Skyscraper City Forum banner
1 - 20 of 145 Posts

·
Registered
Joined
·
23,435 Posts
Discussion Starter · #1 · (Edited)
Diciamo che merita un 3d tutto suo.

Certo che un paio di carte potevano pure pubblicare...

Io l'ho capita così, la trasformazione... ci ho capito qualcosa? :)



clic qui per immagine a più alta risoluzione



Area Michelin : 497.000 mq

50% funzioni produttive, 30% residenziale (circa 3000 residenti) , 20% Aspi

compresa torre direzionale da 18 piani per la Michelin

Area Cebrosa : 106.000 mq

42.000 mq per residenziali (1.200 abitanti circa) , 17.500 Aspi, 10.500 mq funzioni produttive

compresa torre-hotel



Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us

L'area è praticamente contigua a quella del progetto Laguna Verde
 

·
Registered
Joined
·
23,435 Posts
Discussion Starter · #7 ·
Settimo-Torino, guerra a Nord-Est

Il progetto della Laguna Verde prevede la costruzione di una eco-city sopraelevata con case, uffici, scuole e attività commerciali


Contestato il progetto torinese sull’area ex Michelin: «Edifici
di pessima qualità, danneggerà Laguna Verde». Di mezzo ci sono quasi 2 miliardi d’investimenti

ANDREA ROSSI
TORINO
Meno male che a dividerli c’è il raccordo della tangenziale, altrimenti questa volta Aldo Corgiat e Sergio Chiamparino rischierebbero di venire alle mani. C’è un milione e mezzo di metri quadrati, esattamente al confine tra Torino e Settimo, che è diventato il terreno per l’ennesima - e forse ultima, visto che tra qualche mese si vota - contesa tra due sindaci che militano nelle stesso partito (il Pd) ma si detestano, nemmeno troppo cordialmente. Da anni duellano: Corgiat rimprovera a Chiamparino di trascurare l’area metropolitana e, da quando è diventato presidente dell’Anci, di non difendere abbastanza i comuni dalla furia predatrice di Tremonti. L’inquilino di Palazzo Civico nemmeno lo nomina più: «Quello là non perde occasione di gettare fango su Torino». Non si trovano simpatici, ma sarebbe riduttivo esaurire qui le ragioni del contendere, che sono ben altre e spesso (come stavolta) valgono un bel po’ di milioni di euro.

A metà tra i due comuni sorge una delle aree simbolo della desertificazione industriale e del tentativo di restituire nuova vita agli insediamenti abbandonati trasformandoli in aree residenziali, commerciali e di servizi. La zona è così strategica che qualche mese fa Regione, Provincia, Torino, Settimo, San Mauro e Borgaro hanno firmato un protocollo per valorizzarla insieme. Ecco perché l’altra mattina, quando ha scoperto che la giunta dell’odiato Chiamparino aveva dato il via libera a una maxi operazione urbanistica proprio a ridosso di Settimo, senza nemmeno avvisarlo, a Corgiat è andato il caffè di traverso. L’area è quella su cui sorge lo stabilimento della Michelin, oggi smembrato e ridotto a un francobollo. Per dieci anni il polo logistico dell’impresa resterà in corso Romania e sarà ospitato - con gli uffici direzionali - nella nuova torre di 18 piani. Intorno, attività commerciali, case per 4 mila nuovi abitanti e un bell’incasso per Palazzo Civico grazie agli oneri di urbanizzazione.

Il guaio è che a poche centinaia di metri Settimo sta cullando un business da 1,3 miliardi, con ricadute milionarie sulle casse del Comune. Che c’entra «Laguna Verde» - così è stata chiamata l’avveniristica cittadella - con le mire di Torino sull’area ex Michelin? C’entra, perché - stando a quel che dice Corgiat - «mentre noi da due anni lavoriamo a un progetto di altissima qualità a pochi metri costruiscono una riedizione dei palazzoni Anni 50. Una sorta di fortino, di nessuna qualità».

A Settimo lo dicono chiaro: il piano Michelin, così come impostato, rischia di mandare in fumo «Laguna Verde», l’eco-city sopraelevata, con edifici alti 100 metri, negozi, aree per la ricerca scientifica, palasport, scuola. Tra pochi giorni la variante urbanistica sarà approvata. Condurre in porto l’operazione varrebbe milioni di euro e un polo attrattivo che punta verso Milano. Ma se l’area perdesse di attrattività per colpa dei palazzoni Michelin? Il valore potrebbe crollare, e allora addio poli per l’innovazione. La partita è tutta lì e, oltre a due Comuni che si guardano in cagnesco, coinvolge due colossi industriali con destini opposti: uno in via d’espansione, l’altro in piena smobilitazione. «Laguna Verde» vuol dire Pirelli, l’eco-town sorgerà su terreni in parte proprietà della multinazionale che qui avrà il suo centro di ricerca; corso Romania invece è la scappatoia per salvare l’area su cui sorgeva la Michelin prima di dismettere la produzione e mantenere solo la logistica. Torino contro Settimo è anche una partita sul futuro degli insediamenti produttivi.

http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/cronaca/articolo/lstp/387627/
 

·
Registered
Joined
·
23,435 Posts
Discussion Starter · #8 ·
Certo che se si sommano i due progetti.. area da 1,4 milioni di mq, investimenti per 1,8 miliardi di euro, una ventina di torri di vari altezze..

Si rischia però una guerra "fratricida" da cui escono solo sconfitti.. non sarebbe male se tutti gli enti locali e gli investitori privati coinvolti si riunissero e fondessero i due progetti in uno solo
 

·
Torino è elettronica!!
Joined
·
29,469 Posts
Certo che se si sommano i due progetti.. area da 1,4 milioni di mq, investimenti per 1,8 miliardi di euro, una ventina di torri di vari altezze..

Si rischia però una guerra "fratricida" da cui escono solo sconfitti.. non sarebbe male se tutti gli enti locali e gli investitori privati coinvolti si riunissero e fondessero i due progetti in uno solo
fonderli no (sono molto diversi per architettura e destinazione dei nuovi edifici) ma che ci debba essere una programmazione unitaria sì in fatto di trasporti ad esempio.

sul fatto che lo giudichino brutto dai rendering concordo con derit.
 

·
Registered
Joined
·
23,435 Posts
Discussion Starter · #12 ·
fonderli no (sono molto diversi per architettura e destinazione dei nuovi edifici)
Architettura?

Di Laguna Verde è dal 2008 , e sono ormai 3 anni, che si vedono masterplan con nulla più di volumi generici e disposizioni nello spazio, di progetti concreti di qualche edificio non se ne è visto neanche uno, a parte l'outlet..

Circa la destinazione degli edifici, Laguna Verde dovrebbe avere qualche servizio pubblico in più, e Michelin anche spazi produttivi per aziende ma più del 50% del mix è sempre il solito : residenze, uffici e commerciale.
 

·
Turin is My City
Joined
·
5,670 Posts
La situazione risulta essere complessa che va al di fuori dei songoli progetti
, nel senso che , non c'è soltanto il fattore politico, urbanistico architettonco, ma anche quello economico di mezzo.
Si scontrano 2 modi differenti di gestione le territorio, di attenzione a politiche urbanistiche basati su concetti nettamente diversi. Il problema e che la gestione di trasformazioni di una certa importanza dovrebbe essere gestita da un organo, che ahimè manca , la città metropolitana. Anche gli strumenti tecnici di condivisione dei piani sono obsoleti. il piano strategico della città, che prendeva anche il comune di settimo ormai è obsoleto e la città non cerca in alcun modo di ripristinare uno strumento di gestione del territorio essenziale.
che poi le portate sia di investimento che di progettualità siano assai differenti questo non vuol dire che gli orgnai competenti non si devono sedere allo stesso tavolo, non a caso la defence è stato un progetto condiviso sia dalla città di parigi che il comune di Bourge, dove sorge. diciamo in Italia c'è un problema di condivisione che parte dalla visione espansionistica di qualche amministratore, causate sopratutto da una certa arroganza del comune di torino rispetto ai suoi confinanti per 40 anni
 

·
FOLLIA VIVERE COME SE...
Joined
·
6,395 Posts
Il rendering della zona Michelin-Cebrosa non mi sembra poi così malvagio come dice il sindaco di Settimo...
Mi pare un attacco gratuito
... anche interessato, a me piace, mi sembra più concreto di Laguna.
 

·
Registered
Joined
·
692 Posts
Ecco perchè sono sempre stato dell'idea che metropoli come Torino debbano avere qualcosa di più di comune e provincia: area metropolitana (prevista dalla costituzione) che lavori veramente su To e dintorni. O addirittura inserire i comuni così prossimi in una sola città (cosa che solleverebbe MILLE lamentele lo so) ma che almeno vivrebbero di una gestione unitaria e costante che possa interagire facilmente e avere uno studio di fondo più attento e senza "pestare i piedi di uno o dell'altro". Detto questo il render mi fa abbastanza schifo: non mi piace quel tipo di progettazione... (parlo di estetica)
 

·
Registered
Joined
·
7,833 Posts
^^ si peccato che però Laguna Verde è solo sulla carta... sono 3 anni che ne parlano (o meglio in realtà ne hanno parlato 3 anni fa e poi non si è più sentito nulla)
e comunque non credo che il progetto dell'area Michelin possa sminuire il valore di (se mai nascerà) Laguna Verde.
Preferirebbe il Sindaco di Settimo che l'area Michelin/Cebrosa resti così come è ora?
 
1 - 20 of 145 Posts
Top