Skyscraper City Forum banner
1 - 20 of 45 Posts

·
Turin is My City
Joined
·
5,547 Posts
Discussion Starter · #1 ·
Ho notato con piacere che deifferenti città italiane stanno ritornando, oltre al tram, al FILOBUS.
siccome noto che la regione piemonte stia avviando progetti di ecologia/ecocompatibilità perchè anche da noi nn si possa ritornare al caro vecchio filobus

torino e ricca di vecchi tralicci di vecchi tracciati di tram
se si potessero riavviare oltre a risparmiare sui mezzi (minor costo a differenza di untram) si risparmierebbe anche in "gasolio" e quindi ecologia
spero che i nostri amministratori se ne accorgano nei prossimi anni che al posto di comprare autobus catoricio (vanhool/autodromo/...) possano indestire i i soldi dei contribuenti in scielte più ecologiche e durature...............


che ne pensate?
quale/i potrebbe/potrebbero essere la/le possibile/i linea/e?
 

·
In racing we trust
Joined
·
2,342 Posts
l'idea dei filobus la trovo ideale...il tram porta poca più gente ma ha costi enormente superiori
comunque vorrei esprimere il mio rammarico per aver letto che sia stato dato del "catorcio" ai VanHool. io studio ingegneria, e credo che quei mezzi siano eccezionali, sia per come sono stati concepiti (gli unici, tra gli autosnodati ad avere come ruote traenti l'assale con più peso gravante, ovvero quello centrale più le ruote posteriori autosterzanti, cosa che garantisce più agilità), sia per l'eccellente gruppo motore/trasmissione, che lavora in modo ineccepibile e detentori di qualità come la fluidità e la regolarità che farebbero invidia ad un 12V Rolls Royce!!!
 

·
Registered
Joined
·
3,830 Posts
l'idea dei filobus la trovo ideale...il tram porta poca più gente ma ha costi enormente superiori
comunque vorrei esprimere il mio rammarico per aver letto che sia stato dato del "catorcio" ai VanHool. io studio ingegneria, e credo che quei mezzi siano eccezionali, sia per come sono stati concepiti (gli unici, tra gli autosnodati ad avere come ruote traenti l'assale con più peso gravante, ovvero quello centrale più le ruote posteriori autosterzanti, cosa che garantisce più agilità), sia per l'eccellente gruppo motore/trasmissione, che lavora in modo ineccepibile e detentori di qualità come la fluidità e la regolarità che farebbero invidia ad un 12V Rolls Royce!!!
ok, tutto perfetto ma il comfort dove lo mettiamo?
 

·
In racing we trust
Joined
·
2,342 Posts
se le strade sono ben fatte il confort di un filobus è uguale a quello di un tram...senza le "sberle" che ti prendi ogni qual volta fa una curva
e comunque sarebbe un solo elemento negativo davanti ad una miriade di elementi positivi in favore dei filobus (in primis il non dover fare le rotarie, trappole mortali per chi va in bici come me!!!)
 

·
Banned
Joined
·
12,449 Posts
Sono due cose profondamente diverse ed un filobus porta molta meno gente di un tram, specialmente con i moderni convogli a più elementi, mentre un filobus più lungo di 18 metri (articolato, ovviamente) in Italia non può essere. Il dilemma tram-filobus era più logico negli anni '40-50, quando le vetture avevano più o meno la stessa misura (12 metri max per il filobus e 13 metri circa i tram, salvo articolati e convogli tranviari con rimorchiate). Oggi un filobus entra più facilmente in competizione con un autobus, e per motivi di costi, di immagine e di finanziamenti molte aziende lo preferiscono. Ove mai un giorno si defiscalizzasse l'energia elettrica per trasporto pubblico le filolinee aumenterebbero d'incanto, assieme alle tranvie.
 

·
Registered
Joined
·
2,631 Posts
A Torino non si parla di filobus ed il discorso è improponibile. L'investimento non è affatto modesto e i mezzi per essere autonomi, in certe tratte, necessitano di doppia alimentazione. A questo punto conviene puntare sul bus elettrico, molto più versatile e libero da vincoli di rete.

Si va verso al bus alimentato a metano che oltre ad essere meno inquinante del gasolio ha costi di esercizio decisamente minori e la flessibilità del mezzo su gomma.

Per le linee di trasporto veloci e a media capacità la scelta è tranviaria. Maggior confort, velocità di incarrozzamento, corsie riservate senza possibilità di invasione dei mezzi gommati e maggiori dimensioni del mezzo rispetto ai bus e filobus.
 

·
Registered
Joined
·
290 Posts
^^ Per quanto riguarda il bus elettrico con le tecnologie attuali non farebbe più di 50 km, quindi è improponibile e i costi di sostituzione delle batterie (costi anche ecologici) sarebbero altissimi. Per quanto riguarda il bus a metano anche io lo preferirei a quello a gasolio, ma ho letto sul sito di atm che da uno studio è emerso che le micro-polveri emesse dai motori a metano sono molto + piccole e + insidiose di quelle dei motori diesel.
Secondo me il compromesso migliore sarebbe tram per le linee da e per la periferia in modo che fungano un po' come metropolitane (in periferia c'è spazio per convogli lunghi e corsie riservate), per il centro invece tram con vetture corte e filobus in sostituzione degli autobus. A Milano per esempio farei immediatamente tornare la linea della circonvallazione interna (molino delle armi, visconti di modrone ecc.) una filovia.
 

·
Moderator
Joined
·
7,760 Posts
A questo punto conviene puntare sul bus elettrico, molto più versatile e libero da vincoli di rete.
A batteria? Non sono sicuro che un bus a pile con autonomia di 10 km sia molto meglio di un filobus con marcia autonoma diesel...

Si va verso al bus alimentato a metano che oltre ad essere meno inquinante del gasolio ha costi di esercizio decisamente minori e la flessibilità del mezzo su gomma.
A detta di molti il divario tra motori CNG e diesel moderni è minimo, a fronte di spese elevate per mezzi e rete di distribuzione del gas.

L'unico motivo per cui anche città piccole tipo Piacenza hanno mezzi a gas è per poter far vedere alla cittadinaza che si fa qualcosa, non tanto fare qualcosa di utile. I bus stessi aiutano, anzi, Piacenza ha già una buona rete rispetto ad altre città.
 

·
Banned
Joined
·
12,449 Posts
A batteria? Non sono sicuro che un bus a pile con autonomia di 10 km sia molto meglio di un filobus con marcia autonoma diesel...
Per l'esperienza napoletana direi che non c'è assolutamente paragone. Un filobus bimodale con motore a gasolio ha un'autonomia assolutamente superiore rispetto ad un bus elettrico.

Nel discorso filobus-autobus va tenuto anche in debito conto che il primo ha un ciclo vita maggiore (ed un ammortamento spalmato quindi diversamente) rispetto a qualsiasi tipo di autobus.
 

·
Orto contorto
Joined
·
12,084 Posts
Se possibile eviterei di fare ragnatele di fili perlomeno davanti ai monumenti piu notevoli delle nostre città, e sto pensando per esempio a Torino alla Gran Madre.

Di certo il rendimento di un veicolo elettrico e' ben maggiore di quelli a metano e diesel, ma comunque la corrente la importiamo come il petrolio, e c'e' il costo e la rigidezza dell'infrastruttura elettrica.

A torino serve almeno un'altra metropolitana, poi secondo me vanno benissimo i pullman a metano
 

·
Registered
Joined
·
1,401 Posts
Di recente ho avuto modo di prendere il filobus 90 a Roma e l'ho trovato assai buono come servizio: indistinguibile da un autobus a gasolio (se non per il rumore del motore)
In più c'è il fatto che ad un certo punto si stacca dalla bifilare per fare l'ultimo pezzo solamente a batterie, evitando così di portare la bifilare stessa fin davanti a Termini.

Ieri sono stato a La Spezia, e anche lì i filobus (di dimensioni più contenute) girano al posto di parecchi autobus a gasolio.

Insomma: a me la bifilare non è che piaccia eccessivamente a livello estetico, ma francamente penso che per alcune linee, e con magari delle interruzioni "strategiche" a livello zone auliche potrebbe essere tranquillamente una valida alternativa al bus (non al tram perché le capienze sono decisamente differenti).

Linee "periferiche" come il 5 o il 36 potrebbero essere elettrificate svolgendo un compito ottimo, ma anche una linea portante come il 2 potrebbe avere lo stesso trattamento...

Tuttavia resto convinto che, a breve, sia meglio cercare accordi e finanziamenti per la produzione di una nuova generazione di bus ibridi con motore metano/elettrico o gasolio/elettrico, in attesa che le batterie siano sufficientemente sviluppate da permettere percorrenze compatibili per un bus.
La tecnologia esiste ed è affidabile (vedi toyota/lexus), è praticabile relativamente in poco tempo, non ha bisogno di infrastrutture fisse (la bifilare) e potrebbe essere assai vantaggiosa sotto il punto di vista ambientale ed economico, dato che un bus può portare assai più batterie di una berlina...
 

·
In racing we trust
Joined
·
2,342 Posts
beh, però occorre anche molta più energia per farlo andare
il vantaggio sta più che altro nel fatto che l'ibrido, inteso come quello Toyota, lavora al meglio nello start&stop cittadino, ovvero con accelerzioni e rallentamenti frequenti...che è proprio il contesto di lavoro dei mezzi pubblici
comunque non penso che sia così fantascientifico, dato che comunque la FIAT, anche se per applicazioni autoveicolistiche, lo sta sviluppando e tra due anni lo lancia sul mercato
 

·
Moderator
Joined
·
14,376 Posts
cmq vi scordate una cosa, uno dei maggiori inquinanti degli autoveicoli sono le gomme che perdono pezzi ed alzano moltisisma polvere, quindi filobus o autobus inquinerebbe lo stesso
 

·
Registered
Joined
·
194 Posts
Nel discorso filobus-autobus va tenuto anche in debito conto che il primo ha un ciclo vita maggiore (ed un ammortamento spalmato quindi diversamente) rispetto a qualsiasi tipo di autobus.
Ciao Augusto1031,
piu' precisamente, quanto dura, in media, un autobus ed un filobus? Io li ho stimati in 10-15 anni per il primo e 15-20 per il secondo. E' corretta questa stima?
Ciao
Francesco
 

·
Banned
Joined
·
12,449 Posts
Ciao Augusto1031,
piu' precisamente, quanto dura, in media, un autobus ed un filobus? Io li ho stimati in 10-15 anni per il primo e 15-20 per il secondo. E' corretta questa stima?
Ciao
Francesco
La stima è quasi esatta, diciamo 25 anni per un filobus.
 

·
Registered
Joined
·
2,631 Posts
Penso che l'accordo con GM e Fiat per sviluppare i nuovi motori ad idrogeno e ad elettricità, renda superato il vecchio filobus con aste e rotelle.

A Torino non ci sono linee che a mio giudizio potrebbero essere trasformate in filoviarie.

Certamente nessuna tranviaria. Per il 5 ed il 36 sarebbe uno spreco visto il loro destino trasformato in M1 e M2. Per la linea 2 è preferibile la trasformazione in linea tranviaria.

Le ex linee filoviarie torinesi, 30, 33, 34, 35, 36, 37, 38 sono o saranno sostituite dalla metro e le tratte scoperte, oltre alla linea 2, potrebbero essere trasformate in tranviarie.

Il 33 fino a Massaua potrebbe essere l'ideale prolungamento del 16 opportunamente modificato e migliorato.
 

·
Ciclista Metropolitano
Joined
·
10,953 Posts
A Milano per esempio farei immediatamente tornare la linea della circonvallazione interna (molino delle armi, visconti di modrone ecc.) una filovia.
Un'altra linea che andrebbe convertita in filobus potrebbe essere la 95 che percorre la circonvallazione periferica da rogoredo a san siro..ovvio con corsia preferenziale...
 

·
passerby
Joined
·
1,910 Posts
cmq vi scordate una cosa, uno dei maggiori inquinanti degli autoveicoli sono le gomme che perdono pezzi ed alzano moltisisma polvere, quindi filobus o autobus inquinerebbe lo stesso
ed insieme alle gommature gli impianti frenanti e le frizioni che immettono micropolveri < PM5 nell'aria, ma questo è un problema quasi irrisolvibile
 
1 - 20 of 45 Posts
Top