SkyscraperCity banner

2661 - 2680 of 3898 Posts

·
Registered
Joined
·
4,776 Posts
il Puc aveva previsto grandi parcheggi d`interscambio in zone strategiche (Santa Teresa, Concordia, Cernicchiara). Il fiume di parcheggi interrati é frutto delle varianti postcrisi. Inoltre, le esperienze europee dei parcheggi sotterranei in centro é fallita miseramente non essendo supportate da un`adeguata analisi dei flussi (che avrebbero sconsigliato tali operazioni) e perché in breve tempo le logiche speculative li sottraevano all`utilita` dei residenti. Anche la quota pubblica veniva presto alienata e a Salerno ne abbiamo la riprova a Piazza Malta dove il comune ha ceduto gran parte degli stalli di sua proprieta` per far cassa. Apriamo il parcgeggio di piazza librta` e rimoduliamo le tariffe a piazza della concordia: il problema sarebbe risolto senza colpo ferire!
 

·
Moderator
Joined
·
6,539 Posts
Al via sabato 8 febbraio, alle 11.30, presso il complesso monumentale di Santa Sofia la mostra-evento "Una unica grande opera...Salerno" sulla trasformazione urbana in atto nella città di #Salerno da diversi decenni. Ampio spazio alle cosiddette grandi opere di importanti esponenti dell'architettura contemporanea quali Calatrava, Bofill, Bohigas, Hadid, Calatrava, Chipperfield ed ai tanti importanti, piccoli o grandi, interventi di riqualificazione dei quartieri della città. Un viaggio accompagnato da proiezioni, laboratori didattici, convegni e seminari alla scoperta dei cambiamenti che hanno mutato il volto di una realtà meridionale che si è saputa affermare a livello nazionale diventando un vero e proprio museo a cielo aperto dell'architettura del XXI secolo. L'evento è stato organizzato dal Laboratorio dei Pensieri Scomposti in collaborazione con Salerno Cantieri&Architettura e con il patrocinio dell'Autorità Portuale di Salerno ed il Comune di Salerno.

https://www.facebook.com/pages/Una-Unica-Grande-Opera-Salerno/207561592766972?fref=ts

 

·
Registered
Joined
·
3,596 Posts
Avremmo la possibilità di appaltare opere per oltre 100 milioni con progetti, la cui parte maggiore riguarda situazioni delicate dal punto di vista idrogeologico.
Ecco un elenco di progetti immediatamente cantierabili che abbiamo inviato alla Regione Campania per ottenere fondi europei:
parcheggio del Teatro delle Arti; collegamento rione Petrosino-via Magnone; un lotto per la manutenzione di reti fognarie; progetti per la messa in sicurezza del costone roccioso a via Ligea e a Sala Abbagnano; progetti per le reti fognarie a Casa Manzo e via Gatti, per la realizzazione del serbatoio dell’acqua potabile per i quartieri alti, per l’adeguamento della rete idrica nella zona orientale, nelle frazioni alte e in località Croce, per la realizzazione di un impianto per la pressione idrica in zona Calcedonia; un altro progetto per la messa in sicurezza della fascia costiera, che ci consentirebbe di realizzare un lungomare ed una spiaggia tra via Leucosia e il Marina d’Arechi; il completamento dell’Auditorium davanti all’Umberto I; la prima torre di Piazza della Libertà; i lavori di completamento del cimitero; l’urbanizzazione di Cappelle. Basterebbe avere questi finanziamenti con fondi europei per dare un po’ di respiro all’economia. Ma siamo in una situazione nella quale non si riescono ad investire i fondi europei, ma non si finanziano quelle amministrazioni che avrebbero progetti già pronti.

Intanto proseguono i lavori alla spiaggia di Santa Teresa: questa estate avremo una spiaggia bellissima, in barba a chi diceva che era stata eliminata. Lunedì prossimo partono i lavori per la pedonalizzazione della traversa Einaudi, di fianco alla Chiesa dell’Annunziata. Sulla Lungoirno è stato completato il collaudo delle travi che abbiamo realizzato dal lato di via Torrione e si stanno smontando le travi gemelle, che nella notte tra il 15 e 16 febbraio saranno collocate dal lato di via Vinciprova. Entro l’estate contiamo di terminare il tunnel e portare a conclusione tutta la Lungoirno. Proseguono spediti anche i lavori di Porta Ovest: metà dei tunnel saranno inaugurati entro quest’estate.
 

·
Registered
Joined
·
4,776 Posts
Bene. La stagione balneare è (quasi) alle porte e i salernitani veraci già scalpitano per i primi raggi di sole spendibili :).

Ad essere pedanti, però, le strutture in legno che si vedono in foto non sono in Teak. In questo esotico e prezioso materiale sarà realizzata solo la pavimentazione.
L'effetto finale sarà molto bello. La sfida vera, però, sarà la manutenzione: questo tipo di finitura prevede un paio di trattamenti all'anno di protezione (intemperie e raggi solari)
 

·
Registered
Joined
·
349 Posts
Ah beh allora stiamo a posto!
L'amministrazione è solita fare le fontane, per trasformarle in aiuole dopo poco, per non manutenerle più (fontana felice davanti S.Pietro, Rotatoria lungoirno; fontana grand hotel non si sa...).
Sul tema Porta Ovest, proprio poco fa un utente ha scritto dello stato di abbandono della (inutile perchè lontana dal passeggio) piazzetta a Via Risorgimento.
Corso Vittorio Emanuele, Via Roma: i sampietrini saltano e il Comune rattoppa buttando "zelle di asfalto".
Dicesi "vorrei ma non posso"!
Mettereste voi un vestito elegante salvo poi camminare con i pantaloni stracciati dietro al c.lo?
 

·
Registered
Joined
·
645 Posts
Bene. La stagione balneare è (quasi) alle porte e i salernitani veraci già scalpitano per i primi raggi di sole spendibili :).

Ad essere pedanti, però, le strutture in legno che si vedono in foto non sono in Teak. In questo esotico e prezioso materiale sarà realizzata solo la pavimentazione.
L'effetto finale sarà molto bello. La sfida vera, però, sarà la manutenzione: questo tipo di finitura prevede un paio di trattamenti all'anno di protezione (intemperie e raggi solari)
Osservazione sacrosanta, speriamo il Comune adoperi buonsenso e i cittadini senso civico. Per esempio si potrebbe mettere la manutenzione della pavimentazione in teak a carico di eventuali esercizi commerciali che immagino faranno a gara per accedere alla spiaggia rinnovata. Ma anche altre soluzione sarebbero possibili, come utilizzare gli incassi di docce a gettoni.

Quello che trovo invece ignobile è la lamentela stucchevole, ma non mi riferisco di certo ad F5: fai una cosa bella e ti dicono che non la manutieni, fai una cosa brutta e ti dicono perché non l'hai fatta bella. In questa città io trovo che ci sia ancora uno squilibrio fra la lungimiranza e l'efficienza della macchina amministrativa e la mentalità poco collaborativa e lagnosa di una parte dei suoi abitanti.
 

·
Registered
Joined
·
3,596 Posts
Ah beh allora stiamo a posto!
L'amministrazione è solita fare le fontane, per trasformarle in aiuole dopo poco, per non manutenerle più (fontana felice davanti S.Pietro, Rotatoria lungoirno; fontana grand hotel non si sa...).
Sul tema Porta Ovest, proprio poco fa un utente ha scritto dello stato di abbandono della (inutile perchè lontana dal passeggio) piazzetta a Via Risorgimento.
Corso Vittorio Emanuele, Via Roma: i sampietrini saltano e il Comune rattoppa buttando "zelle di asfalto".
Dicesi "vorrei ma non posso"!
Mettereste voi un vestito elegante salvo poi camminare con i pantaloni stracciati dietro al c.lo?
la tua polemica non ha senso, cioè non si fa manutenzione e allora non si deve nemmeno riqualificare? ma che discorso è?
peccato che una riqualificazione come questa, si fa con fondi europei, mentre una manutenzione si fa con i soldi del bilancio (quelli che lo Stato trasferisce in maniera esigua)...
 

·
Registered
Joined
·
4,776 Posts
Quello della manutenzione è un problema concreto che può vanificare domani gli sforzi di oggi. Si dovrebbe sempre più andare nella direzione di coinvolgere le imprese vincitrici di appalti nella gestione e manutenzione delle opere che realizzano: con capitolati e contratti intelligenti il pubblico può sgravarsi da molte spese e innescare un processo virtuoso in cui il privato ha l'interesse a far bene nel tempo.
 

·
Registered
Joined
·
349 Posts
Rispondo a Panter88.

Un'opera bellissima, ma dopo tre anni in decadenza, è il peggio che si possa auspicare.

Se i fondi ci sono, e se si ha consapevolezza che una fontana, un pavimento in parquet, una illuminazione interrata non la si può manutenere, allora è meglio sì impiegare il 100% dei fondi ma realizzando meno rifiniture che non si possono manutenere e più elementi durevoli. Cioè, ottimizzare le spese. O no?

Se lo spot interrato si fulmina e nessuno lo sostituisce (es. sotto i ponti del diavolo sono spenti da anni... ANNI!!!), se la fontana fa il calcare e si occlude, se i sanpietrini saltano e il Comune non ripara il buchino ma, una volta che si è fatto il bucone (cioè quando sono saltati anche quelli vicini) manda a mettere l'asfalto, questo non è colpa dei cittadini! Nelle città del nord io non ho visto riempire il vuoto dei sampietrini con l'asfalto, ma belle piazze (es. Bolzano) di certo non realizzate la sera prima del mio passaggio. Che poi i cittadini siano maleducati in prevalenza, anzi siano proprio degli incivili alcuni, questo è un altro discorso, e proprio per questo motivo, finchè non si riesce a renderli civili, forse è il caso appunto di prenderne atto e regolarsi di conseguenza.
 

·
Moderator
Joined
·
6,539 Posts
Il #PAES (Piano di Azione per l’Energia Sostenibile) elaborato dall’Ufficio dell’Energy Manager del Comune di Salerno, prodotto dalla Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Salerno e approvato da Giunta e Consiglio Comunale nel dicembre 2012, ha superato l’approvazione del Joint Research Centre of the European Commission che, incaricato dal #CovenantOfMayors, ha analizzato il documento ed ha decretato la rispondenza ai requisiti richiesti dall’adesione al Patto dei Sindaci comunicandone i risultati in data 17/02/2014.

L’approvazione del PAES non solo consente all’Amministrazione Comunale di poter accedere a fondi Comunitari per la realizzazione degli interventi in esso individuati, ma anche di promuovere azioni tese a sensibilizzare la comunità cittadina nel campo delle energie rinnovabili, nel risparmio energetico, nella sostenibilità ambientale anche attraverso forme di partenariato pubblico privato. #salerno #arcansalerno #SustAinabLeEneRgyNOw

al seguente link è possibile consultare il PAES e gli interventi con esso previsti: http://www.salerno2020.it/il_paes_2.html
 

·
Registered
Joined
·
1,231 Posts
Al kilometrozero sono stato qualche giorno fa, c'era un'iniziativa molto interessante. Davvero un bel locale, mi è piaciuto molto; l'unico neo è che forse i progettisti avevano messo "troppa roba a cuocere", avete presente quando il troppo stroppia? Laltrolato invece propone un utilizzo del legno davvero simpatico. Un altro che mi piace molto si trova nella traversa di via Volpe (scendendo sulla sinistra) dove per realizzare un divisorio e delle sedute sono state riciclate delle chiancarelle, purtroppo non ricordo il nome. Cmq in quanto a bar e locali ben riusciti, Salerno è esplosa negli ultimi anni: si pensi alla birrerria artigianale che si è aperta nei pressi di via Genovese o anche il Capogiro a piazza S. Agostino e l'altro locale che si trova sotto i portici della stessa piazza.
 
2661 - 2680 of 3898 Posts
Top