SkyscraperCity banner

1 - 18 of 18 Posts

·
Registered
Joined
·
7,552 Posts
Discussion Starter #1
Secondo voi cosa significa di preciso il cartello "zona residenziale"? Nel CdS non è presente la definizione di "zona residenziale" ma solo di "strada urbana", che implica come sappiamo tutti limite max di 50 (o 70 per le strade di scorrimento) e divieto di segnalazione acustiche.

Dal disegno sembrerebbe che indichi di andare piano perchè ci potrebbero essere persone o bambini sulla strada ma allora non sarebbe piu' semplice usare un limite di velocità, che è piu' esplicito? Il segnale di zona residenziale è previsto dal CdS come segnale d'indicazione ma non mi sembra che il CdS dia una definizione di zona residenziale diversa da quella di strada urbana e al segnale di zona residenziale non corrispondono obblighi o divieti espliciti.

In molte città e paesi c'è il segnale di "zona 30", anch'esso regolarmente previsto dal CdS.

Ma perchè non usare i classici segnali rotondi di limite e fine limite 30 per delimitare una zona in cui vige il limite di 30? La tabella bianca con la scritta zona non aggiunge alcuna informazione al segnale tondo.
 

·
Registered
Joined
·
7,552 Posts
Discussion Starter #2
Il CdS indica la differenza tra:

segnali turistici


e segnali di territorio


Ma qual è la differenza?
 

·
Registered
Joined
·
34 Posts
A quanto ne so io:
Il segnale zona residenziale indica che si sta entrando in una zona dove eventuali pedoni hanno sempre la precedenza, per cui bisogna procedere piano ed essere pronti a fermarsi se si incontrano questi ultimi in strada.
La prescrizione termina solo dopo aver trovato il segnale di fine, indipendentemente dagli incroci.

Per quanto riguarda i segnali Zona 30 km/h, indicano una zona in cui vige il divieto di superare la velocità indicata. Vengono usati questi in luogo dei normali segnali di velocità perchè questi ultimi perdono di efficacia dopo ogni incrocio stradale.
Il segnale zona invece (come il precedente zona residenziale) termina la sua efficacia solo dopo aver superato il segnale di fine.
 

·
Registered
Joined
·
1,330 Posts
Secondo voi cosa significa di preciso il cartello "zona residenziale"? Nel CdS non è presente la definizione di "zona residenziale" ma solo di "strada urbana", che implica come sappiamo tutti limite max di 50 (o 70 per le strade di scorrimento) e divieto di segnalazione acustiche.
Forse non sei stato attento, il Codice della Strada dà la definizione di "Strada Residenziale" nell'art. 3, comma 1, al punto 58: "Zona urbana in cui vigono particolari regole di circolazione a protezione dei pedoni e dell'ambiente, delimitata lungo le vie di accesso dagli appositi segnali si inizio e fine." (quelli che hai trovato te)
Aggiungerò altre informazioni mano a mano che le trovo.
Comunque questi segnali andrebbero accoppiati a pannelli integrativi che specificano le altre prescrizioni locali per la singole aree residenziali, che son più diffuse all'estero che non in Italia. Questa particolarità sarà stata inserita per adeguare il Nuovo Codice della Strada (del 1992 ancora in vigore) alle normative europee...
Il nostro CdS è molto avanzato e preciso, molto utile, ma (al solito) è poco attuato, o attuato "all'italiana" oppure alla cdc...
 

·
Registered
Joined
·
1,330 Posts
Riprendendo il discorso sui segnali di ZONA RESIDENZIALE, all'art. 135 (Segnali utili per la guida) del Regolamento d'attuazione del CdS (sempre del '92), al comma 12 riporta:

Il segnale ZONA RESIDENZIALE indica l'inizio di una strada o zona a carattere abitativo e residenziale, nella quale vigono particolari cautele di comportamento. Può essere installato all'inizio o agli inizi della strada o zona residenziale. All'uscita viene posto il segnale FINE ZONA RESIDENZIALE. Un pannello integrativo di formato quadrato a fondo bianco deve riassumere le particolari cautele di comportamento da osservare nella strada o nella zona.
 

·
Registered
Joined
·
1,330 Posts
Segnali turistici e di territorio

Il CdS indica la differenza tra:
segnali turistici
e segnali di territorio
Ma qual è la differenza?
Questi segnali son presenti all'Art. 134 del Regolamento (Art. 39 Cod. Str.) di cui cito il primo comma:
Le indicazioni di questa categoria possono essere inserite nei
segnali di cui agli articoli 127 (Segnali di preavviso), 128 (Segnali di direzione), 130 (Segnale di itinerario) e 131 (Segnali di località e di localizzazione) e si suddividono nelle seguenti tipologie espresse in maniera sintetica, rinviando per il dettaglio all'articolo 78 (Colori dei segnali verticali), comma 2:
a) turistiche;
b) industriali, artigianali, commerciali;
c) alberghiere;
d) territoriali;
e) di luoghi di pubblico interesse.
I simboli relativi a queste indicazioni sono rappresentati fra quelli di cui alle figure da II.100 a II.231.
Quelli che hai citato tu...
in sostanza fan parte di una medesima categoria (non per altro hanno lo stesso colore), cioè son gli stessi segnali, dello stesso tipo, usati con finalità diverse (quelle dell'elenco di prima).
 

·
Registered
Joined
·
591 Posts
Il CdS indica la differenza tra:

segnali turistici


e segnali di territorio


Ma qual è la differenza?
La forma del cartello invece (rettangolare con freccia disegnata, i primi tre che hai riportato, o con la freccia sagomata, gli altri due) dipende dal contesto in cui è usato il segnale, rispettivamente urbano (quindi dentro un centro abitato) o extraurbano
 

·
Registered
Joined
·
1,330 Posts
Riguardo alle "zone 30", introdotte nel 1995 pèiù come norme urbanistiche che non viabilistiche, come puoi vedere sulla Wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Zona_30
Nel Regolamento son state aggiunte successivamente, ma non come "zone 30" ma come "Zone a velocità limitata" (difatti ho visto una "zona 40" una volta)

Il segnale ZONA A VELOCITA' LIMITATA (fig. II.323/a) indica l'inizio di un'area nella quale non è consentito superare la velocità indicata nel cartello. All'uscita viene posto il segnale FINE ZONA A VELOCITA' LIMITATA (fig. II.323/b).
La differenza coi normali segnali di limite massimo di velocità è che questi ultimi prescrivono un limite locale proprio sulla strada sulla quale son posti, quindi terminano al segnale di fine, ad un incrocio, o lasciando la strada... Mentre i segnali si zona a velocità limitata valgono in tutto il quartiere, cioè finche non trovi il segnale di fine... un po' come colle ztl, le aree pedonali, e le zone residenziali...
 

·
Registered
Joined
·
1,330 Posts
Finalmente! ci voleva un thread sulla segnaletica anche nel blog italiano!
 

·
Registered
Joined
·
7,552 Posts
Discussion Starter #10
Riprendendo il discorso sui segnali di ZONA RESIDENZIALE, all'art. 135 (Segnali utili per la guida) del Regolamento d'attuazione del CdS (sempre del '92), al comma 12 riporta:

"Il segnale ZONA RESIDENZIALE indica l'inizio di una strada o zona a carattere abitativo e residenziale, nella quale vigono particolari cautele di comportamento. Può essere installato all'inizio o agli inizi della strada o zona residenziale. All'uscita viene posto il segnale FINE ZONA RESIDENZIALE. Un pannello integrativo di formato quadrato a fondo bianco deve riassumere le particolari cautele di comportamento da osservare nella strada o nella zona".
Questo l'avevo trovato anch'io, ma in certi posti capita di trovare questo segnale sprovvisto di pannello integrativo. Di conseguenza risulta completamente inutile in quanto, in mancanza di pannello integrativo, il cartello di zona residenziale non dice nulla al guidatore su come comportarsi. Al contrario, cartelli come "centro abitato", "area pedonale" o "autostrada", indicano chiaramente qual è il comportamento da tenere.
 

·
Registered
Joined
·
7,552 Posts
Discussion Starter #11
La forma del cartello invece (rettangolare con freccia disegnata, i primi tre che hai riportato, o con la freccia sagomata, gli altri due) dipende dal contesto in cui è usato il segnale, rispettivamente urbano (quindi dentro un centro abitato) o extraurbano
Questo vale anche per i normali cartelli direzionali (bianchi, blu o verdi a seconda del tipo della strada che indicano).
 

·
Registered
Joined
·
1,330 Posts
Questo l'avevo trovato anch'io, ma in certi posti capita di trovare questo segnale sprovvisto di pannello integrativo. Di conseguenza risulta completamente inutile in quanto, in mancanza di pannello integrativo, il cartello di zona residenziale non dice nulla al guidatore su come comportarsi. Al contrario, cartelli come "centro abitato", "area pedonale" o "autostrada", indicano chiaramente qual è il comportamento da tenere.
In questo caso il segnale diventa di pura e teorica "indicazione": cioè ti dice che la strada è in una "zona residenziale" anche se però, non essendo specificato niente, ci si deve comportare normalmente... :lol: ecco le tipicità "all'italiana" cui mi rifeerivo
 

·
Registered
Joined
·
89 Posts
Cartelli di indicazione completamente sbagliati

Resuscito questo vecchio thread perché mi sembrava il luogo migliore dove scrivere questo post.
A qualcuno è mai capitato di girare per le strade extra-urbane e di trovare cartelli di indicazione (quelli blu con il nome della località e la distanza) che riportano indicazioni completamente errate? In certi casi proseguendo sulla stessa strada i chilometri invece di diminuire aumentano!
Dalle mie parte ce ne sono parecchi.
Un esempio è questo: sulla SS494, appena fuori Alessandria, all'uscita di una rotonda ci sono i seguenti cartelli:
VALENZA 12
MORTARA 48
PAVIA 58
Dopo circa 1km c'è un'altra rotonda e i cartelli recitano:
VALENZA 17
PAVIA 82
MILANO 98
Le indicazioni per Mortara scompaiono. E se uno non conosce la zona e non ha il navigatore cosa fa?
In compenso la distanza da Pavia aumenta di ben 24km!
 

·
Registered
Joined
·
7,552 Posts
Discussion Starter #15
^^ Già visto da altre parti robe simili. Probabilmente hanno usato cartelli in origine pensati per altri incroci ignorando la distanza errata. Certo che 24km sono tanti.
Fino a poco tempo fa vicino a dove abito c'erano Lignano 12 e Lignano 20 a 200 metri di distanza, poi hanno corretto.
 

·
Fac Sapias Et Liber Eris
Joined
·
1,133 Posts
Sulle srade provinciali tra Jesi e Macerata ad ogni incrocio/rotonda la distanza rispetto a Macerata era buona per giocare al lotto... per capirci qui 20, dopo un po' 25 poi 18 poi 23... una roba del genere. Almeno fino all'estate scorsa. Chi la percorre abitualmente non ci fa più caso, a me fece abbastanza sorridere...
 

·
Registered
Joined
·
1,330 Posts
Si si, visti più volte.
Spesso è dovuto a mancanza di coerenza e di coordinamento.

Cioè, mi spiego, ogni volta vengono posti nuovi segnali, non vengono coordinati con gli altri, ma posti a sé. Cosa sbagliatissima, in molti propongono e consigliano fortemente uno studio preliminare sulla segnaletica da porre, ma nessuno lo fa mai per disinteresse, ignoranza e mancanza di fondi...
 

·
Registered
Joined
·
89 Posts
Aggiungo che oggi sono passato dalle rotonde di cui parlavo e ho visto che tra una e l'altra la gestione della strada passa dal Comune di Alessandria alla provincia, che sicuramente non si sono messi d'accordo sulle distanze...
 
1 - 18 of 18 Posts
Top