Skyscraper City Forum banner
1 - 20 of 72 Posts

·
Registered
Joined
·
93 Posts
Discussion Starter · #1 ·
Ciao a tutti, partecipo a questo forum da diversi anni. In passato i miei interventi erano assidui, oggi un pò meno, ma ho sempre seguito con interesse ed attenzione l'evolversi della situazione a Milano. Anni fa portavo questa "battaglia" culturale pro-grattacieli sul forum di Vivimilano, e devo dire che gli avversari erano più numerosi. Con il tempo, invece, ho notato un netto cambiamento culturale. Molti progetti sono stati approvati, alcuni cantieri sono stati aperti, e quello che sognavamo nei primi anni 2000 oggi non è più un'utopia, ma una bella realtà. Sul forum di Vivimilano sono in tanti ad appoggiare i grattacieli, il costruire in altezza. Finalmente mi sembra di assistere ad un netto cambio di mentalità generalizzato. Mi piace credere che un pò è anche merito nostro: proponevamo la ricetta grattacieli-parchi, mi ricordo molto bene di averlo anche scritto all'ex sindaco Albertini, a Fuksas, al comune, alla regione e immagino come me anche tanti altri, e guarda caso oggi è la ricetta in cui in tantissimi credono. Volevo chiedervi: anche voi pensate sia finalmente in atto una rivoluzione culturale? certo, esistono diversi comitati di cittadini (composti da poche decine) molto politicizzati pronti a fare di tutto per bloccare le opere...beh, una volta avevo minacciato di costituire un comitato pro-grattacieli, e sono sempre pronto a farlo...!! saluti.
 

·
Registered
Joined
·
1,661 Posts
Tutto vero.Tutto giusto.Anche io,come tanti qui,ha strenuamente difeso il grattacielo come soluzione.Specie sul forum di Vivimilano che è una fogna ideologizzata.L'ansia di vedere i progetti portati a compimento è tanta.Ma la vera rivoluzione è appena cominciata e di là da compiersi.Se si limitasse a qualche grattacielo in altezza sarebbe pura operazione cosmetica.La vera rivoluzione che Milano deve compiere è quella di prendere coscienza di se.Di non essere la cittadella di 180km2 con appena 1,4 milioni di abitanti.Ma moolto di più.Una vera METROPOLI EUROPEA di almeno 1000km2 e con almeno 4,5 milioni di persone.Occorre fare sistema.Sistema di Trasporti.U-Bahn ed S-Bahn.Tramvie.Linee di Autobus.Anche NOTTURNI!!!Riscoprire la navigabilità di Canali ed ampliarli.Mettere a sistema il VERDE.Pensare al Sempione come ad un Parco metroplitano è ridicolo.E' un Giardinone Storico.Va creata una fascia di GREEN BELT come si evidenzia in un 3d di SSC.Va messo a regime il Sistema economico infrastrutturale,con la Fiera,Malpensa e Pedemontana,Tem e Brebemi.E va creata la Grande MILANO anche a livello ricettivo e turistico.Un caso su TUTTI.Il più bel monumento milanese,la CERTOSA di PAVIA,chi va a visitarlo?Chi sa che appartiene a Milano?E' il MAUSOLEO dei Visconti-Sforza,non so se mi spiego.Per non parlare di Villa Litta a Lainate,Villa Arconati a Bollate,Villa Reale di Monza.Quando tutto ciò sarà a sistema,il sistema dei grattacieli sarà una GEMMA di DIAMANTE che brillerà nel cielo sopra Milano.
 

·
Struthioniforme Apteryge
Joined
·
8,176 Posts
Se fondate un comitato, mi iscrivo. Sono da sempre favorevole allo sviluppo in altezza, non si può continuare a mangiare territorio per costruire villette, maglio un grattacielo ben servito da mezzi pubblici ed ampie aree a parco.
Paradossalmente, dopo l'11/9 c'e' stato un rigurgito di anti-grattacielismo che è sfociato invece nella corsa a chi ne fa di più (Dubai, Chicago, New York, Londra, Milano, Parigi, Mosca stanno tutte costruendo grattacieli). Un evento catastrofico ha finito con il rilanciare questa tipologia di edifici.
 

·
Registered
Joined
·
2,693 Posts
quoto yellow e Metropolis.. aggiungerei anche il riammodenarmento delle infrastrutture sportive: quarto anello san siro, arena civica, vigorelli, ecc..
 

·
Registered
Joined
·
1,661 Posts
quoto yellow e Metropolis.. aggiungerei anche il riammodenarmento delle infrastrutture sportive: quarto anello san siro, arena civica, vigorelli, ecc..
Assolutamente SI,Rhoy.Nella rivoluzione culturale che intendevo va anche quello.Non solo però di impianti sportivi UFFICIALI.Ma specialmente di BASE.Sparsi nel territorio della metropoli.Per un sano stile di vita e di antidoto al disagio sociale.Cosi come la rete CULTURALE di Teatri,Biblioteche,Musei,etc..Ogni ZONA dovrebbe esserne fornita.Bisogna uscire dalla logica DUOMO centrica.Dove tutto ruota intorno alla Piazza Centrale.Una visione retrograda e PROVINCIALE.Da cittadina.Con il Municipio e la Cattedrale.Una Metropoli moderna ed europea....è fatta di TANTE ZONE,come piccole città comunità incastronate l'una dentro l'altra.Comunicanti,ma ognuna AUTONOMA ed autosufficiente.
 

·
Registered
Joined
·
18,183 Posts
con tutta l'approvazione possibile non credo che i turisti che arrivano e arriveranno a Milano si recheranno qui per vedere i 7 o 8 grattacieli in costruzione e/o progetto.
nessuno di essi è un Empire State Bulding...ma nemmeno bello (per quanto si sa) come non pochi altri presenti a New York, Chicago, Shangai, Hong Kong eccetera.
saranno solo grattacieli, costruiti con buon gusto, altri totalmente anonimi e identici a 1000 altri sparsi nelle metropoli del pianeta.
Chi verrà qui lo farà come prima per il Cenacolo, per Brera e l'Ambrosiana, per la Scala, per San Siro, per il Duomo eccetera.
forse il pastore della barbagia o il taglialegna della Valbrebmana, con tutto il rispetto per loro, arriveranno qui e alzando il naso all'insù resteranno senza fiato a vedere 6 o 7 grattacieli in zona Garibaldi.
chiunque abbia viaggiato almeno un pochino di grattacieli ne ha visti a bizzeffe, e senza dubbio molti sono più beli di quelli che cresceranno a Milano nei prossimi anni.

gli unici dalle forme ardite sono 2 della Fiera, gli altri sono i soliti matitotni o palazzoni di cristallo con guglie/antenne...come 1000 altri.

a finaco di questi andrebbe realizzata la Grande Brera, andrebbero accorpati alcuni piccoli musei, andrebbero rese decorose le vie della città eliminando il problema dei murales e delle tags, andremme tenuta un pò più pulita la periferia e le varie "terre di nessuno" ai confini comunali, andrebbero aumentate le biblioteche (o almeno aperte...come le 2 citate ieri dal Corriere, finite da anni e mai aperte per carenza di personale e fondi!), andrebbero recuperati architetonicamente e sopratutto civilmente i non pochi quartieri di proletariato sub-umano (o plebe) che ancora ci sono dentro i confini comunali, andrebbe megli oilluminata la città e i monumenti, curare molto meglio il verde, fare le piste ciclabili e non proibire il passaggio dell ebici sui marciapiedi quando ogni anno muiono circa 50 ciclisti per strada investiti da auto e camion...

la bellezza di una città non è data da 10, 12 grattacieli perlopiù anonimi.
forse ne basterebbero meno ma belli, stupendi...cosa non fatta a Milano, vedi caso di Ghery scartato in favore di un altro per i prezzi.
andrebbe meglio gestito e conservato ciò che già c'è.


p.s.
ieri sono passato in Tang Est.
il grattacielo della RCS di Boeri ....FA CACARE.
è appena finito almeno l'esterno e sembra vecchio di quasi 30-35 anni.
pura architettura da Ost Berlin!
per costruire dei cessi simili tanto vale costruire in orizzontale...almeno non si vede uan merda simile da 5 chilometri di distanza!
 

·
IN VINO VERITAS
Joined
·
3,482 Posts
con tutta l'approvazione possibile non credo che i turisti che arrivano e arriveranno a Milano si recheranno qui per vedere i 7 o 8 grattacieli in costruzione e/o progetto.
nessuno di essi è un Empire State Bulding...ma nemmeno bello (per quanto si sa) come non pochi altri presenti a New York, Chicago, Shangai, Hong Kong eccetera.
saranno solo grattacieli, costruiti con buon gusto, altri totalmente anonimi e identici a 1000 altri sparsi nelle metropoli del pianeta.
Chi verrà qui lo farà come prima per il Cenacolo, per Brera e l'Ambrosiana, per la Scala, per San Siro, per il Duomo eccetera.
forse il pastore della barbagia o il taglialegna della Valbrebmana, con tutto il rispetto per loro, arriveranno qui e alzando il naso all'insù resteranno senza fiato a vedere 6 o 7 grattacieli in zona Garibaldi.
chiunque abbia viaggiato almeno un pochino di grattacieli ne ha visti a bizzeffe, e senza dubbio molti sono più beli di quelli che cresceranno a Milano nei prossimi anni.

gli unici dalle forme ardite sono 2 della Fiera, gli altri sono i soliti matitotni o palazzoni di cristallo con guglie/antenne...come 1000 altri.

a finaco di questi andrebbe realizzata la Grande Brera, andrebbero accorpati alcuni piccoli musei, andrebbero rese decorose le vie della città eliminando il problema dei murales e delle tags, andremme tenuta un pò più pulita la periferia e le varie "terre di nessuno" ai confini comunali, andrebbero aumentate le biblioteche (o almeno aperte...come le 2 citate ieri dal Corriere, finite da anni e mai aperte per carenza di personale e fondi!), andrebbero recuperati architetonicamente e sopratutto civilmente i non pochi quartieri di proletariato sub-umano (o plebe) che ancora ci sono dentro i confini comunali, andrebbe megli oilluminata la città e i monumenti, curare molto meglio il verde, fare le piste ciclabili e non proibire il passaggio dell ebici sui marciapiedi quando ogni anno muiono circa 50 ciclisti per strada investiti da auto e camion...

la bellezza di una città non è data da 10, 12 grattacieli perlopiù anonimi.
forse ne basterebbero meno ma belli, stupendi...cosa non fatta a Milano, vedi caso di Ghery scartato in favore di un altro per i prezzi.
andrebbe meglio gestito e conservato ciò che già c'è.


p.s.
ieri sono passato in Tang Est.
il grattacielo della RCS di Boeri ....FA CACARE.
è appena finito almeno l'esterno e sembra vecchio di quasi 30-35 anni.
pura architettura da Ost Berlin!
per costruire dei cessi simili tanto vale costruire in orizzontale...almeno non si vede uan merda simile da 5 chilometri di distanza!
Condivido parzialmente il tuo punto di vista, che tuttavia mi sembra un po' troppo tranciante...

E' vero che il Duomo, il Cenacolo, la Galleria sono monumenti unici ed irripetibili ed è anche vero che spesso i nuovi grattacieli, anche se firmati da grandi architetti, possono apparire anonimi, perché in fondo uguali o simili a mille altri che si costruiscono nelle città del ventunesimo secolo.

Ma così è il mondo d'oggi: l'architettura è ormai, così come gli architetti, globalizzata, ed i "segni" unici ed irripetibili non sono più frutto di una speciale contingenza storica o specificità culturale (per esempio il Partenone poteva nascere solo in Grecia, il Colosseo nell'Impero Romano e le piramidi dei Faraoni in Egitto), ma sono invece figli di un singolo atto creativo di un artista-architetto che mette a sua disposizione la sua opera laddove ci sono i capitali (che circolano liberamente) ed i committenti, cioè ovunque nel mondo.

Per questo oggi i quartieri moderni si assomigliano tutti, e le architetture "uniche" od innovative sono sempre più rare. D'altra parte però, l'opera che lascia il segno, può sorgere in qualunque angolo della terra.

Detto questo, è anche vero che rinunciare a costruire edifici di qualità perché forzatamente "anonimi" o "globanalizzati" è una reazione di tipo retrogado: le città sono organismi complessi ed in continua evoluzione, che vivono di cambiamento, altrimenti diventano musei all'aperto come Venezia o Pompei... Belle da vedere, ma abitate solo da fantasmi e turisti.

Guardiamo Milano: all'avanguardia fino agli anni 50-60, ha poi rinunciato tout-court all'innovazione. La capitale del design è diventata negli anni 70-80-90 la capitale dei condominii anonimi, dei sopralzi di cattivo gusto, dei giardinetti palificati di lampiocini e piastrellati di autobloccanti.

Sicuramente i nuovi interventi possono essere discutibili od opinabili, ma hanno un respiro internazionale, abbandonano la logica del "mattoncino rosso" che gli architetti della banalità hanno ridicolmente per anni spacciato come "riferimento all'estetica della tipica cascina lombarda" e soprattutto hanno un'impronta non solo archittettonica, ma anche urbanistica, che è quello poi che ci è spaventosamente mancato in questi anni.
 

·
Registered
Joined
·
2,693 Posts
A mio parere i complessi Citylife, Ga-Re e Milanofiori non hanno proprio niente di anonimo, al contrario!

Sfido poi chiunque a trovarmi un grattacielo che riesca a trasmettere più eleganza del Milanone. Unico.
 

·
Registered
Joined
·
18,183 Posts
non ho parlato di complessi, non ho parlato dell'insieme dei PII di Garibladi o Santa Giulia.
mi riferivo unicamente ai grattacieli.
negli anni 50 e 60 a Milano vennero costruti prima il più altro grattacielo del mondo in CA, il Pirellone, con una forma e una sagoma ancor oggi modernissima, poi la Torre Velasca con richiami fortissimi al passato (e che a me piace tantissimo).

oggi cosa ci stanno proponendo con questi 6 o 7 o 8 grattacieli?
niente di nuovo.
nulla di coraggioso.
l'esempio ne è la torre RCS.
andate a vederla, vi prego.
è una cosa indecente, mostruosa, e firmatissima dal superarchitetto sono ovunque Boeri!

basta però guadare anche chi sta mettendo mano dentro tutti questi PII: Caputo, che non brilla certo per coraggio architettonico.

a Garibaldi il grattacielo della Regione, partorito da uno dei 450 architetti dello studio Pei ...non mi potete dire che sarà invidiata in ogni parte del mondo!
non verranno a vederlo dall'Alaska!

se qualcuno andò alla Triennale a vedere i progetti sconfitti, si può ricordare di come fosse bello, coraggioso, innovativo, stupefacente quello di Ghery.
e tutti dissero che era il migliore, giudici del concorso compresi.
vinse però il molto più anonimo Pei.

le 3 Torri di CityLife...bho...uno è orrendo. la Superbranda di 210 metri.
gli altri 2 sono delle scommesse...Il Curvo potrà dire qualcosa...fine.
le altre torri di Garibladi?
niente de che...

non sto dicendo che facciano cagare...non travisatemi.

sto dicendo che non saranno dei nuovi punti fermi dell'architettura.
non saranno dei "monumenti" citando l'altro forum.
non saranno dei poli di attrazione turistica, come può essere il Guggenheim di Bilbao.

dico solo che manca un qualcosina a questa città, o meglio agli amministratori per fare il salto finale.

ve bene, anzi benissimo recuperare le aree dismesse.
va strabene costruire in verticale e fare il 50% a verde pubblico, va benissimo fare concorsi internazionali.

ma allora...quando per puro culo vi partecipano i migliori del mondo...perchè non si sceglio il progetto migliore ma una volta quello che costa meno (Regione Pei - perde Gehry), e nell'altra vince quello che da più cubature e quindi utli all'Ente Fiera (Citylife e perde Piano)

Anche per i progetti per le torri della Hines....ci sono stati concorsi, c'era il modo che si obbligasse la Hines ad istituire un concorso internazionale? se si perchè non lo hanno fatto.

la torre del comune? bho?

e alle Varesine?
bho?
chi sta disegnando i grattacieli delle Varesine?
concorsi?

quanto a grattacieli che possono "sfidare " il Milanone, prego andare nelle seguenti città per trovarne alcune DECINE, forse centinaia che vincerebbero qualunque paragone:
Hong Kong, Shangai, Chicago, New York, Toronto, Londra. in dirittura d'arrivo anche Shenzen, Canton, Taiwan, Tokyo, Mosca....
 

·
Registered
Joined
·
13,465 Posts
mi spiace dirtelo Gruber, ma sul fatto del turismo per l'architettura moderna, per me sarà notevole a Milano.

Anche perchè dovresti renderti conto pure tu, proprio da ciò che leggi su questo forum. Ho letto di forumers da tutto il mondo che vanno in posti magari di merda, con tutto rispetto, solo per vedere la metro e le sue fermate. Vanno a Malmö solo per vedere il Turning Torso, etc etc.

Quindi di sicuro ci sarà gente che verrà a Mi solo per vedere le 3 bellissime torri tutt'altro che anonime di CityLife, poi se sentiranno che sono firmate da architetti di calibro mondiale, il gioco è fatto!
 

·
Registered
Joined
·
18,183 Posts
quanti Milioni?
quante dozzine di Milioni?

o parliamo di 100 o anche esagerando 1000, via, dai...5000 appassionati di grattacieli e metrò?

normalmente si parla di Milioni di presenze turistiche.
questo è l'apporto che riesce a dare il Guggenheim di Bilbao a quella città, altrimenti orrenda!

secondo te arriveranno 3 o 4 Milioni di persone per vedere Citylife?

permettimi di non dubitarne nemmeno. ho la certezza che non sarà così.
 

·
Registered
Joined
·
13,465 Posts
beh con calma, ce ne son di cose che stanno costruendo e Ga-Re? la città della moda?

non parlo io di milioni di persone, ma di sicuro arrotenderanno le cifre delle presenze. Se poi Milano si affermerà per la sua vocazione moderna, vedrai che col tempo arriverà anche il resto. :D
 

·
Registered
Joined
·
18,183 Posts
m ispiego meglio, quando io sono andato ad Hong Kong sono stato attirato come Milioni di altri turisti dal fatto che non solo ci sono 3 o 4 grattacieli famosissimi, ma anche un skyline tr ale più belle del mondo, un baia fantastic, si mangia letteralmente da dio e il fascisno della città è pazzesco.
a New York ci vai per camminare nei canyon di cemento, perchè è unica.
a Chicago ci vai per vedere la storia del grattacielo dall'anno zero al ...domani.
a Shangai c'è il futuro.

...7 o 8 grattacieli, di cui la metà firmati da bravi architetti, ma nessuno e sottolineo nessuno di codesti grattacieli entrerà nei libri di storia dell'architettura contemporanea.
siamo onesti!

non ci sarà turismo di massa per Garibladi/Repubblica e nemmeno per CityLife.
qualcuno verrà a vederli, fuori di ogni dubbio...ma la massa, i grandi numeri verranno a vedere il Cenacolo e Brera come prima e pochi di essi, già che ci sono, se amano l'architettura...andranno a vedere quelle zone!

ma non puoi fare un discorso così generalizzando al massimo prendendo come punto di partenza la tua, e la mia, passione per l'architettura moderna!

c'è chi va a Barcellona solo per andare al Camp Nou e non va a Casa Mila...anzi nemmeno sa che cazzo sia!

c'è chi va a Londra e va solo ad ubriacarsi, chi va a Parigi per andare a fighe e chi viene a Milano per fare schopping (quasi tutti). e a nessuno di costoro gliene fotte nulla di alcuni grattacieli...
 

·
Registered
Joined
·
13,465 Posts
ma non capisco il tuo punto Gruber? ma che cazzibus vuoi dire?

primo ti ricordo che siamo in Europa, nè nella fanta-shangai/HK o Dubai che sia, nè gli States. Perciò non ci saranno mai caterve di grattacieli.

secondo, ripeto 7/8 grattacieli che comunque non sono proprio dispersi, non è poca roba.

C'è gente che per l'appunto rimane colpita da Barcelona per il pistolone di Nouvel, che vanno a Valencia per quello (osceno) parco di Calatrava o a Londra, oltre per lo shopping, perchè ha il "nome", cioè il marchio di prima metropoli d'Europa, e per il cetriolone!

e ripeto, potrebbero essere un punto di partenza per un futuro sviluppo massiccio turistico di Milano. Tradotto l'architettura moderna per poi le altre attrazioni, poi chiaro ci sarà sempre lo Shopping. :D
 

·
Registered
Joined
·
18,183 Posts
quello che sto dicendo è che secondo me nessuno di quei grattacieli in costruzione o progetto ha una architettura che lo porrà al vertice dell'architettura moderna, segnatamente tra i grattacieli.

non sto dicendo che facciano vomitare (quello della RCS si), o che siano inguardabili o dei cessi.
sto dicendo che nessuno di essi sarà l'equivalente di una Torre Eiffel o di una HSBC di Hong Kong, o a restare vicini, nemmeno ciò che fu il Pirellone 50 anni fa!

sto dicendo che grattacieli come quelli di Milano ne costruiscono ogni anno almeno 400 in tutto il mondo e tanti, credimi, più belli, più alti e turisticamente con più appeal.

forse ti pare uan rivoluzione proprio perchè come ha ricordato bene l'utente di Buccinasco in Italia praticamente per 50 anni non si è costruito nulla di notevole.

ma se viaggi un pò per il mondo....questa grande rivoluzione di Milano...è ...un pò pochino.

di sicuro meglio del nulla assoluto...però già che c'erano potevano anche puntare su qualcosa di veramente grande, grandioso, di universalmente bello.

e il canone estetico non è che sia così diverso da persona a persone se poi alla fine milioni di persone invadono solo alcune città grazie anche ad 1 solo edificio, che evidentemente ha tutti i crismi per essere...bello!

concludendo...per me, nessuno di questi edifici avrà un appeal simile.
 

·
DIABOLIKVS
Joined
·
39,903 Posts
Quoto Gruber,

Al giorno d'oggi sono alcune centinaia le città nel mondo che stanno puntando sulla verticalità, dotandosi di grattacieli spesso notevolmente più imponenti di quelli nostrani, anche se altrettanto spesso davvero brutti.

Un' attrazione turistica è qualcosa di unico o di comunque rarissimo.

Il Cenacolo è unico. Punto.
Un cluster di grattacieli a Milano.....no.
 

·
L'Imperatore Perverso
Joined
·
4,176 Posts
Non credo che i grandi PII in corso a Milano vadano giudicati per la loro capacità di attirare turisti dal mondo, ma su un altro piano: la capacità di migliorare la qualità della vita di chi li vedrà tutti i giorni andando a lavorare a a passeggiare nella nuova piazza del GA-RE, etc. da questo punto di vista sono abbastanza fiducioso. Sarà un bel passo in avanti. detto questo un "segno acrhitettonico" importante in effetti manca. forse solo il curvo o le tre torri nel loro insieme sapranno avere un ruolo in questo senso. In effetti le scelte potevano essere ancora migliori, se si fossero premiati altri progetti.
 

·
Registered
Joined
·
2,693 Posts
@gruber

Puo darsi che nessuno dei progetti diverrà un caposaldo dell'architettura ma Milano non si riduce ai soli grattacieli, nonostante nel complesso siano buoni .. Bisogna considerare l'insieme.
Milano ha luoghi storici ed unici che la distinguono da qualsiasi metropoli nel mondo nonostante si tenda a dimenticarli.. per non parlare delle eccelenze professionali nella moda e nel design.

Capisci che i complessi in progetto nonostante non sconvolgano i dogmi dell' architettura nell'insieme della città storica possono creare un mix felice.

poi è altrettanto vero che ci sono stati diversi interventi falliti ma credo fosse inevitabile dato che per mezzo secolo la città è rimasta nell'oblio.. non possiamo certo aspettarci verticalità ai livelli di HK o di qualsiasi metropoli cinese o progetti rivoluzionari dopo 50 anni di niente!

Io credo che il lungo periodo di transizione, che non nego abbia visto nascere diverse brutture, stia lentamente lasciando spazio ad interventi più integrati e di maggiore qualità: lo conferma il fatto che i progetti più ambiziosi sono tutti in fase di porogettazione o di cantierizzazione. Il trend sembra destinato a migliorare nei prossimi anni.
 

·
Registered
Joined
·
273 Posts
Scusate ma la questione a mio parere non deve vertere su quanto appeal per il turismo e per l'arte avranno i grattacieli a Milano ma vedo questa "rivoluzione culturale" come un cambiamento di ideologie di vita, come un cambiamento dello skyline per sostenere la causa del moderno/antico che convivono. Anche io non penso che da questi grattacieli scaturisca un turismo di massa per ammirarli ma sicuramente si darà un segno tangibile ad un cambiamento in atto della cultura, ancora troppo radicata a vecchi stereotipi guidati politicamente, la qualle possa non tanto portare masse di turisti ma quanto migliorare la vivibilità e la visibilità di Milano. Spero tanto anche io che gli irriducibili sostenitori del Partito del NO inizino a diminuire lasciando spazio a progetti di caratura sicuramente almeno nazionale.
Comitato pro grattacieli a Milano?!? io ci sarei!
 

·
Registered
Joined
·
318 Posts
Gruber ha in gran parte ragione...però meglio qualcosa di carino del niente...se poi non attira masse di turisti fa niente...i grattacieli non vengono costruiti per venire fotografati...o almeno quello è il fine secondo...Milano dopo 50 anni di stallo ha deciso di puntare sulla verticalità per migliorare la città nel complesso, riqualificarne le aree dismesse, ampliare il verde pubblico, cambiarne il volto...l'unico progetto che a mio parere attirerà turisti (x la maggior parte europei credo) è citylife...posso darne la prova in questa sede...andate a vedere il thread internazionale del progetto e vedrete i commenti positivi al riguardo...alcuni lo ritengo il più bel progetto a livello europeo degli ultimi anni.


Comunque gruber, se vuoi vedere un vero nuovo simbolo che sostituirà il Pirelli degli anni 50 ti do un nome:

EXPO TOWER​
 
1 - 20 of 72 Posts
Top