SkyscraperCity banner

301 - 319 of 319 Posts

·
Registered
Joined
·
6,660 Posts
Dal 6 settembre nuovi autovelox su raccordo Avellino – Salerno

Autovelox sul raccordo autostradale Avellino – Salerno. “Sono previsti rallentamenti alla circolazione dal 29 luglio al 9 agosto e dal 19 agosto al 6 settembre, nella fascia oraria dalle 6 alle 18 esclusi i giorni festivi e prefestivi per consentire la realizzazione di postazioni per l’installazione di autovelox, in condizioni di sicurezza sia per gli utenti della strada, sia per gli operai addetti ai lavori, vi sarà una limitazione temporanea al traffico lungo il “Raccordo autostradale di Avellino”.

I disagi
Dal 29 luglio al 9 agosto e dal 19 agosto al 6 settembre, nella fascia oraria dalle 6 alle 18 – esclusi i giorni festivi e prefestivi – sarà attivo il restringimento sia della carreggiata Nord (direzione Salerno-Avellino) tra il km 17,300 ed il km 18,000 e tra il km 26,700 ed il km 27,400 sia della carreggiata Sud (direzione Avellino-Salerno) tra il km 24,900 ed il km 24,200, con un limite massimo di velocità di 30 km/h ed il divieto di sorpasso per tutti gli autoveicoli per consentire agli addetti ai lavori l’installazione degli autovelox sul raccordo autostradale Avellino – Salerno.
https://www.piuenne.it/2019/07/30/campania-dal-6-settembre-nuovi-autovelox-su-raccordo-avellino-salerno/?fbclid=IwAR1JwwKAK8L4a9mT1LL56BTrV88jGsJKifgdGxpAbgTPnqDGmONpUC17EZM
 

·
Used
Joined
·
4,249 Posts
Discussion Starter #304
Incidenti stradali: i dati Istat 2019 su numeri e cause principali

...
Gli incidenti stradali nel 2018: i numeri

Con riferimento ai dati diffusi dall’ISTAT per il 2018, nel nostro Paese il numero degli incidenti che hanno provocato gravi danni a persone sono stati complessivamente 172.334. Questo dato evidenzia un decremento rispetto all’anno precedente, il 2017. Per quanto riguarda, invece, il numero dei decessi, questi sono stati 3.325 e i feriti 242.721, con una diminuzione dell’1,7% rispetto al 2017. Per quel che concerne le morti dovute ad incidenti stradali nel corso del 2018, va ricordato che un’influenza rilevante è data dal crollo del Ponte Morandi a Genova, avvenuto il 14 agosto dell’anno scorso.
...
Tuttavia, nel corso degli ultimi cinque anni, si è assistito a una sorta di altalena, con fenomeni di aumento e diminuzione del numero dei decessi: nel 2015 sono stati 3.428, per scendere nel 2016, aumentare nuovamente nel 2017 e diminuire l’anno successivo. Anche se i numeri dei morti sulle strade sembrano essere inferiori, l’obiettivo, determinato su base europea, di attestarsi al di sotto dei mille decessi all’anno a causa degli incidenti stradali è, purtroppo, ancora molto lontano.

Gli incidenti: quali sono le cause principali?

I dati resi noti dall’Anas rivelano che la causa principale degli incidenti stradali è la distrazione. Quindi, sono fattori soggettivi quelli che determinano, in primo luogo, sinistri stradali: eccessiva stanchezza, mancanza di sonno, stile di vita non regolare, alterazione dei ritmi sonno-veglia.
...
...

I risultati dello studio hanno evidenziato come le nuove norme riguardanti la patente a punti abbiamo mutato, per certi aspetti, le abitudini alla guida dei soggetti inclusi nel campione. I guidatori sembrano avere avuto una maggiore attenzione e un parziale aumento del rispetto delle norme sulla sicurezza.

....

Soprattutto nel traffico cittadino, sono proprio gli stati psicologici instabili le maggiori cause del non rispetto del codice della strada, dell’esplodere di fenomeni di irrazionalità alla guida e del verificarsi di incidenti mortali.
...
Lo studio ha anche delineato cinque profili-tipo degli italiani alla guida:

- il traveller, che solitamente fa viaggi lunghi, è prudente mentre guida e rispetta i segnali stradali;
- gli utilizzatori abituali, che per ragioni di lavoro passano la maggior parte della giornata (e a volte anche della notte) sulle strade, e che hanno una grande confidenza con il loro mezzo e, pertanto, tendono a superare i limiti di velocità;
- quelli che sono troppo sicuri di sé, non pensano agli altri e non rispettano i segnali stradali o i limiti di velocità;
- i depressi, che possono essere troppo introspettivi e poco attenti agli stimoli esterni
- i frequent movers, che usano auto, moto e scooter per commissioni in città, e che spesso commettono sempre la stessa categoria di infrazioni;
- i road runners, che ostentano un atteggiamento di vittoria e prevaricazione sociale, imitando personaggi della Formula Uno, con una guida aggressiva e pericolosa.

In ogni caso, emerge con chiarezza che la causa principale degli incidenti stradali sia l’uso eccessivo dello smartphone, che distoglie l’attenzione dalla guida. Il fenomeno, purtroppo, non riguarda solamente gli automobilisti, ma addirittura motociclisti e ciclisti. Anche le condizioni del fondo stradale, come pure quelle metereologiche, sono a volte determinanti nel favorire gli incidenti:

...
https://www.stradeeautostrade.it
 
  • Like
Reactions: Autobahn-mann

·
Registered
Joined
·
1,405 Posts
Naturalmente colpe delle infrastrutture non ci sono assolutamente. In questi ultimi giorni una decina di morti potevano essere evitati alcuni contro guard rail che non dovevano esserci altri in punti in cui i guard rail ci dovevano essere oppure pericoli non protetti. Ma loro mica hanno colpa.
 

·
Used
Joined
·
4,249 Posts
Discussion Starter #306
Anas: superato crash test nuova barriera spartitraffico in calcestruzzo

...
Esito positivo per il crash test di una nuova barriera spartitraffico centrale in calcestruzzo interamente progettata da un team di ingegneri di Anas (Gruppo FS Italiane).

Il test è stato eseguito a Bollate, in provincia di Milano, presso il CSI (Gruppo IMQ), Centro di Certificazione e Analisi comportamentale.

Ha comportato il lancio di un mezzo pesante di 38 tonnellate ad una velocità di 65 km/h con un angolo di impatto di 20°, e il lancio di un veicolo leggero (900 kg) ad una velocità di 100 km/h sempre con 20° di angolo d’impatto.

Tutte le prove, propedeutiche all’ottenimento della marcatura CE, sono state superate con successo...

www.stradeeautostrade.i
 

·
Registered
Joined
·
1,222 Posts
^^ Che poi, quante di tutte quelle sanzioni saranno effettivamente pagate?
 
  • Like
Reactions: Ugo Fantozzi

·
Registered
Joined
·
1,222 Posts
^^ Tanto per rimanere in tema col mio commento precedente...
 
  • Like
Reactions: Ugo Fantozzi

·
Used
Joined
·
4,249 Posts
Discussion Starter #311
Barriere stradali, Anas lancia accordo quadro «turn key» da 280 milioni
Contratto suddiviso in 16 lotti regionali per la fornitura e posa in opera di nuovi elementi spartitraffico. Offerte entro il 28 luglio

L’Anas manda in gara un appalto misto in 16 vari lotti – con accordo quadro – da 280 milioni di euro per fornitura, posa in opera della “nuova barriera Anas SpA NDBA per le configurazioni di spartitraffico e bordo ponte”. La durata contrattuale è d 4 anni (1.460 giorni).

I 16 lotti hanno una suddivisione geografica, che coincide con la dimensione regionale, tranne due lotti che incorporano in un caso Abruzzo e Molise e in altro caso Piemonte e Valle d’Aosta.

stradeeautostrade.it
 

·
Lord Kelvin
Joined
·
12,729 Posts

·
Registered
Joined
·
1,222 Posts
^^ Oppure si può vederla in questo modo: "Ah, se le cose fossero state fatte 10 anni fa, ora non ci sarebbero queste cose"... è uno spostare temporalmente il problema.
 

·
Registered
Joined
·
1,222 Posts
Vero, ma sarebbe passato... perché la gente comune, il popolino, vive giorno per giorno. [Non è il mio caso]
 

·
Registered
Joined
·
7,419 Posts
Fuga dal porto di Genova, scappano le portacontainer cinesi. «Autostrade liguri nel caos»

 

·
Used
Joined
·
4,249 Posts
Discussion Starter #319
Incidenti stradali, mai così poche vittime in 10 anni
Come riportato da Adnkronos, nel 2019 sono stati 172.183 gli incidenti stradali con lesioni a persone in Italia, in lieve calo rispetto al 2018 (-0,2%), con 3.173 vittime (morti entro 30 giorni dall’evento) e 241.384 feriti (-0,6%).

Il numero dei morti diminuisce rispetto al 2018 (-161, pari a -4,8%), per il secondo anno consecutivo dopo l’aumento registrato nel 2017, e si attesta sul livello minimo mai raggiunto nell’ultima decade. Lo comunica l’Istat.

Tra le vittime risultano in aumento i ciclisti (253; +15,5%) e i motociclisti (698; +1,6%); in diminuzione le altre categorie di utenti: pedoni (534; -12,7%), ciclomotoristi (88; -18,5%), occupanti di veicoli per il trasporto merci (137; -27,5%) e automobilisti (1.411; -0,8%).

Il marcato aumento delle vittime tra i ciclisti, soprattutto su strade statali nell’abitato e fuori città, è associato anche a una crescita degli incidenti stradali che coinvolgono biciclette (+3,3%), a una sempre maggiore diffusione dell’uso del mezzo a due ruote per gli spostamenti, pari al 25% nel 2019, e all’aumento delle vendite di biciclette, nel 2019 il 7% in più rispetto al 2018.
adnkronos

triste, ma c'era da aspettarselo. E secondo me gli aumenti saranno ancora a doppia cifra per un po'... (parlo ovviamente delle bici o assimilabili)
 
  • Like
Reactions: Autobahn-mann
301 - 319 of 319 Posts
Top