SkyscraperCity banner

1041 - 1060 of 1461 Posts

·
Registered
Joined
·
21,792 Posts
Discussion Starter #1,041
dopo corso Brescia (ora in cantiere), nuovo intervento di Torchio e Daghero a pochi isolati dalla Nuvola Lavazza (via alessandria) questa volta al posto di una vecchia officina monopiano, sembra si chiamerà The Corner (è all'angolo con altra via)

l'unico rendering


http://instagr.am/p/CFzK5_Qj-ow/
cantiere già iniziato




alberelli, alberelli ovunque, come se piovesse.
 

·
Registered
Joined
·
21,792 Posts
Discussion Starter #1,042
l'altro ieri party notturno molto fashion nel cantiere di Uptown per il lancio della commercializzazione, con tanto di buttafuori e vip tipo Marchisio ecc.

vista notturna dal palazzo

 

·
Registered
Joined
·
5,179 Posts
l'altro ieri party notturno molto fashion nel cantiere di Uptown per il lancio della commercializzazione, con tanto di buttafuori e vip tipo Marchisio ecc.

vista notturna dal palazzo

Erano più di 6?
 

·
Registered
Passion lives here
Joined
·
3,726 Posts
:sick:

anche con cubature alte e poco spazio è possibile fare cose diverse:

La differenza nella posizione però non l'hai considerata. L'edificio che posti sta a Praga 3: circa 10 minuti dalla città vecchia (centro cittadino), coi mezzi pubblici.
Da Strada della Pronda a piazza Castello se va bene ci metti 40 minuti, col tram.
Credo che l'investimento sia proporzionato al ROI: se vuoi qualcosa di un po' più brioso e particolare, che non somigli ad un casermone, spendi di più, ma poi devi giustificare il costo di vendita al mq che in un luogo sperduto come la fine di via Monginevro, non ha senso alzare visto che non c'è niente.
 

·
Registered
Joined
·
2,514 Posts
Questione di gusti imho.
Non credo ci debba fermare al solo gusto estetico. Uno può benissimo apprezzare di più i palazzi di via di Monginevro o di Valona.

Però c'è anche da chiedersi, nel confronto, quali dei due, per progettualità, uso dei materiali, finiture ecc, adotti soluzioni più simili a quelle di quarant'anni fa o meno, per poter dare un giudizio.
 

·
Registered
Joined
·
153 Posts
Egregio Dal Bo, a tutti penso piacerebbe avere un attico in grattacielo progettato da Boeri o Foster.
Purtroppo molti di noi si accontentano di un appartamento da 1600 euro al metro, spendono i loro 150000 euro e si ritrovano in un condominio un po' banalotto.
Sai siamo così ottusi che le vagonate di soldi che ci avanzano le usiamo per imbottire i pouf del salotto.
 

·
Registered
Joined
·
2,514 Posts
Mi accontenterei che il livello medio della nuova edilizia di Torino fosse paragonabile a quello che si trova in repubblica Ceca, paese che un reddito inferiore di circa un terzo del Piemonte.
Credo che sia innanzitutto un problema di apertura mentale dei progettisti, di dimensione degli studi, mancanza di ricerca e sviluppo, pigrizia mentale, e clientela rassegnata a bassi standard.

Questi limiti in un città dell'eleganza di Torino (non stiamo parlando di Pescara), credo che siano resi ancora evidenti, per non rendersi conto che qualcosa non va.

Magari di primo acchito uno potrebbe pensare che sia solo una questione economica, perchè non tutti possono permettersi case di lusso, ma ti faccio questo esempio:

Google Maps

Tempo fa ho trovato un annuncio per un appartamento in questo stabile in zona centrale a Verona:

primo piano 130 mq a 760.000 euro.

Allora mi chiedo: è possibile che in una zona di centrale di una città ricca del nord si possano costruire edifici di tale banalità, con finestre che paiono feritoie per mantenere elevata la classe energetica, venderlo a quasi 6000 euro a mq e trovare mercato? A quanto pare si (visto che l'han venduto), ma allora non è una questione di grana.
 

·
Registered
Joined
·
5,179 Posts
Ecco quello, al piano terra, infossato, senza luce e senza mega balcone te lo fanno meno, solo 4500 al mq

Manco il marciapiede c'è. Che vizio di me**a, fuori dalle grandi aree urbane i pedoni devono morire.
Comunque 4.500 €/mq, a Verona, perdipiù in una zona che sembra smilitarizzata, è da TSO immediato.
 

·
Registered
Joined
·
21,792 Posts
Discussion Starter #1,051 (Edited)
Questi limiti in un città dell'eleganza di Torino (non stiamo parlando di Pescara), credo che siano resi ancora evidenti, per non rendersi conto che qualcosa non va.

Magari di primo acchito uno potrebbe pensare che sia solo una questione economica, perchè non tutti possono permettersi case di lusso, ma ti faccio questo esempio:
la città elegante era ed è rimasta sostanzialmente quella pre-fordista. la città capitale di un regno, ma non solo quello, anche nei decenni successivi fecero cose belle, il liberty ne è solo l'esempio più limpido.

la città brutta è quella dal boom economico in poi, anzi dal razionalismo del periodo fascista in poi. e non solo nel residenziale ma anche negli altri tipi di edificazioni.

stiamo parlando della cosiddetta città "operaia". dove il problema non è solo l'impoverimento economico in una città che passa (tra l'altro in modo violentissimo, sia a livello sociale che urbanistico, perchè avvenuto in pochissimo tempo) dall'essere la capitale di un regno, la piccola parigi, alla versione occidentale di togliattigrad ma anche tutto un insieme di ignoranza e provincialismo e conseguente gusto estremamente grezzo che inevitabilmente pervade la popolazione di una città così strutturata a livello sociale.

...se poi si aggiunge il carico da 90° di 1-2 generazioni di architetti arrogantissimi nella considerazione di sé e delle propria opere, ma impietose a livello di risultati, cresciuti in pieno delirio kulturale di stampo puramente bolscevico, prima, e versione post '68ina, dopo... la frittata è bella che è fatta.

per fortuna, come già scritto, nonostante tutto, stiamo pian piano evolvendo... e l'estinzione della generazione dei boomer, come in tanti altri campi, non potrà che aiutate in questo senso.

ma ad oggi è ancora del tutto normale tirare su certi palazzoni residenziali che nella società contemporanea sono più vicini ad un gusto tipico della sponda sud del mediterraneo che non a quello europeo. certe robe al giorno dìoggi, italia a parte, è più facile che le tirino su a tripoli o bengasi che non in francia o anche solo, ahimè, addirittura in polonia.
 

·
Registered
Joined
·
2,514 Posts
Manco il marciapiede c'è. Che vizio di me**a, fuori dalle grandi aree urbane i pedoni devono morire.
Comunque 4.500 €/mq, a Verona, perdipiù in una zona che sembra smilitarizzata, è da TSO immediato.

è la qualità che manca, (e ripeto quello sopra con 40 m in meno costava 10k in più)

perchè allora siamo all'auto-flagellamento:
In periferia si costruisce da cani perchè la gente non si può permettere di meglio, e in centro costruiamo da cani ma facciamo pagare un botto, perchè è centro...
 

·
Registered
Joined
·
153 Posts
Certo, si può costruire bene anche un quartiere di case popolari. La Falchera é sui manuali di architettura.
Come si possono fare obbrobri per miliardari.
La mia critica era rivolta alla odierna mania del cladding e delle vetrate fantasmagoriche, che indubbiamente costano molto più che un onesto muro in intonaco con delle finestre e delle porte di dimensioni standard. Un architetto bravo riesce a fare un lavoro aggraziato anche con poco, non ci piove. Ma non prenderei ad esempio un palazzone vetro e alluminio nel centro di Praga, comunque una capitale europea di uno stato industriale, in una zona in cui il grano gira.

La mia domanda è se in una città in contrazione demografica si debbano tirare ancora su robe da 11 piani in microlotti. A Santa Rita negli anni 60 70 bisognava dare la casa a decine di migliaia di persone e si sono fatti i mostri in cemento.
Ma oggi le sfide sono altre, chi non ha la casa ha problemi sociali e non se la può prendere a mercato. Gli altri la casa ce l'hanno, di proprietà o in affitto.
Trovo sbagliato l'approccio del massimo valore fondiario possibile, il comune mi fa tirare su 11 piani perché così incassa gli oneri di urbanizzazione.
In questi metri cubi provo a farci stare più alloggi possibili per massimizzare la rendita. E li faccio costare il meno possibile.
Chi compra spesso è ben contento di spendere meno per la casa e aprire il pouf per comprarsi un bell'arredamento e i rivestimenti extra capitolato. O impianti fuori catalogo.
Quante volte soluzioni di design e decorative vengono tagliate in corso d'opera per contenere i costi ricavare una stanza in più?
 

·
Registered
Joined
·
2,197 Posts
è la qualità che manca, (e ripeto quello sopra con 40 m in meno costava 10k in più)

perchè allora siamo all'auto-flagellamento:
In periferia si costruisce da cani perchè la gente non si può permettere di meglio, e in centro costruiamo da cani ma facciamo pagare un botto, perchè è centro...
Perdonami, ma prendere un esempio a caso e trarre conclusioni da lì non è molto corretto. Andrebbe fatto un discorso più completo, in alcuni casi si è costruito anche discretamente in periferia, così come ci sono state ristrutturazioni molto curate anche a Torino, di recente. Che poi la qualità media in Italia sia bassa...su quello non posso darti tutti i torti, ma anche negli altri paesi a volte si costruisce di merda. L'estate di 2 anni fa, tanto per dirne una, ho girato un po' le periferie di Tolosa e di Bordeaux e non è che abbia trovato tutti sti capolavori architettonici
 

·
Registered
Joined
·
153 Posts
Comunque anche Palazzo Trecate, che stanno vendendo sui 4000 al metro (alloggio cantato 117 in realtà meno di 90 compresi muri intenri) piano medio, è un bell'alveare. Ah ma ci sono i pannelli fotovoltaici sul tetto
 

·
Registered
Joined
·
2,514 Posts
Ho fatto un esempio per non annoiare, ma ho discusso di altri casi in post precedenti. Resta ancora valido il discorso della canalina di scolo sui balconi, che persiste solo in Italia, pure in edificio di pregio.

Se hai degli esempi di Tolosa ecc, condividi pure, anche se non ho parlato mai di capolavori architettonici, l'esempio postato di Praga non lo considero tale. Parlo di standard edilizi adeguati alla contemporaneità.

Comunque se mi trovi in qualunque città delle Francia robe come le nuove torri di Caltagirone alla bicocca di Milano e (parliamo di Milano)....allora mi consolo.
 

·
Registered
Joined
·
153 Posts
Ho fatto un esempio per non annoiare, ma ho discusso di altri casi in post precedenti. Resta ancora valido il discorso della canalina di scolo sui balconi, che persiste solo in Italia, pure in edificio di pregio.

Se hai degli esempi di Tolosa ecc, condividi pure, anche se non ho parlato mai di capolavori architettonici, l'esempio postato di Praga non lo considero tale. Parlo di standard edilizi adeguati alla contemporaneità.

Comunque se mi trovi in qualunque città delle Francia robe come le nuove torri di Caltagirone alla bicocca di Milano e (parliamo di Milano)....allora mi consolo.
6 Rue des Bergeronnettes
Non mi sembra un capolavoro.
Da dire che invece apprezzo il tentativo di metterci una pezza con l'arredo urbano e la tettoia per i bidoni

Segnaposto inserito
Vicino a Allée des Peupliers, 93330 Neuilly-sur-Marne, Francia

Neanche sta roba qui, ma almeno il tentativo di riparazione con il verde pubblico l'han fatto
 

·
Turin is My City
Joined
·
5,228 Posts
Ma non mi sembra che all estero in aree peiurbne si propongano soluzioni di architettura innovative. Un giro europeo nelle grandi aree di trasformazione periurbana

Ci si sta idealizzando troppo dell architettura commerciale (perché di quello stiamo parlando) . poi trovo che l attuale architettura invecchi rapidamente e riguardando realizzazioni anni 90 e 2000 sentano già il peso dell Eta, risultando pure brutta.
 

Attachments

·
Registered
Joined
·
2,514 Posts
Sono quasi tutte costruzioni che hanno almeno 12 anni se non 15 o 20 (insomma roba contemporanea alla Torino delle Olimpiadi). Qualcuna egregia qualche altra bruttina. Nella Spagna dell'iperboom edilizio si marciava come un caterpillar, con edilizia massiva...

A me pare che dopo il 2008 e soprattutto negli ultimi la cura sia cresciuta notevolmente, e per rilanciare l'economia si sia puntato molto sulla riqualificazione urbana e su progetti di maggiore qualità (Se guardiamo all'est Europa dei primi anni 2000 per dire, ma anche la Oslo di 15 anni fa era più statica)

... c'è stata un'accelerata in sostanza e quello che era un deficit limitato del nostro paese è rapidamente cresciuto.

Ps:
Nel segnaposto linkato io ad esempio ci trovo questo, che è più recente e non è affatto malvagio:
Vicino a Allée des Peupliers, 93330 Neuilly-sur-Marne, Francia

qui un altro recente:
[URL

e comunque siamo nei sobborghi metropolitani di Parigi, che altro che 40 minuti in tram per arrivare in centro.
 

·
Registered
Joined
·
21,792 Posts
Discussion Starter #1,060 (Edited)
ingresso di un parcheggio condominiale "da ricchi" (uno dei palazzi di piazza cln ristrutturati negli ultimi anni)
652711
 
1041 - 1060 of 1461 Posts
Top