Skyscraper City Forum banner
1 - 20 of 366 Posts

·
Registered
Joined
·
7,057 Posts
Discussion Starter · #1 ·
UNA DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE (2005)
la proposta di modifica presentata da parte di Roma Docks S.r.l. –
Raggruppamento Navarra – Saviotti per il Programmaa di Interventi “Area ex
Consorzi Agricoli”, prevede la riformulazione complessiva del programma dal
unto di vista morfologico definendo tipologie insediative, chiaramente riferite alle tradizioni della zona. La proposta tiene conto, a seguito di incontri e verifiche con le Soprintendenze, delle indicazioni sugli elementi di rilevanza storica, sui punti cospicui della zona e dei suggerimenti sugli elementi da salvaguardare e valorizzare, sia volumetricamente che visivamente, e inoltre, a seguito delle indagini archeologiche condotte, accoglie l’indicazione di una edificabilità al di sopra della quota – 5,50 mt., e la conseguente elevazione della piazza interna a quota +1,20 mt. Le quantità complessive, in termini di volumetrie e superfici, non vengono modificate e all’interno delle destinazioni d’uso non residenziali è proposta, conseguentemente alla nuova distribuzione volumetrica, una modifica nell’articolazione delle superfici di mq. 314 (pari a mc. 1.099) a favore del commerciale, con corrispondente diminuzione di uffici/laboratori; conseguentemente il fabbisogno di parcheggi è stato aggiornato ricalcolandolo in relazione a detta modifica.
In sede di Conferenza di Servizi tale proposta di modifica è stata giudicata
coerente con il programma approvato in Consiglio Comunale in quanto mantiene inalterate le quantità complessive e favorisce l’individuazione di soluzioni progettuali migliorative e coerenti con le indicazioni emerse dal confronto con le Soprintendenze;

///

SUL SITO DEI PROGETTISTI
L’area di progetto è occupata da edifici industriali affacciati, con il lato minore, sul Tevere, di fronte al porto Fluviale e, a nord, verso la strada che costeggia la ferrovia attraversando il fiume con un ponte di ferro. Il lato sud confina con una proprietà pubblica su cui sorgono la sede della finanza portuale – un edificio di Gustavo Giovannoni - e un impianto industriale dominato dalle strutture metalliche di un grande gasometro dismesso. A nord, oltre la ferrovia, tra il monte Testaccio e il Tevere, si estende l’ex mattatoio.
Il progetto definitivo prevede la costruzione di cinque volumi elementari disposti liberamente rispetto al bordo irregolare curvo del lotto, determinando un effetto di trasparenza verso il centro del complesso. Gli involucri dei manufatti sono scanditi da spesse costole di mattoni chiari, che lasciano filtrare la luce e il sole verso l’interno, proteggendo i balconi delle abitazioni. Le altezze dei volumi sono degradanti verso il lungotevere raccordandosi in altezza e allineandosi con il grande impianto industriale esistente particolarmente importante. Scale e ascensori, in parte esterni, garantiscono i collegamenti verticali. A un livello leggermente superiore alla strada, lo spazio tra gli edifici è concepito come una piazza ramificata raccordata ai bordi con morbide rampe e scalinate.
Accogliendo le richieste della Soprintendenza ai monumenti, il portale d’ingresso allo stabilimento industriale, costruito all’inizio del ‘900, è stato integrato come materiale “archeologico” nel sistema costituito dalle nuove architetture.
Due piani sovrapposti di parcheggi sotterranei, accessibili dal lato nord del complesso, occupano l’intera superficie dell’area.


///

SUL SITO DEL COSTRUTTORE
L'intervento prevede il recupero di un'area dismessa a Roma, nell'ambito di un progetto più vasto- il Progetto Urbano Ostiense Marconi- che punta alla riconversione di una vasta area industriale dell'inizio del '900 in un polo ricco di attività culturali, ludiche, commerciali e residenziali. L'area è in prossimità del Tevere, nella zona dell'ex porto Fluviale, tra la ferrovia e un ponte di ferro. L'intera zona è dominata dalla presenza del grande gazometro dismesso oltre che dalla ferrovia, dal monte Testaccio e dall'ex mattatoio.
Il progetto prevede la costruzione di cinque volumi elementari disposti liberamente rispetto al bordo irregolare curvo del lotto, determinando un effetto di trasparenza verso il centro del complesso.
A un livello leggermente superiore alla strada, lo spazio tra gli edifici è concepito come una piazza ramificata raccordata ai bordi con morbide rampe e scalinate. Accogliendo le richieste della Soprintendenza, il portale d'ingresso, costruito all'inizio del '900, è stato integrato come materiale "archeologico" nel sistema costituito dalle nuove architetture. Due piani sovrapposti di parcheggi sotterranei occupano l'intera superficie dell'area.






altre info e foto: http://www.laterizio.it/costruire/_pdf/n127/127_32_35.pdf


localizzazione > http://maps.google.com/maps?f=q&sou...2097,12.474359&spn=0.003196,0.009624&t=h&z=17

costruttore > Italiana Costruzioni (Navarra) - www.italianacostruzionispa.it
progettista > Studio Carmassi - http://www.carmassiarchitecture.com/
 

·
Registered
Joined
·
2,057 Posts
Ma sono edifici bellissimi :shocked: Mattoni, linee regolari, perfettamente integrati con l'area che sta diventando veramente un gioiello di quartiere...

Queste cose mi ridanno speranza nell'architettura moderna...
 

·
Registered
Joined
·
7,057 Posts
Discussion Starter · #4 ·
L'unica cosa che si può ricavare da questo progetto -che non brilla certo per originalità e bellezza o per soluzioni tecniche all'avanguardia- è qualche spicciolo di opere a scomputo per la risistemazione di Via del Porto Fluviale, una delle tante strade del IV o del V mondo in piena Città. Se non la risistemeranno non capisco chi pretendano che vada a vivere li...
 

·
Registered
Joined
·
284 Posts
Non sono un capolavoro, ma non sono neanche male, sono interventi come questi, discreti ma frequenti, che abbelliscono una città...
In questo caso ben si abbinano con l'altro intervento all'estremità opposta del Ponte dell'Industria.
 

·
Registered
Joined
·
7,057 Posts
Discussion Starter · #8 ·
Non sono un capolavoro, ma non sono neanche male, sono interventi come questi, discreti ma frequenti, che abbelliscono una città...
In questo caso ben si abbinano con l'altro intervento all'estremità opposta del Ponte dell'Industria.
Si, ci avevo pensato, può essere interessante il dialogo di queste strutture con il mitico Mulino Biondi, una delle più belle riqualificazioni a Roma con dei loft meravigliosi in una vera area exindustriale.
 

·
Etiamsi omnes, ego non
Joined
·
1,079 Posts
A me sembrano perfettamente integrati col contesto, ma proprio perfettamente.

Sono stupìto da ciò.

La zona del tuo Avatar sta diventando splendida.
L'Ostiense sta cambiando tantissimo: Università Roma Tre, ex mercati generali, ponte della scienza, ex consorzi agricoli, sovrappasso della circonvallazione ostiense, Campidoglio due (?), ex scalo san Paolo, parco Schuster e il parchetto a via Pellegrino Matteucci, numerosi altri edifici (Habitart Hotel, l'edificio bianco di fronte alla prefettura, lo sportello per i cittadini del Comune). Però, di fronte a questo rinnovamento rimangono numerose aree da riqualificare, prime tra tutte l'area dell'italgas e l'ex air terminal. Io mi auguro che il quartiere con queste opere si trasformi, ma vedo anche tanto nuovo degrado causato dal proliferare dei locali che attirano la sera migliaia di giovani, per non parlare degli accampamenti di extracomunitari all'air terminal.
 

·
Registered
Joined
·
2,057 Posts
^^ Ad esempio il Campidoglio 2, seppur progetto che sulla carta sembra superfico, mi sembra "c'azzecchi" poco o nulla con l'anima del quartiere, che sotto la garbatella si sviluppa fra la Basilica di San Paolo e le mura aureliane, lungo il tevere...
 

·
Etiamsi omnes, ego non
Joined
·
1,079 Posts
^^ Ad esempio il Campidoglio 2, seppur progetto che sulla carta sembra superfico, mi sembra "c'azzecchi" poco o nulla con l'anima del quartiere, che sotto la garbatella si sviluppa fra la Basilica di San Paolo e le mura aureliane, lungo il tevere...
Io direi piuttosto che l'Ostiense è senz'anima :lol:. E' semplicemente una zona di transito, per cui non mi preoccuperei minimamante che il progetto di Cucinella "c'azzecchi" qualcosa con il contesto.
 

·
Registered
Joined
·
596 Posts
A me sembrano perfettamente integrati col contesto, ma proprio perfettamente.

Sono stupìto da ciò.

La zona del tuo Avatar sta diventando splendida.
Io sto dall'altra parte del Tevere, però i quartieri si assomigliano come problematiche ed interventi. Per quanto riguarda l'ex mulino Biondi era un restauro conservativo dell'esistente, mentre per questo intervento, da quello che ho capito, si parla di nuove costruzioni. Per questo mi sarei aspettato qualcosa di più innovativo. Nella zona si stanno costruendo molte strutture che "c'azzeccano" poco col quartiere. Parlando solo dell'università Romatre costruzione della facoltà di:
Giurispudenza


Economia


Scienze politiche (non trovo foto migliori)


Per non parlare di lettere ristrutturata e biologia su viale Marconi. Con la costruzione di koolhaas agli ex mercati generali ed il Campidoglio2(speriamo rimanga il progetto Cucinella) accanto ad un albergo di Fuksas. La zona potrebbe migliorare grazie a degli interventi di qualità coniugando passato e moderno.
 

·
Registered
Joined
·
2,057 Posts
^^ pienamente d'accordo, quella facoltà d'economia tra l'altro l'ho frequentata...

Infatti non mi piacciono gran che, mentre questo intervento che da il titolo al 3d mi sembra bellissimo...
Coniugare passato e moderno non significa abituarsi alla macedonia, ma costruire avendo sempre presente l'idea generale di quartiere.
 

·
Registered
Joined
·
596 Posts
Il centro di Roma è una macedonia senza alcun ordine (dal barocco al fascismo, per prendere gli estremi) non mi sembra cosi male
Io non sono un architetto, non ho copetenze in materia ma in zone ex industriali almeno possiamo sperimentare qualcosa di nuovo. Poi giudicheremo le varie strutture e come si inseriscono nel complesso. Capisco la tua posizione ed i tuoi gusti, ma un no preventivo a strutture moderne non lo comprendo :lol:
 

·
Etiamsi omnes, ego non
Joined
·
1,079 Posts
^^ pienamente d'accordo, quella facoltà d'economia tra l'altro l'ho frequentata...

Infatti non mi piacciono gran che, mentre questo intervento che da il titolo al 3d mi sembra bellissimo...
Coniugare passato e moderno non significa abituarsi alla macedonia, ma costruire avendo sempre presente l'idea generale di quartiere.
Perdonami :), non per spirito di polemica, ma qual'è per te il filo conduttore dell'Ostiense, perché io ci vedo un'accozzaglia di edifici che non hanno niente in comune tra loro. Proprio per questo, e per gli spazi lasciati vuoti dalle ex fabbriche o magazzini che si presta perfettamente alla sperimentazione architettonica.
 

·
Registered
Joined
·
2,057 Posts
Dagli edifici anni 30 di fronte alla basilica, agli edifici simili intorno al gazometro, all'architettura dei mercati generali, per me è quella l'anima della zona, ex/post industriale... (come la vecchia facoltà di economia)
 

·
Registered
Joined
·
2,057 Posts
Il centro di Roma è una macedonia senza alcun ordine (dal barocco al fascismo, per prendere gli estremi) non mi sembra cosi male
Io non sono un architetto, non ho copetenze in materia ma in zone ex industriali almeno possiamo sperimentare qualcosa di nuovo. Poi giudicheremo le varie strutture e come si inseriscono nel complesso. Capisco la tua posizione ed i tuoi gusti, ma un no preventivo a strutture moderne non lo comprendo :lol:
Infatti non è preventivo, diciamo che noto un certo stacco tra l'architettura passata e quella moderna, spesso esaltato dagli stessi moderni.
Qualcosa di buono si fa anche oggi.
E' vero che gotico e barocco sono opposti, ma mai opposti come gotico o barocco e la nuvola di Fucksas...(che all'eur però probabilmente sta bene).

Immagina un edifciio romanico nella roma barocca. Ci sta male male?
immagina la nuvola nella roma barocca...

Cmq discorso troppo ampio e OT.
 
1 - 20 of 366 Posts
Top