SkyscraperCity Forum banner

VERONA | Recupero degli ex Magazzini Generali (Mario Botta) | planned

39850 Views 92 Replies 24 Participants Last post by  Ospedale Alessandri
VERONA SUD. Incontro a Palazzo Barbieri fra il sindaco Tosi, il presidente di Cariverona Biasi e il progettista della nuova Scala e del Mart: il via ai lavori nel 2010
Grande firma per gli ex Magazzini
Sarà l’architetto svizzero Mario Botta l’autore del progetto di recupero della cupola: diventerà un centro polivalente






Enrico Giardini
Un altro pezzo di Verona sud si avvia a essere rimesso a nuovo, per essere aperto alla città. Con la firma di Mario Botta, uno dei guru dell’architettura mondiale, confondatore e direttore dell’Accademia d’architettura di Mendrisio, nella Svizzera italiana. Agli ex Magazzini generali, il complesso dismesso fra Borgo Roma e la Zai, proprietà della Fondazione Cariverona, sorgerà un polo culturale, il cui fulcro sarà un auditorium da 2.000-2.500 posti ricavato nell’ex cella frigorifera, la rotonda, da impiegare per concerti, convegni e mostre.
Completerà la riconversione dell’area, dove hanno ripreso l’attività Interzona e l’Estravagario Teatro, che dovranno però lasciarla per consentire i lavori, altri spazi che presumibilmente verranno destinati a una scuola d’arte (non però all’Accademia Cignaroli, all’inizio prevista lì, che però andrà all’ex Arsenale) e altri spazi per attività culturali.
L’architetto Botta, 65 anni, ticinese, progettista di palazzi, chiese, moschee, musei come il Mart di Rovereto, stazioni, case private e di restauri in tutto il mondo fra cui il teatro la Scala di Milano, ha ricevuto appunto l’incarico di progettare la riqualificazione degli ex Magazzini. Ieri era in città, per una visita in municipio con il presidente della Fondazione Cariverona, Paolo Biasi e il direttore generale Fausto Sinagra, che hanno illustrato il progetto al sindaco Flavio Tosi, all’assessore all’edilizia pubblica Vittorio Di Dio, e al dirigente dei lavori pubblici Luciano Ortolani. Era presente anche Ugo Soragni, soprintendente per i beni culturali del Veneto.
La cupola è di 90mila metri cubi e diventerà un centro culturale polivalente. Quella di ieri è stata una visita che la Fondazione Cariverona ha ritenuto dovuta all’amministrazione civica, nella fase di progettazione che dovrebbe trovare uno sbocco nel 2010, quando cominceranno i lavori. Al momento, infatti, è in corso la bonifica delle bombe. Il progetto, per ora in fase preliminare, dovrà superare tutti i passaggi formali, fra cui la commissione edilizia comunale, e poi la Valutazione di impatto ambientale.
Dopo le ex cartiere, quindi, il cui piano attuativo di riconversione sta per essere votato dal Consiglio comunale, un altro spazio di Verona sud in passato (quando era dismesso ed era ancora proprietà comunale) divenuto centro di spaccio di droga e ricovero di sbandati, vede la luce in fondo al tunnel. «In questa fase il Comune intende essere non un semplice interlocutore ma una possibile parte attiva insieme alla Fondazione, per il recupero e il riutilizzo dell’area», spiega Tosi, che con il sovrintendente Soragni ha anche affrontato il problema dei vincoli per i parcheggi pertinenziali di lungadige Capuleti e piazza Arditi. «Si va verso una soluzione, più spinosa è la questione del parcheggio in piazza Viviani, perché lì va chiarito di chi è l’interesse prevalente».
Botta, dunque, ancora nel Veronese, dove c’è la Villa girevole Il Girasole, di Marcellise, sede dell’Università di Mendrisio. E dove, a Legnago, ha progettato un grattacielo di 60 metri a forma di ellisse, all’ex Riello. Ora tocca a Verona sud.

© Copyright 2008, Athesis S.p.A. - Tutti i diritti riservati

  • Like
Reactions: tetano
1 - 17 of 17 Posts
Aspetto di vedere il progetto. Spero che, edifici a parte, diventi una grande piazza pubblica, e che si studi cazzo qualcosa per la viabilità lungo l'asse di Viale del Lavoro. Alla fine connette un pò tutti questi progetti. L'idea zanottiana del grande boulevard con sotto la metro mi piaceva assai. Peccato che non si farà.
a verona continua a non succedere nulla...di questo restauro non importa nulla a nessuno, mai sentito un vecioto da bar chiedersi quand'è che inizieranno sti benedetti lavori
Secondo me sono degli idioti. La zona doveva essere resa viva, creando luoghi di aggregazione veri (cinema, musei, anche negozi, locali) e invece si parla di roseto (del tutto inutile) e di sede dell'ulls 20. :eek:hno: Doveva essere la nuova piazza Brà, invece diventerà una sottospecie di centro direzionale sempre deserto.
Io temo più che altro un progetto di basso profilo, una sorta di centro direzionale morto in partenza. Deve invece diventare uno spazio ultravivibile e vissuto, il nuovo polo attrattivo della zona sud della città che avvicini le Golosine e Borgo Roma fra di loro e al centro città. Chiaramente servono anche più mezzi pubblici, piste ciclabili e la riqualificazione di Viale del Lavoro. Ma questo è il futuro che avrei in mente io, ero d'accordo con Zanotto quando parlava di "nuova piazza Brà", mentre adesso mi pare appunto che si voglia trasformarlo in un banale centro direzionale e logistico con prevedibili distese di marmo arse dal sole, come avviene in piazza Isolo.
Grazie come sempre per il servizio!


ma hanno dipinto loro di verde quella parte del cavalcavia? E' previsto un intervento del genere più ampio?
Esatto, fanno entrambi davvero schifo, anche se su certe cose voi siete più avanti. ^^ Infatti consiglio sempre ai turisti di arrivare da Verona Nord ;)
Purtroppo la situazione è in stallo, ci sono alcuni bei progetti interessanti, ma la visione d'insieme manca, e anche se ci fosse non vedo con che soldi potremmo realizzarla.
^^ interessante sì, molto meglio sicuramente della bidonvia :lol:








Le residenze in zona via Scuderlando




La palazzina delle professioni
punta ad allargare il fronte


IL RECUPERO URBANISTICO. Da gennaio via ai lavori per riconvertire gli edifici dismessi fra Golosine, Borgo Roma e Zai. Architetti, commercialisti e consulenti del lavoro in sede comune agli ex Magazzini Ma c'è spazio per tanti altri
Il rendering, cioè la simulazione, della palazzina delle professioni ristutturata agli ex Magazzini generali

http://www.larena.it/stories/dalla_...elle_professionipunta_ad_allargare_il_fronte/
Altro progetto che stenta ad andare avanti.

Io intanto sogno un intervento originale, tipo questo arredo urbano di Copenhagen. Verona Sud è il posto in cui si potrebbe osare un po' in originalità.





Architetti: Topotek 1 + BIG Architects + Superflex
Località: Nørrebro, Copenhagen, Danimarca

Tre zone, tre colori - un quartiere
Il punto di partenza concettuale è una divisione di Superkilen in tre zone e colori - verde, nero e rosso.
ogni settore individuato dal differente colore ha una diversa funzione
gli elementi presenti, molto variegati, ripropongono elementi tipici delle culture e dei paesi
lontani degli abitanti del quartiere
(la fontana in stile "arabo", la mezzaluna,) ed elementi legati a forme reinterpretate(lo scivolo polipo)........
È il concetto butel che conta, qualcosa di diverso dallo standard piazza Isolo- piazza Cittadella, cui invece purtroppo si uniformerà, credo, il Roseto di botta.
http://www.giornalepantheon.it/?page=vedi_articolo&id=3075

Cultura, innovazione, incontri e musica alla nuova area dei Magazzini Generali



E’ ormai alle porte "Verona città. Creatività per l'innovazione" il grande evento che si terrà sabato 12 e domenica 13 ottobre 2013 ai Magazzini Generali, nell’area fieristica dell’ex mercato ortofrutticolo.

Per l'occasione sarà il sindaco di Verona Flavio Tosi insieme alla autorità cittadine ad inaugurare la nuova area finalmente aperta al pubblico e completamente sistemata dando così il via ad una due giorni di convegni, incontri, concerti, mostre fotografiche in cui, per la prima volta, parteciperanno tutti gli attori che guidano l'evoluzione della città di Verona.

"Verona città. Creatività per l'innovazione" significa mettere insieme in un unico evento i grandi temi che stanno guidando le logiche di sviluppo di una nuova economia e presentarle concretamente ai cittadini in una location non casuale: gli ex Mercati ortofrutticoli sono il cuore di un grande spazio simbolo del cambiamento che sta avvenendo.

Parteciperanno all’iniziativa numerosi dei massimi esponenti di tre grandi tematiche: Habitat (lo studio della città, dei suoi spazi e delle sue forme), Start-up (le più significative realtà imprenditoriali venete), Food (produttori a km zero).

Nella due giorni, oltre alla presenza del sindaco, ci sarà anche la partecipazione dello studio di architettura finlandese fondato da Sami Rintala e Dagur Eggertsson con l’innovativo workshop “Re-box”,
la mostra fotografica “La Città Invisibile” realizzata dall’omonima associazione con l’intento di riconoscere nuovi spazi urbani e valorizzarli, e una serie di concerti di alcuni dei migliori talenti musicali veronesi che hanno aderito all’iniziativa: dal rock dei The Roadless (già in scena a Capodanno 2013 in Piazza Brà) al folk dei Terzacorda, dall’irish folk degli Alban Fuam al pop degli Intruso senza tralasciare i giovanissimi talenti dello Zecchino d’Oro in scena il pomeriggio di domenica 13.

Il tutto sovrastato da una enorme mongolfiera a cura di Agav che dominerà tutta la città.

Pensato per chi intende seguire il percorso di una città in evoluzione, "Verona città. Creatività per l'innovazione" aspetta veronesi - e non solo - il 12 e il 13 ottobre presso l’Ex Mercato Ortofrutticolo con un intenso programma di laboratori, incontri, workshop e momenti di divertimento.

L'evento è organizzato dall’Associazione “In principio era la luce” e dall’Ordine degli Architetti di Verona con il patrocinio del Comune di Verona, Università degli studi di Verona e Confindustria Giovani.
Quindi fatemi capire, alla fine Eataly non finisce all'ex mercato ortofrutticolo, ma al contrario sotto la cupola della rotonda?

http://corrieredelveneto.corriere.i...to-curato-archistar-botta-2224203508715.shtml

Eataly sbarca agli ex magazzini generali
Il progetto curato dall'archistar Botta
Via libera dalla soprintendenza. Tosi: «Così riqualificata l'area dell'ex ghiacciaia»


VERONA - Entro due anni a Verona, all'interno dell'area della ghiacciaia agli ex Magazzini Generali, su una superficie complessiva di undicimila metri quadrati, sarà aperto a Verona un nuovo spazio enogastronomico di Eataly, del gruppo fondato Oscar Farinetti. Lo ha annunciato il sindaco Flavio Tosi insieme al vicesindaco con delega all'Urbanistica Stefano Casali e al direttore della Fondazione Cariverona Fausto Sinagra.

«Un progetto importante per Verona - ha spiegato Tosi - che garantirà, grazie all'accordo già stipulato tra Farinetti e Fondazione Cariverona, proprietaria dell'area, l'apertura in breve tempo sul nostro territorio di una prestigiosa realtà imprenditoriale italiana che, oltre ad essere una sicura opportunità economica in termini di investimenti e di nuovi posti di lavoro, assicurerà la completa riqualificazione dell'area dell'ex ghiacciaia con l'inserimento di una struttura enogastronomica e culturale di alto profilo e di particolare importanza storico-architettonica per la nostra città».

«Un intervento di pregio - ha aggiunto Tosi -, su progetto dell'architetto svizzero Mario Botta, che ha già ricevuto il parere favorevole da parte della Soprintendenza e della Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici del Veneto». Eataly, che ha già realizzato progetti imprenditoriali di pregio a Roma, Milano, Torino e Firenze e, tra le città all'estero, a New York, Toronto, Chicago e Boston, ha richiesto l'acquisizione in locazione dell'edificio «La Rotonda» agli ex Magazzini generali, per realizzare il più importante punto vendita italiano, attrattivo nei confronti di Veneto, Trentino e Friuli.
A questo punto nell'edificio davanti alla fiera farei una struttura sportiva, magari una pista di pattinaggio su ghiaccio, puntando ad una sponsorizzazione.

Per la cella frigorifera, un auditorium sarebbe stata una destinazione azzeccata ma Eataly magari contribuirà a ravvivare di più l'area.

Per quanto riguarda i lavori, mi sembrano ad ottimo punto quelli sull'edificio dove sorgerà l'ordine degli architetti.
Un video che aiuta a farsi un'idea sulle dimensioni dell'area e sullo stato attuale:

1 - 17 of 17 Posts
This is an older thread, you may not receive a response, and could be reviving an old thread. Please consider creating a new thread.
Top