SkyscraperCity banner
1 - 3 of 3 Posts

·
ad mos maiorum
Joined
·
3,901 Posts
Discussion Starter · #1 ·
Ci sono foto!!!

FERROVIE: NUOVAMENTE OPERATIVE STAZIONI VENOSTA
(ANSA) - BOLZANO, 4 MAG - Con l'inaugurazione della nuova ferrovia della Val Venosta riprendono la loro funzione gli edifici ferroviari. Si tratta di veri e propri monumenti, conservati e ristrutturati secondo al forma originaria. La direttrice dell'Ufficio provinciale Beni architettonici e artistici Waltraud Kofler traccia un bilancio del loro utilizzo e delle relative procedure di tutela. I lavori di ristrutturazione sono stati coordinati dalla Ripartizione Beni culturali. ''La catalogazione, la tutela e la conservazione delle testimonianze dello sviluppo della tecnica, dell'industria e dei trasporti in quanto parte integrante del patrimonio storico e culturale - spiega Kofler - ha guadagnato in attualita' in tutta Europa a partire dagli anni '70. Ed anche in Alto Adige e' stato possibile negli ultimi decenni porre sotto vincolo di tutela storico-artistica centrali elettriche, fabbriche e ponti, e, nel 2004, gli edifici delle linee ferroviarie Bolzano-Brennero, Bolzano-Merano e della Val Pusteria. Per quanto riguarda gli edifici della ferrovia della Val Venosta, si tratta del primo complesso ferroviario posto sotto tutela storico-artistica nella Provincia di Bolzano''. ''Nel quadro della riattivazione della ferrovia della Val Venosta - prosegue la direttrice - negli ultimi mesi e' stata risanata a regola d'arte la maggior parte delle stazioni, come pure alcune rimesse, ponendo attenzione sia alla conservazione del costruito originale che al mobilio superstite. Tuttavia, il lungo abbandono e il vandalismo che ne e' conseguito hanno causato perdite di non poco rilievo. Inoltre nuove necessita' funzionali (le stazioni vennero utilizzate solo in piccola parte in quanto tali) hanno richiesto nuove suddivisioni degli spazi, impianti sanitari e altre modifiche''. ''Gli edifici storici della ferrovia della Val Venosta - conclude Kofler - rendono immediatamente visibile e vivibile all'utente la storia della ferrovia lungo il suo tracciato, ora modernizzato. In quanto veicolo della memoria collettiva collegano passato e presente all'interno di un nuovo programma di trasporto pubblico su rotaia''
 

·
ad mos maiorum
Joined
·
3,901 Posts
Discussion Starter · #2 ·
segue:

FERROVIE:FESTEGGIAMENTI PER VIAGGIO INAUGURALE LINEA VENOSTA
(ANSA) - BOLZANO - Una grande folla si e' ritrovata stamattina alla stazione di Merano per partecipare al viaggio inaugurale sulla rinata ferrovia della val Venosta. Alle 10.34 e' partito il primo treno per Malles, accompagnato dagli auguri e dagli auspici del presidente della Provincia Luis Durnwalder e di diversi esponenti della Giunta. ''Il viaggio inaugurale sulla ferrovia della Venosta e' la conferma piu' chiara dell'impegno della Giunta provinciale ad investire non solo nelle strade ma anche nell'ammodernamento e nell'ampliamento del sistema di trasporto su rotaia e piu' in generale nel servizio pubblico di mobilita''', cosi' Durnwalder a Merano prima della partenza del treno. Il Presidente della Provincia ha ricordato che si e' dovuto attendere molto prima di poter assumere le competenze su questa infrastruttura, ''e per questo avevamo anche l'obbligo di realizzare un servizio all'altezza delle esigenze degli utenti''. Per l'occasione, ricordando il processo che ha portato alla rivitalizzazione della ferrovia della Venosta, Durnwalder ha ringraziato tutti coloro che si sono impegnati nel progetto, non ultimi l'ex assessore provinciale ai Trasporti Michele Di Puppo, per anni attivo nella fase preparatoria del rilancio, e i sindaci della valle. L'attuale assessore ai Trasporti Thomas Widmann ha sottolineato che ''e' un grande onore poter portare a compimento il progetto della ferrovia della Venosta. Il 5 maggio 2005 diventa quasi una data storica anche perche' la Provincia presenta un sistema di mobilita' innovativo che va in controtendenza rispetto alla situazione attuale generale di riduzione dei chilometri di rotaia.'' Del fatto che i venostani vedano oggi realizzarsi un sogno ha parlato l'assessore Richard Theiner: ''Sono certo che la ferrovia avra' un positivo effetto non solo per l'immagine della Venosta ma di tutto l'Alto Adige.'' L'assessore provinciale all'Ambiente Michl Laimer ha sottolineato che ''con il treno in Venosta e' stato avviato un modello capace di sviluppare il servizio di trasporto pubblico nel rispetto dell'ambiente. Si apre un nuovo capitolo nella storia della mobilita'''. (ANSA).
 
1 - 3 of 3 Posts
Top