico.
 

·
Registered
Joined
·
556 Posts
Ho scoperto e visto i lavori nel 2007 ma non volevo aprire il thread perchè pensavo che non se lo filasse nessuno...invece...grazie a tutti cercherò di contribuire....
 

·
Registered
Joined
·
558 Posts
Attualmente, insieme alla variante di valico, si tratta delle opere stradali più importanti in costruzione lungo gli appennini, che creeranno ben due nuove arterie a 2 corsie per senso di marcia a collegare est e ovest, che si aggiungono all'A1 e all'A24.

Entrambe le tratte hanno le loro difficoltà (si tratta principalmente di gallerie e viadotti in zone appenniniche anche delicate, come la zona della gola della rossa, con grotte e torrenti), maggiori per la SS77 che presenta numerosi dislivelli, soprattutto ridiscendendo nel lato umbro. Le gallerie verranno scavate con esplosivi, la più lunga sarà di 4Km.

I cantieri per la SS77 sono già ben avviati, con oltre 2000 operai al lavoro solo per il lato marchigiano. Per la SS76 stanno lavorando agli imbocchi delle gallerie lato Marche, e alla SS318 lato Umbria.

Diverso il discorso per la pedemontana delle Marche e altre opere accessorie, non ancora completamente finanziate.
 

·
Registered
Joined
·
1,080 Posts
Perché non si è pensato (per almeno una delle due) ad un'autostrada in PF, invece che ad una superstrada?
 

·
Registered
Joined
·
1,976 Posts
Ma parliamo dello scandalo del tratto di SS318 di Casacastalda...


Più il raddoppio da Albacina a Serra S. Quirico.
Sì, anche il tratto casacastalda, anche se ne sono poco, nel 2007 ricordo ancora ultimati solo i piloni
 

·
Registered
Joined
·
200 Posts
Perché non si è pensato (per almeno una delle due) ad un'autostrada in PF, invece che ad una superstrada?
Perché SS76 e 77 sono in gran parte superstrade già da un sacco di anni ed è difficile convincere gli enti locali che l'autostrada (ovviamente a pedaggio) sarebbe meglio. Un sacco di traffico si riverserebbe inevitabilmente sulla viabilità locale e quindi nei centri abitati.

Oltre a ciò, l'adeguamento delle tratte esistenti sarebbe molto costoso.

Personalmente sono contrario alle superstrade in generale, ma bisogna anche essere realisti.
 

·
Registered
Joined
·
30 Posts
Discussion Starter #18
Anch'io. Inoltre, non garantiscono adeguata continuità sulle lunghe distanze, sono soprattutto valide per le medie-brevi distanze.
Infatti. Però considerate che l'opera di scavalcamento dell'appennino centrale a lunga percorrenza dovrebbe essere la grosseto-fano, che dovrebbe unire i due mari e che trovate in un apposito thread, e i cui lavori, attualmente interrotti per carenza di fondi, potrebbero essere sbloccati trasformandone una parte in autostrada.
 

·
Registered
Joined
·
200 Posts
Infatti. Però considerate che l'opera di scavalcamento dell'appennino centrale a lunga percorrenza dovrebbe essere la grosseto-fano, che dovrebbe unire i due mari e che trovate in un apposito thread, e i cui lavori, attualmente interrotti per carenza di fondi, potrebbero essere sbloccati trasformandone una parte in autostrada.
Sì, è vero. Non che mi sia chiarissimo per quale ragione l'opera principale sia considerata la Grosseto-Fano, che collega località secondarie rispetto a quelle toccate dal Quadrilatero. Per essere più precisi, il Quadrilatero unisce due capoluoghi di regione, uno di provincia e la terza città dell'Umbria. Inoltre è molto più utile dell'E78 per quanto riguarda il collegamento delle Marche con Roma.
 

·
Registered
Joined
·
1,976 Posts
Sì, è vero. Non che mi sia chiarissimo per quale ragione l'opera principale sia considerata la Grosseto-Fano, che collega località secondarie rispetto a quelle toccate dal Quadrilatero. Per essere più precisi, il Quadrilatero unisce due capoluoghi di regione, uno di provincia e la terza città dell'Umbria. Inoltre è molto più utile dell'E78 per quanto riguarda il collegamento delle Marche con Roma.
E' quello che penso anch'io
Completata la 76, la "due mari" diventerebbe non la Grosseto Fano, ma, addirittura la Livorno - Firenze - Siena - Val Di Chiana - Perugia - Fabriano - Falconara - A14
Oppure con il completamento della 77, Grosseto - Siena - Val Di Chiana - Perugia - Foligno - Civitanova - A14

Non sono d'accordo sulla utilità delle superstrade solo su brevi tratti, quello di cui stiamo parlando sono ordini dei 200-300 km, mica poco.
In quanto al non "innalzarle" al rango autostradale a pedaggio, ragazzi, il volume di traffico che passa sulla 76 e 77, anche una volta a regime le 4 corsie, non permetterebbe mai il recupero degli investimenti, mi pare banale.

Aggiungo che i tratti di supestrade inaugurati negli ultimi anni, in particolare la (a mio modesto parere molto ben fatta) variante alla SS3 flaminia tra spoleto e foligno, hanno caratteristiche spiccatamente autostradali, sia per la banchina molto ampia, quasi una corsia d'emergenza, sia per il raggio delle curve, sia per il sistema delle rampe di svincolo.
 
1 - 20 of 4381 Posts
Top