Skyscraper City Forum banner
1 - 2 of 2 Posts

·
Venetian User
Joined
·
4,065 Posts
Discussion Starter · #1 ·
Brennero, il tunnel è in fase di progettazione

In Provincia vertice sulla galleria che collegherà Fortezza a Innsbruck. Sarà lunga 56 chilometri
Infrastrutture. Elio Mosele ha incontrato i vertici delle Ferrovie, il sottosegretario Brancher e i presidenti delle Province di Trento e Bolzano

Il tunnel di base del Brennero ed il Corridoio Europeo numero 1 (Berlino-Monaco-Verona-Bologna-Roma-Napoli-Palermo), sono stati gli argomenti discussi ieri ai Palazzi Scaligeri, nell'incontro promosso dal presidente della Provincia di Verona Elio Mosele, con l'amministratore delegato della Rete ferroviaria italiana Mauro Moretti, il sottosegretario alle Riforme istituzionali e devoluzione Aldo Brancher, i presidenti delle Province di Trento Lorenzo Dellai e di Bolzano Luis Durnwalder e l'assessore provinciale veronese alla Viabilità Luca Sebastiano.
In pratica, si è affrontato l'argomento inerente la tratta ferroviaria dell'Alta capacità, per la parte che attraverserà il territorio scaligero ed il Trentino Alto Adige. Per quanto riguarda il Brennero, sono sempre molteplici le ragioni che spingono a realizzare il quadruplicamento della Verona - Monaco, con la realizzazione di una galleria di base. Per uno specifico accordo con il governo austriaco, entro il 2007 le merci in transito al Brennero dovranno passare dalla gomma alla rotaia. Entro il 2010 la liberalizzazione del mercato con i Paesi del Mediterraneo moltiplicherà i traffici ed il trasporto via mare, l'uso dei porti e il trasporto combinato: porti, interporti e rotaia.
L'attuale capacità della linea Verona - Monaco prevede un potenziamento, in grado di accogliere tra i 200 e 275 treni al giorno. Il traforo di base, con il quadruplicamento della Verona - Monaco diventa dunque necessario, o il Brennero sarà un imbuto troppo stretto, con effetti di contenimento degli scambi via ferrovia e ulteriore aumento delle merci via strada.
La società di gestione dell'Autostrada 22, in collaborazione con le Ferrovie e gli enti locali interessati, sta già studiando un progetto di massima per la realizzazione di un traforo ferroviario di 56 km fra Fortezza ed Insbruck. È emerso dalle dichiarazioni dell'ingegner Moretti, che il tunnel è effettivamente in fase di progettazione e che entro il 2008 dovranno essere reperiti i finanziamenti europei e locali e, solo allora, potranno partire i lavori. Parlando appunto di finanziamenti, il presidente Mosele ha svelato che alle tre Province interessate è stata proposta una partecipazione societaria diretta, con l'acquisizione di quote dell'Rfi al costo di 6 milioni di euro per ciascuna amministrazione. Un'altra soluzione prevedrebbe invece una partecipazione, solo politicamente diretta, ma espletata attraverso la Società autostrade, che dovrebbe sborsare 22.550.000 euro per l'acquisto.
La discussione si è poi addentrata negli aspetti tecnico-societari. Su che tipo di architettura dovrà avere la società, ad esempio, e se la partecipazione delle Province sarà inerente alla sola progettazione, alla gestione, o ad entrambi gli aspetti. Per ora, è stata proposta la partecipazione limitatamente alla parte progettuale, ma tutto potrà essere ridiscusso e valutato nel corso della prossima riunione a San Michele all'Adige, in provincia di Trento, il 16 giugno prossimo.
 

·
Registered
Joined
·
616 Posts
20/07/2005 - 19:47
TUNNEL BRENNERO: DURNWALDER, SODDISFAZIONE PER NOMINA COORDINATORE VAN MIERT(AGE) BOLZANO - "È la conferma che il tunnel del Brennero viene considerato anche dall'UE della massima priorità e che l'Unione europea intende accelerare la realizzazione del progetto e partecipare alla copertura dei costi": così il presidente della Provincia Luis Durnwalder esprime la sua soddisfazione per la nomina ufficiale del coordinatore europeo per il Corridoio Berlino-Palermo, che comprende il tunnel di base del Brennero. Oggi (mercoledì 20) a Bruxelles la Commissione europea attraverso il Commissario ai Trasporti Jacques Barrot ha nominato i sei coordinatori europei incaricati di favorire il coordinamento politico e tecnico nella realizzazione della rete transeuropea di trasporto (RTE-T). Per il Corridoio Berlino-Palermo è stato nominato, come già prospettato nel summit dello scorso aprile a Bolzano, l'ex commissario UE Karel Van Miert. Con soddisfazione il presidente Durnwalder registra questo ulteriore passo avanti: "Confidiamo che la figura del coordinatore saprà agevolare il dialogo fra gli Stati interessati per sincronizzare i lavori e i progetti di finanziamento." La nomina di Van Miert conferma secondo Durnwalder "la volontà dell'UE di accelerare i tempi di realizzazione delle reti di trasporto transnazionali e in particolare del tunnel del Brennero, che la Commissione riconosce come prioritario nel quadro dei collegamenti europei Nord-Sud. Auspichiamo che l'impegno e il contributo europeo proseguano ora per la parte relativa ai finanziamenti, considerato che l'UE ha già assicurato la copertura del 50% dei costi di progettazione e di costruzione del cunicolo pilota." Durnwalder si augura che tale sforzo possa concretizzarsi in un aumento della quota del 20% di finanziamento del tunnel attualmente prevista dall'Unione. Tornando alla figura del coordinatore Van Miert, il presidente Durnwalder riconosce che "vanta i migliori presupposti per svolgere l'impegnativo compito affidatogli." A tale proposito Durnwalder ricorda che la Provincia di Bolzano "avrebbe salutato con pari soddisfazione anche la nomina dell'imprenditore Michl Seeber, di cui a suo tempo si parlava, anche se poi per varie ragioni l'UE ha fatto un'altra scelta". (AGE) AUR
 
1 - 2 of 2 Posts
Top