SkyscraperCity Forum banner

Trasporto ferroviario in Giappone

2361 Views 3 Replies 2 Participants Last post by  Milanomia
So che è già presente una discussione a riguardo delle metropolitane e dei tram nel mondo, ma ho pensato di creare questo post per informarci e parlare un po' del sistema ferroviario Giapponese che è indiscutibilmente uno dei migliori del mondo in termini di qualità, sviluppo, pulizia e servizio.

(se secondo i moderatori è di troppo si può unificare con quello generico, anche se secondo me ce n'è da parlare...)


Io vivo a Osaka dal settembre dell'anno scorso per studio, e sto portando avanti una ricerca sulle origini e lo sviluppo delle ferrovie qui in Giappone.

Posterò un po' di foto con qualche commento per segnalare magari alcune cose che sarebbero da prendere un po' a modello:


Shinjuku station, Tokyo by hyppoka, on Flickr

In tutte le stazioni i flussi delle diverse linee sono perfettamente separati, così anche i binari di arrivo e partenza sono predefiniti, e indicati da tabelle in plastica. Al binario 1 arriverà il treno per A, al 2 il treno per B e così via...

In linea di massima anche presso le stazioni Italiane dovrebbe essere così, ma sono ancora troppe le irregolarità e i cambi improvvisi di binari per poter implementare un sistema di questo genere.




Train Station by Natel C., on Flickr

Tornelli di accesso:

Praticamente TUTTE le stazioni delle aree urbane (e anche molte di campagna) sono dotate di tornelli di accesso, sia in ingresso che in uscita, sorvegliate da un gabbiotto al lato con un addetto. Questo ovviamente richiede un enorme numero di impiegati anche nelle piccole stazioni.

Esistono ovviamente anche in Giappone stazioni senza personale, e in tal caso il controllo biglietto viene fatto a uscita treno.


090507_050__MG_0237 by oda.shinsuke, on Flickr

I tornelli generalmente sono aperti, per permettere di mantenere i flussi elevati (se le alette fossero chiuse, si perderebbe circa mezzo secondo per l'apertura del meccanismo). In Giappone è bassissima l'evasione sui mezzi di trasporto e la gente generalmente non pensa neanche lontanamente di passare senza biglietto. Ragion per cui non si corre alcun rischio nel lasciare i tornelli aperti. Che in ogni caso si chiudono di scatto se si passa senza inserire il biglietto.

Sia utilizzando il biglietto cartaceo che la carta RFID a sfioramento, il tempo di reazione dei tornelli è inferiore al secondo, e questo permette di mantenere elevatissimi flussi di passaggio dei passeggeri.

In Italia finora ho usato i tornelli delle metropolitane di Milano, Roma e Torino, e la velocità del passaggio dei biglietti a mio avviso permette il passaggio a non più di 30/40 persone al minuto. Con i tornelli giapponesi in un minuto possono passare anche 60 persone, forse 70-75 se utilizzano le carte RFID (questo grazie all'elevata reazione e alle alette già aperte).


Ecco, per avere un'idea:
http://www.youtube.com/watch?v=_r5rjvjquzY


Ovviamente in Italia non abbiamo flussi di pendolari così esagerati come a Tokyo o a Osaka, ma migliorare la velocità di reazione dei tornelli potrebbe permettere di avere meno "ingorghi" specialmente nelle ore di punta ( o in caso di guasti o scioperi).
1 - 1 of 1 Posts
3d molto interessante...speriamo arrivino contributi! :cheers:
1 - 1 of 1 Posts
This is an older thread, you may not receive a response, and could be reviving an old thread. Please consider creating a new thread.
Top