Skyscraper City Forum banner
3241 - 3260 of 10553 Posts

·
Comes et Magister militum
Joined
·
406 Posts
Probabilmente siamo nel 1883-84.A destra lo spigolo di Palazzo Piombino.Uno steccato avvolge il palazzo in angolo con il vicolo Cacciabove,dal quale era stato spostato il Caffè Morteo passato a Palazzo Ruspoli.Ci sono terrazzetti coperti ,sedi privilegiate per gli spettacoli al Corso.Solo pochi anni prima Vittorio Emanuele vietò la corsa dei bàrberi(dopo quattro secoli).

 

·
Registered
Joined
·
643 Posts
vi ho osservati in silenzio negli attimi di tempo, ma devo ringraziarvi per tutte le belle foto inserite: davvero impagabili :)

Scorcio di piazza S.Bernardo quando era ancora uno spazio conchiuso,prima
della demolizione del palazzone neoclassico e l'apertura di largo S.Susanna.
il palazzone in questione era uno dei primi hotel di roma capitale, di gaetano koch. ovviamente passato a miglior vita con le manie di grandezza del fascismo. non amo largo di santa susanna, col traffico, il caos e quello slargo con quei due mal riusciti edifici gemelli in fondo. pero', come si suol dire, meglio gli sventramenti nella roma umbertina che nel centro centro.
 

·
Registered
Joined
·
643 Posts
Il seicentesco Palazzo Piombino affacciato sul Corso a piazza Colonna.Simbolo delle idee
confuse degli "sventratori".
eh si, è stato un pugno nell'occhio per tanti anni quell'improvvisato "slargo", che metteva in luce le miserevoli case che prima eran nascoste dal palazzo piombino.

so che vi furono terribili battaglie legali tra il nuovo stato italiano e i principi boncompagni, che non erano intenzionati a vedersi espropriare il proprio palazzo e che alla fine cedettero e si trasferirono in quello ristrutturato da koch che si trova a largo goldoni di fronte via condotti (dove ora c'e' fendi)

la cosa divertente è che i boncompagni erano tra le famiglie dell'aristocrazia "progressiste", che in piena roma di Pio IX facevano il tifo per i savoia.
ad ogni modo poi seppero guadagnare milioni con la distruzione della loro famosa villa...
 

·
Registered
Joined
·
643 Posts
al Corso.Solo pochi anni prima Vittorio Emanuele vietò la corsa dei bàrberi(dopo quattro secoli).
fu proprio una sua iniziativa ?
fu un peccato, del resto era inevitabile.
il carnevale romano, la corsa dei berberi, la girandola di castel sant'angelo...tutte tradizioni popolaresche che mal sarebbero state tollerate in una capitale che voleva aspirare a parigi e a londra, le grandi metropoli del progresso.
 

·
Registered
Joined
·
643 Posts
Piazza di Spagna,imbocco di via Condotti.




questa la preferisco nella seconda versione rispetto la prima: il palazzo angolare (che esiste tutt'ora) era l'albergo dei roeser franz.
mentre al n 11 di via condotti, nel palazzo gia' abitato da guglielmo marconi, vi era la celebre hosteria della Lepre, ritrovo degli scandinavi e di tutti gli altri turisti nordici della roma di pio ix. ha una curiosa storia: il cuoco dei marchesi proprietari del palazzo non veniva da tempo pagato, perché il suo padrone verteva in cattive acque. cosi', per risolvere la questione, al cuoco venne concesso l'utilizzo dei locali al pianterreno. l'insegna della taverna era la lepre, stemma dei proprietari del palazzo. cosi' nacque una trattoria all'epoca molto famosa. ora nei suoi locali ci son gli attuali gioiellieri, negozi dalla merce proibitiva.
da trattoria a negozio di lusso....sorge spontanea la domanda: chissa' tra 100 anni cosa ospiteranno quei locali :)
 

·
Inquisitore emerito
Joined
·
8,396 Posts
Il nuovo largo Chigi è una realtà.Fresco appena fatto il grande magazzino dei milanesi Fratelli Bocconi.

cosa darei per vedere via del corso popolata ancora da questa confusione così comunque apparentemente ordinata, pulita e aristocratica...

i negozi riempivano tutte le serrande (non come oggi, dove via del corso ha diversi buchi vuoti), e il passeggìo anche se affollato, caotico da comunque un senso di ordinata pulizia e di alto-borghese educazione (non come oggi dove la folla diventa sinonimo spessissimo di sporcizia, maleducazione, coattagine...)...

 

·
Registered
Joined
·
643 Posts
non come oggi dove la folla diventa sinonimo spessissimo di sporcizia, maleducazione, coattagine...)...
le croci e delizie del turismo di massa :bash::bash::bash:
ad ogni modo quando vedo quelle foto dei primi del novecento mi sorge sempre il dubbio se non si siano "messi in posa" per far sembrare piu' ordinato un luogo: è sempre tutto ordinatissimo.
vero è che le vie non sovevano sopportare la pressione di tutta la popolazione attuale (ben piu' numerosa.e, cosa peggiore: ognuno ha la propria macchina), pero'...boh, non era sempre come appariva, bastava allontanarsi di pochi metri dalla via principale per sprofondare nella sporcizia piu' nera.
mi viene in mente il caso di via nizza, dove i contemporanei si lamentavano del fango e dell'alta quantità di escrementi, lasciati li' da passanti che facevano "il comodo loro come se fossero in casa propria".
 

·
Registered
Joined
·
643 Posts
Palazzo Piombino resiste ancora in piedi.Sono stati demoliti gli isolati tra il vicolo Cacciabove e via delle Convertite.

com'era piu' lineare il corso nel suo originario tracciato.
quel dilatamento di piazza sciarra fino a palazzo marignoli non m'e' mai andato giu'. prima almeno era un continuum. ora invece, il corso si restringe sgarbatamente dopo il detto palazzo,creando un'impressione asfissiante rispetto al tratto precedente.
 
3241 - 3260 of 10553 Posts
Top