SkyscraperCity banner
1 - 20 of 183 Posts

·
Registered
Joined
·
656 Posts
Discussion Starter · #1 ·
Nuovo lungomare. Rimini presenta i suoi project financing.

Il 13 giugno 2008, con l’illustrazione della propria proposta da parte dello Studio Altieri, comincia la fase di presentazione alla città dei progetti partecipanti ai due avvisi pubblici di project financing per la realizzazione di un sistema di parcheggi e relativa riqualificazione del Lungomare Murri nei tratti piazzale Boscovich- piazzale Kennedy e piazzale Kennedy- piazza Marvelli.

Come si ricorderà, il 28 marzo 2008 sono scaduti i termini del bando di gara. A quella data tre proposte sono pervenute agli uffici comunali: due per il project riguardante il tratto piazzale Boscovich- piazzale Kennedy (rispettivamente proponenti Studio Altieri e gruppo Coopsette) e una per il project riguardante il tratto piazzale Kennedy- piazza Marvelli (proponente gruppo Gecos).

Avendo un ruolo strategico nel disegno futuro della città e volendo per questo contare su un ampio dibattito e partecipazione, l’Amministrazione Comunale ha deciso di mettere a disposizione della cittadinanza i modelli in scala delle proposte progettuali, illustrate nei dettagli dagli stessi studi tecnici proponenti.

Il 13 giugno, nella Sala dell’Arengo in piazza Cavour, l’architetto danese Julien de Smedt presenterà il progetto dello Studio Altieri.

Il 16 giugno sarà invece l’architetto francese Jean Nouvel a illustrare la proposta del gruppo Coopsette.

Chiude il 27 giugno lo Studio Norman Foster con il resoconto della proposta del Gruppo Gecos.

Di volta in volta i proponenti lasceranno esposti i plastici delle proposte nella Sala dell’Arengo per la visione nei giorni successivi.

L’Amministrazione Comunale di Rimini ha già preso contatti per presentare le tre proposte di project al Congresso Mondiale di Architettura che si tiene a Torino a fine giugno 2008.
 

·
Registered
Joined
·
656 Posts
Discussion Starter · #2 ·
Il lungomare Murri secondo Julien De Smedt. Illustrato il progetto

Un serpentone che si snoda sinuoso tra i piazzali Kennedy, Fellini e Boschovich. È il nuovo lungomare di Rimini, secondo Julien de Smedt, l'architetto belga autore del progetto di riqualificazione per lo Studio milanese Altieri.

Parcheggi in piazzale Boschovich, il Parco Fellini che si estende fino al mare, un hotel da sei piani in piazza Kennedy, e 'solo' 2000 mq di superficie dedicata al commerciale, sono i tratti principali del progetto. De Smedt è considerato una delle menti più brillanti della cosidetta «architettura informale» perchè attenta al contesto urbano ed ambientale. Contesto, quello riminese su cui è stato chiamato ad operare, che ha definito 'disordinato'. 'L'idea di base è fare un progetto in continuità con la città. Cioè trasversale: far venire la città verso il mare e viceversa. Ha detto Julien De Smedt. Il progetto infatti collega allo stesso tempo molti spazi pubblici, con verde e parchi, con spazi per eventi di intrattenimento come per esempio l'arena Fellini davanti al Grand hotel e al parco. Penso che tra qualche anno Rimini dovrà trasformare la sua industria turistica in qualche cosa di più culturale. C'è il desiderio di continuità longitudinale tra il centro e la spiaggia. Una specie di cardo e decumano, una x che deve essere ricostruita in maniera ordinata'. lunedì toccherà all’architetto francese Jean Nouvel che illustrerà la proposta del gruppo Coopsette. Il 27 giugno sarà la volta del terzo e ultimo progetto, quello di Norman Foster per la Gecos, per il tratto di lungomare da piazzale Kennedy a piazza Marvelli.

http://it.youtube.com/watch?v=lo6EdU_juns&eurl=http://www.newsrimini.it/
 

·
melior de cinere surgo
Joined
·
6,787 Posts

:applause:
 

·
Registered
Joined
·
656 Posts
Discussion Starter · #9 ·
Più verde. meno cemento. Applausi per il lungomare firmato Nouvel
Dopo la gelida accoglienza riservata a Julien de Smedt che ha presentato il suo progetto venerdì scorso, a Jean Nouvel, per la Coopsette, è bastato dire Fellini, Grand Hotel e Kursaal per strappare l'applauso del pubblico.

RIMINI | 16 giugno 2008 |

È piaciuto il progetto di Monsieur Jean Nouvel per il lungomare di Rimini, che ricostruisce il Kursaal come una duna gigante tra il porto e piazzale Fellini, edifica un Resort con spazi commerciali per vecchi e nuovi negozi e servizi aperti tutto l'anno, nasconde oltre 1.600 parcheggi sotto terra, pianta alberi e palme che arrivano, rarefacendosi pian piano, fino alla spiaggia. Tutto senza deturpare il paesaggio già esistente. Per lui, che sostiene che l'architettura deve molto alle suggestioni del cinema, dove sono protagonisti la luce e le superfici, il nuovo lungomare di Rimini deve essere un omaggio a Rimini e alla sua storia.
'Questa storia è una storia legata al grand hotel e a Fellini. Ha detto l'architetto Nouvel, lo scopo è anche di riconnettere tra loro gli hotel che sono in spiaggia, sviluppare il piccolo commercio che lì esiste, e poi fare un hotel che sarà un collegamento, un resort che creerà attrazione con le sue attività durante tutto l'anno, e un paesaggio. Soprattutto questo. Un paesaggio in continuità con quello che già esiste con palme, un paesaggio colorato e fiorito in una transizione molto dolce con la spiaggia'.
Il francese, che voleva fare il pittore ma poi si è laureato in architettura a Bordeaux, (quest'anno vincitore del premio Pritzker consegnato ad un architetto vivente le cui opere hanno contribuito all'umanità e all'ambiente) ha restaurato l'Operà di Lion, costruito la Torre Agbar a Barcellona e nel 2003 con norma Foster è stato scelto per costruire 3 delle cinque torri del nuovo ground Zero a New York. In Italia si è occupato della direzione artistica del minimetrò di Perugia, inaugurato a gennaio.
Chiuderà il ciclo di presentazioni il 27 giugno alle 10 lo Studio Norman Foster con il resoconto della proposta del Gruppo Gecos.




 

·
Registered
Joined
·
6,513 Posts
forse per ora darei il mio voto a nouvel...però dovrei vedere foto migliori dei plastici per un giudizio definitivo...
 

·
Banned
Joined
·
16,224 Posts
molto bello, è ora che la più importante e riconosciuta località balneare d' Italia abbia i suoi divuti simboli. mi piace molto questa riqualificazione, e trovo che essa faccia anche da giusto preludio per dei..grattacieli :D
 

·
suburban bishop
Joined
·
7,768 Posts


:eek:kay:
 

·
Registered cabernet user
Joined
·
1,325 Posts
no no! non mi faccio ingannare dalle lucine del plastico, il primo progetto per me è solo una colata di cemento frontemare..preferisco jean nouvel.
 

·
Registered
Joined
·
6,513 Posts
^^ esatto anche io ho la stessa impressione...
 

·
langhe
Joined
·
3,316 Posts
voto per Julien De Smedt per il momento...
però vediamo immagini più dettagliate per confermare
 

·
Registered
Joined
·
656 Posts
Discussion Starter · #18 ·
La grandeur alla riminese, il cuore rosso dedicato a Fellini

L'architetto della torre Agbar a Barcellona e l'istituto del mondo arabo a Parigi, ha pensato a Rimini come la città poetica e felliniana. In progetto il recupero del Kursaal (con un'avveniristica struttura a forma di cuore) e la pinte di un tempo

Il progetto di Jean Nouvel Rimini

Ci vuole "tutta la leggerezza delle dita del pianista". Con questa leggerenza Jean Nouvel ha cercato di dare un nuovo volto al lungomare di Rimini. Lo ha modellato e immaginato, lui che ha firmato capolavori come la torre Agbar a Barcellona o l’istituto del mondo arabo di Parigi, con gli occhi di chi guarda Rimini e vede una "città poetica, felliniana, con una spiaggia incredibile".

E il risultato del progetto, firmato dal grande architetto francese per Coopsette, e presentato ieri alla Sala dell’Arengo, è un lungomare tutto diverso da quello ideato da Julien de Smedt, che recupera il Kursaal (con un’avveniristica struttura a forma di cuore) e la pineta di un tempo. Rispetto al progetto dell’architetto belga e dello Studio Altieri, la nuova ‘cartolina’ firmata da Nouvel e dalla Coopsette, per il tratto tra il porto e piazzale Kennedy, si presenta non come «rottura», ma come «ricucitura», «continuità» tra la città e il mare. "Rimini ha già un paesaggio incredibile, una spiaggia stupenda. Non dobbiamo porre ostacoli visivi tra la città e la spiaggia: tutti i nuovi edifici non supereranno le altezze di quelli esistenti. Piuttosto, vogliamo rafforzare questo paesaggio così felliniano".

Ecco allora, nel progetto dell’architetto, tanto, tantissimo verde. Un ‘polmone’ di alberi ed essenze arboree d’ogni tipo, che parte da piazzale Fellini e occupa tutta la zona tra la linea degli alberghi e la spiaggia. E’ in questa fascia che Nouvel ha pensato a piccole dune verdi, colline (non più alte di uno o due metri) che degradano e poi risalgono molto dolcemente.

Tutta la zona verde tra il porto e piazzale Fellini è attraversata da una larga passerella bianca, che congiunge idealmente i due estremi, e da passerelle più sottili (in alluminio) che dalle spiagge consentiranno di arrivare direttamente in albergo. In questo tratto che Nouvel e la Coopsette hanno previsto le attività commerciali. "In questa zona troveranno spazio sia le attuali attività che quelle nuove — spiega Giovanni Panciroli di Coopsette — Pensiamo alle boutique di grandi firme, e a quei servizi che a tutt’oggi mancano, mentre saranno tra piazzale Fellini e Kennedy il tennis, la pista da pattinaggio, le piscine".

Seconto l’architetto tutte le strutture saranno quasi ‘nascoste’ tra gli alberi e le dune della zona verde. Sempre tra il porto e piazzale Fellini è previsto il grande complesso alberghiero che Coopsette vuol realizzare e gestire (come Rimini terme): un resort e una serie di mini appartamenti vista mare da affittare ai turisti. "Non chiedeteci nulla delle metrature", precisa Panciroli. Si sa, a grandi linee, che tra commerciale e alberghiero sono previsti quasi 20mila metri quadrati, a cui poi si aggiungono quelli necessari per i 1600 parcheggi interrati che saranno costruiti sul lungomare.

Nouvel non svela numeri, ma sogni. Ed è un sogno che costa parecchio (30 milioni di euro, sui 150 totali previsti per il lungomare da Coopsette) il nuovo Kursaal. Nulla a che fare con la struttura abbattuta nel 1947. "Sarà un grande omaggio al Grand hotel e a Fellini, una nuova ‘luce’ della città, un luogo unico al mondo". Fatto a forma di cuore, di colore rosso, il Kursaal di Nouvel è uno spazio polivalente (per la musica, il teatro, le grandi mostre) che si espande da piazzale Fellini verso la città e verso il mare, particolarissimo anche per le luci. Che ne faranno, se sarà mai realizzato, il nuovo segno della grandeur tutta riminese.
 

·
Registered
Joined
·
656 Posts
Discussion Starter · #20 ·
3 e ultimo progetto

l sogno di Foster: di fronte al mare un grattacielo tutto 'felliniano'

Nel progetto Gecos, sparisce piazzale Kennedy: al suo posto la torre-hotel dalla sagoma di una donna e un nuovo molo. I parcheggi saranno tutti sottoterra: si passa da 250 a 700. Ritorna la pineta da spiaggia

Il lungomare di Foster Rimini, 28 giugno 2008

- Un po' Rimini, un po’ Londra. Con quella grande torre, così simile alle architetture della city, ma in cui l’occhio più attento non può non vedere le forme sinuose di una donna. E quel molo ("il più moderno del Mediterraneo") lo che ‘allunga’ la città portandola fin dentro al mare. Chi ha sognato una nuova Rimini con i progetti di Julien de Smedt e Jean Nouvel, non può non essersi emozionato ieri mattina di fronte al project financing presentato dalla Gecos per il secondo tratto del lungomare, quello compreso tra piazzale Kennedy e piazzale Marvelli (ex Tripoli) ideato dall’architetto Norman Foster. Peccato che ieri il decano dell’architettura, a differenza dei suoi illustri colleghi, non sia potuto essere presente alla Sala dell’Arengo per alcuni impegni precedentemente presi.

Ci ha pensato allora l’architetto David Nelson, capo progettazione dello studio Foster, a illustrare in dettaglio il progetto pensato per il nuovo lungomare di Rimini, l’unico in lizza per il tratto Kennedy-Marvelli. "Quando siamo stato contattati – premette Nelson – abbiamo subito pensato che Rimini avesse bisogno di un progetto innovativo, che permetta alla città di restare al top tra le località del Mediterraneo".

Un progetto, come sottolinea Claudio Marcella di Gecos, "che rispondesse alle varie necessità indicate dal Comune: più spazi verdi, niente più auto sul lungomare, insomma una svolta, per rifare completamente la ‘cartolina’ di Rimini". Una rivoluzione, che lo studio Foster ha immaginato prevedendo un prolungamento del parco Cervi per tutti i 700 metri del lungomare:

"Si tratta di un’ampia zona verde, che occupa tutta piazza Tripoli e si estende poi per tutto il tratto del lungomare, tra la linea della spiaggia e quella degli alberghi – spiega Nelson – Una zona che ripropone i pini marittimi e tutte le altre essenze arboree che già caratterizzano viale Vespucci e le altre aree verdi della città". Anche nel progetto firmato dallo studio Foster spariranno completamentedal lungomare (come richiesto da palazzo Garampi) traffico e parcheggi. Che saranno costruiti sotto terra, e notevolmente aumentati. "Rispetto agli attuali 250, ne realizzeremo circa 700", precisa Marcella.

Ma il cuore del progetto Foster è il completo rifacimento di piazzale Kennedy. Via la piazza, ecco al suo posto un grattacielo di oltre cento metri, destinato a diventare un lussuosissimo hotel a cinque stelle con più di 250 camere. "Ai piani interrati dell’edificio – spiega ancora Nelson – sono previsti i locali destinati alla Fondazione Fellini".

Qui dovrebbero trovare spazio infatti il nuovo museo Fellini, e altri contenitori culturali aperti al pubblico. Ma a Fellini è dedicata la stessa torre: lo studio Foster ha lavorato a lungo, con plastici e simulazioni, per dare al grattacielo la forma del busto di una donna, dalle forme tipicamente felliniane. Dall’hotel poi partirà anche la seconda ‘invenzione’ di Foster: una lunga passerella che si estende per 200 metri in spiaggia, e altri 200 in mare, ridando a Rimini il pontile di un tempo. Il molo si conclude, nei piani dello studio inglese, con uno spazio di forma ovale, dalle forme simili a quelle dell’hotel, destinato a ospitare un ristorante e alcune attività commerciali.

Attività che non mancheranno anche sul resto del lungomare, ‘nascoste’ dalla pineta o ricavate dagli attuali retro degli hotel, per un totale di circa 5-6mila metri quadrati. "L’idea – continua Nelson – è quella di riconnettere queste attività ai negozi di viale Vespucci". Dando ai riminesi e ai turisti una nuova offerta commerciale di qualità. "Abbiamo contatti con grandi marchi, che sono molto interessati all’operazione – conclude Marcella – Noi ci crediamo". Già pronto anche il piano finanziario: per l’opera Gecos ha previsto investimenti per oltre 80 milioni di euro.

http://ilrestodelcarlino.ilsole24ore.com/rimini/2008/06/28/100534-sogno_foster_fronte_mare.shtml

http://www.newsrimini.it//news/2008...rogetto_dello_studio_foster_per_la_gecos.html















 
1 - 20 of 183 Posts
Top