Skyscraper City Forum banner
21 - 35 of 35 Posts

·
Registered
Joined
·
2 Posts
Riguardo i post precedenti:
- il progetto del Polo Congressi di Riva dei +Arch è stato presentato pubblicamente e poi, sinceramente, non ho più avuto notizie. Francamente è piuttosto imbarazzante l'arredo urbano della fascia lago, in cui il polo andrà a collocarsi, che sembra uscito da qualche Polaroid degli anni Ottanta, un pò Disney e un pò vernacolare;
- il progetto del Palazzo di giustizia di Trento è fermo in attesa del trasloco delle carceri nella nuova struttura a Spini di Gardolo. In fase definitiva si è molto modificato e la leggerezza che lo caratterizzava è andata a perdersi in favore di un organizzazione molto più simmetrica e monumentale, con volumi molto più grandi. Insomma il principio insediativo del tessuto si è perso.
 

·
Registered
Joined
·
4,263 Posts
Facciate, food e energie rinnovabili: nuovi laboratori al NOI

«Facciate smart, tecnologie alimentari, energie rinnovabili: Il NOI Techpark dispone ora di nuovi laboratori per la ricerca e consolida ancora la contaminazione fra istituti di ricerca e università. Le strutture, infatti, sono gestite da Eurac Research, Libera Università di Bolzano e Centro di sperimentazione Laimburg. A disposizione delle aziende dell’Alto Adige vengono così poste altre importanti infrastrutture per la ricerca e lo sviluppo negli ambiti tecnologici Food e Green. I nuovi laboratori, tutti situati nell’edificio A2 del NOI Techpark, sono stati presentati al pubblico il 7 giugno 2018. Con l’apertura di questi nuovi laboratori per le tecnologie alimentari e le energie rinnovabili si conclude la seconda fase realizzativa nell’area dei laboratori. Entro l’inizio del 2019 saranno predisposti anche i rimanenti laboratori presenti nel Parco tecnologico. In tutto, presso il NOI Techpark, saranno quindi attivi circa 30 laboratori, in gran parte finanziati da stanziamenti europei. A quel punto nei laboratori del Techpark saranno stati investiti circa cinque milioni di euro.



«I laboratori saranno gestiti dagli enti di ricerca dell’Alto Adige; le strutture, però – e questo non sarà mai ripetuto abbastanza – saranno aperte alle aziende del territorio, che potranno farne uso», afferma Ulrich Stofner, direttore di BLS Alto Adige, la società responsabile della realizzazione del NOI Techpark.

Gli ambiti di ricerca nei nuovi laboratori
Al NOI Techpark varietà e interdisciplinarità sono concetti cui si attribuisce grande importanza. Nei nuovi laboratori, i ricercatori di Eurac Research, unibz e Laimburg compiono ricerche nel campo delle facciate smart, della qualità delle materie prime per la produzione alimentare o si dedicano, per esempio, alla salute delle piante, alle componenti naturali di frutta, vino e formaggio, ma anche di foglie, radici e legno.
I laboratori di Eurac Research nel campo delle energie rinnovabili sono stati presentati dal direttore Stephan Ortner e dal direttore d’istituto Wolfram Sparber. Per l’Università di Bolzano, invece, alcuni dei laboratori già operativi sono stati presentati dal rettore Paolo Lugli nonché dal professor Matteo Scampicchio e dalla collaboratrice scientifica Martina Bodner. Per il Centro di Sperimentazione Laimburg, infine, il direttore Michael Oberhuber e il responsabile del settore di Chimica Alimentare Peter Robatscher hanno presentato i nuovi laboratori del Centro Laimburg nel settore alimentare.

Le prossime tappe
Entro l’inizio del 2019 saranno allestiti gli ultimi laboratori del Parco tecnologico. Alla fine di quest’anno è prevista l’inaugurazione del cosiddetto terraXcube di Eurac Research. Questo laboratorio – unico al mondo – permette di simulare condizioni climatiche estreme. Sempre alla fine di quest’anno sarà aperto il Kitchen Lab, che permetterà alle aziende del settore alimentare di sperimentare nuove ricette e, in questo modo, sviluppare nuovi prodotti alimentari, per esempio nel settore del cosiddetto convenience food.
Hubert Hofer, direttore del reparto Development di IDM Alto Adige e responsabile per i servizi alle imprese del NOI Techpark, riassume così l’inaugurazione dei laboratori: «Se i primi laboratori del NOI Techpark sono stati resi operativi alla fine del 2017, oggi si aggiungono altre importanti strutture per la ricerca, in grado di offrire un grande valore aggiunto alle aziende della nostra provincia».

http://www.altoadigeinnovazione.it/facciate-food-e-energie-rinnovabili-nuovi-laboratori-al-noi/
 

·
Registered
Joined
·
1,044 Posts
[OT]
Perdonate l'OT, sarò sul Garda trentino nella settimana di ferragosto.
Poiché il tempo sarà una merda, per usare un eufemismo, e difficilmente si faranno le escursioni previste, avete da consigliare qualche posto/borgo/cittadina (con relativi musei/aree interessanti) da visitare?
Premetto che fino ad ora sono stato in TAA solo a sciare :D
[/OT]
 

·
Registered
Joined
·
591 Posts
[OT]
Perdonate l'OT, sarò sul Garda trentino nella settimana di ferragosto.
Poiché il tempo sarà una merda, per usare un eufemismo, e difficilmente si faranno le escursioni previste, avete da consigliare qualche posto/borgo/cittadina (con relativi musei/aree interessanti) da visitare?
Premetto che fino ad ora sono stato in TAA solo a sciare :D
[/OT]
Se hai bambini:
https://www.familygo.eu/vacanze-con-bambini/musei/rovereto/musei-rovereto-bambini/



Se siete tutti cresciuti:
http://www.museodellaguerra.it/

http://www.mart.trento.it/
https://www.visittrentino.info/it/trentino/destinazioni/terme-di-comano_md_248



Le prime cose che mi sono venute in mente.


E, comunque, come dice quello di radio deejay: "Non esiste brutto tempo, ma solo gente non attrezzata..." (sto scherzando, eh! :))
 

·
Registered
Joined
·
4,263 Posts
Per chi sogna già gli sci, in arrivo a dicembre il nuovo Excelsior Dolomites Lodge

«L’Alto Adige è sempre più ospitale. Con le Dolomiti, patrimonio Unesco dal 2009 e il proverbiale savoir faire, il turismo cresce: nel 2017 i dati dell’Istituto provinciale di statistica Astat riferivano di 31 milioni di visitatori e più 35mila impiegati nel settore. Dati che dunque incoraggiano l’apertura di nuovi hotel, spesso intimi, per pochi ospiti e con servizi da cinque stelle lusso, come si usa oggi.



In questa nuova tendenza si inserisce l’Excelsior Dolomites Lodge, che inaugura il prossimo dicembre a San Vigilio di Marebbe: 16 camere e suite da 40 a 140 mq e una Spa di 500 mq per adulti, con infinity pool riscaldata sul tetto, sauna panoramica più una a raggi infrarossi, area relax all’aperto con caminetto e tv, e vista in prima fila sulle montagne più belle del mondo. Le grandi pareti vetrate sono infatti la caratteristica di questo progetto che privilegia la posizione tra gli alberi del parco protetto di Fanes-Sennes-Braies, il più grande della regione».


Il ristorante


La Spa
[...]

http://www.ilsole24ore.com/art/moda...or-dolomites-lodge-164308.shtml?uuid=AEAfyprF
 

·
Registered
Joined
·
4,263 Posts
Novità in alta quota: piste da sci, alberghi, ristoranti

«Inaugurazione di nuove piste da sci, nuovi alberghi (o hotel rinnovati) ma anche ristoranti gestiti da chef famosi. Sulle Dolomiti altoatesine, per l'imminente stagione invernale 2018-19 si annuncia l'apertura di nuovi impianti di risalita sui comprensori sciistici, nuove strutture ricettive per un'ospitalità trasversale che accontenti tutte le tasche e nuovi indirizzi gourmet in alta quota per i palati più fini. C'è perfino un agglomerato di 5 chalet per un lusso privato esclusivo, con tanto di paddock per i cavalli. Naturalmente, per la realizzazione di tutto questo, sono stati fatti investimenti nell'ottica della funzionalità, del gusto e del buon gusto. I risultati sono evidenti e presto operativi: con il potenziamento degli impianti di innevamento, l'avvento di moderne seggiovie e il restyling di quelle esistenti, stazioni gastronomiche lungo le piste. E sulle vette… si potranno vedere le stelle!



NEVE NUOVA IN VAL GARDENA
Sul Monte Pana, in Val Gardena, sarà ampliata e migliorata la pista Charly e ottimizzato anche l'impianto di innevamento. Al Col Raiser è previsto l'allargamento della pista di collegamento tra il Seceda e il Col Raiser, sotto il rifugio Gamsbult

RIFUGIO GOURMET SULLE 3 CIME/3 ZINNEN
Alla cabinovia Signaue di Sesto in Pusteria apre il nuovo rifugio gourmet Zin Fux: stile alpino contemporaneo, tanto legno e facciate in vetro. Le due aree sciistiche Croda Rossa e Monte Elmo guadagnano una nuova pista ciascuna: la Signaue II (pista 10b) e una variante facile della “Kristlerhang” (pista 11). La seggiovia biposto “Mittelstation” viene sostituita da una moderna a sei posti con cupola protettiva, sedili riscaldati e un sistema di sollevamento tappeto per facilitare i bambini.

NOTTE IN CHALET PER GODERSI LA NEVE DEL MATTINO
Per gli sciatori che amano il brivido nel vero senso del termine e desiderano fermarsi a dormire a 2800 metri di altitudine, il piccolo villaggio Chalet & Lodge Graziani offre quattro piccoli chalet dotati di ogni comfort all'interno –a un passo dalle piste e con vista fantastica sulle Dolomiti. Potranno trasportare fino a 12 persone ciascuna le cabine della nuova cabinovia “Skitrans Bronta” assicurando ancora più comfort durante il saliscendi tra la stazione a valle Miara e la stazione Piz de Plaies, a San Vigilio.



LE DUE “ENNE” DI NORBERT NIEDERKOFLER
Il 20 dicembre 2018 sarà inaugurata a Plan de Corones Lumen la Casa della Fotografia assieme al Ristorante AlpiNN, gestito dallo chef stellato Norbert Niederkofler: un bistrot di alta qualità con 80 posti. Il ristorante sarà gestito secondo i principi fondamentali del “cook the mountain” di Norbert Niederkofler: no waste, season e territory.

IL LUSSO GALOPPA!
Si chiama Purmontes è di proprietà della famiglia Kindler ed è un complesso elitario di cinque chalet-suites originali ed esclusivi ciascuno con una infinity pool privata, terrazza e giardino. C'è perfino il paddok con maneggio privato dove gli ospiti possono portare i propri cavalli. Tutto in architettura sostenibile, con una splendida e panoramica Spa all'ultimo piano».

https://www.ilsole24ore.com/art/via...lberghi-ristoranti-131526.shtml?uuid=AElI8IRG
 

·
Registered
Joined
·
4,263 Posts
Appalti per 1,2 miliardi: più 44% in 6 mesi L'Azienda sanitaria fa la parte del leone. I costruttori: valorizzare le imprese trentine



«Lievita a 1,2 miliardi di euro il valore degli appalti pubblici in corso di assegnazione in Trentino. Un importo che nel giro di appena sei mesi è cresciuto di quasi il 44%: a inizio luglio le gare avviate dagli enti locali e dalle società partecipate si fermava infatti a 836 milioni. L'accelerata è avvenuta di fatto nei mesi che hanno segnato il passaggio da un'amministrazione provinciale all'altra. Anche se - va detto - gli appalti non riguardano la sola Piazza Dante, ma tutti gli enti locali del territorio (dai Comuni alle Comunità di Valle, senza dimenticare le Asuc) ed appare fisiologico lo sblocco dei fondi verso la fine dell'anno.

I dati sono pubblicati sul sito dell'Agenzia provinciale per gli appalti e contratti, dove la voce più ricca riguarda l'affidamento della concessione dei servizi delle Terme di Levico che comprendono anche lo stabilimento di Vetriolo. La conclusione della gara - bandita recentemente - è prevista per la fine di ottobre del nuovo anno: la base d'asta è di 125milioni 341mila euro. Un'iniziativa che «pesa» quanto oltre un terzo del totale degli appalti promossi negli ultimi sei mesi. Tra i bandi pubblicati si trovano prestazioni tra loro molto diverse, che spaziano dal mantenimento dei software ai servizi di pulizia, dalla gestione delle aree sportive al restauro di dipinti murali. Gli importi spaziano dalle decine di migliaia di euro a quelli a sei zeri (il limite degli affidamenti diretti, secondo la normativa nazionale, è fissata sui 40mila euro, ma in Trentino è consentito raggiungere anche i 46mila euro).

Tra le 15 gare d'appalto più ricche promosse dagli enti pubblici e dalle partecipate, quasi una su quattro riguarda l'Azienda sanitaria guidata dal direttore Paolo Bordon: ammonta a 119 milioni di euro la base d'asta per la fornitura di farmaci per un totale di 1.127 lotti; è prevista una spesa di oltre 47 milioni di euro per la gestione delle apparecchiature elettromedicali (è in corso la stipula del contratto con la ditta Tecnologie sanitarie spa), mentre è prevista la fornitura di defibrillatori e pacemaker per 19 milioni di euro; infine, costerà 35,5 milioni di euro la polizza assicurativa dedicata alla responsabilità civile verso terzi e all risks.

Tra gli appalti più onerosi figurano anche i servizi di pulizia a ridotto impatto ambientale presso la Regione (95 milioni di euro), la manutenzione dei software dei computer delle pubbliche amministrazioni (39,6 milioni), la vigilanza degli immobili di proprietà degli enti locali (28,4 milioni) e la fornitura di energia elettrica (19 milioni). Intanto, è in corso la stipula del contratto tra il Servizio opere stradali e ferroviarie e le Ati (Associazioni temporanee di imprese) che si sono aggiudicate la realizzazione del collegamento viario tra Passo San Giovanni e la località Cretaccio con una galleria (75,8 milioni) e la circonvallazione di Cles (43 milioni). Particolarmente consistente è anche l'importo destinato alla gestione delle discariche provinciali (28,5 milioni) e la bonifica di una porzione non impermeabilizzata della Maza (20,6 milioni) mentre per conto della Patrimonio del Trentino è stata bandita una gara da 28 milioni per i lavori di ampliamento del polo congressuale di Riva del Garda».

[...]

http://www.ladige.it/news/business/2019/01/01/appalti-12-miliardi-pi-44-sei-mesi
 

·
Registered
Joined
·
4,263 Posts
Bressanone punta su cucina, sci e wellness: investimenti per 50 milioni

«Bressanone rilancia sul turismo: ovvero su cucina, natura, sci e wellness. In corso di realizzazione investimenti per una cinquantinadi milioni (tra enogastronomia, wellness, sport, impianti, attività culturali, ricettività, trasporti).



Dalla scorsa primavera è in attività l’hotel My Arbor, frutto del progetto della famiglia Huber che gestisce anche il ristorante Grissino e alcune locande in zona. My Arbor, sorge nella località boschiva Sant’Andrea a poca distanza dagli impianti di risalita per il comprensorio sciistico della Plose. Si tratta di un progetto architettonico avveniristico - frutto dell’ingegno dell’architetto Gerhard Tauber - che si fonda sulla integrazione del complesso ricettivo nell’ambiente naturale e boschivo. My Arbor - quattro stelle costato circa 25 milioni - dispone di oltre cento tra camere e suite immerse tra gli abeti, ed ha una delle Spa più grandi e meglio attrezzate delle Dolomiti, estesa su oltre 2.500 metri quadrati. Anche in questo caso il concetto di fondo è l’integrazione forte tra offerta benessere e ambiente naturale.

Ci sono diversi altri progetti di sviluppo alberghiero in corso nell’area di Bressanone (Brixen in tedesco).
L’hotel Rosalpina Dolomites sta per iniziare la ristrutturazione e la riapertura è prevista a maggio 2020. L’Hotel Clara, quattro stelle, sta incrementando le camere, realizzando nuove suites e un nuovo complesso wellness. L’Hotel Torgglerhof ha messo in cantiere un piano da 4 milioni per sviluppare l’area wellness e le suites. L’offerta ricettiva sta dunque puntando verso la fascia più alta del mercato e soprattutto su una forte offerta wellness, integrata con prodotti benessere e agroalimentari a chilometri zero».

[...]

https://www.ilsole24ore.com/art/imp...timenti-50-milioni--160502.shtml?uuid=AF9K1QC
 

·
Registered
Joined
·
4,263 Posts
Terme Merano sprint: 8 milioni di investimenti Spa

«Un piano di investimenti da 8 milioni di euro per affontare ad armi la sfida internazionale nel comparto del wellness: le Terme di Merano si preparano al debutto il 12 aprile della nuova area Spa frutto di un pacchetto di risorse che ha ampliato di oltre mille metri quadrati l’area dei servizi e predisposto la struttura che fa capo alla Provincia di Bolzano, insieme con gli enti locali, ad un ulteriore salto di qualità nei prossimi anni con 10mila metri di area complessiva.



A presentare le strategie del maxipolo termale la general manager Adelheid Stifter oggi a Milano. «Giochiamo un ruolo chiave nel sistema produttivo dell’Alto Adige e del Nord Italia, proiettati al confronto continuo con i grandi poli termali e wellness dell’Europa. Le Terme di Merano hanno un volume d’affari di 12 milioni di euro, con un cash flow di 1,5 milioni. Ogni anno accogliamo 400mila clienti, sia dall’Italia che da numerosi Paesi esteri. In oltre dieci anni abbiamo accolto circa 5,5 milioni di clienti. Non ci fermiamo ma continueremo a investire. Dopo l’ampliamento già realizzato stiamo studiando i possibili sviluppi in ambito medicale, ad esempio, e nell’area dei trattamenti e del fitness. Puntiamo però sempre di più sulla qualità. Ricordo che il nostro impatto sull’economia del territorio è notevole: oltre 150 alberghi sono nostri partner,con una sessantina di aziende dell’Alto Adige abbiamo sviluppato sinergie su prodotti e servizi: dal fieno al siero di latte, dagli alimentari al design».

[...]

https://www.ilsole24ore.com/art/imp...--spa-184225.shtml?uuid=ABYyBCiB&refresh_ce=1
 

·
Registered
Joined
·
504 Posts
«Inaugurazione di nuove piste da sci, nuovi alberghi (o hotel rinnovati) ma anche ristoranti gestiti da chef famosi. Sulle Dolomiti altoatesine, per l'imminente stagione invernale 2018-19 si annuncia l'apertura di nuovi impianti di risalita sui comprensori sciistici, nuove strutture ricettive per un'ospitalità trasversale che accontenti tutte le tasche e nuovi indirizzi gourmet in alta quota per i palati più fini. C'è perfino un agglomerato di 5 chalet per un lusso privato esclusivo, con tanto di paddock per i cavalli. Naturalmente, per la realizzazione di tutto questo, sono stati fatti investimenti nell'ottica della funzionalità, del gusto e del buon gusto. I risultati sono evidenti e presto operativi: con il potenziamento degli impianti di innevamento, l'avvento di moderne seggiovie e il restyling di quelle esistenti, stazioni gastronomiche lungo le piste. E sulle vette… si potranno vedere le stelle!

non mi piacciono questi riffugi moderni :/
 

·
Registered
Joined
·
1,458 Posts
Al via i lavori di Noi Techpark Brunico: il nuovo Hub dell’automotive pronto nel 2022
514511

 

·
Registered
Joined
·
1,458 Posts
Ecco come sarà il Nuovo ospedale del Trentino: Una torre di vetro e la piattaforma funzionale per un polo da 1,6 miliardi
1563650

1563651

1563652

1563654

1563656

1563657
 
21 - 35 of 35 Posts
Top