SkyscraperCity banner

1 - 20 of 44 Posts

·
Registered
Joined
·
1,897 Posts
Discussion Starter #1


Dal sito del Comune di Roma:

Pedonalizzazione Tridente, tutto il progetto. Fino a gennaio le consultazioni con i cittadini

Tridente conferenza Roma, 28 novembre – "Il Tridente sarà la vetrina del centro storico", ha detto il sindaco Gianni Alemanno presentando pubblicamente all'Ara Pacis il piano di pedonalizzazione del "Tridente mediceo" tra piazza del Popolo, via del Babuino e Ripetta.Un' "isola ambientale" con strade pedonali, parcheggi ampliati, mezzi di trasporto elettrici. Scarica qui le slide con l'intero progetto, inquadrato nel contesto del piano mobilità per il centro (nelle slide, il piano per il Tridente comincia a pagina 31).
La conferenza è stata trasmessa in streaming video su questa pagina. Con il Sindaco sono intervenuti: l'assessore capitolino alla Mobilità, Sergio Marchi; il delegato per il Centro Storico, Dino Gasperini; il delegato del Sindaco per i parcheggi e presidente della Commissione Mobilità, Antonello Aurigemma; il sottosegretario ai Beni Culturali, Francesco Giro; la direttrice dei Beni Culturali del Lazio, Federica Galloni.
Tridente futura zona pedonale
Due le fasi di attuazionedel piano: nella prima diverrà pedonale via del Corso con le strade trasversali e sarà aperto il parcheggio di piazza Cavour; nella seconda andranno di pari passo l'ampliamento del parcheggio di Villa Borghese, la costruzione di quello dell'Ara Pacis e la trasformazione in isola pedonale di piazza Augusto Imperatore, via di Ripetta e delle traverse tra quest'ultima e la Passeggiata di Ripetta.

La pedonalizzazione sarà dunque graduale. A regime, nel Tridente entreranno solo, oltre alle auto di residenti e autorizzati, i mezzi per il carico e scarico merci (fino alle 11) e i veicoli elettrici (minibus Atac e mezzi privati). Previsto un forte impulso al car sharing, al bike sharing e al corrispettivo per il trasporto commerciale, il "van sharing".
Tridente
Nel piano ci sono anche alcuni importanti corollari: riqualificazione di vie e piazze, rifacimento facciate e "piano colore", arredo urbano omogeneo e in armonia con le architetture d'epoca, nuovo sistema pneumatico di raccolta differenziata che aspirerà i rifiuti, trasportandoli lungo vecchie tubazioni Italgas in disuso.

Per portare a compimento il progetto serviranno oltre 250 milioni di euro, in larga misura provenienti da finanziamenti privati.

Fino al 14 gennaio, ha preannunciato il Sindaco, si terranno incontri tra Campidoglio, associazioni del territorio e di categoria per discutere insieme il progetto. Previste anche assemblee cittadine. E per partecipare, ogni romano ha a disposizione il canale di dialogo aperto su www.progettomillennium.com.

Paolo Veronesi

26 NOV 2010 – PV
 

·
Registered
Joined
·
1,897 Posts
Discussion Starter #2 (Edited)
Aree pedonali attuali


Nuove aree pedonali


Mappa pilomat, varchi (T) e telecamere


Prima fase

Sosta riservata ai residenti
Sosta residenti e autorizzati
Sosta ciclomotori e motocicli
Aree semipedonali (no sosta)
Sosta breve attività alberghiere
Carico e scarico merci

Seconda fase


Parcheggi al servizio del Tridente
 

·
Registered
Joined
·
1,897 Posts
Discussion Starter #3
Quoto alcuni punti venuti fuori sul thread Roma

1. il parcheggio di villa borghese
vero, è sempre vuoto. uno scempio quando fuori, in superficie, la stessa via veneto non ha praticamente più i marciapiedi così ingombri come sono di auto in sosta selvaggia. ovvio che il parcheggio si riempirebbe magicamente semplicemente facendo rispettare la legalità in superficie. mi pare strano, in realtà, che un privato serio e internazionale come saba investa per un cantiere così importante sapendo di non poterci ricavare alcunché. ho saputo che saba ha richiesto di poter sanzionare lei le auto in superficie... sarebbe la svolta se non fossimo in un paese le cui leggi tutelano al massimo chi delinque.

2. gli orari della ipotetica pedonalizzazione
la pedonalizzazione comincerebbe alle 11, prima di allora il panico. già, ma quando si concluderebbe? non si sa mica. la sera i ristoratori e i gestori di localacci notturni continueranno a chiedere il panico?

3. chi potrà entrare
ehheeh, chi potrà entrare? tanta e troppa gente che a quel punto (vedi capitolo sull'arredo urbano) non avrà difficoltà a sostare in divieto. ma soprattutto, ed è una cosa che abbiamo segnalato come un pericolo da mesi, la vera notizia è che potranno entrare le auto elettriche. e qui verrà il bello visto che tra qualche anno le auto elettriche potrebbero essere così tante da rendere completamente vana l'isola pedonale. una polpetta avvelenata che abbiamo segnalato in tempi non sospetti e che ora, guardaunpo', si concretizza...

4. la sosta dei motorini
tutto il pettine di strade tra via di ripetta e il fiume verrà destinato ad una immensa e sconfinata motorimessa per scooter e dueruote. 1000 posti-moto in più nell'area "pedonale". bizzarra come area pedonale, no?

5. i dissuasori in entrata (e in uscita?)
ci saranno dissuasori e paletti a scomparsa in entrata nella nuova area pedonale. ma in uscita? pure i bambini sanno della quantità industriale di coatti (ma in realtà è pieno di "signori" di mezza età e di donnette impellicciate, altro che ragazzotti) che entrano nella ztl contromano mettendo a rischio la propria vita -e questo sarebbe anche un bene- oltre che quella di chi regolarmente esce dall'area protetta. contro questo genere di problema non si è parlato di soluzioni

6. arredo urbano
purtroppo non se ne parla. si rifaranno le pavimentazioni e si toglieranno i marciapiedi è ovvio che questo significherà un ulteriore danno alla sosta selvaggia. non si è parlato di dissuasori, di paletti, di percorsi pedonali protetti. niente.

7. il concetto delle traiettorie pedonali
si ragiona al contrario. si ritaglia uno spazio ai pedoni, anzi dei percorsi protetti (spagna-argentina) e tutto il resto lo si lascia così come è. l'approccio deve essere inverso, si devono ritagliare dei singoli e limitati percorsi per i flussi automobilistici e tutto il resto deve essere pedonale o, meglio, semipedonale.


GLI ELEMENTI POSITIVI


1. l'organicità dell'isola
il tentativo di superare l'idea della costellazione di micro isole pedonali l'una slegata dall'altra. utili solo a fare la statistica sui mq di pedonalizzazione in città ma assolutamente non rispettate e forse non rispettabili. una sola grande isola pedonale unica invece che tante isole diffuse.

2. il concetto di isole ambientali
il centro verrà diviso in tante isole ambientali ciascuna impermeabile all'altra. insomma, il residente dell'isola ambientale "regola" potrà entrare e soprattutto sostare solo nel territorio di quell'isola e non transitare ne tantomeno sostare nelle altre isole.
 

·
Registered
Joined
·
1,897 Posts
Discussion Starter #4
Message too short

Visto che ero presente alla presentazione del piano (saluto i presenti Direttortonelli e anche Emilio), ma avevo avuto modo già nei giorni precedenti di vedere il piano e quindi parlarne in modo più diretto con Dino Gasperini risponderò punto punto alle osservazioni poste fino a questo momento.

1) il parcheggio di villa borghese verrà ampliato e sarà messo in convenzione con gli abitanti del centro storico con tariffe agevolate, inoltre sempre a carico del parcheggio verrà creata una navetta con frequenza 5 minuti che collegherà il parcheggio con tutto il tridente. C'è inoltre allo studio la possibilità di collegare il parcheggio con Piazza del Popolo.

2)Per quanto riguarda la pedonalizzazione vedo un po' di confusione. bisogna distinguere l'accesso dalla pedonalizzazione. L'accesso al tridente sarà h24 monitorato in entrata ed uscita e non permetterà quindi l'accesso ai molti, MOTOCICLI INCLUSI, per quando riguarda la pedonalizzazione è un ulteriore blocco al traffico LOCALE e non. Lo scarico merci, con l'innalzamento dei Pilomat sarà chiaramente un disincentivo (rimanere bloccati vuol dire chiamare la centrale per uscire e pagare multa). Inoltre l'analisi all uscita dai varchi permetterà di comprendere i flussi.

3)Chi potrà entrare ? E' in fase di messa a punto un nuovo elenco degli autorizzati al transito e all'accesso. Ad oggi non sarà possibile accedere alla zona del tridente con motorini, macchine, minicar,furgoni ecc di persone residenti all'esterno del Tridente e se autorizzati all'accesso (perchè commercianti o altro) saranno monitorari (come già detto) tempi di permanenza all'interno dell'isola.

4) Quel pettine di strade (3 strade) sono lo scotto da pagare in attesa dei parcheggi interrati. In pratica la sosta dei motorini sarà permessa solo in quelle 3 strade e questo sarà necessario per rendere totalemten sgombre tutte le altre strade del tridente.

5)Credo che tu non abbia ben osservato la carta, non c'è alcun modo di accedere contro mano nelle aeree pedonali. Esempio tutte le strade che collegano via del Corso con Via del Babuino. sembrerebbero avere i pilomat solo su via del Babuino, e su via del Corso ? Via del corso non sarà più transitabile, non vi passeranno più nemmeno i bus elettrici. è quindi inutile mettere pilomat a tutti gli accessi.

6) Arredo urbano... verranno selezionati arredi che diverranno gli unici da poter utilizzare al centro storico. I marciapiedi non esisteranno (nelle aree totalmente pedonali) poichè la sosta sarà di fatto vietata e l'intera carreggiata diverrà marciapiede. Non è quindi necessario proteggere il camminamento pedonale. Ovviamente la sosta sarà automaticamente disincentivata dalla presenza di pilomat (attivi dalle 11 am alle 22 pm - in aggiornamento).

7)Non capisco il tuo concetto. Se badi bene questo progetto crea delle enormi aree pedonali. I percorsi pedonali da te citati sono percorsi che saranno TOTALMENTE H24 pedonali e di stampo turistico. Aggiungo che questo ovviamente è un progetto in fase di aggiornamento e non possiamo ancora sapere come saranno gestite le strade di tutte le altre isole ambientali da qui al 2020.


spero di aver fatto chiarezza sui punti sollevati. Ovviamente cercherò di rispondere in tempi umani ad altre domande. C'è comunque la possibilità per 2 mesi di andare direttamente dall'On. Dino Gasperini a Largo Ascianghi 4 e osservare il piano nel dettaglio e avanzare proposte. :cheers:
 

·
Registered
Joined
·
1,897 Posts
Discussion Starter #5
E infine quoto me stesso :D su quella che dovrebbe essere la "funzione" del thread nelle prossime settimane:

Grazie delle risposte, e anche al Direttore che ha sollevato alcuni punti oscuri...

Rifacendomi a quanto ho quotato io farei una cosa, ditemi che ne pensate:

- Apriamo un thread dedicato al progetto di pedonalizzazione (lo faccio io tra stasera e domani mattina se nessuno mi precede). Penso si possa fare nella sezione "progetti", visto che ce n'è anche uno sulla chinatown milanese.
- Usiamolo per qualche settimana per raccogliere domande e proposte migliorative. Io direi che possiamo darci fino al 31 Dicembre, visto che la consultazione si chiuderà il 14 gennaio.
- Cerchiamo di sintetizzare il contenuto del thread in un documento da presentare a Gasperini, a firma "SSC Roma" (o"SSC Italia" visto che tutti gli utenti non solo romani potranno partecipare), aggiungendo anche altri eventuali comitati a seconda di chi partecipa.

Fatemi capire se vi sembra una buona idea :).
Naturalmente siete tutti invitati a partecipare!
 

·
Registered
Joined
·
15,030 Posts
Speriamo venga fatto tutto come si deve.
Nel caso sarebbe la svolta per il centro di questa città, lo sappiamo tutti credo.

Non avendo molto altro da dire mi limiterò a seguire e leggere con interesse gli interventi altrui.
 

·
Registered
Joined
·
5,435 Posts
Fermo restando che se anche soltanto venisse realizzato quanto proposto sarebbe, come si dice a Roma, una bella "svolta", ho letto sia i dubbi sollevati da Tonelli che le risposte di -hazoN! e non ho trovato una risposta alla domanda che m'è venuta in mente non appena ho sentito del progetto:

- Perchè dalla pedonalizzazione è esclusa via del Babuino? Ovvero, perchè il Tridente diventa "Bidente"? Che giustificazione hanno dato le autorità comunali a questa scelta?
 

·
Registered
Joined
·
897 Posts
La risposta è Via di San Sebastianello. é la via che scende da Trinità dei Monti e porta a lato di Piazza di Spagna. Deve essere una strada carrabile poichè Piazza di Spagna non la sarà più. i Taxi, i bus, le auto dovranno quindi transitare per via di San Sebastianello (solo se devono accedere al pettine di strade tra Babuino-Corso) altrimenti è molto più rapido mantenersi su Viale Trinità dei Monti e raggiungere Piazza del Popolo. Comunque sarà Bidente solo nella seconda fase di attuazione del piano. Per adesso è un Mono dente.
 

·
Registered
Joined
·
5,435 Posts
Ok. Quindi la risposta è sostanzialmente che è stato deciso che continua a servire il parcheggio Taxi di quel lato di piazza di Spagna, perchè per il solo traffico privato penso non sarebbe un gran sacrificio a quel punto (Fase II) chiudere anche via di S. Sebastianello. Ai residenti si darebbe il posto nel rinnovato parcheggio del Galoppatoio e via..
 

·
Anti-Purini!
Joined
·
11,171 Posts
^^ nel progetto di riqualificazione del Tridente rientra anche quello della risistemazione del Mausoleo di Augusto, right? spero partano al più presto i benedetti lavori: il progetto non mi fa impazzire, personalmente, ma a vedere quel monumento così abbandonato in una buca mi piange il cuore...
 

·
Ingenere attempatello
Joined
·
1,824 Posts
Originally Posted by Venkman
- Apriamo un thread dedicato al progetto di pedonalizzazione ...
- Usiamolo per qualche settimana per raccogliere domande e proposte migliorative. Io direi che possiamo darci fino al 31 Dicembre, visto che la consultazione si chiuderà il 14 gennaio.
- Cerchiamo di sintetizzare il contenuto del thread in un documento da presentare a Gasperini, a firma "SSC Roma" (o"SSC Italia" visto che tutti gli utenti non solo romani potranno partecipare), aggiungendo anche altri eventuali comitati a seconda di chi partecipa.
Ottima iniziativa, che spero apra la strada ad altre per far sentire la nostra voce presso l'Amministrazione. Come ho detto altrove, una volta giunti alla conclusione, possiamo coinvolgere parenti e amici per aumentare la forza delle proposte.
Non conosco bene l'argomento ma vedrò di documentarmi.

P.S. credo he una firma generica conti poco. E' molto più efficace la lista con nomi, cognomi e residenza.
 

·
Tecnocrate
Joined
·
2,369 Posts
poco di nuovo:

"2011, Corso e Tridente ai pedoni"
Ecco il progetto degli Stati Generali
Sarà presentato alla kermesse del 22 febbraio. Quindici le strade che saranno chiuse alle auto, tra cui via Condotti, via del Vantaggio e via del Gambero. Previsti quattro nuovi varchi Ztl e dissuasori mobili per l'accesso dei residenti

di PAOLO BOCCACCI

"2011, Corso e Tridente ai pedoni" Ecco il progetto degli Stati Generali

Entro l'anno. La promessa è fatta. Nero su bianco nel capitolo dedicato al Centro storico degli Stati Generali, la kermesse di Alemanno sui progetti per la città che andrà in scena martedì e mercoledì prossimi tra i marmi del Palazzo dei Congressi dell'Eur.

MAPPA Le nuove aree pedonali

Il Tridente, come era previsto dai tempi della giunta Veltroni, diventerà una grande isola pedonale. Da via del Corso saranno bandite le macchine e anche da altre quindici strade dello scenario-cartolina di Roma famoso in tutto il mondo, via Brunetti, via del Vantaggio, via della Fontanella, via Laurina, via di Gesù e Maria, via di San Giacomo, via dei Greci, via Canova, via della Frezza, via Condotti, via Belsiana, via Bocca di Leone, via Mario dei Fiori, via del Gambero, via delle Colonnette.
Si chiama la "fase uno", sarà introdotta da una nuova regolamentazione degli accessi e della sosta, sarà autorizzato il transito su via del Babuino e su via di Ripetta, dove si potrà anche posteggiare e verrà realizzato lo spostamento dei capolinea di piazza San Silvestro e la conseguente riorganizzazione a "isola" dello storico slargo.

Poche pagine nel rapporto alla città che leggerà il sindaco, ma con interventi che avranno un effetto cruciale per il cuore della Capitale. Poi la "fase due", che scatterà nel 2012-2013, insieme alla realizzazione dei nuovi snodi di scambio. Allora sarà pedonalizzata tutta l'area del Tridente. L'entrata in servizio del parcheggio ampliato di Villa Borghese consentirà un drastico alt alle auto, con oltre 2000 posti di sosta a rotazione, 700 in più rispetto a oggi, e un collegamento diretto e automatizzato con piazza del Popolo.

E al termine dei lavori del parking e del nuovo parcheggio dell'Ara Pacis, accanto al lungotevere, la pedonalizzazione sarà estesa a piazza Augusto Imperatore e, quindi, all'area intorno a via di Ripetta.
Non solo. Cambierà anche il look delle strade, con la ripavimentazione spesso in sampietrini, la definizione di percorsi con un particolare arredo urbano, l'abbattimento delle barriere architettoniche, il rifacimento della rete dei sottoservizi e un migliore sistema di illuminazione.
Interventi per circa 60 milioni che saranno finanziati con gli oneri concessori provenienti dai progetti della nuova sede della Rinascente e dello spazio Etoile.

Ancora. Oltre a quelli esistenti nell'attuale Zona a Traffico Limitato, si prevede, già nella fase di avvio, l'installazione di quattro nuovi varchi (via Ripetta, salita di San Sebastianello, via dei Pontefici, via Capo le Case), di altre tre telecamere di controllo e di trenta dissuasori mobili con comando a distanza per i residenti. Con un costo di circa dieci milioni.

Un occhio anche al trasporto "verde" con tre stazioni di ricarica elettrica per il servizio di car sharing all'interno del Centro. Mentre potrebbe partire proprio da qui quella raccolta pneumatica dei rifiuti progettata dall'Ama che costerebbe altri 28 milioni di euro.

Il tutto inquadrato in una serie di misure per la mobilità a largo raggio e che sicuramente avranno tempi più lunghi, tra cui la chiusura dell'anello ferroviario, un progetto diventato ormai come un miraggio, la cui realizzazione si aspetta da circa vent'anni; le nuove linee del metrò, la B1 e la C in corso di realizzazione, con quest'ultima che però da piazza Venezia a via della Conciliazione "salterà" il Centro, dato che per impedimenti archeologici sono state abolite le stazioni di piazza Argentina e di piazza della Chiesa Nuova; l'attestamento del tram 2 a piazzale Flaminio e quello del tram 8 a piazza Venezia e infine, sogno mai messo definitivamente nel cassetto, la realizzazione del sottopasso di Castel Sant'Angelo.


(17 febbraio 2011)
http://roma.repubblica.it/cronaca/2...co_il_progetto_degli_stati_generali-12556690/
 

·
N/A
Joined
·
6,803 Posts
tutto molto interessante.
alcuni difetti di impostazione nel progetto, peraltro già evidenziati, ma sono difetti di gioventù che , come già detto, spero verrano poi eliminati nelle stesure successive.
bene.
prevedo però lunghi tempi per una pedonalizzazione "completa", ossia per il completamento dell'intero progetto, in quanto il tutto è inevitabilmente condizionato dall'entrata a regime dei parking sotterranei previsti, i quali comporteranno lavori difficili, costosi e complessi per la delicatezza dei luoghi.


e cmq questo bel progetto dovrà per forza essere supportato da un cambiamento epocale per le abitudini dei romani: civiltà e rispetto delle regole, altrimenti la vedo cmq dura.
 

·
Banned
Joined
·
11,431 Posts
tutto molto interessante.
alcuni difetti di impostazione nel progetto, peraltro già evidenziati, ma sono difetti di gioventù che , come già detto, spero verrano poi eliminati nelle stesure successive.
bene.
prevedo però lunghi tempi per una pedonalizzazione "completa", ossia per il completamento dell'intero progetto, in quanto il tutto è inevitabilmente condizionato dall'entrata a regime dei parking sotterranei previsti, i quali comporteranno lavori difficili, costosi e complessi per la delicatezza dei luoghi.


e cmq questo bel progetto dovrà per forza essere supportato da un cambiamento epocale per le abitudini dei romani: civiltà e rispetto delle regole, altrimenti la vedo cmq dura.
mi chiedo perchè il posto per fare dei parcheggi si trova e per la stazione della linea D San Silvestro no.
Soluzione che permetterebbe di lasciare le automobili direttamente a casa, e di non aver bisogno di parcheggiarle in centro.
 

·
N/A
Joined
·
6,803 Posts
concordo.
il progetto presentato è strutturato sulla base dei pacheggi interrati lungo il perimetro dell'area pedonale e NON sulle fermate future della metro!
fermate che piano piano stanno cancellando (sia per la linea C che per la linea D).
questo è uno dei tanti difetti del progetto a cui mi riferivo
 

·
Banned
Joined
·
11,431 Posts
concordo.
il progetto presentato è strutturato sulla base dei pacheggi interrati lungo il perimetro dell'area pedonale e NON sulle fermate future della metro!
fermate che piano piano stanno cancellando (sia per la linea C che per la linea D).
questo è uno dei tanti difetti del progetto a cui mi riferivo
Ad esempio:
perchè non integrare nel parcheggio di Via Giulia anche le discenderie della Fermata della Linea C?
Al posto di Chiesa Nuova si potrebbe creare la fermata qui.
Il problema è sempre uno: non c'è volontà di fare le metropolitane, perchè non ci si mangia abbastanza rispetto a quanto ci si spende.
Per i parcheggi invece arrivano tutti i via libera necessari, i problemi archeologici scompaiono e non si pensa mai alla eventuale lievitazione dei costi.
 

·
Ingenere attempatello
Joined
·
1,824 Posts
Visto he FeFe ha riaperto il thread e che non ricordo se ce n'è uno dedicato a piazza Augusto Imperatore, vi annuncio con grande gaudio che, stando a fonti molto attendibili, siamo in dirittura di arrivo per l'inizio dei lavori.
 
1 - 20 of 44 Posts
Top