SkyscraperCity banner

31741 - 31760 of 32020 Posts

·
Registered
Joined
·
6,923 Posts
Nel V Padiglione ho avuto modo di vedere molti saloni, mostre ed esposizioni; ma il ricordo più bello e indelebile rimane quello della mostra di Flor 61, quando venne trasformata in una foresta tropicale, con tanto di pappagalli multicolori svolazzanti; come del resto anche il salone principale di Torino Esposizioni

 

·
Registered
Joined
·
6,923 Posts
Tre foto nelle immediate vicinanze di casa...
Entrambe mostrano l'incrocio tra corso Massimo d'Azeglio e corso Dante, da tre distinte angolazioni.
La prima è scattata da corso Dante in direzione di via Nizza



scattata tra il 1955 (data di costruzione del palazzo sullo sfondo a sinistra) e il 1960 (data dell'abbattimento della Società Ippica)..
Infatti, mostra a sinistra in primo piano il tanto rimpianto capolavoro di Mollino, la Società Ippica, edificata nel 1940 e abbattuta appunto nel 1960, dopo il trasferimento della sede societaria e degli impianti a Vinovo. Le richieste da parte di molti architetti di conservare l'opera caddero nel vuoto, e venne demolita nei primi mesi del 1960.
La seconda foto mostra corso Massimo in direzione del centro



scattata sicuramente dopo il 1956: infatti, mostra sullo sfondo un bus diretto verso la periferia della linea 52 (corso Grosseto - Cavoretto) o 52 sbarrato (stazione Dora - Moncalieri borgo Aie), istituita appunto in quell'anno in sostituzione del precedente tram 2.
La terza foto mostra corso Massimo ripreso dall'angolo della Società Ippica

hosting immagini

vediamo sulla destra il primitivo stabilimento Fiat, adibito per molti decenni a Scuola Allievi (ISVOR) e da una decina d'anni definitivamente dismesso dall'azienda; ora del tutto ristrutturato, ospita per la maggior parte la sede della banca spagnola Santander, ed alcune associazioni. Il distributore che si vede in primo piano venne eliminato nei primi anni '90, con la costruzione del sottopasso "Michele Lanza".
 

·
Registered
Joined
·
6,923 Posts
Qualche tempo fa, era stata postata una foto di piazza Carducci dopo la risistemazione del 1954 - 1955, scattata da corso Bramante verso la periferia; ecco ora la stessa piazza ripresa in controcampo, cioè vista dalla periferia (circa dall'altezza del cine "Italia") verso il centro



si vede la grande rotonda centrale, attorno alla quale giravano i tram, col capolinea del 18 sulla destra (come già detto, alla soppressione della linea nel 1966, ereditato dal bus 61 fino al prolungamento della linea verso i Mercati Generali nel 1973).
Il palazzo sullo sfondo a sinistra è stato sopraelevato, con scomparsa del cupolino sul bowindow; sulla destra, tra via Nizza e via Madama Cristina, il basso fabbricato che si vede ha ora lasciato il posto a un palazzo.
 

·
Registered
Joined
·
6,923 Posts
La piazza ha ora cambiato completamente aspetto da una dozzina d'anni, con la costruzione della stazione della metro "Carducci - Moinette", con la soppressione della rotonda.
Da tener presente che, quando la rotonda venne realizzata nel 1955, tutta via Nizza era a doppio senso di circolazione, solo i tram erano a senso unico in direzione Lingotto a partire dalla piazza fino a via Millefonti; il senso unico tra via Nizza in direzione periferia e via Genova in direzione centro arrivò solo nel 1961, quando, abbattuto quel che restava della "Splua" in corso Maroncelli, fu possibile aprire completamente via Genova.
 

·
Registered
Joined
·
161 Posts
molto bene le foto postate recentemente da Turtu ### mi sembrano mai viste (almeno per me)### la piu' accattivante e' quella di inizio Bramante che si porta dietro inevitabilmente il canonico commentario### si evince (tanto per sorridere) che gia' una volta c'erano gli sfaccendati supervisori dei lavori### parrebbe invece che il baffuto e cappelluto signore in secondo piano potesse essere l'impresario che invece i tempi di lavoro li controllava veramente### Censin e Ace hanno gia' detto tutto sull'ex Ospedale infantile## anche del doppio ingresso da Menabrea e Bramante### ed in effetti il palazzo (che pure qualche valore architettonico lo deve pure avere come le caserme ottocentesche) pare piu' imponente dal retro di Menabrea## sarebbe interessante di contro sapere a quale punto di Dante ere il precedente ospedaletto__

possibile aggiungere qualche piccola bagatella### all'angolo Bramante/Giotto c'e' un bar, il cui antesignano di ottant'anni fa secondo un libro su torino in guerra (forse lo Chevallard) era un attivissimo spaccio di borsa nera## andando verso il Po dovrebbe ancora esserci la sede della prestigiosa Minerva medica### qualche isolato avanti vent'anni fa c'era un piccolo e grazioso villotto pero' spiacevolmente degradato###oggi il solito condominio###possibile fosse qualcosa dell'Enel### infine prima del Po, il supermercato Pam che Censin ricorda essere sorto nel 1965 al posto di una fabbrica distrutta da incendio negli anni 50_

ancora###notevoli le cartoline di Censin al post 31742 ed il relativo confronto con oggi___
 

·
Registered
Joined
·
6,923 Posts
molto bene le foto postate recentemente da Turtu ### mi sembrano mai viste (almeno per me)### la piu' accattivante e' quella di inizio Bramante che si porta dietro inevitabilmente il canonico commentario### si evince (tanto per sorridere) che gia' una volta c'erano gli sfaccendati supervisori dei lavori### parrebbe invece che il baffuto e cappelluto signore in secondo piano potesse essere l'impresario che invece i tempi di lavoro li controllava veramente### Censin e Ace hanno gia' detto tutto sull'ex Ospedale infantile## anche del doppio ingresso da Menabrea e Bramante### ed in effetti il palazzo (che pure qualche valore architettonico lo deve pure avere come le caserme ottocentesche) pare piu' imponente dal retro di Menabrea## sarebbe interessante di contro sapere a quale punto di Dante ere il precedente ospedaletto__

possibile aggiungere qualche piccola bagatella### all'angolo Bramante/Giotto c'e' un bar, il cui antesignano di ottant'anni fa secondo un libro su torino in guerra (forse lo Chevallard) era un attivissimo spaccio di borsa nera## andando verso il Po dovrebbe ancora esserci la sede della prestigiosa Minerva medica### qualche isolato avanti vent'anni fa c'era un piccolo e grazioso villotto pero' spiacevolmente degradato###oggi il solito condominio###possibile fosse qualcosa dell'Enel### infine prima del Po, il supermercato Pam che Censin ricorda essere sorto nel 1965 al posto di una fabbrica distrutta da incendio negli anni 50_

ancora###notevoli le cartoline di Censin al post 31742 ed il relativo confronto con oggi___
La Minerva Medica, storica libreria specializzata, esiste tuttora.
Il villino che dici non me lo ricordo su corso Bramante; da che ricordo ci son sempre stati condomini; all'angolo del corso con via Ormea lato monte il condominio ha un giardino esterno (ci abitava un compagno di scuola, avuto dalle elementari fino alla maturità); forse ti riferisci a quello.
 

·
Registered
Joined
·
6,923 Posts
molto bene le foto postate recentemente da Turtu ### mi sembrano mai viste (almeno per me)### la piu' accattivante e' quella di inizio Bramante che si porta dietro inevitabilmente il canonico commentario### si evince (tanto per sorridere) che gia' una volta c'erano gli sfaccendati supervisori dei lavori### parrebbe invece che il baffuto e cappelluto signore in secondo piano potesse essere l'impresario che invece i tempi di lavoro li controllava veramente### Censin e Ace hanno gia' detto tutto sull'ex Ospedale infantile## anche del doppio ingresso da Menabrea e Bramante### ed in effetti il palazzo (che pure qualche valore architettonico lo deve pure avere come le caserme ottocentesche) pare piu' imponente dal retro di Menabrea## sarebbe interessante di contro sapere a quale punto di Dante ere il precedente ospedaletto__

possibile aggiungere qualche piccola bagatella### all'angolo Bramante/Giotto c'e' un bar, il cui antesignano di ottant'anni fa secondo un libro su torino in guerra (forse lo Chevallard) era un attivissimo spaccio di borsa nera## andando verso il Po dovrebbe ancora esserci la sede della prestigiosa Minerva medica### qualche isolato avanti vent'anni fa c'era un piccolo e grazioso villotto pero' spiacevolmente degradato###oggi il solito condominio###possibile fosse qualcosa dell'Enel### infine prima del Po, il supermercato Pam che Censin ricorda essere sorto nel 1965 al posto di una fabbrica distrutta da incendio negli anni 50_

ancora###notevoli le cartoline di Censin al post 31742 ed il relativo confronto con oggi___
Il "qualcosa dell'Enel" era all'angolo di via Ormea e via Menabrea , dal lato verso il corso; era un basso fabbricato adibito a magazzino; abbattuto una quindicina di anni fa, ora c'è un condominio.
 

·
Registered
Joined
·
161 Posts
grazie Censin°°°°°la memoria e' quell'evanescente agglomerato di neuroni dispettosi che ti fa ricordare le cose come non erano in realta'°°°°°cominciavo a dubitare delle mie facolta' mentali°°°°°pero' chissa' perche' lo ricordo come un villotto____adesso, dopo l'aiutino, ricordo bene i due angoli di Bramante con Foa'
 

·
Registered
Joined
·
6,923 Posts
grazie Censin°°°°°la memoria e' quell'evanescente agglomerato di neuroni dispettosi che ti fa ricordare le cose come non erano in realta'°°°°°cominciavo a dubitare delle mie facolta' mentali°°°°°pero' chissa' perche' lo ricordo come un villotto____adesso, dopo l'aiutino, ricordo bene i due angolo di Bramante con Foa'
A dire la verità, un villino in zona e' rimasto, nell'ultimo isolato di via Ormea tra via Menabrea e corso Bramante, lato Po, incastonato tra due condomini...
 

·
Registered
Joined
·
6,923 Posts
Ripropongo queste due foto delle Molinette,ingresso principale, già postate





per far notare in entrambe quello che doveva essere l'ingresso di un rifugio antiaereo del tempo bellico





lo ricordo bene, perchè è esistito fino a metà degli anni '50, forse anche oltre.
 

·
Registered
Joined
·
6,923 Posts
Molti rifugi antiaerei avevano questo ingresso "a ogiva"; anche questo, come tutti gli altri, venne sbarrato e murato già alla fine del 1945, per motivi di sicurezza; la rimozione, come detto, avvenne poi molto tempo dopo.
 

·
Registered
Joined
·
6,923 Posts
Ancora una foto del dopoguerra delle Molinette, riprese dall'alto



si vede il binario dell'anello di capolinea del tram 2 (Molinette - Chiesa della Salute), linea soppressa nel 1956; i binari rimasero però per una decina di anni, fino al 1966, usati come percorso di prova per le motrici tranviarie costruite o riparate; in primo piano, anche i binari percorsi dal 7 tra via Madama Cristina e via Genova, con una vettura in transito; binari che, stranamente, nonostante la vicinanza e contiguità, non avevano alcun collegamento col già citato anello di capolinea del 2.
 

·
Registered
Joined
·
54 Posts
Molti rifugi antiaerei avevano questo ingresso "a ogiva"; anche questo, come tutti gli altri, venne sbarrato e murato già alla fine del 1945, per motivi di sicurezza; la rimozione, come detto, avvenne poi molto tempo dopo.
Significa che la discesa avveniva attraverso una scala a chiocciola? Mi pare abbastanza pericolosa.
Mi sapete dire quali altri rifugi in Torino avevano questo tipo di ingresso? Io ricordo solo quelli con la scala diritta che scendeva sottoterra.
 

·
Registered
Joined
·
500 Posts
 
31741 - 31760 of 32020 Posts
Top