SkyscraperCity banner
Status
Not open for further replies.
1 - 20 of 38 Posts

·
Registered
Joined
·
9,761 Posts
Discussion Starter · #1 ·
MILANO, 16 giugno 2008 - Il 26 giugno al Madison Square Garden di New York, per il draft Nba 2008, ci sarà anche Danilo Gallinari. La stella dell'AJ Milano ha dissipato i dubbi con un comunicato apparso sul suo sito ufficiale nel tardo pomeriggio, dopo che in mattinata erano rimbalzate dall'America voci di un suo possibile ritiro.
L'ANNUNCIO - "Danilo Gallinari, dopo aver sostenuto alcuni workouts e aver valutato attentamente le opportunità, ha deciso di raccogliere la sfida e rimanere nel Draft Nba 2008 - si legge nel sito ufficiale dell'azzurro -. In questo momento Danilo si trova a Los Angeles insieme al padre, dove verrà raggiunto nelle prossime ore dal resto della famiglia".
I DUBBI - Le voci di un possibile ritiro erano nate dopo le anticipazioni del sito americano Espn.com, che metteva in dubbio la volontà di Gallinari di restare nel draft a causa della mancata garanzia di finire ai New York Knickis o ai New Jersey Nets, le uniche due squadre per le quale Gallo aveva manifestato interesse. Il giovane talento di Milano aveva sostenuto dei provini con le due squadre che orbitano nell'area della Grande Mela, poi era volato a Los Angeles per sostenere un allenamento con i Clippers e i Memphis Grizzlies. A L.A. c'è anche il quartier generale dell'agente americano di Gallinari, Arn Tellem, lo stesso che lo scorso anno ha curato lo sbarco nella lega pro Usa (a Milwaukee) del cinese Yi, e che aveva valutato con l'azzurro e il padre la possibilità di ritirarsi dal draft 2008 per riprovarci l'anno prossimo, dove il talento azzurro sarebbe potuto finire nei primi tre.
NBA - Alla fine però Danilo ha scelto l'Nba. Il 26 giugno sarà in platea al Madison Square Garden in attesa di ricevere una chiamata, che verosimilmente dovrebbe portarlo tra le prime dieci scelte. I Knicks di Mike D'Antoni, vecchio amico del padre e prima scelta dell'azzurro, chiameranno con il numero 6, i Nets di Vince Carter con il numero 10. Gallinari spera, ma una cosa pare già sicura: sarà il terzo italiano ad essere chiamato al primo turno dopo Bargnani, prima scelta nel 2006, e Belinelli, diciottesimo l'anno passato









spero vivamente vada a new york
 

·
Registered
Joined
·
9,761 Posts
Discussion Starter · #4 ·
ma dai ragazzi....se tutti noi fossimo stati al posto di Danilo ce ne saremmo andati diretti in Nba
 

·
Registered
Joined
·
9,761 Posts
Discussion Starter · #5 ·
poi con la vivissima possibilità di giocare per new york!!
sei chiamato per risollevare una franchigia del genere in declino da troppo tempo!
a nuoto ci andrei!
 

·
ain't one
Joined
·
2,846 Posts
A 20 anni a mio avviso è un po' presto, se avesse fatto un altro anno di Eurolega sarebbe stato meglio.
 

·
Registered
Joined
·
18,171 Posts
troppo giovane.
rischia di finire a fare pesi per 2 anni filati e tanta panchina.
tra l'altro in una delle peggiori squadre NBA, NY, e che ormai è la barzelletta di tutti gli USA, dato che da oltre 15 anni è quella con il monte-salari più alto, enorme gigantesco e spropositato e che riesce a mettere sotto contratto chiaviche imbarazzanti, delinquenti della peggior specie che tentano di strozzare il loro allenatore e restano coinvolti in sparatorie notturne o crepano per overdose di crack....

l'unica cosa buona è che c'è D'Antoni....

fossi stato in lui avrei aspettato non 1 ma almeno 2 anni prima di andare nella NBA.
troppo giovane ed inesperto.
manco sa cosa significhi giocare contro gli squali d'area dell'Eurolega.
figuriamoci quando si troverà di fronte uno Shaquille incazzato o un Yao Ming in vene di stoppate...o dovrà difendere su alcuni marpioni alti 15 cm più di lui e che viaggiano più veloci...
 

·
Registered
Joined
·
18,171 Posts
Si, ma sono solo speculazioni queste. Non è proprio detto che vada ai Knicks.
generalmente le squadre che arrivano al sorteggio si mettono d'accordo.
tolti i primi 2-3 giocatori gli altri che generalmente sono di pari livello vengono spartiti tra i GM dei vari club.
c'è chi ha bisogno di un Italiano perchè sta in una città con 2 o 3 milioni di paisà, c'è chi ha bisogno di un cinese perchè c'ha la chinatown, c'è chi ha bisogno invece di un'ala forte, chi di una guardia...
sono tutte cose tentute in considerazione nella NBA...anzi spesso quelle cmmerciali vengono prima di quelle agonistiche...non per niente pare ci siano oltre 30 miliardari di mezzo mondo in lista d'attesa per comprae una franchigia NBA...ci si fanno fior di quattrini...
 

·
Registered
Joined
·
2,637 Posts
Io spero solo che non faccia la fine di Marco Bellinelli, che in una squadra certamente non entusiasmante come i Golden State Warriors non è riuscito a trovare lo spazio dovuto....
 

·
Registered
Joined
·
13,452 Posts
generalmente le squadre che arrivano al sorteggio si mettono d'accordo.
tolti i primi 2-3 giocatori gli altri che generalmente sono di pari livello vengono spartiti tra i GM dei vari club.
c'è chi ha bisogno di un Italiano perchè sta in una città con 2 o 3 milioni di paisà, c'è chi ha bisogno di un cinese perchè c'ha la chinatown, c'è chi ha bisogno invece di un'ala forte, chi di una guardia...
sono tutte cose tentute in considerazione nella NBA...anzi spesso quelle cmmerciali vengono prima di quelle agonistiche...non per niente pare ci siano oltre 30 miliardari di mezzo mondo in lista d'attesa per comprae una franchigia NBA...ci si fanno fior di quattrini...
Si lo so, ma questo è normale negli USA. Lo sport è sostanzialmente business puro...

Ciò non toglie che non siamo sicuri che si accordi con NY. Poi vediamo come va il draft...
 

·
Registered
Joined
·
12,772 Posts
del basket capisco solo che si gioca con le mani su un pavimento che sembra camera mia con scarpe buffe e non si possono fare i tackle... perciò qualcuno mi spiega come mai, con due giocatori ed un pezzo in NBA, l'anno scorso la nazionale ha rimediato una figura melmica?
 

·
Registered
Joined
·
18,171 Posts
Perchè non ci sono più le mezze stagioni...e perchè l'NBA ha talmente allargato il numero di squadre ed ampliato il numero dei giocatori sotto contratto che ha enormemente diluito la qualità...a scapito della quantità che per l'appunto si legge business.

un tempo c'erano molte meno squadre (all'epoca dei 10 titoli vinti dai Boston Celtics addirittura i club erano meno di 10!) e i campioni, pochi allora come oggi, erano concentrati, anche 2 o 3 per club.
ogi ci sono club NBA dove giocano atleti che sino a 15-20 anni fa avrebbero fatto panchina nella Serie A del Libano...
Bargnani, Belinelli e anche Gallinari...per carità, buoni giocatori...ma nella NBA di qualche anno fa...al massimo come spettatori...
 

·
Registered
Joined
·
18,171 Posts
tanto per dire.
la NBA nacque con 11 club nel 47, poi salì a 17, frutto della fusione di 3 differenti leghe nel 1949.
nel 1950 aveva 11 club.
nel 1954 aveva 8 club (i Knicks, Celtics, Warriors, Lakers, Royals/Kings, Pistons, Hawks, e Nationals/76ers).
dal 54 al 1976 l'NBA si espanse lentamente sino ad avere 18 club.
poi con la fusione con la ABA arrivò a 22 proprio nel 1976.

e lì si stabilizzò.
poi la direzione passò a David Stern che di basket ne capisce qanto la mia prozia di 102 anni, ma che è un abile economista...e la NBA da fine anni 80 ad oggi è passata da 22 club a 30 club odierni...

negli anni 40-50-60-70 il numero di giocatori sotto contratto era di 10 per club. salito negli anni 80 a 12 per club, esploso a capocchia a metà anni 90.
ci sono oggi club con oltre 20 giocatori sotto contratto!
tieni conto che c'è uno stipendio minimo garantito nella NBA, che sino a qualche anno fa era di oltre 1.5 milioni di dollari l'anno.
...quello per le chiaviche che nemmeno siedono in pachina per tutta la stagione!
 

·
Registered
Joined
·
9,761 Posts
Discussion Starter · #19 ·
Io spero solo che non faccia la fine di Marco Bellinelli, che in una squadra certamente non entusiasmante come i Golden State Warriors non è riuscito a trovare lo spazio dovuto....
belinelli è capitato nella squadra sbagliata per il primo anno.Don Nelson (allenatore) è uno che non ama le matricole, le fa giocare pochissimo, poi beli aveva davanti baron davis leader della squadra, ellis, jackson, insomma poco spazio possibile nel suo ruolo.il secondo anno vedrai che giocherà di più ;)
 
1 - 20 of 38 Posts
Status
Not open for further replies.
Top