Skyscraper City Forum banner
Status
Not open for further replies.
1 - 20 of 58 Posts

·
Registered
Joined
·
13,465 Posts
Discussion Starter · #1 ·
da VM.it:

Prevista un'offerta di scambio
Unicredit-Capitalia, l'ora dei consigli
Si riuniranno domenica. Geronzi alla vicepresidenza con deleghe sulle partecipate
MILANO — Il piano è pronto. Oggi verrebbe illustrato dai vertici a Bankitalia, Consob e governo. Domenica si terrebbero in via straordinaria patto e consiglio di Capitalia e il board di Unicredito. Subito dopo in una conferenza stampa congiunta Alessandro Profumo e Cesare Geronzi illustrerebbero la fusione.
UniCapitalia, la nuova superbanca che con 100 miliardi di capitalizzazione sarebbe la seconda in Europa dopo Hsbc, potrebbe dunque nascere in tempi brevi. Attraverso un'offerta pubblica di scambio a valori rispetto ai quali la Borsa si è già allineata, con un rialzo di Capitalia in sette giorni superiore al 17%: anche ieri il titolo di Piazza Cordusio ha perso leggermente (0,40%) portandosi a 7,48 euro, mentre le azioni romane sono salite dello 0,65% a 7,91. Sempre fra scambi compresi fra il 2 e il 3% del capitale per ciascun istituto.
L'accelerazione degli ultimi giorni, testimoniata dal vertice che si è tenuto ieri a Roma fra il presidente di Capitalia Geronzi e il consulente Claudio Costamagna, dovrebbe aver portato ormai a un quadro abbastanza definito dell'operazione. Unicredito acquisirebbe Capitalia valorizzandola circa 8 euro ad azione, il modello sarebbe quello federale: il gruppo si chiamerebbe Unicredit e verrebbero conservati i marchi. Gli analisti si esercitano da giorni nelle possibili sinergie e l'orientamento oscilla fra i 700 milioni e 1 miliardo di euro. Per quanto riguarda la governance (che resterebbe tradizionale) si andrebbe verso la conferma dei rumor che circolano da tempo: nel nuovo supergruppo Profumo sarebbe l'amministratore delegato, il tedesco Dieter Rampl (Hvb) resterebbe presidente e a Geronzi andrebbe la vicepresidenza con delega sulle partecipazioni, incarico che potrebbe probabilmente essere affiancato dalla presidenza del futuro consiglio di sorveglianza di Piazzetta Cuccia. Nel board di Uni- Capitalia entrerebbero infine 4 o 5 componenti romani.
Per Matteo Arpe sembra invece profilarsi l'uscita: secondo i rumors resta da vedere se il passo avrà luogo prima o dopo i consigli che daranno vita alla superbanca. Il «golden boy» apprezzato dalla City (che si dice possa essere la sua prossima tappa) non avrebbe ancora preso una decisione. Raggiunto in tarda serata telefonicamente Arpe ha dichiarato: «L'attenzione oggi è su temi più rilevanti. La mia posizione è dunque secondaria e non è oggetto di alcun negoziato».
La superbanca sarebbe una public company. Sulla base di stime che tengono conto delle dimensioni dei due istituti (Unicredito capitalizza oggi 80 miliardi, Capitalia 20) e del possibile valore di scambio, i maggiori azionisti resterebbero quelli di Piazza Cordusio, le fondazioni, che si diluirebbero di poco rispetto a oggi: Cariverona, Crt e Carimonte avrebbero in portafoglio rispettivamente circa il 4%, il 3,8% e il 3,5%. Munich Re sarebbe più o meno allineata al 3,8%, Allianz avrebbe il 2,5% e Abn Amro l'1,7%. Complessivamente ciò che oggi è compreso nel patto Capitalia, che andrebbe a sciogliersi, si diluirebbe nel capitale del supergruppo da circa il 30 al 6% circa.
Così, mentre da Roma arrivano ulteriori via libera (il ministro per lo Sviluppo economico Pierluigi Bersani ha detto che i consolidamenti bancari «sono sempre benvenuti se hanno l'obiettivo di prestare servizi migliori»), l'aggregazione sembra procedere verso il traguardo senza ostacoli. Qualche interrogativo ieri l'ha destato la notizia che Intesa-Sanpaolo nei giorni scorsi ha superato il 2,5% di Unicredito. Un segnale? L'altra superbanca entra nella partita? Sembra proprio di no. Si tratterebbe di operazioni di trading realizzate dalla controllata Caboto che prevederebbero il rientro nel giro di un paio di settimane. Sergio Bocconi Governance tradizionale e modello federale. Tre i marchi: Unicredit al Nord, Banca Roma al Centro, Banco Sicilia al Sud Oggi i vertici del nuovo istituto illustreranno il piano a Bankitalia, alla Consob e al governo
 

·
Registered
Joined
·
13,465 Posts
Discussion Starter · #2 ·
Domenica la riunione dei Cda per la fusione
Unicredit/Capitalia, titoli sospesi in Borsa
Avevano aperto in rialzo dopo la notizia dell'imminente nascita della nuova superbanca che sarebbe la seconda in Europa dopo Hsbc
MILANO- Capitalia e Unicredit sono state sospese dalle contrattazioni per tutta la giornata odierna compresa la seduta After Hours. È quanto ha deciso Borsa italiana con un provvedimento urgente. I titoli hanno fatto in tempo ad aprire: Unicredit ha registrato un rialzo dello 0,28% a 7,51 euro mentre Capitalia ha aperto con un progresso dello 0,58% a 7,965. Ai prezzi fissati in apertura di seduta, il rapporto di cambio è di 1,06 azioni di Unicredit per ogni Capitalia.
 

·
Registered
Joined
·
13,465 Posts
Discussion Starter · #3 ·
Unicredit- Capitalia, cda a Milano
Dovra' dare il via libera all'aggregazione con Capitalia

E' iniziato il consiglio di amministrazione straordinario di Unicredit chiamato a dare il proprio via libera all'aggregazione con Capitalia. Carlo Pesenti, Paolo Vagnone e Luigi Maramotti hanno raggiunto l'amministratore delegato Alessandro Profumo, il presidente Dieter Rampl e il vice presidente Fabrizio Palenzona. Alcuni consiglieri tedeschi sono invece entrati in automobile direttamente dal garage di via San Protaso nei pressi di piazza Cordusio.
è c'era pure da dubitarlo...:lol:
 

·
Registered
Joined
·
13,465 Posts
Discussion Starter · #4 ·
UNICREDIT-CAPITALIA, D-DAY PER FUSIONE DA 100 MILIARDI

E' stata convocata per il pomeriggio, a Roma, una conferenza stampa per presentare il progetto di aggregazione tra Unicredit e Capitalia. La conferenza stampa si terra' alle ore 18, in via Lata, a Palazzo De Carolis, sede di Capitalia. E' prevista anche la possibilita' di collegarsi per via telefonica e seguire la conference call in italiano o in inglese.

PATTO APPROVA FUSIONE E' terminata la riunione del patto di sindacato di Capitalia che secondo quanto riferito da fonti del patto, ha approvato il progetto di integrazione con Unicredit. A breve si riunirà il Cda per deliberare l'ok alle nozze. L' ok è arrivato all'unanimità."L'assemblea del Patto di sindacato - è scritto nella nota diffusa al termine della riunione degli azionisti principali della banca romana - riunitasi oggi sotto la presidenza dell'avvocato Vittorio Ripa di Meana, ascoltata la relazione del presidente, Cesare Geronzi, in merito al progetto di fusione per incorporazione di Capitalia in Unicredit, all'unanimità ha deliberato di approvare il progetto di fusione e di conferire mandato al presidente del Patto per rappresentare i soci aderenti al Patto stesso all'Assemblea straordinaria di Capitalia che sarà convocata per deliberare in ordine alla predetta fusione, votando a favore della stessa".
OGGI IL D-DAY Sara' oggi un lungo giorno quello delle nozze tra Unicredit e Capitalia, una fusione da 100 miliardi: si iniziera' con la riunione del Patto di sindacato di Via Minghetti in seduta straordinaria per dare il via libera al cda convocato, sempre in seduta straordinaria, per le 11,30. Quasi in contemporanea, a Milano, si riuniranno i soci di Unicredit. Poi il presidente di Piazza Cordusio, Dieter Rampl e l'amministratore delegato, Alessandro Profumo, voleranno a Roma per prendere parte alla conferenza stampa congiunta che per la sponda romana dell'operazione vedra' protagonista Cesare Geronzi, futuro vice presidente del gruppo con deleghe speciali sulle partecipazioni piu' 'politiche' della superbanca. Nel frattempo i soci romani saranno stati chiamati di nuovo in conclave nel primo pomeriggio per le modifiche statutarie necessarie ad adeguare lo statuto alla riforma del risparmio. Subito dopo, con ogni probabilita', la comunicazione in dettaglio dell'operazione che suggella un'architettura sull'asse Roma-Milano accarezzata dal mercato, dalla politica e da Bankitalia da molto tempo e realizzata poi nel concreto a tempo di record. Nonostante pour parler e vari contatti fossero in essere da diversi mesi, infatti, il dossier sarebbe stato aperto ufficialmente poco piu' di due settimane fa, i primi del mese, per essere chiuso a ridosso dei consigli di amministrazione di oggi. In pratica i confronti e la documentazione da mettere sul tavolo per i gruppi di lavoro che si sono avvicendati, sono durati appena 15 giorni. Un superlavoro, lo definisce un manager che ha partecipato a qualche incontro; una vera 'full immersion' con gli advisor dello studio di Claudio Costamagna per Capitalia e gli uomini di Merrill Lynch per Unicredit, intervenuti nella fase di chiusura. Nella Capitale, che sara' dal prossimo ottobre la sede legale del nuovo gruppo, la futura 'troika' al vertice: Rampl, Profumo e Geronzi, illustrera' i dettagli del piano, elaborato su un concambio che dovrebbe aggirarsi intorno ad 1,1 titoli di Piazza Cordusio per ogni azione Capitalia valorizzando quest'ultima sopra gli otto euro. Un prezzo che rappresenta piu' di tutto l'eredita di Matteo Arpe per i sui cinque anni di lavoro al vertice di Via Minghetti. La nuova struttura prevede la divisione del retail sui tre marchi principali dell'aggregato: Unicredit, Banca di Roma e Banco di Sicilia. Il segmento corporate delle tre banche sara' conferito a Unicredit che gestira' tutto attraverso Banca d'Impresa, con direzione a Verona. Fineco sara' invece assorbita da Xelion Bank. Dalla Calabria al Lazio tutte le filiali di Bipop Carire e Unicredit confluiranno in Banca di Roma, con sede nella capitale. Procedendo verso nord dalle Marche, invece, la fusione degli sportelli avverra' sotto le insegne del brand Unicredit e in questo caso a gestire gli sportelli sara' una direzione con sede a Bologna. In Sicilia le 49 filiali targate Unicredit e le 30 Banca di Roma, confluiranno sotto le insegne del Banco di Sicilia che tocchera' quota 518 sportelli.
 

·
Registered
Joined
·
1,661 Posts
La sede legale sarà a Roma però.Non capisco quali vantaggi possa portare questa fusione per una banca milanesissima come Unicredit.Qualcuno lo sa spiegare?Intesa San Paolo a Torino e Unicredit Capitalia a Roma?C'è da stare allegri?
 

·
Registered
Joined
·
13,465 Posts
Discussion Starter · #6 ·
no ti confondi. la sede legale non conta assolutamente nulla sul peso del management, l'avevo già detto in un altro 3d.

la sede operativa, dove c'è il Board of Management, rigorosamente di UniCredit, con AD Profumo sta a Milano e da lì non si muove.

comunque ci tengo a sottolineare un errore (VOLUTO?) dei giornalisti, ricorrente in questi giorni: questa NON è una FUSIONE, le fusioni si fanno alla pari, questa è una ACQUISIZIONE. Purtroppo sotto questo dettaglio temo ci siano forti manfrine politiche...
 

·
Registered
Joined
·
1,661 Posts
Ok grazie per le info.Ma la sede legale non va nel computo del Pil di una città,o di una Regione.Nel senso che se una Unicredit avrà sede LEGALE a Roma,verrà conteggiata come ricchezza prodotta in quella città,andando ad incidere e sfalsare i dati del Pil?
 

·
Registered
Joined
·
13,465 Posts
Discussion Starter · #8 ·
si quello si, è stato un costo necessario per contentare tutti gli schifosi politici di Roma...io, se leggi in giro, l'ho sempre osteggiata questa operazione, puramente politica. Magari mi sbaglierò, ne riparleremo tra qualche anno, ma son fermamente convinto che in questa maniera l'ultima banca non influenzata dalla politico, nonchè primo gruppo italiana, è stata venduta ai politici.

Comunque non ti preoccupare, la sede legale è una formalità.
 

·
Registered
Joined
·
1,661 Posts
Ma sarà.Certo che sede legale Intesa a Torino e Unicredit a Roma,quanto defalcano del VERO Pil creato da Milano???:bash: Se ci aggiungiamo che Pop di Milano con Emilia avrà sede a Reggio o Modena....Io eviterei questi "miscugli"tipicamente italiani che sfalsano i dati economici.In Germania la sede sarebbe stata a Francoforte,in UK a Londra.Punto.
 

·
Rossonero User
Joined
·
13,327 Posts
La sede legale sarà a Roma però.Non capisco quali vantaggi possa portare questa fusione per una banca milanesissima come Unicredit.Qualcuno lo sa spiegare?Intesa San Paolo a Torino e Unicredit Capitalia a Roma?C'è da stare allegri?
...è la stessa domanda che più volte mi sono posto io!

Ok grazie per le info.Ma la sede legale non va nel computo del Pil di una città,o di una Regione.Nel senso che se una Unicredit avrà sede LEGALE a Roma,verrà conteggiata come ricchezza prodotta in quella città,andando ad incidere e sfalsare i dati del Pil?

...quoto, anche perchè poi qualcuno sventola ai 4 venti di essere la locomotiva del paese!


Ma sarà.Certo che sede legale Intesa a Torino e Unicredit a Roma,quanto defalcano del VERO Pil creato da Milano???:bash: Se ci aggiungiamo che Pop di Milano con Emilia avrà sede a Reggio o Modena....Io eviterei questi "miscugli"tipicamente italiani che sfalsano i dati economici.In Germania la sede sarebbe stata a Francoforte,in UK a Londra.Punto.
...quoto, infatti siamo davvero al colmo dei colmi la sede doveva rimanere a milano a prescindere STOP! Anche perchè, come ho espressamente scritto qualche riga più sopra, qualcuno se ne da vanto, senza una minimo merito e/o ragione,....ma si sà siamo in Italia.
 

·
Rossonero User
Joined
·
13,327 Posts
si quello si, è stato un costo necessario per contentare tutti gli schifosi politici di Roma...io, se leggi in giro, l'ho sempre osteggiata questa operazione, puramente politica. Magari mi sbaglierò, ne riparleremo tra qualche anno, ma son fermamente convinto che in questa maniera l'ultima banca non influenzata dalla politico, nonchè primo gruppo italiana, è stata venduta ai politici.

Comunque non ti preoccupare, la sede legale è una formalità.

...grazie per le precisazioni, ma io sta storia delle sedi legali che si spostano così "SENZA SENSO", non la concepisco a prescindere, e continuerò a ripeterlo (come una campana rotta) per 3 motivazioni principali:


1) qualcuno se ne farà vanto senza avere il benchè minimo merito in questione!

2) perchè magari un domani con una seria devoluzione, oltre alle solite chiacchere, ci saranno bei soldini che entraranno nelle casse delle rispettive regioni in cui sono presenti le suddette sedi!

3) e per ultima ma non meno importante perchè milano è anche la sede della borsa valori italiana!
 

·
Registered
Joined
·
13,465 Posts
Discussion Starter · #12 ·
guarda vuoi che te lo dica papale papale? la sede legale l'hanno messa a Roma per dare il contentino a Geronzi&Soci, dato che sanno benissimo che la loro è una banchetta nei confronti di UniCredit...vogliono però avere voce in capitolo, a differenza di HypoVereinsBank, che ai tempi valeva moooooolto di più Capitalia, si è accontentata di avere un solo manager nella direzione del gruppo.

Questo per capire il potere della politica e l'ingerenza che ha nei confronti dell'economia (in Italia).
 

·
Rossonero User
Joined
·
13,327 Posts
guarda vuoi che te lo dica papale papale? la sede legale l'hanno messa a Roma per dare il contentino a Geronzi&Soci, dato che sanno benissimo che la loro è una banchetta nei confronti di UniCredit...vogliono però avere voce in capitolo, a differenza di HypoVereinsBank, che ai tempi valeva moooooolto di più Capitalia, si è accontentata di avere un solo manager nella direzione del gruppo.

Questo per capire il potere della politica e l'ingerenza che ha nei confronti dell'economia (in Italia).
...certo certo immaginavo, ma concordi con me che le 3 motivazioni sopracitate non siamo cmq da sottovalutare?
 

·
DIABOLIKVS
Joined
·
39,903 Posts
A titolo informativo:

La sede legale di Unicredit Spa è a Genova, Via Dante 1.
 

·
Registered
Joined
·
13,465 Posts
Discussion Starter · #15 ·
da notare come TUTTI i siti esteri e dico TUTTI e ve li posto uno ad uno se volete...parlano di questa operazione come vera a propria ACQUISIZIONE...dove UniCredit ha COMPRATO Capitalia...ma noi rimaniamo con la nostra ipocrisia...continuiamo a dire che si tratta di fusione...lol

vabbè sono deluso e incazzato(Report mi ha dato il colpo di grazia), perciò sarò sintetico dandovi questa notizia:

UniCredit Group sarà la prima banca europea dell'area euro.
 

·
Registered
Joined
·
13,465 Posts
Discussion Starter · #16 ·
ah nota positiva: ne parla TUTTO il mondo di questa operazione economica che ha creato, come già detto:

- il primo gruppo bancario dell'area euro
-il secondo gruppo bancario dell'Europa intera
-il sesto gruppo bancario del mondo.
 

·
Rossonero User
Joined
·
13,327 Posts

·
DIABOLIKVS
Joined
·
39,903 Posts
^^
C'è niente da scusarsi, è Borsaitaliana che dovrebbe scusarsi.

Comunque, alla faccia di Borsaitaliana.it, da

http://www.unicreditbanca.it/it/dati/

Dati societari
UniCredit Banca S.p.A.
Sede Legale e Direzione Generale: Via Zamboni, 20 - 40126 Bologna BO
Capitale Sociale € 2.449.100.000,00.
Iscrizione al Registro delle Imprese di Bologna e Codice Fiscale 12931320159
P. IVA n° 01144620992
Cod. ABI 02008.1
Banca iscritta all'Albo delle Banche e appartenente al Gruppo Bancario UniCredito Italiano iscritto all'Albo dei Gruppi Bancari n° 3135.1

Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi.

mentre da

http://www.unicreditgroup.eu/DOC/js...rCurrentPage=dati_societari.html&parLocale=en

General company informationUpdated as at April 05, 2007
UniCredit S.p.A.

Registered office: Via Dante, 1
16121 Genova

General Management in Milano Piazza Cordusio;
Capital Stock EUR 5,222,465,096.50 fully paid in
Registered in Genoa Trade and Companies Register (Court of Genoa),
Tax Code and VAT Reg. n° 00348170101;
Entered in the Register of Banks and Parent Company of the UniCredito Italiano Banking Group
Banking Group Register No. 3135.1
Member of the Interbank Deposit Protection Found.
 

·
Rossonero User
Joined
·
13,327 Posts
vuoi dire "tutti gli schifosi politici eletti dai cittadini di tutta Italia che si riuniscono a Roma", o qualcosa di diverso?
...mi prendo la responsabilità di credere che sicuramente si riferiva alla tua "interpretazione", non vedo che colpa dovrebbero avere i politici romani, nel senso di quelli nati a Roma ;) accusava semplicemente il sistema politico italiano, e su questo non posso certo dargli torto :)
 
1 - 20 of 58 Posts
Status
Not open for further replies.
Top