SkyscraperCity banner

2561 - 2580 of 3877 Posts

·
Registered
Joined
·
645 Posts
Io francamente fatico a spiegarmi questi articoletti, se non come un diktat editoriale: qualsiasi cosa si faccia trovate uno spunto per fare una critica.
E va bene pure la critica, purché sia nel rispetto dell'intelligenza del lettore.

Già il doppio volo pindarico dal panem et circenses alla metro e dalla metro ai mercatini è sintomo di una mente confusa (quella del giornalista). Poi l'approccio economico al fitto degli stand è da kamikaze. Innanzitutto perché l'occupazione del suolo pubblico ha un costo e le amministrazioni di questi tempi sconti non ne fanno. In secondo luogo se il prezzo fosse eccessivo rispetto agli incassi previsti dovremmo internare in psichiatria 106 commercianti.
 

·
Registered
Joined
·
338 Posts
Io invece temo il traffico. Già ora la gente si ferma sul lungomare accostando dal lato mercatini, intasando la circolazione già farraginosa per la "doppia fila" sul lato sinistro!
 

·
Registered
Joined
·
2,328 Posts
Io francamente fatico a spiegarmi questi articoletti, se non come un diktat editoriale: qualsiasi cosa si faccia trovate uno spunto per fare una critica.
E va bene pure la critica, purché sia nel rispetto dell'intelligenza del lettore.

Già il doppio volo pindarico dal panem et circenses alla metro e dalla metro ai mercatini è sintomo di una mente confusa (quella del giornalista). Poi l'approccio economico al fitto degli stand è da kamikaze. Innanzitutto perché l'occupazione del suolo pubblico ha un costo e le amministrazioni di questi tempi sconti non ne fanno. In secondo luogo se il prezzo fosse eccessivo rispetto agli incassi previsti dovremmo internare in psichiatria 106 commercianti.
L'articolo è demenziale, ma c'è qualcosa che fa riflettere: 3000 € per meno di due mesi sono molti, soprattutto per commercianti ed artigiani locali (ieri sera son passato di li e di merce "nostrana" non ne ho vista)... E fa riflettere che, in generale, piazzare uno stand in centro a Salerno costi il doppio rispetto al centro di Milano o Bologna (giusto per citare due esempi che conosco)...
 

·
Registered
Joined
·
1,023 Posts
Io invece temo il traffico. Già ora la gente si ferma sul lungomare accostando dal lato mercatini, intasando la circolazione già farraginosa per la "doppia fila" sul lato sinistro!
Eppure basterebbe mettere un paio di volanti ven-san-dom che fanno avanti ed indietro per la lungomare e la nazionale (da Mercatello fino al Teatro Verdi) facendo fioccare multe...
 

·
Registered
Joined
·
645 Posts
L'articolo è demenziale, ma c'è qualcosa che fa riflettere: 3000 € per meno di due mesi sono molti, soprattutto per commercianti ed artigiani locali (ieri sera son passato di li e di merce "nostrana" non ne ho vista)... E fa riflettere che, in generale, piazzare uno stand in centro a Salerno costi il doppio rispetto al centro di Milano o Bologna (giusto per citare due esempi che conosco)...
Non vorrei dire cose inesatte, ma credo che il comune abbia indetto una gara, vinta dall'associazione Buongiorno Italia, con un prezzo determinato sulla base di costi fissi e di margini operativi. Questo prezzo ha determinato la quota di 3000 euro, che i commercianti versano all'associazione e non direttamente al comune. Non so quale sia il rapporto fra i commercianti e l'associazione, ma suppongo che nessuno sia stato costretto ad aderire.
 

·
Registered
Joined
·
3,520 Posts
da un articolo della Città

In cambio dell’ospitalità che si preparano a ricevere dall’amministrazione comunale, gli esponenti della onlus piemontese, intorno alla quale gravitano oltre duemila artigiani, sponsorizzeranno la manifestazione “Luci d’Artista” per un importo di trecentomila euro.
 

·
Registered
Joined
·
2,328 Posts
Non vorrei dire cose inesatte, ma credo che il comune abbia indetto una gara, vinta dall'associazione Buongiorno Italia, con un prezzo determinato sulla base di costi fissi e di margini operativi. Questo prezzo ha determinato la quota di 3000 euro, che i commercianti versano all'associazione e non direttamente al comune. Non so quale sia il rapporto fra i commercianti e l'associazione, ma suppongo che nessuno sia stato costretto ad aderire.
non mi risulta alcun bando... Buongiorno Italia ha chiesto di poter mettere i mercatini e come contropartita ha offerto la sponsorizzazione per 300.000€... dalla vendita degli spazi espositivi ricaverà un totale di 348.000€
Se poi incassa anche percentuali sulla vendita dei prodotti non lo so...

Essendoci di mezzo la sponsorizzazione delle Luci credo che il Comune abbia dato gratuitamente l'area...
 

·
Registered
Joined
·
9,144 Posts
Mercatini sul lungomare:



Buona idea per vivacizzare una parte del centro che, all'infuori della Villa, è sempre rimasta bistrattata durante l'evento delle Luci...
 

·
Moderator
Joined
·
6,504 Posts
Salerno: 14 dicembre i 100 anni di Sita con consegna di 40 nuovi bus rosso Italo per la Costa d'Amalfi


(ESCLUSIVA) Vento di novità in casa Sita Sud, il vettore che gestisce il trasporto pubblico in Costa d'Amalfi. Il prossimo 14 dicembre l'azienda, nata a Firenze e ora presente soltanto al meridione, festeggia il secolo di attività.
Stando ai bene informati sarà Salerno la sede ufficiale dei festeggiamenti a cui dovrebbero prendere parte anche il governatore della Campania Stefano Caldoro e l'assessore regionale Sergio Vetrella.
Nell'occasione saranno presentati ufficialmente i 40 nuovi pullman che a partire dal 1° gennaio andranno a rimpinguare il parco mezzi oramai allo stremo delle forze. Si tratta dei bus modello coast liner, la maggior parte dei quali dalle dimensioni appropriate alle strade della Costa d'Amalfi.
Come già anticipato la livrea passerà dal blu Sita al rosso Italo, con loghi dorati (con ogni probabilità resterà la storica aquila), a sancire la partnership con la società di trasporti di Luca Cordero di Montezemolo e Diego Della Valle, che sin dall'inizio hanno mostrato interesse per il territorio salernitano.
Dal 2014, dunque, viaggiare in Sita sarà un'esperienza nuova, soprattutto confortevole. E per i viaggiatori costieri diretti in treno dalla stazione di Salerno nelle capitali con Italo, il biglietto del bus da Amalfi sarà gratuito.
Perché con il nuovo anno sarà direttamente SITA a emettere i titoli di viaggio, nonostante non sia del tutto fuoriuscita dal circuito del consorzio Unico Campania, in fase terminale.
Questo comporterà un risparmio almeno del 10% risparmio su biglietti e abbonamenti. I bus Sita continueranno comunque ad accettare titoli di viaggio Unico Campania.
Prevista una riorganizzazione del personale verificatore con ipotesi di controllo e vendita dei biglietti a bordo, con maggiorazione, da parte dei conducenti.
Tutto questo in vista della gara d'appalto del trasporto pubblico regionale prevista per il prossimo aprile.
Intanto aria di cambiamento nell'organizzazione interna di Sita da Sorrento a Salerno: saranno Beniamino Corace (per la penisola sorrentina) e Gerardo Anastasio (per la Costa d'Amalfi) i nuovi coordinatori del personale.
Anastasio succede a Giulio Cantarella che, in questa fase di riorganizzazione, è stato chiamato ad occuparsi dei servizi ispettivi del personale e dei rapporti con le istituzioni delle quali è stato il punto di riferimento negli ultimi anni.
 

·
Registered
Joined
·
4,760 Posts
Ottima notizia. Dall'articolo però si intravedono nubi scure all'orizzonte sul fronte bigliettazione. Il "rompete le righe" generale riguardo l'Unico Campania significa un non trascurabile onero in più per chi si sposta in Campania sui multi-percorsi dal momento che autobus, pullmann, metropolitane, etc avranno tutti un proprio biglietto: è proprio vero che a volte la somma non fa il totale...
 

·
Registered
Joined
·
1,023 Posts
L'iniziativa di Buongiorno Italia sta avendo un certo successo e gli espositori paiono soddisfatti. Ecco il rovescio della medaglia:

http://www.tvoggisalerno.it/mostra.php?cod_news=24613
Sono andato a vedere questi stand di Buongiorno Italia, ne sono parecchi, ma sono quasi tutti (direi il 95%) basati sulla gastronomia, e la maggior parte su prodotti delle regioni (formaggi, salumi, dolciumi, liquori)... quindi non c'è molto artigianato, nè tantomeno molta 'gastronomia veloce'... ergo, non vedo doppioni di vendita e non riesco a capire il perché delle critiche...
 

·
Registered
Joined
·
4,760 Posts
Forse i commercianti locali temono che i pochi soldini che salernitani e turisti sono disposti a spendere in questo periodo vadano dispersi. Inoltre, prima i visitatori percorrevano a ritroso il percorso delle luci per rientrare a casa e facevano doppio passaggio davanti ai loro stands/magazzini mentre ora si va per il centro antico e si torna dal lungomare. Ultima osservazione: molti lavoratori del centro, nella pausa, si servono agli stands di Buongiorno Italia per nutrirsi come alternativa a bar e punti di ristoro indigeni: gli arancini siciliani, la porchetta umbra e i dolcetti cuneesi vanno a ruba ad ora di pranzo!
 

·
Registered
Joined
·
1,023 Posts
Non sono un commerciante ma un cliente, quindi non dovrei essere equo. Però da una diversa prospettiva si possono considerare esercenti con prodotti complementari, ed un incentivo in più a far venire altre persone... diversamente, da un'altra prospettiva questo tipo di associazioni che allestiscono questi mercatini non avrebbero senso di esistere neanche in altri luoghi... e così via si potrebbe dire che i mercatini rionali danneggiano solamente i negozi che pagano fior di affitti
 

·
Moderator
Joined
·
6,504 Posts
Salerno nella lista delle città metropolitane. Provincia abolita, la presidenza al sindaco
La riforma del ministro Delrio affida al primo cittadino del capoluogo il controllo dell'ente. Insorge il centrodestra

ROMA - Anche Brescia, Bergamo e Salerno potrebbero diventare città metropolitane, in aggiunta ai dieci centri (Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Napoli e Reggio Calabria più Roma che in quanto Capitale avrà però uno status speciale) già inseriti nella legge di riforma del ministro Graziano Delrio. L’annuncio è stato dato dalla ex relatrice della legge, la deputata del di Forza Italia Elena Cementero, che si è dimessa dall’incarico dopo l’annuncio del voto contrario dei berlusconiani. Con questo provvedimento scomparirebbe l’ente Provincia che sarebbe sostituita a pieno regime dalla città metropolitana entro il 1 luglio del 2014.
STRUTTURAZIONE - Tre gli organi sanciti dalla riforma: il sindaco; il consiglio metropolitano; la conferenza metropolitana. Alla guida del consiglio ci sarebbe il sindaco della città capoluogo con l’assemblea formata dai primi cittadini dei Comuni con più di 15mila abitanti. Nella conferenza metropolitana, invece, siederanno tutti gli altri sindaci. Nel caso lo statuto dovesse prevederlo, potrebbe esserci l’elezione diretta del sindaco metropolitano. Che, a sua volta, potrebbe nominare un vicesindaco e alcuni consiglieri delegati.

REAZIONI – «Quanto denunciato dall’onorevole Centemero, ex relatrice del Ddl Delrio, rappresenta una grave ipotesi politica ed amministrativa. Un grave colpo di mano». A sostenerlo è il presidente della Provincia di Salerno, Antonio Iannone di Fratelli d'Italia. «In queste Province, infatti- continua- esistono governi di centrodestra che verrebbero sostituiti da governi comunali a guida centrosinistra. Il Pd cerca, in questo modo, di aggiungere una nuova vergogna alla confusa e pasticciata dialettica che, ormai da anni, riguarda le Province. Oggi capiamo a cosa punta veramente questo ignobile gioco che aumenterebbe costi e caos istituzionale, riducendo i servizi ai cittadini. Nel caso della Provincia di Salerno si tratterebbe di un’estrema forzatura, in quanto la città capoluogo rappresenta, per popolazione, appena il 10% dell’intera popolazione della provincia».
 

·
Registered
Joined
·
4,760 Posts
Non ho capito bene. Per Luci d'Artista, il Comune di Salerno si è visto bocciare la richiesta per i finanziamenti o non l'ha proprio effettuata?
 
2561 - 2580 of 3877 Posts
Top