Skyscraper City Forum banner
41 - 60 of 126 Posts

·
Registered
Joined
·
7,693 Posts
Notato come La Stampa da ieri, abbia iniziato a fare propaganda, pubblicizzando la chiusura di due aziende (di modeste dimensioni), continuando con oggi dichiarando l'aerospaziale a Torino come un settore in crisi? Al padrone non deve piacere molto la notizia dell'hub aerospaziale. Lungi da me difendere gli assassini di Leonardo (nel top 10 mondiale), ma fa tenerezza vedere una propaganda così sfacciata.
 

·
Registered
Joined
·
23,881 Posts
Discussion Starter · #42 ·
Nascono i Leonardo Labs per innovazione

Nasce in Italia una rete unica di laboratori, destinata a mettere il nostro Paese al passo con un'innovazione dalla crescita esponenziale: sono i Leonardo Labs, presentati a Genova nella giornata degli Innovation Award 2019, l'iniziativa che Leonardo dedica ai giovani ricercatori.
"Il progresso avanza a ritmo imbarazzante" in un "mercato ipercompetitivo" e l'obiettivo dei Leonardo Labs è "diventare driver dell'innovazione nell'arco di 5-10 anni", ha detto Roberto Cingolani nella sua prima uscita pubblica come Chief Technology and Innovation Officer di Leonardo, ruolo che riveste da pochi mesi.
Big data, supercalcolo, intelligenza artificiale, tecnologie quantistiche sono le sfide che si preparano a raccogliere i laboratori che nei prossimi cinque anni sono previsti in tutta Italia, in prossimità con le sedi produttive della Leonardo, da Genova fino a Napoli. Grazie a essi giovani ricercatori di tutto il mondo potranno arrivare in Italia per lavorare con gli esperti delle divisioni produttive di Leonardo.
http://www.ansa.it/campania/notizie...one_db897f85-2958-4cdb-9f85-24b8eb3ee5d9.html

A Torino la ricerca sugli aerei, a Genova un mega-computer

LUIGI GRASSIA
Leonardo, gruppo italiano e internazionale dell’aerospazio, creerà entro cinque anni una rete di super-laboratori distribuiti fra Torino, Genova, Varese, Roma e Napoli; questi nuovi Leonardo Labs si dedicheranno allo studio delle tecnologie aeronautiche e spaziali di avanguardia, oltre che al Big Data, all’Intelligenza Artificiale, alla tecnologie quantistiche e alla crittografia, ai nuovi materiali e alla propulsione elettrica. È già stabilito che a Torino sarà concentrato il principale sforzo di ricerca nelle attività d’elezione del gruppo, cioè l’aeronautica, i droni e lo spazio [...]

Complessivamente in Italia i Leonardo Labs prevedono decine di assunzioni in ognuno dei cinque centri, e si tratterà di ricercatori e tecnici qualificati, provenienti anche dall’estero.

[...] I nuovi «Labs» saranno strettamente collegati fra loro e faranno progetti a beneficio di tutto il gruppo, anziché di singole divisioni, dedicandosi sia alla ricerca pura sia a quella applicata; [...].
https://www.lastampa.it/economia/20...li-aerei-a-genova-un-mega-computer-1.38044956
 

·
Registered
Joined
·
23,881 Posts
Discussion Starter · #46 ·
Droni ed elicotteri per salvare l’Aero club

[...] L’Aero club Torino prova a rilanciare con un piano di proposte che guarda al futuro. Il timore di dover lasciare il campo [...] è rimandato a fine giugno, quando scadrà la proroga concessa dalla nuova amministrazione di Tne, proprietaria del sito.

Da quando, la scorsa estate, è stato pubblicato l’avviso di ricerca manifestazione di interesse per ottenere la concessione della gestione e sviluppo dell’impianto, ne sono arrivate tre, tutte da privati, ma per ora la scelta è congelata. Intanto i circa 300 soci hanno approvato un piano che guarda al futuro e sperano di «preservare questo pezzo di storia, anche perché offriamo un servizio prezioso alla città. Vogliamo subentrare a noi stessi».

Il primo punto, e più importante, è la possibilità di favorire nuovi insediamenti di servizi di pubblica utilità che utilizzino soprattutto elicotteri. Il 118 è già presente ma si vuole ampliare e creare un polo aeronautico di protezione civile con vigili del fuoco, forestale, forze di polizia che sarebbe il primo in Italia concentrato in un unico Aero club e permetterebbe economie di scala. Un piano ovviamente legato al rinnovo della collaborazione con il servizio di elisoccorso del 118 in scadenza sempre a giugno 2020.

Nel caso proseguisse, è prevista la costruzione di una nuova struttura in muratura per ricollocare i servizi di ospitalità e di logistica per il personale.

Inoltre l’Aero club si propone di mettere l’aeroporto a disposizione del comparto aerospaziale per realizzare un laboratorio a cielo aperto per la sperimentazione e il collaudo di droni. Nell’intenzione dei soci c’è anche la volontà di mantenere l’attività didattica che andrebbe incrementata con investimenti per conseguire titoli professionali aeronautici e per istituire un corso didattico per manutentore di aereo e manutentore di elicottero.

A questo si aggiunge la proposta del Politecnico di Torino che vorrebbe insediare all’Aero club un distaccamento, creando un edificio con aule didattiche locali per simulatori di volo e officina didattica di manutenzione che arriverebbe a ospitare un centinaio di studenti.

Ultimo aspetto è l’incremento del turismo con diritti di scalo e la temporanea gratuità degli avio parcheggi.

«Abbiamo 112 anni di storia dedicata allo sviluppo dell’aviazione torinese e del territorio. Non tutti sanno che questo è stato il primo aeroporto della città operativo dal 1945 al 1953 [...] Ed è proprio da qui che la mattina del 5 maggio 1947 partì il primo volo dell’Alitalia. [...]
C. LUI.
(La Stampa)
 

·
Registered
Joined
·
23,881 Posts
Discussion Starter · #47 ·
In Piemonte il derby auto-aerospazio: è corsa ai fondi della Regione

di Christian Benna
[...] A Torino auto e aerospazio rischiano di entrare in rotta di collisione nel tentativo di fare il pieno dei finanziamenti (30 milioni di euro) messi a disposizione dalla Regione Piemonte. Un vero e proprio derby si è acceso tra l’ex fabbrica Mirafiori (area Tne) e quella di corso Marche, soprattutto tra le imprese di settore che le rappresentano, a caccia delle (poche) risorse messe a budget dal settore pubblico. L’obiettivo è lanciare in orbita i progetti delle due nuove cittadelle tecnologiche: Manufacturing Center nell’ex Mirafiori e l’aerospace city di corso Marche.

«Torino Area di Crisi»
Nel decreto Rilancio il governo ha stanziato per «Torino Area di Crisi» solo 20 milioni, contro i 100 promessi dal premier Conte a ottobre. L’idea era stesa sul piano di sviluppo condiviso da enti pubblici, atenei, industriali, sindacati e piccole imprese: 50 milioni all’auto e 50 all’aerospazio. Per avere due grandi laboratori per il trasferimento tecnologico. Tutti contenti? Sì, fino a maggio. Perché la filiera aerospace è rimasta a bocca asciutta. I 20 milioni del Dl Rilancio andranno a rifornire l’ex Mirafiori per ospitare il Centro nazionale delle tecnologie sull’auto. Il progetto di corso Marche invece rischia di saltare. Come fare per riequilibrare la partita? Il Politecnico di Torino, che ha un ruolo di coordinatore di entrambi i progetti, cerca di fare da pacificatore. Ma sui 30 milioni di euro stanziati dalla Regione adesso si scatena l’assalto alla diligenza. Tutto all’auto? O all’aerospazio? Le imprese attendono un cenno della Regione.

La cittadella dell’aerospazio
Giuliana Mattiazzo, vice rettrice per il trasferimento tecnologico del Politecnico, ha curato in prima persona il progetto di sviluppo dell’area di corso Marche [...] – spiega Mattiazzo - Oggi le risorse non ci sono. Se rimaniamo così il progetto non si farà mai. Ma confidiamo nella Regione Piemonte e nel fatto che il governo possa intervenire presto».

Come collocare le risorse?
Intanto bisogna decidere come allocare le risorse regionali: 30 milioni appunto. L’assessore alle attività produttive Andrea Tronzano non si sbilancia: sarà un fifty- fifty? Oppure no? «Dobbiamo ancora decidere ascoltando le imprese. C’è però la volontà di sostenere le filiere più innovative del territorio». Nei prossimi giorni le associazioni degli imprenditori si siederanno attorno a un tavolo. Ogni filiera, [...] proverà a tirare la coperta dalla propria parte. «Per il Politecnico la cittadella aerospace rimane centrale. Così come quella dell’auto – spiega Mattiazzo - Contiamo di portare anche l’incubatore delle startup dell’Esa, l’agenzia spaziale europea. Il progetto è troppo importante per essere abbandonato così». [...]
 

·
Registered
Joined
·
62 Posts
In Piemonte il derby auto-aerospazio: è corsa ai fondi della Regione

di Christian Benna

Il settore aerospaziale è uno dei più promettenti e a Torino abbiamo delle eccellenze, spero non si butti tutto alle ortiche. Spero che il Governo (e non solo) trovi i soldi per queste cose davvero importanti per lo sviluppo del Paese.
 

·
Registered
Joined
·
23,881 Posts
Discussion Starter · #50 ·
Dal Sole24Ore:

Droni in corso Marche
[...] Nello storico stabilimento di corso Marche, a Torino, Leonardo ha trasformato una ex area industriale da 800 metri quadri in un “laboratorio” permanente, per testare nuove applicazioni in volo. «Questo hangar era in passato parte di un’attività produttiva [...] poi spostata nella sede di Caselle, abbiamo deciso di liberare l’area, allestirla per il contest e destinarla alle future applicazioni di intelligenza artificiale, per la sperimentazione di droni e di tecnologie avanzate»
Cittadella dell'Aerospazio

[...] Il prossimo step sarà definire il comodato gratuito per la concessione degli spazi dove sorgerà la cittadella dedicata all’aerospazio, contiamo di avviare gli interventi nei primi mesi del 2021». [...].
 

·
Registered
Joined
·
23,881 Posts
Discussion Starter · #52 ·
Intervista a Profumo (Leonardo) su La Stampa della settimana scorsa

Alla fine del 2019 avete annunciato la nascita di una cittadella dell’aerospazio a Torino. Quando debutterà?
«[...] Confermiamo il nostro impegno per il nuovo polo, speriamo che lo facciano anche partner istituzionali. L’obiettivo è partire nel 2021».
 

·
Registered
Passion lives here
Joined
·
4,870 Posts
Non vedo l'ora che facciano il museo dell'industria aerospaziale.
Un po' per un desiderio infantile di visitarlo.
E poi perché sarebbe un gran "passaggio di consegne" nell'evoluzione della città, da un punto di visibilità di stampo industriale: chissà che un giorno, non troppo lontano, Torino non possa trasformarsi, a livello di immagine popolare, da città dell'automobile a città dello spazio.
 

·
Registered
Joined
·
62 Posts
Non vedo l'ora che facciano il museo dell'industria aerospaziale.
Un po' per un desiderio infantile di visitarlo.
E poi perché sarebbe un gran "passaggio di consegne" nell'evoluzione della città, da un punto di visibilità di stampo industriale: chissà che un giorno, non troppo lontano, Torino non possa trasformarsi, a livello di immagine popolare, da città dell'automobile a città dello spazio.
Da appassionato di esplorazione spaziale sarebbe un sogno.
 

·
Registered
Joined
·
23,881 Posts
Discussion Starter · #55 ·
I poli per auto e spazio accelerano Invitalia trova nuove aziende

LEONARDO DI PACO
[...] Ad annunciare i prossimi passi nella partita per la creazione dei due hub dedicati ad automotive e aerospace è l’assessore alle Attività produttive di Palazzo Civico [...]. Confermati i fondi promessi da Roma (una cinquantina di milioni di cui attualmente solo 20 stanziati) [...]. «Negli ultimi mesi abbiamo avuto molti incontri con diverse realtà produttive attive a Torino che hanno manifestato la volontà di partecipare al progetto» [...]. Nel corso della sortita torinese Invitalia confermerà gli impegni finanziari presi nell’ultimo anno. [...] «Il ministero dello Sviluppo [...] ha già diversi dossier aperti di aziende che negli scorsi mesi hanno dimostrato la volontà di partecipare attivamente al progetto. Il fatto che nelle ultime settimane se ne siano aggiunte altre è un ottimo segnale. Inoltre è possibile che con una platea di attori più larga il governo decida di investire atri fondi». L’incontro della prossima settimana ci si aspetta sia decisivo. «Entro la fine dell’anno [...] tutte le questioni burocratiche saranno terminate». E sarà pronto il documento che, a livello pratico, stabilisce tempi e modalità per l’arrivo sul territorio dei fondi promessi. [...]
(La Stampa)
 

·
Registered
Joined
·
7,693 Posts
ExoMars, a Torino prove tecniche di atterraggio su Marte
 

·
Registered
Passion lives here
Joined
·
4,870 Posts

·
Registered
Joined
·
23,881 Posts
Discussion Starter · #59 ·
sarà un caso, ma praticamente in contemporanea all'uscita delle prima news su skygate - polo della mobilità verticale, Elkann se ne usciva con notizie sull'auto che vola...
 

·
Registered
Joined
·
7,693 Posts
sarà un caso, ma praticamente in contemporanea all'uscita delle prima news su skygate - polo della mobilità verticale, Elkann se ne usciva con notizie sull'auto che vola...
Che la Fiat produrrà nel posto più lontano possibile dall'Italia. Delocalizzeranno su Marte appena potranno.
 
41 - 60 of 126 Posts
Top