Skyscraper City Forum banner
1 - 20 of 802 Posts

·
Moderator
Joined
·
6,606 Posts
Discussion Starter · #1 · (Edited)
Parte la sfida sul recupero dell'arenile su tutta la fascia costiera del Comune di Salerno.

Il masterplan interessa un'area di circa 800.000mq e prevede diversi interventi:

► Costruzione di barriere soffolte per la protezione del litorale dall'erosione dovuta alle mareggiate.
L'intervento suddiviso in 4 sub-ambiti, di cui 3 oggetto dell'intervento (uno appartiene al ridisegno del fronte di mare realizzato da Bofill nel tratto Piazza della Libertà-Piazza della Concordia). Di questi 3 sub-ambiti il 2 ed il 3 sono in fase avanzata di realizzazione, parallelamente alla realizzazione del porto turistico Polo Nautico;

► realizzazione di strutture di terra a supporto delle attività legate al mare;

► la ricostituzione della fascia di spiaggia su tutto il litorale, da Piazza della Libertà fino al confine con il successivo Comune di Pontecagnano-Faiano;

► realizzazione di un parco dunale nella zona sud della costa, subito a ridosso del costruendo porto Marina d'Arechi.


- Sub-ambito 1 (Piazza della Libertà-Piazza della Concordia)

30.000.000 €

L’attività ha per oggetto la progettazione preliminare degli interventi di difesa, riqualificazione e di valorizzazione della costa del comune di Salerno, per il tratto che va dal molo Manfredi del porto commerciale alla foce del fiume Irno (ambito 1).
L’attività è stata affidata sulla base dell’esito del concorso internazionale bandito nel 2008 dal Comune di Salerno, che ha visto vincitore ex equo il raggruppamento composto da Thetis SpA (mandataria), C. Lotti & Associati di Roma e gli studi Giannattasio e Guiducci.
Il progetto prevede opere di difesa costiera (due barriere soffolte in sostituzione dell’attuale scogliera emersa, un rinascimento per garantire un’ampiezza di spiaggia di almeno 20 m, con due pennelli di contenimento laterale), l’ampliamento della spiaggia di S. Teresa, su un tratto di circa 280 m, e l’ampliamento del Porto Masuccio Salernitano con realizzazione di una nuova darsena adiacente all’esistente (portando la disponibilità del porto ad oltre 700 posti barca).




- Sub-ambiti 2-3-4 (Piazza della Concordia-Polo Nautico, Polo Nautico-Marina d'Arechi, Parco Dunale)

60.000.000 €

Gruppo di progettazione vincitore del concorso indetto dal comune di Salerno nel 2007.
EMILIO MAIORINO & PARTNERS s.r.l.(arch. Emilio Maiorino - arch. Walter Ferrara - arch. Paola Russo) - DAU GROUP S.r.l.(arch. Emilia Esposito) - POLIS PROGETTI S.r.l.( ing. Gaetano Suppa) - COOPROGETTI Soc. Coop.(ing. Valter Fabio Filippetti - arch. Enrico Costa - arch. Elisa Crimi)- ALPHATECH- Associazione di professinisti (ing. Roberto Chieffi)



Riqualificazione Spiaggia Santa Teresa (Carlo Cuomo Associati)

2.166.152 €

L’impostazione progettuale tiene conto delle geometrie del Lungomare e di Piazza della Libertà integrandole per creare continuità tra i due spazi urbani. La scelta formale, lineare e misurata, apre il Lungomare al mare attraverso un percorso che degrada verso la spiaggia.

Si passa dal Lungomare alla spiaggia senza gradini o ostacoli, le rampe e le gradonate diventano un’unica, piacevole e dolce passeggiata verso il mare con una lieve pendenza del 2,5 %. La larghezza delle gradonate consente che queste possano servire oltre che da seduta anche da solarium.

Il piano continuo di 1.600 mq è realizzato con doghe di teak di 6 cm. di spessore. La carpenteria metallica è in acciaio inox AISI 304/316. La struttura portante è in legno azobè ed è costituita da pilastri 20x20 cm, travi 20x20 e magatelli 60x40 mm. Tutto il legno è trattato con vernice ignifuga e antigraffitaggio. Le finiture, sotto-gradini e piastre a protezione delle palme, sono realizzate in acciaio COR-TEN. Le ringhiere sono realizzate in acciaio AISI 316 lucido.

A servizio della spiaggia, cestini porta rifiuti, docce, una fontana, contenitori carrellati per la raccolta differenziata ecc.

Il sistema del verde è costituito da n. 18 Washingtonia sistemate a colonnato e da un sistema di fiori e piante ad est ed a ovest dell’impalcato.

Lavori ultimati il 12/09/2015





















host immagini
 

·
Moderator
Joined
·
6,606 Posts
Discussion Starter · #2 · (Edited)
L'’intera area di concorso, al di là dei suoi rapporti con l’entroterra, è stata considerata come un grande PARCO A SOSTENIBILITA’ AMBIENTALE TOTALE.

Un organismo vario che, stante un’interpretazione positiva della segmentazione fatta dagli estensori del concorso con una lettura sintagmatica della realtà urbana , risulta composto da:

1. PARCO ENERGETICO URBANO di S.Teresa (ambientale-notturno-ludico) per eventi culturali anche di Grande Utenza , per lo svago, il tempo libero, dove finalmente viene recuperato il rapporto con il mare, permettendo la balneazione in una delle aree più urbane della città.

2. PARCO ATTREZZATO dal nuovo porto turistico al nuovo porto Arechi (ambientale , diurno, sportivo, ginnico, notturno, ludico culturale) per libere attività ginniche all’aperto, per attività sportive controllate al chiuso (palestre, piscine etc.), per attività ludiche, di riflessione e creative (Torre mediatica) .

La costruzione di una torre, una sorta di landmark mediatico, un oggetto di relazione visiva e scambio di informazioni, costruita vicino al fiume Irno, separata da questo dalla presenza di una forte massa arborea, filtro tra i due elementi, evoca una sorta di punto strategico di equilibrio tra i ritmi e le intensità di questo ambito in particolare ma, soprattutto, in relazione all’ampio sistema di relazione del progetto complessivo del lungomare. Rassicura la trasformazione, garantisce le funzioni, riequilibra i rapporti compositivi tra la città costruita e il nuovo spazio.

La torre ospita :

- un PLANETARIO, luogo privilegiato ed alto da cui osservare il cielo, le stelle e il lungo panorama della frastagliata costa amalfitana fino alla vista dei faraglioni di Capri da un lato e Capo Palinuro dall'’altro.
•- un CINE-DISCO, luogo mediatico dove la fusione tra immagine e musica è totale. Da qui la visione sintetica- artificiale contemporanea si allunga all’esterno attraverso le grandi vetrate fondendo sempre di più la persona, l’individuo nel paesaggio naturale.
-• un ristorante, un bar, e delle sale di accoglienza che rendono la Torre Mediatica aperta alla città per un uso più tradizionale e turistico. La trasparenza dell’edificio e la sua illuminazione variocromatica notturna con sistema RGBa modulazione continua ed alternata rendono la Torre Mediatica un altro punto di attrazione turistica per la città di Salerno.
Tra la stazione marittima progettata da Zaha Hadid, e la vicina nuova piazza in progetto di Bofill, e il PalaSalerno di Tobia Scarpa, nasce un’architettura capace di richiamare l’attenzione.

3. PARCO NATURALE (ambientale, diurno, sportivo, ludico, termale) area di recupero ambientale e paesaggistica per libere attività all' ’aperto, meta per lo svolgimento di attività ludico ricreazionali per il benessere fisico.

Tutto il progetto come proposto ha tre grandi matrici :
- il recupero del litorale con la massima balneabilità;
- la sostenibilità ambientale dell’intero intervento e di ogni singolo ambito realizzato attraverso:
sistemi di mitigazione e riuso delle risorse locali e naturali;
sistema degli edifici a servizio del parco energetico con tecnologie energetiche integrate;
accumulo energetico (fotovoltaico integrato) e recupero della risorsa acqua sulla copertura del parco del mercato;
tecnologie integrate a basso impatto e funzionamento bioclimatico evoluto per la torre mediatica, strutture ricettive ed il centro sportivo;
livelli di vivibilità ed attrezzabilità degli spazi : percorsi e sistemi di servizio;
il muro abitato a sequenza variabile;
il sistema dei landmarks funzionali;
il sistema dei servizi e l’integrazione del solare e fotovoltaico;
il sistema degli edifici delle terme;
il lago artificiale ed il sistema vegetazionale di tipo ripariale;
il potenziamento dei trasporti, con diversificazione fra terra e mare (vetture elettriche ad accumulo e recupero d’energia lungo l’asse viario- battelli di costa tra arenili e nuovi porti).










































upload immagini
 

·
Registered
Joined
·
4,799 Posts
Un nuovo thread? E quello del fronte del mare?

Comunque anni e anni di baraccamenti sul litorale orientale mi impediscono di sperare che possa esserci un giorno un insieme ordinato e sgombro da speculazione così come appare dai rendering. Già nell'unico progetto presentato a livello definitivo la vera anima imprenditoriale salernitana ha completamente stravolto la filosofia originaria aggiungendo volumi edilizi mediocri e impattanti mettendo sotto ricatto l'Amministrazione col solito "o così o niente".
Quindi sospendo il giudizio fino alla redazione dei progetti esecutivi. Anzi fino all'inaugurazione dei cantieri, visti i precendenti.
 

·
Registered
Joined
·
2,328 Posts
Un nuovo thread? E quello del fronte del mare?

Comunque anni e anni di baraccamenti sul litorale orientale mi impediscono di sperare che possa esserci un giorno un insieme ordinato e sgombro da speculazione così come appare dai rendering. Già nell'unico progetto presentato a livello definitivo la vera anima imprenditoriale salernitana ha completamente stravolto la filosofia originaria aggiungendo volumi edilizi mediocri e impattanti mettendo sotto ricatto l'Amministrazione col solito "o così o niente".
Quindi sospendo il giudizio fino alla redazione dei progetti esecutivi. Anzi fino all'inaugurazione dei cantieri, visti i precendenti.
Io direi fino alla chiusura dei cantieri vista l'abitudine a cambiare le carte in tavola anche a lavori cominciati...
 

·
Registered
Joined
·
910 Posts
purtroppo data la situazione economica in corso sono pessimista e sfiduciato che neanche 1/10 che vedo su questi post in realtà verrà realizzato, ormai ci raccontano solo favole, i fatti non si fanno mai in realtà in Italia..
 

·
Registered
Joined
·
3,697 Posts
questo progetto secondo me è uno di quelli prioritari... speriamo che riescano ad intercettare fondi europei come dissero tempo fa, cmq stiamo aprendo un pò troppi thread simili, fra poco quelli di SSC ci mangiano :D
 

·
Moderator
Joined
·
6,606 Posts
Discussion Starter · #10 ·
i nostri sono pochi rispetto al mare di thread di scemenze che aprono altri :) Comuqnue questo l'abbiamo sostituito a al thread del fronte di mare
 

·
Registered
Joined
·
2,328 Posts
Panther, non ti preoccupare, stiamo procedendo ad un riordino dei thread... un procedimento lento ma che darà i suoi frutti :D
 

·
Registered
Joined
·
1,023 Posts
Ma non ho capito questo progetto è quello vecchio postato eoni fa e Jack l'ha solo riproposto per un nuovo thread?
 

·
Registered
Joined
·
3,697 Posts
si, è stato cancellato il thread del fronte del mare che era diventato un pò un papocchio (c'era questo progetto, quello di piazza della concordia e anche un pò di quello di piazza della libertà tutti insieme).
 

·
Registered
Joined
·
4,799 Posts
Buone nuove per il fronte del mare di Salerno in prospettiva di una futura balneazione "sostenibile". Infatti la regione campania ha stanziato 240milioni per il recupero e/o la costruzione dei depuratori in regione. In particolare 24 milioni dovrebbero essere destinati alla costiera amalfitana che come è noto è uno dei principali vettori d'inquinamento marino per il litorale salernitano a causa delle correnti. Inoltre dalla regione danno per sicuro il contributo di Bruxelles in relazione alla candidatura della Costa d'Amalfi a riserva mondiale Biosfera. I bandi dovrebbero partire a fine anno.

Per dettagli vedere filmato da TG3 Regione (ca. minuto 5.30)

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programm...32e5-0121-470c-b9f6-c373d98d3db6-tgr.html#p=0
 

·
Registered
Joined
·
1,023 Posts
Ma depuratori a Salerno? Inoltre, se accettano la Costiera Amalfitana come riserva mondiale Biosfera ( che non so cosa significa :) ), quindi meno possibilità che accettino il litorale da 90 milioni di De Luca?
 

·
Registered
Joined
·
4,799 Posts
Sarebbe un po' uno scandalo se la Costiera Amalfitana diventasse prima riserva biosfera UNESCO e solo in un secondo momento Parco Nazionale italiano.
Fare della costiera un Parco nazionale porrebbe ulteriori paletti alla realizzazione dei mille abusi, piccoli e grandi, che per i paesi dell'area sono pane quotidiano nonchè merce di scambio elettorale. Più facile ambire a toglier soldi all'UNESCO che prevede vincoli molto aggirabili in cambio di tanti soldini.
 
1 - 20 of 802 Posts
Top