SkyscraperCity Forum banner
981 - 1000 of 1008 Posts

·
Registered
Joined
·
24,759 Posts
2. il Comala ha vinto diversi bandi negli anni, quindi, di fatto, una notevole quantità di soldi pubblici è stata riversata in quella struttura per creare spazi ad hoc e nuovi progetti: avrebbe poco senso spostare l'associazione e buttare al cesso molti di quei soldi: se era previsto di sfruttare l'area in quel modo, sarebbe stato furbo farlo presente all'associazione quando si è insediata;
ma tale associazione arriva dalla luna? ormai sono quasi 20 anni che è di pubblico dominio che quell'area è in trasformazione.

il fatto che le tempistiche siano quelle tipiche italiane non significa che chi lì, nel frattempo, ci abbia investi pro tempore non debba tenerne conto. lo fa a suo rischio e pericolo, inutile frignare dopo.

se tu associazione pensi di rimanere lì a vita o sei cretino o sei in malafede.

la notevole quantità di soldi pubblici poi bisogna vedere cosa si intende come cifre e per quali scopi specifici sono state erogate. nella peggiore delle ipotesi si tratterebbe di un puro spreco di denaro pubblico (da parte di chi glieli ha elargiti) quantificabile al massimo in qualche centinaio di migliaia di euro [quisquilie comunque rispetto alla ventina di milioni buttati nel cesso per comprare il progetto del centro culturale mai fatto] il che comunque non giustificherebbe la rinuncia ad un investimento privato da decine di milioni che riqualificherebbe un paio di isolati.

stendiamo poi un velo pietoso sul degrado portato dalla medesima associazione, sembra un covo di rigattieri con aggiunta di tendoni stile terremotati su corso ferrucci con relativa distruzione di decine di mq di verde pubblico.
 

·
Turin is My City
Joined
·
5,911 Posts
Ma da progetto non mi pare che la Comala venga in alcun modo toccata, anzi, non è prevista la ristrutturazione complessiva dell'edificio?
Alla Comala é toccata solo perché gli sparisce il verde di pertinenza, nulla più. Poi per almeno 1 anno dovranno limitare molto le attività in quanto negli oneri a scomputo é prevista la totale ristrutturazione energetica della manica (tanto a loro che gli frega, non pagano mica le utenze e il loro canone annuo é di 1200 euro). Poi se fossero state dall'altro lato, lato campi da calcio, non avrebbero fatto un Bah. Ma in Italia andiamo avanti a Nimby...
 

·
Registered
Passion lives here
Joined
·
5,370 Posts
Alla Comala é toccata solo perché gli sparisce il verde di pertinenza, nulla più. Poi per almeno 1 anno dovranno limitare molto le attività in quanto negli oneri a scomputo é prevista la totale ristrutturazione energetica della manica (tanto a loro che gli frega, non pagano mica le utenze e il loro canone annuo é di 1200 euro). Poi se fossero state dall'altro lato, lato campi da calcio, non avrebbero fatto un Bah. Ma in Italia andiamo avanti a Nimby...
Perché loro non pagano le utenze? Questa vorrei proprio saperla...

Il canone sarà di 1200€ perché forse quando hanno preso in gestione la baracca l'hanno dovuta risistemare tutta e nessuno si sarebbe preso uno spazio simile con le spese da accollarsi se ci fosse stato un canone più "standard". Si è sempre fatto alla prima assegnazione di spazi abbandonati. O sbaglio?
 

·
Registered
Passion lives here
Joined
·
5,370 Posts
Da che ricordo (anche per esperienza diretta) le associazioni che prendono in gestione strutture comunali si accollano manutenzione ordinaria ed utenze, niente canone annuo. Però son passati 4-5 anni, non so se è cambiato qualcosa.
Cavolo, lo voglio anche io un circolo in cui non pago le utenze.
 

·
Turin is My City
Joined
·
5,911 Posts
Perché loro non pagano le utenze? Questa vorrei proprio saperla...

Il canone sarà di 1200€ perché forse quando hanno preso in gestione la baracca l'hanno dovuta risistemare tutta e nessuno si sarebbe preso uno spazio simile con le spese da accollarsi se ci fosse stato un canone più "standard". Si è sempre fatto alla prima assegnazione di spazi abbandonati. O sbaglio?
Beh la delibera curti sui centro ti protagonismo giovanile é chiara, vestita su cap e i suoi problemi. Poi per gli investimenti non tutto é rendicontaro. Infatti é un macello e la questione é più politica che amministrativa. Poi ripeto io ho il dente avvelenato sulla questione dei cpg...altra cosa é la delibera per i beni comuni...

Cmq c é una bella disparità di trattamento tra cps strutture sportive aps e ecc... bene pubblico in molti casi non vuol dire servizio pubblico...
 

·
Registered
Joined
·
8,589 Posts
Ex Westinghouse, Lo Russo: “I tecnici stanno valutando soluzioni alternative per non cancellare Comala”
Si muove il Comune dopo la raccolta firme dell’associazione culturale che nel piano esecutivo verrebbe eliminata dall’arrivo del supermercato Esselunga”
 

·
Registered
Joined
·
24,759 Posts
Eccoli!

L’assemblea di Comala chiede lo stop del progetto

PAOLO BOCCALINI
Continua la campagna per salvare Comala. [...] Una campagna che, su proposta dei tanti gruppi di lavoro che hanno presentato ieri all’assemblea pubblica il frutto dei loro incontri, si allargherà in una riflessione sull’intera area interessata dai futuri cantieri. A breve verrà lanciata una seconda petizione, per chiedere al Comune di ridiscutere e rivedere l’intero progetto. [...] L’assemblea ha evidenziato il bisogno di un’iniziativa pubblica, da lanciare in tempi brevi coinvolgendo il maggior numero possibile di persone. Non solo, quindi, gli studenti e gli artisti che frequentano Comala, ma anche residenti, commercianti, famiglie della zona e associazioni ambientaliste. «Il quartiere - spiega infatti Nico Miletto, del comitato Cit Turin per Torino sostenibile - È stato pesantemente penalizzato a livello di verde, negli ultimi 15 anni, e questo è uno dei pochi parchi rimasti». Ecco perché informare la città rimane uno degli impegni fondamentali. —
(La Stampa)

Un grande classico.
 

·
Registered
Passion lives here
Joined
·
5,370 Posts
Per quanto comprenda e condivida lo smaronamento per un'area che è al palo da un secolo ormai, se quando si realizza un progetto del genere non si interpellano preventivamente tutti i soggetti interessati o si è in malafede o si è incompetenti.
Poi, se nel contratto di concessione stipulato dal Comune con Comala c'è scritto che il Comune in qualunque momento può decidere unilateralmente di stralciare determinate aree del complesso in concessione dalla metratura globale interessata dal contratto, allora sto zitto. In tal caso, mi chiederei perché il Comune abbia elargito dei soldi pubblici per dei progetti che riguardano la suddetta area.
 

·
Registered
Joined
·
24,759 Posts
di nuovo, i progetti per l'area sono di pubblico dominio da decenni. in mala fede sono loro, anche se non dovesse esserci scritto nulla nel contratto. le proteste sono evidentemente una leva negoziale per ottenere qualcosa in cambio di nulla.
 

·
Registered
Passion lives here
Joined
·
5,370 Posts
di nuovo, i progetti per l'area sono di pubblico dominio da decenni. in mala fede sono loro, anche se non dovesse esserci scritto nulla nel contratto. le proteste sono evidentemente una leva negoziale per ottenere qualcosa in cambio di nulla.
Ora, io forse non sono molto scafato su tematiche legali e contrattuali, quindi spero mi perdonerai se dico una bubbola.
Ma se io ho un appartamento e nel contratto d'affitto che stipulo con te c'è scritto che paghi tot per tot metri quadri, io non dovrei potere, prima della scadenza, arrivare e diti "ti levo una stanza perché la voglio darla al vicino che ci fa la sala da the, ok? ciao". Tu però nel frattempo hai speso bei soldi per mettere nella stanza divano, LCD da 55", impianto audio, etc.
O si rettifica il contratto rinegoziandolo, oppure il proprietario dovrebbe aspettare la fine del contratto.

Forse è sempre il mio solito punto di vista un po' naïf, ma a meno di clausole specifiche, non vedo perché possa essere tollerata una cosa simile, anche solo eticamente.
 

·
Registered
Joined
·
527 Posts
Il problema è essenzialmente politico.
Il supermercato era previsto dieci anni fa. Riscontrò così tanto interesse che in dieci anni non si è ancora mosso niente. In compenso è arrivata un'associazione che utilizza lo spazio pubblico che dovrebbe diventare una corsia di manovra per gli autocarri di rifornimento merce.
Non sono i tecnicismi a dover tenere banco. Ma la scelta se valga di più lo spazio pubblico associativo o la corsia di manovra. In definitiva, da come vogliamo meglio utilizzare la nostra città.
 

·
Registered
Joined
·
24,759 Posts
Il supermercato (che io comunque non vorrei) non è che non si è fatto per mancanza di interesse ma per il classico ginepraio italiano tra burocrazia e tribunali. L'interesse è talmente grande da aver visto in gara per aggiudicarselo i due principali operatori italiani e impegnarsi in un progetto ulteriore di costruire un centro congressi e buona parte dei ritardi sono dovuti ai ricorsi del perdente.

La storia della povera associazione e dello spazio pubblico che viene a mancare è retorica vuota. La stecca della caserma è uno spazio di proprietà pubblica non militare da decenni e da decenni è stato ed è tutt'ora poco e male utilizzato. Però la cosa non fregava a nessuno, ora che arriva il kapitalistah supermercato apriti cielo.

Poi bisogna intendersi sull'interesse pubblico. E' interesse pubblico avere un giardino occupato e rovinato e di fatto privatizzato? E' interesse pubblico avere uno spazio pubblico all'aperto dove sono accatastati residui di discarica? E' interesse pubblico rinunciare a decine di posti di lavoro che implica un supermercato? è interesse pubblico permettere a degli studenti di studiare sotto tendoni e giocare a calciobalilla in mezzo ai rifiuti, di cui sopra, quando di certo non mancano altri posti adatti allo scopo per i quali si stanno spendendo centinaia di milioni di fondi pubblici per il progetto del campus del politecnico? E' interesse pubblico il bar (l'ennesimo) interno? è interesse pubblico rinunciare agli oneri urbanistici che sto progetto si porta dietro?

è interesse pubblico assecondare uno status quo che ha reso quel quadrante di città un buco di degrado nonchè terra di nessuno? è interesse pubblico rinunciare al centro congressi e il relativo hotel a cui è legato a doppio filo il supermercato con tutte le ricadute sul territorio che esso implica?
 

·
Registered
Joined
·
24,759 Posts
immagini qui non ancora viste, dal vas




importanti interventi sull'arredo urbano


implica anche il riordino dello spazio sterrato sotto il muro delle Nuove







l'hotel da costruire, con il cladding che copia l'edificio storico westinghouse



il supermercato




notare come nello stesso documento ufficiale convivano immagini del centro congressi sia ultima che penultima versione (da noi conosciute)














 

·
Registered
Joined
·
527 Posts
Beh, forse in un'ottica di concentrazione degli spazi non sarebbe poi impossibile mettere il supermercato sotto il centro congressi. In tal modo:
lo spazio edificato sarebbe solo quello già oggi a parcheggio;
lo spazio che, pur a causa di inselvatichimento, è diventato area verde verrebbe riqualificato ed acquisito a verde pubblico.
Magari invece di due parallelepipedi, uno dei quali ti vanti di farlo scomparire dietro gli alberi, tanto prevedi già che sarà bello ed architettonicamente imperdibile, crei un unico volume per il qualche architetto potrebbe anche trovare l'occasione di proporre qualcosa di pregevole.
Salvi il supermercato, lo sopraelevi col centro congressi, ottieni un'area verde, salvi le associazioni che ti fanno venire il prurito.
 

·
Registered
Joined
·
24,759 Posts
Esselunga al Comune: «Progetto importante, tempi brevi per i lavori»
di Giulia Ricci
«Siamo nelle mani del Comune, lo stop è dovuto alla loro volontà: la speranza è che ora colgano l’importanza del progetto e facciano in fretta» [...] tutto è slittato per volontà dell’amministrazione comunale, e ad oggi la riunione tra le parti non è ancora stata inserita nell’agenda di Palazzo Civico. Così, la società non riesce a stabilire nuove tempistiche per i lavori e il termine dell’intervento. Quando la giunta di centrosinistra si è insediata, l’assessore all’Urbanistica Paolo Mazzoleni ha ripreso il dossier in mano, con la volontà di ristudiarlo da capo.
Eppure, il progetto risale [...] alla giunta [...] Fassino, quando l’attuale sindaco Stefano Lo Russo ricopriva quello stesso assessorato: «Non solo, ha seguito tutto anche dall’opposizione, conosce benissimo le carte», spiegano da Esselunga. [...] Quello che manca sono solo i passaggi burocratici: «Noi ci aspettavamo avvenisse un anno fa, invece l’accoglimento del piano attuativo è arrivato nel passaggio da un’amministrazione e l’altra [...] e ora siamo ancora in attesa. Se non ci fosse stata questa interruzione, avremmo potuto dare una accelerata. La burocrazia del Comune di Torino ha fatto slittare tutto. Ecco perché non riusciamo a dare tempistiche: siamo nelle mani dell’amministrazione e della loro volontà. Se ha nelle sue corde di portare a termine questo intervento perché lo ritiene importante, i tempi potrebbero ancora ridursi». [...] Tra le motivazioni del ritardo, anche le proteste dell’associazione culturale Comala . Il progetto originale, infatti, prevede la demolizione del cortile di ingresso dell’ex caserma La Marmora in corso Ferrucci 65 e la sostituzione con una strada di servizio destinata all’arrivo dei camion nella struttura. Una strada che avrebbe messo a rischio la vita dell’associazione, tanto da portare a cortei e proteste nel quartiere. Da lì, la promessa del sindaco Lo Russo di trovare una soluzione tecnica che andasse bene a tutte le parti. Una soluzione che Esselunga dice di aver trovato. Ma ad oggi la riunione tra le parti per risolvere la questione ed andare avanti nell’iter non è ancora stata calendarizzata.
 
981 - 1000 of 1008 Posts
Top