Skyscraper City Forum banner
1 - 20 of 39 Posts

·
No More Italian Mod
Joined
·
39,869 Posts
Discussion Starter · #1 ·
Colgo l'occasione della ritrovata quiete in questo forum, per aprire una discussione a cui pensavo già da un po' di tempo...

Già a suo tempo (più di un anno fa) mi stupii del fatto che nessuno dei progettisti partecipanti al concorso per la nuova sede regionale della Regione Lombardia avesse tenuto conto del fatto dell'esistenza della vegetazione dell'ex-vivaio (proprio il "bosco" che Rocco Tanica vuole salvare)
Cioè, ho pensato che se fossi stato io il progettista avrei riqualificato quello spazio e l'avrei mantenuto (almeno in parte); ciò progettando ugualmente i nuovi uffici della regione
Infatti l'area dell'ex-vivaio non copre neanche un terzo di tutto il lotto dove il grattacielo della regione verrà costruito...

Tant'è vero che io personalmente non sono pregiudizialmente contrario all'idea di salvare quell'area di verde; semmai non la considero una cosa prioritaria... ma è un'altra questione...

Comunque, in via del tutto ipotetica, volevo sapere cosa ne pensaste di una soluzione di "compromesso" che permetta di mantenere sia il bosco che di costruire il progettato grattacielo della regione
Senza diminuire la volumetria: semplicemente verrebbe redistribuita
Come?
Eliminando parte dei corpi bassi che verrebbero, secondo il disegno attuale, costruiti sopra l'ormai noto "bosco"; la volumetria persa da questa eliminazione potrebbe essere recuperata accrescendo l'attualmente prevista altezza della torre: tipo dai 160m ai 190m o 200m, all'incirca

Dovrebbe venire, più o meno, una cosa di questo tipo



Naturalmente il disegno è approssimativo: sia per quanto riguarda l'altezza del grattacielo che per l'estensione della zona verde
Però, più o meno, dovrebbe rendere l'effetto che dovrebbe fare

Cosa ne pensate di una soluzione di questo genere?
Vi sembra praticabile alla luce di ciò che intorno a quest'area è accaduto o di qualsiasi altra considerazione vogliate fare?


A voi i commenti :)
 

·
No More Italian Mod
Joined
·
39,869 Posts
Discussion Starter · #3 ·
Sapete che adesso, a riguardare bene a confronto le due immagini, mi piace più il progetto modificato da me che quello originale? :)

E sì... sono proprio bravo! :D
 

·
Tutto il resto è fuffa.
Joined
·
4,123 Posts
Scusa GENIUS ma dove sta la modifica? Mi smebra il gioco della settimana enigmistica ..hai presente "Aguzzate la vista"...io non ho ancora trovato l'intruso:)
 

·
No More Italian Mod
Joined
·
39,869 Posts
Discussion Starter · #5 ·
Così affiancate ti è più facile capire Ele?



P.S.
Ma non avevi detto che ti dovevi scollegare mezzora fa?
e allora cosa stai ancora qui a fare...? :D

Oh... santa pazienza :)
;)
 

·
Registered
Joined
·
56 Posts
E' esattamente quello che volevo dire in un mio intervento di qualche settimana fa in cui facevo "l'avvocato del diavolo" ... bravo Genius!
 

·
No More Italian Mod
Joined
·
39,869 Posts
Discussion Starter · #8 ·
eah said:
E' esattamente quello che volevo dire in un mio intervento di qualche settimana fa in cui facevo "l'avvocato del diavolo" ... bravo Genius!
Grazie eah :)

Allora... cavolate di eletrix a parte... non prendete troppo sul serio la resa grafica che ho fatto: è un'ipotesi elaborata velocemente (una ventina di minuti ci avrò impiegato) su un rendering già esistente
Ovviamente le modifiche al progetto possono essere più "pensate": si possono arretrare alcuni corpi bassi, o l'intero complesso per far più spazio, o apportare modifiche alle altezze dei corpi bassi, o anche "spostare" la volumetria dal lato metropolitana dove c'è ancora spazio sfruttabile, o altre cose ancora...

Vi riporto l'immagine aerea della zona



La parte superiore dell'area centrale (quella dove deve sorgere il grattacielo della regione) è quella occupata attualmente dal verde: vedete voi come pensereste un'eventuale modifica al progetto

Come potete notare non tutte le aree della "striscia di verde" sono occupate da alberi: si potrebbe pensare di spostarne alcuni, o di aggiungerne altri, o di "rimodellare" il parchetto per meglio relazionarlo con l'edificio dellaregione, ecc...

Non so, ditemi voi cosa fareste... e soprattutto come vedete l'ipotesi in generale :)
 

·
Registered
Joined
·
786 Posts
in linea di massima è una bella idea ..
pero' come tu sai non è la stessa cosa costruire un grattacielo di 160 m che uno di 190....
quella cubatura in piu' distribuita sulla torre fa aunmentare il costo rispetto a distribuirla su una struttura piu' bassa...
penso sia piu' economico spostare gli alberi....
anche se una torre di 190 m sarebbe una figata.. :)
 

·
Николай
Joined
·
8,137 Posts
beh....non sarebbe male come idea, ma secondo me è più conveniente spostare gli alberi.
Ma scusate, quella zona marrone che si trova vicino al bosco cosè? un'area vuota?
 

·
suburban bishop
Joined
·
7,829 Posts
Bell'idea Genius, camuffarsi da ambientalista che si batte x il verde per portare il grattacielo a 200m!! Scherzo, l'idea non sarebbe male, ma forse è stata anche una scelta econimica non so. Adesso ovviamente non è più realizzabile, la struttura portante dell'edificio non è stata dimensonata per 40m in più di altezza, si dovrebbe riprogettarlo in gran parte.
 

·
No More Italian Mod
Joined
·
39,869 Posts
Discussion Starter · #13 ·
Altra soluzione potrebbe essere quella di innalzare di un paio di piani i corpi bassi...

Per quello che riguarda il maggiore costo: non lo so...
Il progetto del grattacielo di Gehry, arrivato secondo classificato al concorso, era alto 180 metri, aveva alla base la consueta struttura "gerhyana" con lastre in titanio ed aveva lo stesso identico costo stimato di costruzione del progetto attuale (solo i costi di manutenzione erano superiori)



 

·
DIABOLIKVS
Joined
·
39,833 Posts
Il progetto di Gehry era il mio favorito.
Nel grattacielo gli uffici, nella struttura ondulata la collezione d'arte contemporanea del Comune di Milano + qualche collezione privata (tipo quella di Pomodoro)....ed altro che Guggenhaim di Bilbao!!!
 

·
Registered
Joined
·
18,181 Posts
credo che lo spostare alberi vecchi di decenni sia si possibili ma che comporti una mortalità dell epiante elevatissima negli anni successivi.
io non sono certo un Verde, ma a dirla tutta non fa piacere vedere tagliare i pochi alberi che ci sono a Milano.
se il progetto avesse compreso il "parco" esistente...tanto di guadagnato.
ma dato che non è stato considerato, sbagliando secondo me, ormai si deve andare avanti. provando perlomeno a trapiantare le piante, sapendo comunque che la maggiorparte non sopravviverà.
bel rendering!

ps
se avessero fatto quello di Gehry credo che non sarebbe rimasto nemmeno 1 filo d'erba.
prevedeva la cementificazione di tutta l'area.
 

·
Registered
Joined
·
2,294 Posts
ottimo rendering Genius!!! :eek:kay:

uno dei motivi per cui sono un fervido sostenitore dei grattacieli è che il costruire in altezza permette di liberare spazi in orizzontale, risolvendo in parte i problemi legati all'urbanizzazione, e tra questi in primis la mancanza di verde in città.
aumentare l'altezza della torre permetterebbe proprio questo, non solo salvaguardando una zona verde, ma addirittura costruendone una nuova di 107'000 mq. è questa la vera politica "ambientalista"!!! è questo il futuro!!!
i gravi problemi "ecologici" che viviamo oggi nelle grandi città sono dovuti soprattutto alle errate strategie urbanistiche adottate nelle nostre città. costruire stecche per case popolari è stato uno scempio, a cui però non hanno mai fatto seguito proteste spettacolari come quella di Rocco Tanica. perché, mi chiedo? quanto verde è stato distrutto per costruire i vari Ponte Lambro, Giambellino, Baggio, ecc.? sicuramente parecchie centinaia se non migliaia di volte l'estensione del "Bosco di Gioia". poi però ci si lamenta delle costruzioni "in altezza" del Gratosoglio o di Rozzano, per fare un esempio. ma allora è evidente che il nodo è la qualità dell'intervento. cementaccio e intonaco da quattro soldi da una parte, vetro e materiali innovativi "ecocompatibili" dall'altra. non servirà neanche bruciare petrolio per riscaldare o raffreddare la nuova sede della Regione.
quindi, si rispetta la natura con una politica urbanistica lungimirante, o facendo scioperi della fame?

la questione dei maggiori costi, poi, è tutta politica. c'è da chiedersi però da quali settori verranno sottratti i fondi spesi per gli affitti degli uffici regionale e quelli per "salvare" il Bosco di Gioia (ricordiamo che per la costruzione della nuova sede la Regione può contrarre un mutuo a tassi favorevolissimi, come sanno benissimo gli acquirenti di case oggi...). saranno le spese ordinarie (gli affitti stessi, il personale, la manutenzione, ecc.) o saranno forse le spese per servizi? non è che per non tagliare o spostare qualche albero, verranno tagliati un bel po' di insegnanti di sostegno nelle scuole? non è che verranno tagliate le prestazioni mediche mutuabili? vorrei che il Comitato Bosco di Gioia mi smentisse a riguardo...
 

·
Registered
Joined
·
18,181 Posts
Epicurion, devi però considerare un altro fattore.
quando citi Gratosoglio, Ponte Lambro, Giambellino, palri di quartieri enormi di case popolari.
come ho già scritto parecchie volte, io sono completamente contrario a questa scelta dato che si formano così dei ghetti, sovnte portatori di miseria, ignoranza e delinquenza.
(e finalmente aggiugno che almeno in Francia mi danno ragione, dato che stanno abbatendo i vecchi quartieri della banlieux Parigina!)
l'altezza va bene per gli uffici.
non per le residenze. non per i quartieri popolari.
se costruisci 1 grattacielo di alta qualità per abitanti di medio alto livello ci sono pochi problemi.
se lo costruisci sotto forma di casa popolare crei un ghetto verticale al posto che orizzontale.
nel passato vennero costruiti interi quartieri popolari a 3 o 4 piani perchè c'era l'idea che ciò avrebbe aiutato la convivenza e lo scambio culturale degli abitanti. una riproposizione delle corti medioevali o delle case di ringhiera dell'800 a Milano.
invece così non è stato.
l'immigrazione prima dal Sud e poi dall'estero ha incontrato in questi quartieri ben altri problemi!
e questo pur essendo costruiti in modo da avere la possibilità di "incontrare" i vicini, di avere spazzi comuni.
con la verticalità si perde anche questo.
e i risultati sono evidenti alle torri Zen, alle Vele di Secondigliano, al Gratosoglio.
la tua idea, giustissima per carità, per recuperare spazio e verde è per me applicabile quindi solo per determinate soluzioni, non per tutti i casi.
 

·
Registered
Joined
·
2,294 Posts
sono pienamente d'accordo con te, Gruber! forse però mi sono spiegato male. io intendevo dire che le costruzioni verticali non sono in se un 'bene' o un 'male', dipende tutto dalla qualità della costruzione. ovvio che per alloggi popolari nessun Comune o Stato spenderebbe una follia, indi per cui le torri residenziali 'popolari' sono un fallimento sociale ed architettonico totale.
diciamo che il mio rilievo era dovuto al fatto che parte di coloro che aderiscono ai vari Comitati non sono motivati da un amore incondizionato ed altruistico per la natura, bensì da reazioni emotive assolutamente egoistiche, da Not In My BackYard per intenderci. quindi, sia che essi vivano nel quartiere Isola (perciò contro il grattacielo della Regione) sia che vivano nelle periferie citate sotto (perciò alternativamente contro le stecche o i palazzoni), si trovano a protestare in maniera emotiva contro qualsiasi cosa porti ad un cambiamento, e il più delle volte in maniera palesemente contraddittoria!!!!!
d'altronde, si sa che il cambiamento terrorizza, è purtroppo una caratteristica psicologica comune, è una forza inerziale difficile da superare...
 

·
Registered
Joined
·
18,181 Posts
allora siamo pienamente d'accordo! avevo capito male!
il Comune o lo Iacp o chi per esso per me dovrebbe smettere (a parte che lo hano già fatto!) per sempre di costruire case popolari.
in tutte le città d'Italia.
creano assurdi ghetti in periferia.
la strada è un'altra e in piccola parte è stata già avviata da Albertini:
obbligare la costruzione di case e costi agevolati nei grandi quartieri in via di costruzione sulle aree dismesse.
un quota di almeno il 20/30% deve essere a basso prezzo, con accessibilità esclusiva a chi da anni aspetta una casa.
e in più, cosa che non viene fatta, il Comune o lo IACP, dovrebbero comprare nelle zone semicentrali e periferiche centinaia di alloggi (anche non nuovi) da destinare all'affitto come se fossero case popolari.
così facendo non c'è più la ghettizzazione. le famiglie meno ricche non si tritroveranno a vivere solo con loro simili, perdendo le occasioni di crescita e di miglioramento, ma dovranno confrontarsi ogni santo giorno con situazioni migliori, stimolando il diritto/dovere di migliorarsi e di progredire.
cosa che nei quartieri popolari avviene in misura estremamente minore.
 
1 - 20 of 39 Posts
Top