SkyscraperCity banner

1 - 2 of 2 Posts

·
Registered
Joined
·
7,057 Posts
Discussion Starter #1 (Edited)
Dopo i reportage sulla SPAGNA (http://www.skyscrapercity.com/showthread.php?t=639103) e sulla TURCHIA (http://www.skyscrapercity.com/showthread.php?t=684894), mi permetto di postare (sempre qui nel ghetto dell'Estero visto che una sezione ARREDO URBANO, nonostante richieste e referendum stravinti, non è stata implementata; come se questo settore non fosse tra i principali se non il principale quando si parla di urbanisitica e di funzionamento della città, vabbe...), mi permetto di postare, dicevo, un reportage sulla BULGARIA. Sempre peggio, si penserebbe, e invece no perché anche nel povero piccolo paese Balcanico le cose vanno per certi versi molto meglio che da noi.

Partiamo.





Ha davvero poco senso fermarsi in divieto di sosta quando poi non si può raggiungere il negozio desiderato, no?


E comunque si rischia di fare questa fine. Anche grazie a carri-attrezzi che non devono necessariamente posizionarsi davanti alla vettura in divieto per rimuoverla, ma che la prelevano dall'alto...




Da Varna a Plovdiv, da Burgas a Sofia le pubblicità nelle zone centrali hanno questa caratteristica. Lame in cristallo retroilluminate. Niente plance in metallo pericolanti e, ovviamente, niente abusivismo che farebbe enorme fatica a mimetizzarsi.




Alcuni esempi di indicazioni turistiche, nel secondo caso addirittura con il numero di telefono da chiamare dal cellulare per avere le informazioni sul monumento. Anche qui il paese del Terzo Mondo sembriamo decisamente noi.


A Sofia un cartello luminoso segnala i dati della qualità dell'aria in tempo reale.


I semafori sono pressoché tutti a led, in tutto il paese: ottima visibilità e abbattimento dei costi dell'energia. E poi, nella maggiorparte dei casi, il rosso ed il verde hanno il count-down.









In Bulgaria ogni città (di medie, grandi o piccole dimensioni) ha la parte centrale completamente (completamente!) pedonalizzata. Una pedonalizzazione davvero selvaggia, che non lascia spazio a mezzi pubblici, ne taxi ne alcun tipo di ingresso abusivo o sosta selvaggia. Una costante in ogni centro abitato: si fa shopping e c'è il passeggio esclusivamente in strade prive di automobili.


Gli arredi per la pedonalizzazione stessa sono abbastanza... inequivocabili!




Il verde pubblico da queste parti è sacro, anche le città più disastrate e povere presentano amplissimi parchi in cui è impeccabile l'irrigazione, la manutenzione, la cura dei fiori e delle piante, il funzionamento dei servizi igienici...
 
1 - 2 of 2 Posts
Top