SkyscraperCity Forum banner
101 - 120 of 505 Posts

·
Torino è elettronica!!
Joined
·
30,065 Posts
APPROVATE DALLA GIUNTA COMUNALE MODIFICHE AL PIANO INTEGRATO D’AMBITO

Un altro tassello del puzzle che, una volta composto, restituirà ai torinesi le arcate dei Murazzi come luogo di incontro e di svago è stato formalmente posto. L’esecutivo di Palazzo Civico ha infatti dato questa mattina il via libera a un provvedimento - presentato dall’assessore al Patrimonio, Gianguido Passoni, e dall’assessore all’Arredo Urbano, Ilda Curti – che aggiorna il progetto integrato d’ambito varato la scorsa estate, introducendo modifiche relative alle destinazioni d’uso e all’arredo degli spazi utilizzati per le attività di intrattenimento, di spettacolo e a quelle commerciali, svolte sia in locali pubblici sia in circoli privati.

Tra le novità che riguardano le strutture esterne alla arcate, il progetto d’ambito ammette l’utilizzo di arredi mobili e attrezzature come tavoli, sedute, elementi di copertura. I concessionari dovranno assicurare la costante pulizia dell’arcata, compresa la rimozione di eventuali rifiuti sfusi e/o ingombranti depositati al di fuori dei cassonetti e le relative spese di raccolta e smaltimento.

Nei prossimi giorni il nuovo Piano Integrato d’Ambito dei Murazzi passerà al vaglio del Consiglio Comunale per la definitiva approvazione. Seguirà, entro marzo, la pubblicazione del bando di assegnazione. “E’ intenzione dell'Amministrazione – hanno spiegato gli assessori Curti e Passoni – procedere alle aggiudicazioni entro la fine di del mese di maggio, così che la stagione estiva possa vedere protagonisti i nuovi assegnatari”.

Nelle scorse settimane la Giunta aveva approvato la delibera che ha definito gli indirizzi per la concessione (sei anni rinnovabili di altri sei) delle arcate destinate ad attività commerciali: linee guida con le prescrizioni di carattere tecnico studiate per permettere un migliore svolgimento delle attività e garantire la piena fruibilità degli spazi da adibire ad attività economiche e sociali. Da ricordare che, attualmente, sono in corso interventi di sistemazione delle balaustre delle balconate e delle relative scale della parte a valle del ponte Vittorio Emanuele I, e che entro l’anno è previsto l’avvio dei lavori per il primo degli interventi di messa in sicurezza della parte a monte del ponte.

http://www.comune.torino.it/ucstampa/comunicati/article_164.shtml
 

·
Torino è elettronica!!
Joined
·
30,065 Posts
Torino, processo alla movida: 11 locali dei Murazzi a processo per il troppo rumore

Le accuse: disturbo della quiete pubblica, sigilli violati, apertura abusiva di esercizi. Prima udienza il 5 giugno, parti lese comitati e residenti: un'inchiesta da cui ne sono scaturite altre due, su abusi edilizi e canoni mai pagati al Comune, che hanno coinvolto anche ex assessori ed ex manager di Palazzo civico
http://torino.repubblica.it/cronaca..._a_processo_per_la_movida_rumorosa-108602418/
 

·
Varmau dla Vssa
Joined
·
606 Posts
APPROVATE DALLA GIUNTA COMUNALE MODIFICHE AL PIANO INTEGRATO D’AMBITO

Un altro tassello del puzzle che, una volta composto, restituirà ai torinesi le arcate dei Murazzi come luogo di incontro e di svago è stato formalmente posto. L’esecutivo di Palazzo Civico ha infatti dato questa mattina il via libera a un provvedimento - presentato dall’assessore al Patrimonio, Gianguido Passoni, e dall’assessore all’Arredo Urbano, Ilda Curti – che aggiorna il progetto integrato d’ambito varato la scorsa estate, introducendo modifiche relative alle destinazioni d’uso e all’arredo degli spazi utilizzati per le attività di intrattenimento, di spettacolo e a quelle commerciali, svolte sia in locali pubblici sia in circoli privati.

Tra le novità che riguardano le strutture esterne alla arcate, il progetto d’ambito ammette l’utilizzo di arredi mobili e attrezzature come tavoli, sedute, elementi di copertura. I concessionari dovranno assicurare la costante pulizia dell’arcata, compresa la rimozione di eventuali rifiuti sfusi e/o ingombranti depositati al di fuori dei cassonetti e le relative spese di raccolta e smaltimento.

Nei prossimi giorni il nuovo Piano Integrato d’Ambito dei Murazzi passerà al vaglio del Consiglio Comunale per la definitiva approvazione. Seguirà, entro marzo, la pubblicazione del bando di assegnazione. “E’ intenzione dell'Amministrazione – hanno spiegato gli assessori Curti e Passoni – procedere alle aggiudicazioni entro la fine di del mese di maggio, così che la stagione estiva possa vedere protagonisti i nuovi assegnatari”.

Nelle scorse settimane la Giunta aveva approvato la delibera che ha definito gli indirizzi per la concessione (sei anni rinnovabili di altri sei) delle arcate destinate ad attività commerciali: linee guida con le prescrizioni di carattere tecnico studiate per permettere un migliore svolgimento delle attività e garantire la piena fruibilità degli spazi da adibire ad attività economiche e sociali. Da ricordare che, attualmente, sono in corso interventi di sistemazione delle balaustre delle balconate e delle relative scale della parte a valle del ponte Vittorio Emanuele I, e che entro l’anno è previsto l’avvio dei lavori per il primo degli interventi di messa in sicurezza della parte a monte del ponte.

http://www.comune.torino.it/ucstampa/comunicati/article_164.shtml
e il centro sociale?scommetto che resta dov'è
 

·
Torino è elettronica!!
Joined
·
30,065 Posts
MURAZZI DEL PO, VIA LIBERA DELLA SALA ROSSA AL NUOVO PIANO D’AMBITO

Il Consiglio comunale ha approvato la delibera relativa all’aggiornamento del piano integrato d’ambito dei Murazzi del Po. L’atto è stato approvato con 21 voti favorevoli, 11 astenuti, un contrario.

Il piano regolamenta l’uso del suolo e la presenza delle attività dell’area. Con le modifiche è introdotta una nuova disciplina sulle destinazioni d’uso e nell’arredo degli spazi usati per le attività di intrattenimento, di spettacolo e a quelle commerciali, svolte sia in locali pubblici sia in circoli privati.

Per le strutture esterne alla arcate, il progetto d’ambito ammette l’uso di arredi mobili e attrezzature come tavoli, sedute ed elementi di copertura.
I concessionari dovranno assicurare la costante pulizia dell’arcata, compresa la rimozione di eventuali rifiuti sfusi e ingombranti depositati al di fuori dei cassonetti e le relative spese di raccolta e smaltimento.

La Sala Rossa ha approvato anche una mozione presentata dalla Lega nord che chiede di verificare la possibilità per inserire all’interno di una delle arcate della Città, un presidio fisso di forze dell’ordine.

Come ha spiegato l’assessore alla rigenerazione urbana, Ilda Curti, durante l’illustrazione del provvedimento in Sala Rossa, con l’approvazione della delibera: “E’ ora possibile la pubblicazione del bando di assegnazione per procedere alle nuove aggiudicazioni.
“L’obiettivo è la creazione di una nuova fisionomia dell’area con un uso più variegato dei Murazzi, sia per la fruizione diurna, sia per la fruizione notturna.
“Nel ringraziare le Commissioni consiliari per il lavoro svolto – ha proseguito l’assessore - ricordo che la delibera modifica il piano d’ambito approvato nel 2013. Modifiche che ci consentono di superare molti ostacoli sulla governance, la gestione, i ruoli del pubblico e degli operatori privati.
“Il provvedimento è di fatto il seguito della Conferenza dei servizi per la complessità delle situazioni presenti ai Murazzi che hanno chiesto il parere di moltissimi soggetti”.
http://www.comune.torino.it/ucstampa/comunicati/article_306.shtml


qualche info sui tempi dell'effettiva pubblicazione??
 

·
luca_bcn
Joined
·
3,251 Posts
Però quando s'interverrà per la pavimentazione, l'arredo urbano, l'illuminazione e la pulizia delle pareti? un mese e mezzo fa ci sono passato e nonostante i lavori erano conciati piuttosto male, catrame malandato ovunque, panchine rotte e pareti pieni zeppe di scritte
 

·
Torino è elettronica!!
Joined
·
30,065 Posts
MURAZZI, AL VIA IL BANDO PER 30 ARCATE. IN ESTATE LE PRIME ATTIVITA'

Con la delibera di oggi approvata dalla Giunta comunale, parte il percorso per l’aggiudicazione delle prime trenta Arcate dei Murazzi, suddivise in 9 lotti. Entro il mese di giugno saranno aggiudicate attraverso una procedura a evidenza pubblica al massimo rialzo rispetto alla base d’asta indicata in delibera. La concessione sarà di sei anni rinnovabili di altre sei.

In questi spazi sarà possibile fare sia commercio e somministrazione sia promuovere spettacoli e intrattenimenti musicali e danzanti. Nella cartina allegata sono indicati sia i 9 lotti che saranno aggiudicati sia le destinazioni previste in ciascuno di essi.

Gli aggiudicatari potranno già a partire da luglio utilizzare gli spazi
antistanti alle loro arcate con strutture mobili e temporanee.

A partire da luglio sia la Città che gli aggiudicatari eseguiranno i lavori necessari per garantire un’apertura e messa a norma definitiva delle Arcate entro la prossima primavera. Alla Città il compito di realizzare tutti i sottoservizi e gli impianti comuni (cabina elettrica di trasformazione, locale contatori, pozzo fluidodinamico per raffrescamento e riscaldamento, nuova illuminazione pubblica), mentre gli aggiudicatari saranno tenuti a smantellare le opere abusive presenti nelle Arcate e a ristrutturarle per renderle rispondenti alle loro attività.

Per consentire agli aggiudicatari di operare al meglio e celermente, la Città ha promosso nei mesi scorsi un’intensa attività di pre-istruttoria insieme a tutti i soggetti potenzialmente coinvolti (ASL, Sovrintendenza, SMAT, ecc) che ha portato alla redazione di vere e proprie linee guida a cui attenersi.

La particolarità e la delicatezza del luogo, infatti, necessita, in alcuni casi, di adottare misure e tecnologie non convenzionali. E’ il caso, ad esempio, del raffrescamento/riscaldamento delle Arcate che non può avvenire con i tradizionali sistemi (termosifoni o condizionatori con macchine esterne).

Per questo verrà realizzato un impianto fluidodinamico di tipo geotermico con il necessario pozzo di emungimento, simile – solo un po’ più grande – a quello già realizzato per i locali della sponda sinistra.

Partendo anche dall’esperienza maturata negli anni scorsi sono state stabilite alcune regole chiare e non derogabili:
- sono già identificate le aree dehors assegnate a ciascuna arcata;
- non sarà consentito al Concessionario né subconcedere l’immobile né cedere il contratto di concessione, a nessun titolo e per nessuna causale. L’affitto d’azienda, la cessione del contratto, anche nel caso di cessione del ramo d’azienda, e la subconcessione daranno luogo a decadenza della concessione e a risarcimento dei danni nei confronti della Città;
- vengono chiarite le competenze in ordine alla pulizia dell’intera area;
- vengono identificate in maniera puntuale quali tipologie di ristrutturazioni e impianti possono essere ammessi;
- vengono indicate tempistiche chiare rispetto all’ultimazione dei lavori della Città e a quelli spettanti ai concessionari.

A questo primo bando ne seguirà un altro con le Arcate rimanenti, comprese quelle destinate a servizi pubblici,
sulle quali la Città valuterà l’offerta non solo dal punto di vista economico, ma anche in base alla progettualità che i concorrenti vorranno sviluppare in quegli spazi.

“I Murazzi sono uno dei luoghi simbolo di Torino, conosciuto e apprezzato ben oltre i nostri confini - ha dichiarato l’Assessore Gianguido Passoni -. In quei locali sono passate intere generazioni di giovani, hanno trovato ospitalità forme di cultura musicale e teatrale alternative, hanno mosso i loro primi passi alcuni tra gli artisti e i gruppi musicali affermatisi in questi ultimi anni. Riaprirli, con regole nuove, era un impegno di questa Amministrazione. L’obiettivo di questo processo, che terminerà con l’aggiudicazione anche delle altre Arcate, è quello di far vivere in riva al Po e nella piena legalità un insieme di funzioni e attività capaci di rendere frequentabile quel luogo da giovani, famiglie e anziani non solo di sera ma durante tutto l’arco della giornata.”
http://www.comune.torino.it/ucstampa/comunicati/article_388.shtml
 

·
Torino è elettronica!!
Joined
·
30,065 Posts
Murazzi, on line il bando per le Arcate

Con la pubblicazione on line del bando all’indirizzo http://www.comune.torino.it/comuneaffitta/bandomurazzi/ [interessanti gli allegati a fondo pagina]il percorso per l’aggiudicazione delle prime trenta Arcate dei Murazzi, suddivise in nove lotti, compie ulteriori passi.

Il complesso dei Murazzi del Po è costituito da locali, per la quasi totalità di proprietà comunale, che delimitano l’affaccio sul fiume Po, sponda sinistra, dal Ponte Umberto I al ponte Vittorio Emanuele I per proseguire fino alla corrispondenza di corso San Maurizio. I Murazzi sono uno dei luoghi simbolo di Torino, conosciuto e apprezzato ben oltre i nostri confini. In quei locali sono passate intere generazioni di giovani, hanno trovato ospitalità forme di cultura musicale e teatrale alternative, hanno mosso i loro primi passi alcuni tra gli artisti e i gruppi musicali affermatisi in questi ultimi anni.

Le Arcate saranno aggiudicate attraverso una procedura a evidenza pubblica al massimo rialzo rispetto alla base d’asta indicata in delibera. La concessione sarà di sei anni rinnovabili di altre sei. In questi spazi sarà possibile fare sia commercio e somministrazione, sia promuovere spettacoli e intrattenimenti musicali e danzanti. L’intendimento è quello di diversificare l’utenza dei fruitori affiancando alle attività preesistenti alcune attività funzionanti anche nelle ore diurne, in modo che le stesse si snodino con continuità lungo tutta l’area estendendo così il più possibile un “presidio attivo”. Gli aggiudicatari potranno già in estate utilizzare gli spazi antistanti alle loro arcate con strutture mobili e temporanee. Per prendere parte all’asta gli interessati dovranno far pervenire la propria offerta, in plico sigillato, all’Ufficio Protocollo Generale della Città di Torino (per la Direzione Edifici Municipali, Patrimonio e Verde – Area Patrimonio ) – Piazza Palazzo di Città n. 1 – 10122 Torino – entro e non oltre il termine perentorio delle 10,00 di martedì 7 luglio.
La deliberazione (mecc. 2015 00622/131) ha, inoltre, previsto che la Città si faccia carico dell’esecuzione di una serie di interventi edili ed impiantistici a servizio di tutte le Arcate poste tra il Ponte Umberto I e il ponte Vittorio Emanuele I, volti alla riqualificazione dell’intera area, quali la realizzazione di alcuni impianti tecnologici centralizzati. In particolare, si prevede la realizzazione, da parte della Città, di un impianto fluidodinamico di tipo geotermico con pozzo di emungimento che consentirà ai singoli concessionari di raffrescare/riscaldare e deumidificare autonomamente i locali attraverso pompe di calore. E’, inoltre, prevista l’installazione di una cabina elettrica di trasformazione, di un locale contatori, di un cavidotto che garantirà ad ogni concessionario il proprio allacciamento elettrico, nonché di un nuovo impianto di illuminazione pubblica.
http://www.comune.torino.it/comuneaffitta/bandomurazzi/
 
101 - 120 of 505 Posts
Top