SkyscraperCity banner

1 - 20 of 271 Posts

·
European user
Joined
·
17,042 Posts
Discussion Starter · #2 ·
ENAC studia revoca concessione aeroporto Reggio Calabria?

I «rilevanti ritardi nell’avvio dei lavori relativi a due appalti finanziati dal CIPE» per l’aeroporto di Reggio Calabria sono «all’attenzione delle competenti strutture ENAC per valutare l’eventuale avvio della procedura di revoca degli atti concessori». È quanto risponde l’ENAC all’articolo "Sogas, senza soldi si rischia lo scioglimento" pubblicato ieri dalla "Gazzetta del Sud - Reggio Calabria". I lavori mai partiti «per responsabilità esclusive della società di gestione, più volte evidenziate dall’ENAC» riguardano il secondo lotto del potenziamento delle infrastrutture aeroportuali in ambito airside e l’edificio polifunzionale e mezzi di rampa contrattualizzati all’inizio dell’anno 2008.
La nota ENAC smentisce il ritardo nell’esame della variante di progetto dell’aeroporto citato dal giornale. Secondo ENAC la SOGAS (Società di Gestione dell’Aeroporto dello Stretto, cioè di Reggio Calabria) ha presentato solo alla fine di ottobre 2010 l’adeguamento del progetto esecutivo già dall’ENAC nell’ottobre 2009) per ridurre i consumi energetici e modificare gli impianti di climatizzazione. «A seguito dell’istruttoria su tale progetto l’ENAC ha richiesto integrazioni che sono state presentate dalla società di gestione SOGAS nella seconda metà del mese di dicembre 2010», spiega la nota, e l’approvazione conclusiva del progetto esecutivo è giunta il 28 dicembre 2010. «Appare pertanto fuorviante attribuire all’Ente responsabilità nel mancato avvio dei lavori.»

Fonte: Dedalo News
 

·
European user
Joined
·
17,042 Posts
Discussion Starter · #3 ·
PALERMO - Il radar sperimentale per monitorare il fenomeno dei venti di caduta, il cosiddetto "Wind shear", sarà realizzato nell'aeroporto di Reggio Calabria invece che in quello di Palermo, dove ha incontrato l'opposizione del sindaco di Isola delle Femmine e del comitato cittadino, che si sono espressi contro l'installazione dell'antenna nel territorio del comune che confina con Punta Raisi. Lo rende noto il presidente dell'Enac, Vito Riggio.

La decisione è stata assunta dai vertici di Enac ed Enav, che hanno incontrato il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti. Il progetto, inserito nell'ambito di un accordo di programma, prevede un investimento di oltre 10 milioni di euro.

Fonte: La Sicilia.
 

·
Registered
Joined
·
17,583 Posts
Qualche immagine dal sito web












 

·
Registered
Joined
·
54,619 Posts
Aeroporto dello Stretto. Bova, si può rilanciare: “Se gli enti firmeranno gli accordi convenzionali, entro marzo partiranno i lavori. Viaggiatori in aumento”



19 febbraio 2011
di Tonio Licordari – Le associazioni (capofila la Camera di commercio) chiedono il commissariamento della Sogas, i sindacati (Filt-Cgil, Fit-Cisl, UllTrasporti, Ugl) sono contrari e invocano, invece, il rilancio della società di gestione dell’Aeroporto dello Stretto. Il presidente Pasquale Bova non entra nel merito («io sono un tecnico, non faccio valutazioni politiche») ma fa capire che il momento per aprire un dibattito su questa delicata questione forse è il meno opportuno. Spiega, infatti: «Si stanno creando le condizioni favorevoli per realizzare tutti i progetti. Non solo, ma continuano a crescere i passeggeri. I dati dei primi dieci giorni di febbraio parlano di un 19 per cento in più rispetto allo stesso periodo del 2010».

Secondo i sindacati, più che mai propositivi in questa circostanza, tutti i soggetti interessati perché attori, compresa la Camera di Commercio, dovrebbero preoccuparsi di fare sinergia per non disperdere le risorse già impiegate e ripartire. Ci sono anche da tutelare i 56 dipendenti Sogas e gli altri lavoratori delle aziende dell’indotto. L’Aeroporto dovrebbe assumere, quindi, quel ruolo strategico nell’ambito dell’Area dello Stretto. Anche sulla questione finanziaria, i sindacati fanno sapere che bisogna garantire i costi «indispensabili per le attività» e nel contempo agire con coraggio per tagliare gli eventuali sprechi.

Il dott. Pasquale Bova vede il bicchiere mezzo pieno e auspica che i soci che ancora non lo hanno fatto (Comune e Regione ndr) provvedano a garantire la ricapitalizzazione che è già stata fatta dalla Provincia. «Un dato positivo – sottolinea il presidente Sogas – riguarda la raggiunta intesa degli Enti soci, i quali hanno già predisposto la bozza degli accordi convenzionali (ex legge 22 del 2010). Il documento è stato preso in esame dalla Sogas. Abbiamo fatto solo inserire una clausola per precisare che l’accordo dei soci avrà come beneficiari i terzi, in questo caso la Sogas. Se adesso gli enti lo sottoscriveranno, mi auguro che lo facciano entrano il primo marzo, saranno immediati gli effetti positivi».

Quasi saranno questi effetti? Osserva il dott. Bova: «Le banche ci faranno credito, anticipando circa l’80 per cento delle somme che dobbiamo ricevere dallo Stato e dalla Regione, comprese quelle che serviranno per avviare i lavori della nuova aerostazione. Lunedì prossimo ho convocato un Consiglio di amministrazione proprio per fare il punto ai soci sullo stato dell’arte. Il nostro problema per adesso è solo una questione di capacità finanziaria, mancanza di liquidità cioé, ma i soldi debbono arrivare. Ovviamente potremo avere luce verde dalla banche solo dopo la firma dell’accordo convenzionale».

Il presidente Sogas è convinto che se le cose andranno per il giusto nel mese di marzo l’impresa Mucciola potrà aprire il cantiere e cominciare, finalmente, i lavori per la nuova aerostazione. Per questa opera, lo ricordiamo, sono disponibili circa 7 milioni di euro da parte dello Stato e altri 2 da parte della Regione. «Ma è chiaro – ribadisce Bova – che anche queste somme potranno diventare spendibili nei tempi burocratici. Quindi è indispensabile che ci siano subito le anticipazioni da parte delle banche. Anche perché l’impresa, una volta avviata l’opera, pretende giustamente il rispetto periodico dei pagamenti, secondo scadenze già fissate. Ribadisco che il cronoprogramma è già stato definito. Aspettiamo questa firma degli accordi convenzionali».

Resta sempre aperta la questione del recupero dell’utenza messinese. Il servizio diretto della Metromare, Messina-Aeroporto, programmato con tre corse al giorno è stato un flop. E non poteva essere diversamente. Se le corse di Metromare non sono funzionali alle partenze e agli arrivi degli aeri è come fare un… buco nell’acqua del Mare dello Stretto. Il presidente della Provincia di Messina, l’on. Nanni Ricevuto, impegnatissimo su questo fronte, ha già pensato, in attesa di tempi migliori, ad una soluzione alternativa. Lui parla della scoperta dell’”uovo di Colombo”, ma si tratta di un ritorno a 20 anni fa. E cioé fare base al porto di Reggio e realizzare collegamenti con bus funzionali, porto-aeroporto, agli arrivi e alle partenze.

«So – dice Bova – che si sta provvedendo a varare un programma in questo senso. Noi siamo disposti a organizzare il check-in a Messina. Certo io resto convinto che la soluzione ideale sarebbe quella del collegamento diretto, ma con tre corse al giorno non si va da nessuna parte. Ne servirebbero almeno dieci».

www.gazzettadelsud.it
 

·
European user
Joined
·
17,042 Posts
Discussion Starter · #6 ·
Eagles Airlines sulla Bologna-Reggio Calabria

Da un colloquio avuto con Mauro Calvano, amministratore delegato della compagnia aerea veneta, appare che dal 18 Aprile partirà il volo bisettimanale Bologna-Reggio Calabria operato il lunedì e venerdì con Fokker 100.

Il volo sarà presto disponibile in prenotazione. La compagnia aerea opererà anche sul vicino aeroporto di Forlì verso Catania (bigiornaliero), Belgrado (settimanale), Nimes (bisettimanale grazie ad un accordo con Veolia Transport che gestisce l'aeroporto francese), Olbia (dall'estate plurisettimanale) e Lampedusa. Sono previsti anche collegamenti su Parigi e l'est europa.

Fonte: Aviazione Civile.
 

·
European user
Joined
·
17,042 Posts
Discussion Starter · #8 ·
Durano uno-due mesi e basta, come sempre...
Ci credo, se si affidano sempre a compagnie sconosciute e della minchia come Itali airlines, Eagles Airlines e SkyTrain(quest'ultima ho sentito che è solo una gran porcata). E sono sicuro che ricevono un sacco di contribuiti. Le uniche compagnie serie che operano in questo scalo sono Alitalia, Air Malta e Trawelfly(pur essendo una piccola compagnia).
 

·
Registered
Joined
·
17,583 Posts
L'Aeroporto dello Stretto spicca il volo per Nimes con Eagles Airlines

Il nuovo collegamento internzionale sarà attivo dal mese di giugno, insieme ai nuovi voli per Bologna e all'incremento di quelli per Roma e Venezia

La presenza della Calabria alla BIT di Milano non è stata solo una vetrina di promozione turistica e d'immagine: gli amministratori locali hanno operato concretamente con gli addetti ai lavori del settore turistico per incentivare e agevolare il sistema dei trasporti, sprovincializzando ulteriormente una Regione troppo spesso lontana dalla stessa Italia, figuriamoci dal resto d'Europa e del mondo.
Il Governatore, Giuseppe Scopelliti, ha incontrato diversi tour operator e, con il supporto e il sostegno delle società di gestione degli aeroporti calabresi e di alcune compagnie aeree, ha raggiunto risultati importanti per tutti e tre gli aeroporti della Regione, Lamezia Terme, Crotone e Reggio Calabria.
La crescita dello scalo lametino, in modo particolare, è evidente: da questo 2011, infatti, saranno attive tante nuove rotte per Barcellona (Girona), Bruxelles (Charleroi), Londra (Stansted), Stoccolma (Skavsta) e Trapani a
partire dal mese di giugno, e per Parigi (Beauvais) dal prossimo autunno.
Per lo scalo di Crotone sono stati raggiunti nuovi accordi con Alitalia che opererà delle tariffe vantaggiose nei voli per Roma e Milano.
Per quanto riguarda l'Aeroporto dello Stretto, il Tito Minniti, la novità più importante arriva nell'ambito del progetto "Passaporto per l'Europa", che negli ultimi anni ha determinato l'apertura all'estero dello scalo reggino con i voli per Parigi, Madrid, Londra, Bruxelles, Atene e Malta.
A questi collegamenti estivi, da giugno 2011 sarà attivata una nuova tratta, con il volo A/R Reggio Calabria-Nimes.
L'accordo è stato raggiunto nel corso di un incontro tra la Regione Calabria, l'Eagles Airlines, la Sogas e la Veolia Transport (società di gestione dell'aeroporto di Nimes). Si tratta di un collegamento importantissimo considerato che nel Sud della Francia vivono tantissimi calabresi e che da Nimes, una tra le mete preferite dai turisti, è necessaria soltanto un'ora in auto per raggiungere Marsiglia.
Tale collegamento rappresenterà soprattutto una nuova occasione per gli italiani che vogliono imparare la lingua francese e, viceversa, per i francesi interessati all'italiano, a prezzi particolarmente vantaggiosi in modo speciale per i giovani.
Le società di gestione degli aeroporti, inoltre, si adopereranno per fornire nuovi servizi agli utenti, condizioni indispensabili per garantire che l'incremento dei passeggeri favorisca anche le strutture ricettive e tutti gli operatori del settore.
Questo risultato si aggiunge a quelli già raggiunti in precedenza, che prevedono, a partire dal 27 marzo, l'incremento dei voli dal 'Tito Minniti' a Venezia da 3 a 4 settimanali operato da Eagles Airlines e l'attivazione da parte di Air Malta di un volo A/R Roma-Reggio a partire dalla stessa data anche il sabato.
Inoltre dallo scalo reggino saranno attivati due voli A/R per Bologna.

fonte:tempostretto.it
 

·
Sono diventato papà :)
Joined
·
5,749 Posts
PALERMO - Il radar sperimentale per monitorare il fenomeno dei venti di caduta, il cosiddetto "Wind shear", sarà realizzato nell'aeroporto di Reggio Calabria invece che in quello di Palermo, dove ha incontrato l'opposizione del sindaco di Isola delle Femmine e del comitato cittadino, che si sono espressi contro l'installazione dell'antenna nel territorio del comune che confina con Punta Raisi. Lo rende noto il presidente dell'Enac, Vito Riggio.

La decisione è stata assunta dai vertici di Enac ed Enav, che hanno incontrato il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti. Il progetto, inserito nell'ambito di un accordo di programma, prevede un investimento di oltre 10 milioni di euro.

Fonte: La Sicilia.
la notizia, come al solito, non è corretta, si tratta soltanto di una prova e non di un installazione definitiva, quella avverrà a Palermo
 

·
Viva il Senato elettivo!
Joined
·
3,051 Posts

·
Registered
Joined
·
2,104 Posts
^^
eh si...purtroppo per noi messinesi è così! tuttavia lamezia sarebbe in atto la base ryan più vicina a noi, quindi la notizia non è male!
Su Reggio invece la situazione, a mio parere, è tutt'altro che rosea...mi sa che si tratta di una sorta di "accanimento terapeutico" a vantaggio non si sa di chi ma comunque a spese della collettività!
ecco un articolo che rende un pò l'idea...:eek:hno:

AEROPORTO DELLO STRETTO, RICEVUTO FA SCALO DA MATTEOLI. RAO: "CI VUOLE CHIAREZZA"


Mentre il presidente della Provincia, Nanni Ricevuto, di ritorno dalla BIT, vola a Roma per un incontro "a titolo personale" con il ministro Altero Matteoli, il consigliere provinciale del Pd, Pippo Rao, fa richiesta per la convocazione dei vertici della SOGAS e dell’ENAC, oltre che del Presidente del Collegio Sindacale della Società aeroportuale.


E' ancora la Sogas a fare discutere. Mentre il presidente della Provincia, Nanni Ricevuto, di ritorno dalla BIT, ha fatto scalo a Roma per un colloquio "a titolo personale" con il ministro delle Insfrastrutture Altero Matteoli, nelle stanze della Provincia si chiede chiarezza in merito alla questione. E' il consigliere del Pd, Pippo Rao, a dichiarare "E' giunto il momento di fare ed avere chiarezza sulla SOGAS e sul ruolo della Provincia di Messina. Le recenti e cruenti polemiche che hanno investito la SOGAS, con finanche la richiesta di commissariamento e messa in liquidazione della società aeroportuale da parte della Camera di Commercio di Reggio Calabria (ente socio della SOGAS ), gli scontri tra l’amministratore delegato Pasquale Bova e l’ENAC, le esternazioni al vetriolo del Presidente della Regione Calabria Scopelliti, fanno da contraltare alle dichiarazioni entusiastiche ed a dir poco fiduciose del Presidente della Provincia di Messina".

Il PD è sempre stato favorevole alle politiche di conurbazione tra le realtà messinesi e reggine, nell’ottica del potenziamento e della valorizzazione dell’ area vasta dello stretto e per le potenzialità che tale opportunità potrebbe essere per il rilancio del tessuto connettivo sociale ed economico dei nostri territori. Lo scalo aeroportuale di Reggio, per il gruppo consiliare della Provincia, occupa insomma una posizione prioritaria.

Ma secondo Rao "L’Ente Provincia, solo per la legislatura Ricevuto, ha già investito ad occhi chiusi 800.000 euro per la SOGAS, (con in arrivo la ricapitalizzazione della società stessa ed un ulteriore importante esborso di capitali, 1.600.000 euro da suddividere tra i soci ), scommettendo sull’aeroporto di Reggio in funzione dei collegamenti veloci e diretti da Messina all’aeroporto, e la possibilità del check in a Messina".

A complicare la situazione ci sono i rendiconti attribuiti alla Camera di Commercio di Reggio Calabria: la SOGAS si troverebbe in condizioni finanziarie piuttosto precarie, con perdite accumulate negli ultimi dieci anni per circa 30 milioni di euro, ed un passivo annuale per gli ultimi quattro anni di 4 milioni di euro.

Rao si chiede, dunque, se Ricevuto, al momento della sottoscrizione delle quote azionarie della SOGAS, fosse a conoscenza della situazione finanziaria dell'azienda evidenziata dalla Camera di Commercio di Reggio. E incalza "Dopo tali notizie è il caso di approfondire un'operazione che potrebbe rappresentare una voragine finanziaria nella quale anche la Provincia di Messina potrebbe sprofondare nel dovere fare fronte ai debiti!"

"A ciò si aggiunge il fallimento funzionale della Metromare e del collegamento veloce tra Messina e il Minniti costato - secondo Rao - solo circa 26 milioni di euro e le promesse-annunci di implementazione delle corse da e per l’aeroporto in coincidenza dei voli non avveratisi".

Ci sono poi i rinvii continui dell'avviamento del servizio di check in a Messina, che Rao sottolinea "è stato annunciato oltre 10 anni addietro e del quale non c’è traccia" aggiunti alla constatazione che il pontile dell’aeroporto di Reggio non era funzionale al collegamento diretto con Messina, ritornando quindi al bus navetta, anche se dal porto di Reggio. "Non si può che essere perplessi" commenta il consigliere provinciale.

Secondo Rao "non sono rassicuranti le parole del presidente della Regione Calabria Scopelliti, riportate dalla stampa, per cui l’aeroporto di Reggio è a rischio declassamento, contestando la poca progettualità della società aeroportuale, con la ancor più inquietante frase, sempre riportata dalla stampa, che se l’aeroporto dello stretto non è stato declassato è solo per la presenza amica del Ministro dei Trasporti".

E proprio con Altero Matteoli, Ricevuto, ha avuto ieri un incontro. "A titolo personale" riferisce, anche se garantisce che a giorni si avranno notizie certe sul "Minniti" e sul ruolo della Provincia.

Intanto Rao ha formulato un'interrogazione al Presidente della Provincia richiedendo, inoltre, la convocazione in Commissione Consiliare dei vertici della SOGAS e dell’ENAC, oltre al Presidente del Collegio Sindacale della società.

Secondo il capogruppo del Pd "A breve il Consiglio Provinciale di Messina dovrà esprimersi sul mantenimento delle partecipazioni dell’ente nelle varie società e, sembra, che l’amministrazione Ricevuto non voglia far passare dal Consiglio Provinciale la delibera sulla SOGAS, il che equivarrebbe ad una assunzione totale di responsabilità sull’operazione intrapresa". Rao conclude "Garanzie, non più annunci o proclami".

fonte: normanno.com
 

·
European user
Joined
·
17,042 Posts
Discussion Starter · #15 ·
L'Aeroporto dello Stretto si apre ai privati

di Peppe Caridi

Il futuro dell'Aeroporto dello Stretto sarà all'insegna degli investimenti dei privati: è l'idea delle Province di Reggio Calabria e Messina che hanno incontrato stamattina i rappresentanti di Confindustria di entrambe le città dello Stretto, per coinvolgerli nei processi di sviluppo dello scalo.
In mattinata, infatti, presso la Sede Provinciale di Palazzo Foti, s'è tenuta una riunione tra il Presidente della Provincia di Reggio Calabria, Giuseppe Morabito, il suo Capo di Gabinetto, avv. Maurizio Condipodero, il Presidente della Provincia di Messina Nanni Ricevuto, il Commissario Straordinario di Confindustria di Reggio Calabria, Filippo Callipo, il componente del direttivo di Confindustria di Reggio Calabria, Claudia Montesano, e il Presidente di Confindustria di Messina, Ivo Blandina.

E' stato poi il Presidente della Provincia di Reggio, Giuseppe Morabito, a illustrare ai giornalisti i motivi e i risultati dell'incontro: "volevamo avviare un dialogo e un confronto comune con il mondo dell'imprenditoria per perseguire, insieme, un obiettivo ambizioso e importante, com'è quello della creazione delle condizioni per una crescita effettiva dell'Aeroporto dello Stretto. Parlo di Aeroporto dello Stretto perchè sono convinto che non è l'Aeroporto di Reggio, ma di tutto lo Stretto, e vogliamo concretamente realizzare i progetti e gli obiettivi dei fiumi di parole che si sprecano sull'Area Metropolitana dello Stretto e sull'integrazione tra le due sponde. Siamo convinti che l'Aeroporto sia un tassello fondamentale di questi progetti".

Entrando poi nel merito della riunione di questa mattina, il Presidente Morabito ha detto che "abbiamo discusso della possibilità di creare un rapporto sinergico che consideriamo essenziale, tra gli enti pubblici che sono soci della So.G.A.S. e i privati, le associazioni e l'imprenditoria che svolgono sul territorio un ruolo importantissimo per la crescita e lo sviluppo sotto il profilo economico, sociale e culturale di questo territorio. Pensiamo che per poter veramente rilanciare l'Aeroporto, che è fondamentale per la mobilità soprattutto qui da noi, in una realtà in cui le altre infrastrutture hanno carenze gravissime che determinano un quasi totale isolamento. Inoltre pensiamo che l'utenza messinese potrà consentire all'aeroporto di raggiungere un numero di viaggiatori che consentirà allo scalo di superare alcune criticità degli ultimi tempi. Quello di stamattina è stato solo un primo incontro preeliminare che sarà seguito da altri, in cui verranno coinvolti tutti gli altri soci della So.G.A.S., che sono partner essenziali e fondamentali come la Regione Calabria e i Comuni di Reggio e Messina. Soprattutto il coinvolgimento della Regione è molto importante, perchè bisogna sviluppare una sinergia fondamentale per fare il bene del territorio. Con la Regione stiamo collaborando, a prescindere dai colori e dalle appartenenze politiche. E', ad esempio, proprio di stamattina la notizia della consegna dei lavori per la nuova Aerostazione, grazie a finanziamenti Nazionali e Regionali. Il funzionamento dell'Aeroporto passa anche da una modernizzazione della sua struttura, e non possiamo che essere felici della consegna dei lavori, avvenuta poche ore fa. Pensiamo che questa sia la strada giusta, e nei prossimi giorni continueremo a lavorare per portare avanti ulteriori passaggi affinchè l'Aeroporto diventi efficiente e funzionale, anche affinchè possa dare un importante sviluppo turistico al territorio. Sul discorso della collaborazione e della sinergia tra Provincia e Regione, vorrei anche sottolineare quanto accaduto per la Strada a Scorrimento Veloce Gallico-Gambarie. L'Amministrazione Provinciale ha sempre incalzato la Regione, in qualsiasi momenti, predisponendo i servizi e realizzando i progetti. Ieri è arrivata la notizia del finanziamento del terzo lotto che è il risultato di una collaborazione tra enti pubblici, a prescindere dai colori politici. E la stessa cosa vogliamo fare per l'Aeroporto".

Il Presidente della Provincia di Messina, Nanni Ricevuto, ha aggiunto che "io e il Presidente Morabito apparteniamo a collocazioni politiche diverse, ma il rapporto di amicizia e di stretta collaborazione è stato sempre talmente tanto intenso da produrre un grande risultato, che è quello che per far crescere il territorio bisogna prescindere dall'appartenenza di casacca. Noi oggi siamo stati interlocutori come enti territoriali e anche, ovviamente, come soci della So.G.A.S. La disponibilità delle Associazioni degli Industriali a partecipare con imprenditori privati che possono intervenire sull'Aeroporto dello Stretto è un fatto molto importante. L'incontro di oggi è stato ancora interlocutorio, ma i rappresentanti delle Associazioni di Confindustria si metteranno subito al lavoro per concretizzare questa loro adesione ideale che hanno già dato, e che deve diventare concreta. L'Aeroporto è un tassello fondamentale per lo sviluppo del territorio, in qualsiasi settore. Ci siamo sempre battuti perchè l'aeroporto potesse arrivare al traguardo di consentire all'utenza messinese di utilzizarlo in modo adeguato. Su questo posso anticiparvi che siamo alla vigilia di una soluzione definitiva, che vede la possibilità di usare un servizio di trasporti che già esiste, Metromare, in modo tale da poter consentire agli utenti messinesi di utilizzare l'aeroporto in modo efficace ed efficiente. Fra qualche ora o al massimo fra qualche giorno daremo la notizia ufficiale, dopo che avremo messo nero su bianco. Fino a quel momento non me la sento di anticiparvi nulla, ma ormai siamo alla vigilia di questo momento storico. Riteniamo, al tempo stesso, che sia necessario anche intensificare l'attività dei voli. Pur riservando ad Alitalia un ruolo importante, dobbiamo far crescere i voli perchè ci sono richieste di varia natura e di varie dimensioni da parte di tante compagnie aeree per poter assolvere alle funzioni dei collegamenti in maniera piena. Ci stiamo mobilitando per una serie di iniziative che porteremo avanti per far crescere l'Aeroporto. Messina è una delle Province più turistiche d'Italia e non ha altre possibilità di usare altri Aeroporti che non siano quello di Reggio, che è ad un tiro di schioppo e che può concretizzare un nostro sogno di gioventù che è l'Area Metropolitana dello Stretto".

Proprio su questo aspetto è intervenuto il Presidente di Confindustria di Messina, Ivo Blandina: "devo ringraziare i Presidenti delle Province di Reggio e Messina e i nsotri colleghi di Confindustria di Reggio Calabria perchè mi hanno dato la grande opportunità di confrontarmi su un tema di grandissimo itneresse per le attività produttive della Provincia di Messina. L'Aeroporto dello Stretto è l'unica soluzione per noi. Ieri, come era già accaduto il 1° ottobre 2009 a causa delle alluvioni, ci siamo ritrovati per l'ennesima volta bloccati con Catania e con il suo Aeroporto, e anche isolati da Palermo a causa delle frane sull'autostrada. Le nostre esigenze di mobilità possono essere soddisfatte solo dall'Aeroporto dello Stretto. Non possiamo non pensare al mantenimento delle nostre attività produttive e alle relazioni necessarie senza un rapporto efficace con il nsotro Aeroporto, che è l'Aeroporto dello Stretto. Abbiamo sempre superato ogni ipotesi di costruizione di nuovi aeroporti nela nostra Provincia perchè siamo convinti di puntare bene su quello dello Stretto. Vogliamo dare il nostro contributo, riteniamo di poter assumere una responsabilità vera e auspichiamo che lo faccianmo non solo gli altri attori pubblici, che già l'hanno fatto, ma anche le componenti e le altre parti sociali che spero diano il massimo come apporto, conoscenze e cotnributi concreti alla realizzazione di questo progetto, che ptorebbe essere il primo mattone di un ragionamento complessivo. Anche perchè l'Aeroporto è solo il primo tassello di un grande progetto che riguarda la mobilità in generale sull'Area dello Stretto".

Il Commissario Straordinario di Confindustria di Reggio Calabria, Filippo Callipo, ha voluto precisare che "la nostra partecipazione a questo tavolo è per la ferma convinzione che l'Aeroporto è un odegli strumenti essenziali per lo sviluppo del territorio, soprattutto in regioni e province del profondo sud. L'Aeroproto è vitale perchè ci collega con il resto diItalia e con l'Europa. Il privato, per quanto riguarda la gestione, è quello che può dare una mano per tecnologie, know-how ecc. ecc. e per questo vogliamo essere protagonisti dello sviluppo dello scalo".
Alle parole di Callipo hanno fatto seguito, infine, quelle di Claudia Montesano, componente del direttivo di Confindustria di Reggio Calabria: "per noi imprenditori dell'Area dello Stretto, quello dell'aeroporto è un tema molto importante. E' giusto poter avere dei ricettori d'interesse dalle nostre necessità. Per poter fare impresa e per poterla fare bene con una ricaduta importante per il nostro territrio, dobbiamo sederci a dei tavoli e le nostre richierste devono essere recepite. L'aeroporto è per noi di fondamentale importanza, in quanto volano di sviluppo turistico e per il traffico delle merci. Non solo turismo, città e zone limitrofe, ma tutta la provincia deve poter usufruire dell'Aeroporto anche in considerazione dell'importanza e la centralità Mediterranea e internazionale del Porto di Gioia Tauro. Abbiamo accolto con molto entusiasmo questa prospettiva di rilancio dell'Aeroporto dello Stretto che porta con sè il rilancio delle nostre imprese. Faremo la nostra parte".

Fonte: Strill.it
 

·
Registered
Joined
·
2,104 Posts
^^
Io, purtroppo, continuo a crederci poco...mi sembra che ci sia un'abbondanza di parole ma fatti concreti poco o nulla! :eek:hno:
Poi leggendo l'articolo non vedo nessuna novità reale, sempre una serie di intenzioni non supportate da vere notizie...mi rallegrerò solo quando vedrò arrivare compagnie primarie (e non le solite compagnie che dopo 15 giorni chiudono bottega!!!) con nuove tratte e tariffe interessanti...in assenza di questo restano solo inutili chiacchiere!!! :eek:hno:
 

·
Registered
Joined
·
17,583 Posts












dalla pagina facebook dell'aeroporto
 

·
Registered
Joined
·
6,410 Posts
Aeroporto dello Stretto: le Provincie di Reggio e Messina continuano a spingere sulla strada del rilancio.
Metromare, Ricevuto: “Fra qualche ora o al massimo fra qualche giorno daremo la notizia ufficiale”


Ieri a Reggio si è ritornati a parlare di aeroporto dello Stretto e Metropolitana del mare. La sede è stata quella dell’Ente provinciale, l’occasione una riunione tra i due presidenti delle provincie di Reggio e Messina, Giuseppe Morabito e Nanni Ricevuto, alla quale hanno partecipato il Commissario straordinario della Confindustria reggina, Filippo Callipo, ed il presidente di Confindustria Messina, Ivo Blandina. E’ stato Morabito a illustrare ai giornalisti i motivi e i risultati dell’incontro: “volevamo avviare un dialogo e un confronto comune con il mondo dell’imprenditoria per perseguire, insieme, un obiettivo ambizioso e importante, com’è quello della creazione delle condizioni per una crescita effettiva dell’Aeroporto dello Stretto”.

Morabito ha poi sottolineato l’importanza dell’utenza messinese in relazione al rilancio dello scalo: “Parlo di Aeroporto dello Stretto perchè sono convinto che non è l’aeroporto di Reggio, ma di tutto lo Stretto, e vogliamo concretamente realizzare i progetti e gli obiettivi dei fiumi di parole che si sprecano sull’Area metropolitana dello Stretto e sull’integrazione tra le due sponde. Siamo convinti che l’aeroporto sia un tassello fondamentale di questi progetti”.

Entrando nel merito, il Presidente della Provincia calabrese ha parlato della possibilità di creare un rapporto sinergico tra gli enti pubblici, che sono soci della Sogas, e i privati, le associazioni e l’imprenditoria che svolgono sul territorio un ruolo importantissimo: “E’, ad esempio, proprio di stamattina (di ieri, ndr) la notizia della consegna dei lavori per la nuova aerostazione, grazie a finanziamenti nazionali e regionali. Il funzionamento dell’aeroporto passa anche da una modernizzazione della sua struttura e non possiamo che essere felici della consegna dei lavori, avvenuta poche ore fa. Pensiamo che questa sia la strada giusta e nei prossimi giorni continueremo a lavorare per portare avanti ulteriori passaggi affinchè l’aeroporto diventi efficiente e funzionale, fornendo un importante sviluppo turistico al territorio”.

Ed ancora: “Pensiamo che rilanciare l’aeroporto sia fondamentale per la mobilità in una realtà in cui le altre infrastrutture hanno già carenze gravissime che determinano un quasi totale isolamento. Inoltre pensiamo che l’utenza messinese potrà consentire all’aeroporto di raggiungere un numero di viaggiatori che consentirà di superare alcune criticità degli ultimi tempi. Quello di stamattina è stato solo un primo incontro preliminare che sarà seguito da altri in cui verranno coinvolti tutti gli altri soci della Sogas”.

Il Presidente della Provincia di Messina, Nanni Ricevuto, ha voluto valorizzare la collaborazione istituzionale anche in casi, come questo, di diverse collocazioni politiche diverse. In seguito ha dichirato che quello dell’aeroporto “è un tassello fondamentale per lo sviluppo del territorio, in qualsiasi settore. Ci siamo sempre battuti perchè l’aeroporto potesse arrivare al traguardo di consentire all’utenza messinese di utilizzarlo in modo adeguato”.

E sulla Metromare, per la quale “entro febbraio” si attendeva l’entrata in vigore del potenziamento della relazione con il porto di Reggio, ha detto: “Posso anticiparvi che siamo alla vigilia di una soluzione definitiva, che vede la possibilità di usare un servizio di trasporti che già esiste, in modo tale da poter consentire agli utenti messinesi di utilizzare l’aeroporto in modo efficace ed efficiente. Fra qualche ora o al massimo fra qualche giorno daremo la notizia ufficiale, dopo che avremo messo nero su bianco. Fino a quel momento non me la sento di anticiparvi nulla, ma ormai siamo alla vigilia di questo momento storico”.

Ricevuto ha tuttavia ribadito la necessità di intensificare l’attività volativa: “Pur riservando ad Alitalia un ruolo importante, dobbiamo far crescere i voli perchè ci sono richieste di varia natura e di varie dimensioni da parte di tante compagnie aeree per poter assolvere alle funzioni dei collegamenti in maniera piena. Ci stiamo mobilitando per una serie di iniziative che porteremo avanti per far crescere l’aeroporto. Messina è una delle province più turistiche d’Italia e per noi non ha altre possibilità di usare altri aeroporti che non siano quello di Reggio, che è ad un tiro di schioppo e che può concretizzare un nostro sogno di gioventù che è l’Area metropolitana dello Stretto”.
http://trasportisullostretto.wordpr...mo-fra-qualche-giorno-daremo-la-notizia-uffi/
 

·
Registered
Joined
·
54,619 Posts
Aeroporti calabresi, firmato protocollo d’intesa. A Reggio 52 milioni



18 marzo 2011

Mercoledì mattina, a Roma, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’Enac, l’Enav, la Regione Calabria e le società di gestione degli scali calabresi hanno firmato un protocollo d’intesa per investimenti destinati a opere di adeguamento e potenziamento funzionali degli aeroporti di Crotone, Lamezia Terme e Reggio Calabria. Le risorse comunitarie, nazionali e regionali disponibili per interventi aeroportuali nella Regione Calabria, per un totale di circa 180 milioni di Euro, saranno destinate agli interventi oggetto del presente Protocollo di Intesa secondo la seguente ripartizione:

  • aeroporto di Crotone
: 44.985.061 Euro per interventi di messa in sicurezza del sedime aeroportuale; ristrutturazione ed ampliamento dell’aerostazione; riqualificazione e prolungamento della pista di volo 17/35; adeguamento normativo, riassetto funzionale e distributivo dell’aerostazione passeggeri; completamento della nuova torre di controllo; installazione ADS-B; interventi di adeguamento e potenziamento infrastrutture di volo; Installazione di nuove radioassistenze (ILS, VDF); implementazione Data Link VDL 2.

  • aeroporto di Lamezia Terme:
69.288.978 Euro per Center Line e apparecchiature AVL; ampliamento piazzali aeromobili; bretella collegamento via di rullaggio con testata 28; completamento impianti pista di volo testata 28; adeguamento strip; adeguamento impianti smistamento e controllo bagagli da stiva 100% alla normativa di riferimento; opere complementari alla riqualifica area di manovra; nuova aerostazione passeggeri – 1° lotto funzionale; installazione di nuove radioassistenze (acquisto nuovo ILS); adeguamento dei sistemi meteo relativi agli emendamenti Icao; installazione ADS-B; implementazione Data Link VDL 2.

  • aeroporto di Reggio Calabria:
52.092.554 Euro per potenziamento ed ammodernamento delle apparecchiature elettriche installate; interventi di miglioramento safety e security aeroportuale; interventi di miglioramento safety e security aeroportuale – II fase; interventi di potenziamento, ammodernamento e riqualificazione delle infrastrutture di volo; interventi di spostamento della viabilità perimetrale; implementazione infrastrutture di volo; implementazione dell’impianto smistamento bagagli; prolungamento pista di volo; riqualifica aree adiacenti piazzali di sosta aeromobili; segnaletica interna e arredi per la nuova aerostazione passeggeri; adeguamento dei sistemi meteo relativi all’emendamento 73 Icao; installazione di nuove radioassistenze (acquisto nuovo ILS); lavori di ristrutturazione riguardanti la TWR, blocco tecnico, siti remoti, ex palazzina meteo e sistemazioni esterne; realizzazione WAM-GS; copertura radio TBT; implementazione sistemi meteo aeroportuali.
A ciò vanno aggiunti 11,5 milioni di Euro a carico dell’Enav per interventi di rilevanza regionale quali la fornitura del radar ‘Calabria’, opere civili e installazione radar. Gli interventi saranno eseguiti dall’Enav S.p.A. e dalle società di gestione aeroportuale Sacal S.p.A., Sogas S.p.A., Aeroporto S. Anna Crotone S.p.A. che si impegnano ad attuarli nei tempi previsti dalla regolamentazione di riferimento per le diverse fonti finanziarie e si impegnano altresì a garantire la disponibilità della propria quota di finanziamento. L’ENAC e la Regione Calabria, ognuna per la propria competenza, definiranno e sottoscriveranno con le società di gestione le convenzioni di finanziamento necessarie per avviare, con la massima urgenza, la realizzazione delle opere finanziate.

Il Protocollo, che aggiorna le risorse disponibili e riunisce in un unico documento due precedenti accordi del 2009, è stato firmato da Luciano Novella per il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti; per la Regione Calabria dal Presidente Giuseppe Scopelliti; per l’Enac dal Presidente Vito Riggio; per l’Enav S.p.A. dal Direttore Generale Massimo Garbini; per la Sacal S.p.A. dal Presidente Vincenzo Speziali; per la Sogas S.p.A. dal Presidente Pasquale Bova, per l’Aeroporto S. Anna Crotone S.p.A. dal Presidente Roberto Fortunato Salerno.

Il Presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti ha dichiarato: “C’è grande soddisfazione per la firma di questo protocollo d’Intesa, una risposta importante del governo Nazionale e locale per tutti i calabresi. L’intenzione è quella di puntare a migliorare l’intero sistema aeroportuale della nostra Regione, contribuendo notevolmente allo sviluppo economico dell’intero territorio. L’entità dello sforzo profuso è testimoniata dall’importo complessivo degli investimenti pari a circa 180 milioni di euro, 52 mln di euro per l’aeroporto di Reggio Calabria, 69 mln per quello di Lamezia e 45 mln per lo scalo di Crotone. Gli interventi messi in campo, in gran parte immediatamente cantierabili, consentiranno all’intero sistema aeroportuale regionale di essere competitivo ed efficiente, non solo su scala nazionale ma anche internazionale”.

Il Presidente dell’ENAC Vito Riggio ha evidenziato: “Questo Protocollo d’intesa aggiorna il precedente documento con nuovi e importanti investimenti, come il sistema meteo previsto nell’Aeroporto di Reggio Calabria, a ulteriore garanzia della sicurezza del volo e della qualità dei servizi offerti ai passeggeri, contribuendo, al contempo, allo sviluppo economico del territorio di cui gli aeroporti costituiscono un volano”.

Il Direttore Generale di ENAV Massimo Garbini ha concluso: “Questo accordo, nato da una grande collaborazione di tutti i soggetti interessati, permette di realizzare importanti investimenti infrastrutturali e tecnologici, che consentiranno agli scali calabresi di modernizzarsi e di affrontare la sfida del mercato dei prossimi anni. Per ENAV significa implementare infrastrutture fondamentali quali torri di controllo, sistemi meteo, radioassistenze e sistemi di sorveglianza in linea con la nuova piattaforma tecnologica di gestione del traffico aereo coerente con la regolamentazione sul Cielo Unico Europeo”.


www.trasportisullostretto.it
 

·
Registered
Joined
·
17,583 Posts
Sono troppo curioso di vedere il progetto della nuova aerostazione.
 
1 - 20 of 271 Posts
Top