Skyscraper City Forum banner
1 - 20 of 55 Posts

·
zinnette user
Joined
·
2,733 Posts
Discussion Starter · #1 ·

Napoli

L’uomo di 73 anni è affogato davanti a «Mappatella beach», nel centro della città
Sotto l’ombrellone accanto a un morto

L’indifferenza dei bagnanti: c’è chi spalma la crema e chi si tuffa



C’è un ombrellone rovesciato sulla battigia sotto il quale è adagiato il cadavere di un uomo interamente coperto da un lenzuolo e da un asciugamano. A un paio di metri, una borsa e una sedia da bar vuota. Siamo sulla cosiddetta Mappatella Beach, pieno lungomare di Napoli, su via Caracciolo, dove ai napoletani piace fare il pic nic.

Quel che è successo, si può anche raccontare dopo, ma sono le fotografie a colpire per prime. Intorno al corpo senza vita, c’è una spiaggia estiva moderatamente affollata: una donna dalla schiena abbondante di pieghe che spalma la crema sulle spalle di una signora con cappellino bianco, un gruppetto di uomini che sembra chiacchierare le mani incrociate sul dorso, chi continua a prendere la tintarella, chi si sistema sulla sdraio, chi stende il suo telo sulla sabbia, chi si bagna i piedi, chi legge, un ragazzino che corre a tuffarsi nel mare calmissimo. C’è anche un cane accucciato dietro una sedia. Agghiacciante normalità da solleone. Normalità con morto. Solo un bambino e un anziano poco distanti gettano uno sguardo a quell’uomo disteso sotto il lenzuolo, con un’aria di attesa, le mani sui fianchi.

Il resto sono occhi che guardano altrove, anzi che fanno di tutto per evitare di incrociare l’immagine della morte così sfacciatamente immobile. O forse no, non evitano niente, non la vedono e basta. L’ombrellone rovesciato li aiuta a schermare uno scandalo tanto intollerabile. L’uomo aveva 73 anni, si chiamava Antonio Sommaripa, abitava nel quartiere Miano e in mattinata i bagnanti hanno visto galleggiare il suo corpo (che per quanto ne sapevano poteva essere ancora in vita) su quell’innocuo e piccolo specchio d’acqua chiuso dagli scogli, dove dicono che non annegherebbe neanche un bambino lasciato solo. Invece di soccorrerlo, hanno preso un telefonino e hanno chiamato il 118, perché ci pensassero i medici del Pronto Soccorso a fare il possibile (l’impossibile).

Solo dopo, qualcuno ci ha ripensato e ha deciso di trascinarlo a riva. I medici non hanno potuto che constatarne il decesso per annegamento. Niente bagnini, sulla spiaggia centrale di Napoli? Niente bagnini, a quanto pare. Ma soprattutto, nessuna pietà sulla spiaggia centrale di Napoli? Nessuna pietà. A giudicare dall’agghiacciante normalità di quelle scene, dove nulla riesce a turbare i sacri rituali preagostani, un morto vale una sedia vuota, una borsa abbandonata, un cestino dei rifiuti. Rifiuto esso stesso, se si può continuare a leggere un libro o il giornale con un cadavere a due passi, se si riesce ad aprire un tubetto per spalmarlo sulle spalle arrossate dell’amica, se si può rimanere sdraiati pancia all’aria e gambe divaricate ad abbronzarsi.

Neanche i sassi che circondano la Mappatella Beach sembrano capaci di tanta indifferenza di fronte a un uomo morto. C’è una famosa poesia di Ungaretti, intitolata «Veglia», in cui un soldato evoca una nottata di guerra del ’14 passata a fianco di «un compagno / massacrato / con la sua bocca / digrignata / volta al plenilunio / con la congestione delle sue mani»: ricorda che in quella notte, disteso a fianco della morte («penetrata nel mio silenzio »), non si è sentito mai «tanto attaccato alla vita» e ha cominciato a scrivere «lettere piene d’amore». Ci vuole il massacro di una guerra per avere tanto rispetto della morte, e perciò della vita? O lo si può avere non solo sotto il plenilunio ma nel solleone, non solo al fronte ma anche su una spiaggia, non solo in divisa ma anche in costume da bagno? Con le pance sporgenti, con le gambe adipose? Insomma, in tempo di pace. E di benessere.

Paolo Di Stefano






http://www.corriere.it/cronache/09_...to_aacd1e56-7d92-11de-9f17-00144f02aabc.shtml


da non crederci.... :eek:hno:
 

·
Banned
Joined
·
12,449 Posts
Veramente allucinante, io avevo parcheggiato l'auto non lontano per recarmi in ufficio e vedevo a distanza una folla di persone sul marciapiede guardare verso la spiaggia. Avevo intuito che fosse successo qualcosa, ma non immaginavo che ci fosse un morto sotto l'ombrellone. I bagnanti di "mappatella beach", alcune decine di irriducibili popolani (sono più o meno sempre gli stessi) che ogni anno si presentano a fare il bagno alla Rotonda Diaz, vengono guardati da tanti anni dal resto dei napoletani che passano di lì a piedi, in auto o sugli autobus (quella è zona di uffici, un ambiente diverso da quello da cui provengono quei bagnanti) come una sorta di marziani, di appartenenti ad un mondo che forse non esiste più. Evidentemente ormai anche loro sono infettati dal virus che un tempo non albergava da queste parti: l'indifferenza ed il cinismo. Che tristezza, ma vorrei dire che schifo...
 

·
Cesm Group Founder
Joined
·
8,042 Posts
Sembra di vedere le scene post-tsunami :eek:hno:
 

·
Ministry of Truth
Joined
·
4,250 Posts
Sembra di vedere le scene post-tsunami :eek:hno:
Bravo, pensavo proprio a quello. Non il cinismo dei napoletani, ma il coinismo della popolaglia di ogg in generalei. Non so da cosa nasca questa durezza.

Proprio nei luoghi dello tsunami, anni prima, sono uscito dall'albergo, ho visto un tuk-tuk spiaccicare una cagna e i suoi cuccioli, mi è venuto il magone e sono tornato in camera. Cuore tenerone? O sonon ancora umano?

Ma come cazzo si fa? Li come in qualsiasi altro posto voglio dire?

Certo dispiacersi non cambia nulla, ma un minimo di orrore non si prova?
 

·
zinnette user
Joined
·
2,733 Posts
Discussion Starter · #5 ·
Proprio nei luoghi dello tsunami, anni prima, sono uscito dall'albergo, ho visto un tuk-tuk spiaccicare una cagna e i suoi cuccioli, mi è venuto il magone e sono tornato in camera. Cuore tenerone? O sonon ancora umano?
non sei il solo....guarda,sono come te....
 

·
Registered cabernet user
Joined
·
1,325 Posts
^^ scuse. L'ignoranza e la perdita di morale c'è sia nel sub sub proletariato come dici te che nella 'crema' della società. E' la nostra società intera che sta diventando feccia.
 

·
4 more years
Joined
·
2,291 Posts
Due settimane fa a chia è successa la stessa cosa.
Un ragazzo è stato male ed è morto. E' arrivata la polizia ma per cause a me sconosciute è dovuto rimanere coperto da un telo e sotto l'ombrellone fino a sera.

Si è creato un buco intorno ma le migliaia di persone che affollavano la spiaggia ovviamente non se ne sono tornate a casa.
 

·
Banned
Joined
·
4,952 Posts
^^ scuse. L'ignoranza e la perdita di morale c'è sia nel sub sub proletariato come dici te che nella 'crema' della società. E' la nostra società intera che sta diventando feccia.
vero.

ma nei rifiuti umani ignoranza e perdita di morale attecchiscono più rapidamente.
 

·
Николай
Joined
·
8,137 Posts
Anche a Padova un uomo moribondo che stava per crepare é stato soccorso da una rumena.

quelli che gli sono passati vicino non gli hanno prestato soccorso. Credo che sia la società che degenera moralmente ogni anno.
 

·
Banned
Joined
·
4,952 Posts
^^ un uomo che sta per morire per strada, se ha le sembianze di un barbone, non viene notato più di tanto.

chiunque vive in una grande città dovrebbe accertarsi dello stato di salute di tanti homeless che oramai incrocia sulla propria strada, il che, ovviamente è impossibile.

se ad essere steso su un marciapiede fosse, ad esempio, un uomo in giacca e cravatta verrebbe immediatamente avvicinato e soccorso, non per razzismo ma perchè l'evento susciterebbe scalpore.

quel che è diverso nella vicenda di napoli è che l'anziano è morto in spiaggia, fatto quanto mai insolito.

è questo a rendere le persone presenti (e che in foto sembrano divertirsi particolarmente) degli esseri ributtanti indegni di essere paragonati finanche alle bestie più immonde.

ricordo che i frequentatori abituali di "mappatella beach" sono feccia umana, pertanto non è che la cosa mi meravigli più di tanto, purtroppo.
 

·
Cesm Group Founder
Joined
·
8,042 Posts
^^ perchè? Da che gente è frequentata questa spiaggia?
 

·
Not cool
Joined
·
3,718 Posts

·
Banned
Joined
·
4,952 Posts
^^ esatto.

perciò prima ho definito la classe sociale di questa gente "sub sub sub proletariato urbano".

classe sociale a napoli (altrove non so) in aumento.

un tempo i poveri erano persone dignitosissime, forse più dignitose di noi e con un senso dell'etica probabilmente più elevato.

basta guardare una qualsiasi opera teatrale di eduardo o di scarpetta per rendersene conto.

oggi tutto questo sta scomparendo, la povertà sta lasciando il posto alla miseria ed al degrado morale e sociale.
 

·
Kunst um der Kunst willen
Joined
·
5,712 Posts
un tempo i poveri erano persone dignitosissime, forse più dignitose di noi e con un senso dell'etica probabilmente più elevato.

basta guardare una qualsiasi opera teatrale di eduardo o di scarpetta per rendersene conto.

oggi tutto questo sta scomparendo, la povertà sta lasciando il posto alla miseria ed al degrado morale e sociale.
Rousseau per fortuna è morto anche lui.
 

·
Banned
Joined
·
4,952 Posts
Rousseau per fortuna è morto anche lui.
perchè "per fortuna".

la nostra società si fonda sul concetto tutto rousseauiano del contratto sociale.

non a caso questi individui sono animali non legati da alcun vincolo umano, solo bestie allo stato brado.
 

·
Kunst um der Kunst willen
Joined
·
5,712 Posts
perchè "per fortuna".

la nostra società si fonda sul concetto tutto rousseauano del contratto sociale.

non a caso questi individui sono animali non legati da alcun vincolo umano, solo bestie allo stato brado.
Immagino sia un'interrogativa, cmq perchè alla teoria del buon selvaggio non ci ho mai creduto e mai lo farò.
 
1 - 20 of 55 Posts
Top