Skyscraper City Forum banner
1 - 20 of 114 Posts

·
Torino è elettronica!!
Joined
·
29,581 Posts
fuoco alle polveri!

L'estate buia dei Murazzi: la sfida tra assessori blocca la rinascita



http://torino.repubblica.it/cronaca...a_tra_assessori_blocca_la_rinascita-87702039/


Murazzi, l'ultimatum: "Decidiamo o salta la stagione estiva"

L'appello degli assessori Braccialarghe e Mangone per sbloccare il provvedimento, fermo da mesi, che autorizza i dehors temporanei nell'area lungo il fiume. Misura indispensabile per far partire il piano dei privati che prevede la sistemazione per 5 mesi di gelaterie e fast food

di GABRIELE GUCCIONE


Piero Fassino l'aveva promesso: "Da maggio e per tutta l'estate ci sarà un programma di manifestazioni che consentirà ai torinesi di riappropriarsi dei Murazzi". Si è arrivati a giugno e non si sa se nella riunione di mercoledì, la giunta sarà nelle condizioni di approvare la delibera che dà il via a una specie di “punto verde”, con locali temporanei e iniziative culturali in riva al Po. Da tre settimane il provvedimento dell'assessore al Commercio, Domenico Mangone e del collega alla Cultura, Maurizio Braccialarghe, si è arenato negli uffici del “suolo pubblico”. Mangone, martedì, in giunta ha accusato la collega Ilda Curti di immobilismo. Braccialarghe e Mangone hanno lanciato ieri una sorta di ultimatum: "Se il provvedimento non passa mercoledì, il programma di manifestazioni estive salterà".

In ballo ci sono nomi come Costadoro, il gelataio Alberto Marchetti, il pastificio Savurè, la Burgheria, che si sono proposti di occupare le arcate private (per quelle pubbliche ci vorrà un bando) e le sponde con i propri dehors, dando vita all'estate dei Murazzi con un programma di eventi e proposte culturali tutto a loro spese. Da parte sua l'assessore Curti non si sbilancia sulla possibilità di arrivare così presto ad avere il via libera: "Ci sono delle regole da seguire". Sullo sfondo ci sono anche le cautele innescate all'interno della burocrazia comunale dall'inchiesta della magistratura. "Ci auguriamo – dice Roberto Bettonte, presidente dei locali di piazza Vittorio – che lo stallo venga superato presto".

http://torino.repubblica.it/cronaca...i_decide_o_salta_la_stagione_estiva-87822452/
questo per quanto riguarda le arcate di proprietà privata. ma per quelle comunali (la maggioranza) chissà quando si riverdrà qualcosa, di valore aggiungo.
 

·
Torino è elettronica!!
Joined
·
29,581 Posts
Murazzi, si ricomincia. Dopo gli insulti, negati o minimizzati dai protagonisti peraltro con un po’ di sana ironia, ieri in giunta s’è svelato il progetto Arci-Aics che, dalla prossima settimana, tornerà a far rivivere i «Muri». Operazione-ponte in attesa dell’autunno quando partirà il bando per assegnare definitivamente le arcate in vista del 2015. Diciamo subito che, almeno sulla carta, il progetto si presenta ricco tanto da prevedere persino due aree spiaggia, aree poesie, teatro e corner reading, un’area sport, bar, ristoro, area spettacoli e, per fare le cose per bene, pure un’area sanitaria. [...]
http://www.lastampa.it/2014/07/16/c...-le-arcate-1mggcwK3qg9vSsjYriqmcL/pagina.html
 

·
Torino è elettronica!!
Joined
·
29,581 Posts
(ANSA) - TORINO, 17 LUG - Il pm Andrea Padalino ha ribadito oggi la richiesta di rinvio a giudizio per i 14 indagati nell'inchiesta sui favori ai gestori dei locali dei Murazzi del Po, a Torino, teatro della movida estiva. L'occasione è stata l'apertura dell'udienza preliminare. La richiesta riguarda, fra gli altri, il vicedirettore generale del Comune di Torino, Giuseppe Ferrari, l'ex city manager Cesare Vaciago e l'ex assessore Alessandro Altamura. Si procede per abuso d'ufficio per fatti risalenti al 2007-2009.

http://www.ansa.it/piemonte/notizie...zio_a331b106-9199-4449-898a-d304b3b8066a.html
 

·
Torino è elettronica!!
Joined
·
29,581 Posts
“Irregolari le assegnazioni delle arcate”
In 14 rischiano il rinvio a giudizio

L’accusa è abuso d’ufficio. Gli avvocati degli accusati
invece hanno chiesto in coro il «non luogo a procedere

Tra gli imputati l’ex assessore Altamura, e l’ex manager comunale Vaciago

paola italiano

Il pm Andrea Padalino ha confermato ieri, di fronte al giudice delle indagini preliminari, la richiesta di rinvio a giudizio nei confronti dei 14 imputati per le irregolarità nell’assegnazione delle arcate dei Murazzi, tra cui l’ex assessore Alessandro Altamura, gli ex manager comunali Cesare Vaciago, ora responsabile del Padiglione Italia all’Expo, e Gabriele Ferrari, accusati di abuso d’ufficio, più altri funzionari comunali e i gestori dei locali. Gli avvocati degli accusati invece hanno chiesto in coro il «non luogo a procedere», richiesta che farà anche il legale di Altamura, Gian Paolo Zancan, nella prossima udienza a chiusura delle repliche dei difensori.



Vicenda complessa, legata allo sviluppo incontrollato di locali della movida lungo il Po. Gli accertamenti delle indagini si spingono al 2007, quando la giunta deliberò il Piano di destinazione degli immobili di proprietà comunale, decidendo di dare in concessione le arcate con un bando di gara.L’allora direttore generale Vaciago fu incaricato di nominare la commissione. Da qui inizia la vicenda giudiziaria incentrata sulle assegnazioni sospette, i mancati pagamenti dei canoni d’affitto nel corso degli anni, l’indulgenza comunale nel non applicare le penalità ai morosi (tra cui la decadenza dell’assegnazione), e poi i successivi tentativi, in tempi più recenti, di riordinare i Murazzi. Ma sempre, secondo l’accusa, con un occhio di riguardo per i gestori.



Gli imputati si sono difesi. Adriano Bacchella, ad esempio, storico gestore del locale Alcatraz, assistito dall’avvocato Guido Fracchia, parlando in aula, ha spiegando che non ci sono stati abusi né favoritismi. I gestori avevano chiesto più volte di poter trattare con il Comune, e Vaciago si era assunto la responsabilità di occuparsi del problema, nel tentativo di ricomporre una situazione «esplosiva». I mancati pagamenti, secondo i gestori, erano dovuti infatti a un contenzioso aperto con il Comune per la pulizia dell’area e la sicurezza dei Murazzi. In più i gestori avevano sollevato il problema delle infiltrazioni, imputandole al Comune. Tra gli imputati ci sono anche dirigenti comunali.



Vincenzo Enrichens, difensore, di Walter Cavallaro, dirigente del Settore arredo urbano ed urbanistica commerciale, ha affermato che il suo cliente «ha agito nell’ambito delle sue competenze». E si è spinto oltre. Facendo una riflessione generale, valevole anche per gli altri dirigenti e funzionari, Enrichens ha detto: «Non c’è nulla di scandaloso nelle trattative che il Comune ha avviato con i privati se l’obiettivo era prevedere il miglior vantaggio per l’interesse generale. È stato un comportamento logico e legittimo. Non è scandaloso il fatto che il Comune abbia deciso di abbassare i canoni, allo scopo di impedire la fuga dei locali e il degrado. L’alternativa sarebbe stata far decadere le concessioni».

http://www.lastampa.it/2014/07/18/c...a-giudizio-1np7Urf4HNvSCMmFpAKx8N/pagina.html
 

·
Torino è elettronica!!
Joined
·
29,581 Posts
La spiaggia in sé è un'idea carina. La spiaggia. Spero solo che a nessuno venga in mente di mettere anche un solo dito in... "acqua".
la salubritá del po a torino é migliore di quanto ci si possa immaginare, vicino alla balneabilitá, neanche lontanissimamente paragonabile ai decenni passati.
 

·
Torino è elettronica!!
Joined
·
29,581 Posts
Guarda attualmente faccio analisi chimico-fisiche di acque tutti i giorni, nel posto in cui lavoro, mi piacerebbe controllare i parametri di quell'acqua prima di potertelo affermare. Per non parlare dei valori microbiologici di cui, tuttavia, non mi occupo. Per quanto riguarda la parte chimico-fisica mi concentrerei su solventi organici, idrocarburi e sostanza organica... qualcuno mi invii un campione :p
ci sono analisi continuative che lo dimostrano. la mancata balneabilitá dipende dall'inquinamento microbiologico ancora oltre i limiti, mentre dal punto di vista chimico la situazione é discreta se non buona.

i rifiuti che si accumulano localmente lungo i gradini vicino alle banchine costituiscono un inquinamento visivo, piú che incidere sulla qualitá dell'acqua in sé.
 

·
Torino è elettronica!!
Joined
·
29,581 Posts
Csa dei Murazzi, il sequestro "dimenticato"

Il Comune chiede alla magistratura di "svincolare" tutte le arcate tranne quelle che ospitano il centro sociale autogestito e alle quali peraltro nessuno ha mai messo i sigilli. Il locale resta pertanto aperto e festeggia i suoi 25 anni di vita: "Vogliamo essere un valore aggiunto"

http://torino.repubblica.it/cronaca...ei_murazzi_il_sequestro_dimenticato-94516333/
 
1 - 20 of 114 Posts
Top