SkyscraperCity banner
1 - 20 of 34 Posts

·
Venetian User
Joined
·
2,760 Posts
Discussion Starter · #1 ·
Ecco come sarà la "Ederle 2" DAL MOLIN.

Un video di 3 minuti, mostrato durante un recente meeting con i sindaci vicentini, illustra i dettagli del progetto per la base Usa all'aeroporto.
A nord la torre di lancio e il poligono, al centro la palazzina comando a sud gli alloggi dei soldati.

Vicenza. Le quattro stagioni di Antonio Vivaldi sono la colonna sonora del film "Dal Molin", il cortometraggio che descrive l'identikit della nuova caserma a stelle e strisce: 2 minuti e 55 secondi spesi per illustrare come sarà la Ederle 2.
L'elaborazione grafica, mostrata durante il notiziario di TvA Vicenza, è stata proiettata alla caserma Ederle durante un recente meeting con i sindaci vicentini: tra gli invitati c'era anche Achille Variati, unitosi al brindisi in onore del mezzo secolo di amicizia tra yankees e vicentini.

LA NUOVA VERSIONE. Il video raccoglie una sintesi del progetto commissionato dal genio della marina militare Usa per conto dell'esercito statunitense e confezionato dallo studio "Alberto Izzo & partners" di Napoli. L'appalto è stato affidato un anno fa alle cooperative emiliane Cmc e Ccc.
Rispetto alla versione originaria, tagliata su misura per il settore est dell'aeroporto, il progetto finale, adattato al settore ovest, è stato ripulito di ogni richiamo stilistico al pseudopalladianesimo: niente più colonne né frontoni come se la palazzina comando fosse una brutta copia della Casa Bianca o del Partenone.
L'architettura appare più sobria, con colori più caldi, tra l'ocra, il rosso e il marrone. Spuntano anche alcune file di portici con l'intento di rievocare alcune tipologie architettoniche dei centri storici nel Vicentino.

LA CITTADELLA MILITARE. La voce narrante pone l'accento sui «grandi spazi aperti e le vaste aree con alberature», paragonando l'impianto della Ederle 2 a un campus universitario, che privilegia la mobilità ciclopedonale.
Al centro del complesso sorgerà la palazzina comando. A nord, verso Caldogno, sono dislocati edifici tecnici e operativi, come le officine, l'ecocentro, il distributore di carburanti, i magazzini, la centrale di cogenerazione energetica, il poligono, la torre per lanci addestrativi. Nella fascia centrale troveranno dimora la struttura commerciale, la mensa, la stazione dei pompieri, il centropolifunzionale utilizzabile anche per le funzioni religiose, e i servizi per la comunità, come la lavanderia, la biblioteca, l'ufficio postale, il pronto soccorso.
Nel quadrante sud, invece, saranno collocati gli alloggi per 1.200 persone, a cui saranno dedicate le palazzine più alte (21,8 metri per quattro piani), il centro fitness e le strutture sportive, l'area ricreativa. Il varco di ingresso sarà allestito in viale Ferrarin, in un'area dove saranno reimpiegati gli stabili del vecchio complesso posti sotto tutela dalla Sovrintendenza. Si tratta della caserma avieri e della mensa e circolo sottoufficiali.

L'APPALTO. L'intero complesso vale un appalto che le due cooperative emiliane si sono aggiudicate per 245 milioni di euro. All'interno del Dal Molin proseguono a ritmo serrato le operazioni di bonifica e di demolizione del vecchio quartier generale dell'aeronautica militare italiana. Il vecchio Dal Molin ormai è un ricordo. Il cantiere avanza e chiede spazio. In Comune è stata depositata la richiesta per aprire un nuovo cancello di accesso per favorire l'opera dei camion incaricati di trasferire altrove la montagna di detriti e macerie lasciate dalle demolizioni.
Gian Marco Mancassola
Il Giornale di Vicenza

Il video non lo trovo :bash:

La foto del progetto:


In questo link potete trovare il cantiere fotografato dall'alto:
http://www.ilgiornaledivicenza.it/galleries/Fotogallery/fotodelgiorno/78019/
 

·
Registered
Joined
·
272 Posts
Certo che gli Americani hanno scelto un bel posto vicino ad una bella città per mettere una loro base operativa :p..
Anche se alcune proteste e come sono state anche compiute mi irritano veramente, cinicamente la base americana ha portato 245 milioni di euro in un momento di crisi, per non parlare dell'economia (seppur minima) che farà girare la presenza di americani e della loro base. Sia perchè ci saranno 1200 persone in più, sia perchè una base cosi grande necessita di imprese di pulizia e quant'altro.
E chi protesta non sa che noi in america abbiamo tre basi , di cui due sono nostre, mentre una è diciamo una base a metà , usata solo per addestramento..
Anche se questo progetto posto li in mezzo sembra alquanto invasivo :p..anche se non si vede bene la panoramica ^^....
 

·
Dietrich von Welschbern
Joined
·
7,328 Posts
A dire il vero il discorso che gli americani "portano soldi", è stato già smentito ampiamente dalla maggior parte dei residenti e dei commercianti locali, in quanto i soldati tendono ad uscire poco dalla base e di certo non si può considerare la loro presenza come una risorsa per l'economia locale. D'altronde l'attuale sindaco Variati è stato eletto principlamente x via del malcontento per questa situazione, dunque mi pare limitativo bollare la cosa come protesta ideologica di una parte politica.
Detto questo, la base sicuramente è molto adatta alla sua funzione ma è decisamente un progetto molto invasivo.
 

·
Registered
Joined
·
13,452 Posts
Certo che gli Americani hanno scelto un bel posto vicino ad una bella città per mettere una loro base operativa :p..
Anche se alcune proteste e come sono state anche compiute mi irritano veramente, cinicamente la base americana ha portato 245 milioni di euro in un momento di crisi, per non parlare dell'economia (seppur minima) che farà girare la presenza di americani e della loro base. Sia perchè ci saranno 1200 persone in più, sia perchè una base cosi grande necessita di imprese di pulizia e quant'altro.
E chi protesta non sa che noi in america abbiamo tre basi , di cui due sono nostre, mentre una è diciamo una base a metà , usata solo per addestramento..
Anche se questo progetto posto li in mezzo sembra alquanto invasivo :p..anche se non si vede bene la panoramica ^^....
Quali soldi? :sly:
 

·
Registered
Joined
·
272 Posts
A dire il vero il discorso che gli americani "portano soldi", è stato già smentito ampiamente dalla maggior parte dei residenti e dei commercianti locali, in quanto i soldati tendono ad uscire poco dalla base e di certo non si può considerare la loro presenza come una risorsa per l'economia locale. D'altronde l'attuale sindaco Variati è stato eletto principlamente x via del malcontento per questa situazione, dunque mi pare limitativo bollare la cosa come protesta ideologica di una parte politica.
Detto questo, la base sicuramente è molto adatta alla sua funzione ma è decisamente un progetto molto invasivo.
Una scoperta eccezionale che non portano tanti soldi, sono 1200 è normale che non ne portano molti..
Ma 245 milioni ( non credo che li diamo noi , e non parlo di milioni di lire ma di euro )
Una base del genere comporta anche un costo per le pulizie e quant'altro..
E le aziende di pulizia non vengono dall'america ogni giorno... E poi è una ruota, come è successo dove abito Latina Scalo che ospita una base nato con non tanti americani, ma la loro presenza si intravede...
 

·
Registered
Joined
·
272 Posts
Archetipo,per curiosità,di dove sei?Dici che in America abbiamo'quasi'3 basi:e allora?Quante ne hanno loro a Vicenza?E in Italia?
Allora premetto che sono di Sermoneta (LT), ma voglio ricordare a tutti che le basi Nato ed Onu non sono americane. Comunque di basi americane con l'apertura di Vicenza verranno ridotte di due, credo che resteranno quella di Gaeta ( molto piccola dove c'è solo una loro nave che staziona qualche mese all'anno ) l'altra in sardegna( credo in sardegna ) che usa anche l'italia.
Non mi va di chiedere a mio padre quante ne sono specifiche. E per quanto riguarda non ho detto che abbiamo quasi tre basi, ma ne abbiamo due di cui un'altra è metà e metà..
Chiediti un'altra cosa... se l'italia avesse i soldi per permettersi altre basi in america le farebbe da oggi al domani, perchè alcuni mezzi non li abbiamo proprio per addestrare i nostri militari, ricordo che l'aeronautica militare e la marina vanno in america per l'addestramento aereo su caccia e quant'altro.
Qual'è il problema ?

E sono contante anche tante altre perchè si contano ( per fini politici etc. ) anche le istallazioni di mezzi come radar o altro che anche noi abbiamo in altri paesi europei...

Comunque qui si parla di edifici che devono costruire no di basi americane.. quindi non andiamo in OT.
 

·
Banned
Joined
·
7,814 Posts
riapro l'OT per farti sapere che l'italia è si vero che manda all'estero ALCUNI piloti ma, molto presto diverrà la sheppard europea! a lecce pian piano si sta formando un'accademia che già oggi vede numerosi paesi euro-mediorentali mandarci loro piloti.. molto presto tutto l'addestramento verrà fatto in italia e anzi, l'italia con lecce diverrà la base aerea dove molti paesi si appoggerenno per l'addestramento basico e avanzato...

tornando alla base americana a mio avviso questa polemica è solo un'altra trovata dei no-global per fermare "lo stronzo yankee" .. già ora vicenza vede 30.000 yankee vivere ed integrarsi con i vicentini.. un mio amico di lì ne ha avuti anche un paio in classe ai tempi della scuola.. poi si è sentito dire addirittura che questi nuovi arrivati avrebbero prosciugato la faglia di vicenza!!! :?:?:? 1200 in più (un quartierino) che prosciuga una faglia acquifera.. vabè.. evidentemente si fanno docce da 15-20h al giorno ciascuno...

l'ederle 2 è un semplice riordino di un terreno cmq in mano agli usa.. gli yankee stanno riorganizzando la loro presenza sul continente... in alcune parti ridimensionano (germania), in altre tagliano tutto (la maddalena), in altre invece potenziano come a vicenza e sigonella... può piacere come non piacere ma perfavore, evitiamo le storie che ci rubano l'acqua della faglia..... :doh:
 

·
Registered
Joined
·
272 Posts
Amxtopgun è una critica verso i miei confronti o no ? XD .. non l'ho capito.. Ti quoto in pieno che l'italia sta facendo passi da gigante per quanto riguarda le basi aeree e l'istruzione dei piloti, ma credo che difficilmente i politi nostri rientreranno a lecce, per il semplice motivo che a noi conviene/non conviene mandarli in america per l'addestramento di un anno, perchè comuqnue si confrontano con altre realtà, e perchè non migliorare l'inglese anche se poi vivi tra gli italiani la maggior parte del tempo( non l'addestramento totale, in quanto il primo anno vengono dove abito io a Latina )..
Per quanto riguarda la costruzione, è vero.. un pò invasiva, ma non avrei manifestato in alcun modo, sia per l'arroganza con cui sono stati compiuti alcuni gesti di protesta sia perchè si stanno inventando certe scuse che davvero fanno ridere, e chi le racconta ci crede pure. Concordo a far levare una base se essa può portare grandi danni all'ambiente o comunque danni alla popolazione, ma.... 1200 persone..... mmmm....mi vien da ridere se penso che un mio amico disse che Osama Bin Laden sarebbe venuto certamente a distruggere la nuova caserma americana..Che poi se non erro i soldi per l'ingrandimento lo paga lo Stato americano agli imprenditori italiani..quindi non vedo come lamentarsi.
 

·
Banned
Joined
·
5,142 Posts
Premesso il fatto che noi italiani non possiamo (come tedeschi e giapponesi) disquisire sulla possibilita' o meno che siano aperte basi americane dato che avendo perso la secondaa guerra mondiale lo statuto speciale (ed in parte mai svelato) non lo permette.
Quella della Ederle 2 mi sembra una base un po' congestionata o meglio abitativamente molto densa sfruttando al massimo il perimetro aeroportuale che e' e' sempre lo stesso avendo rubato terreno all'attuale pista.
Tra la'ltro i costi sono veramente alti dato che per guadagnare terreno si distrugge l'attuale pista per rifarla pochi metri a fianco (con alcuni gradi di differenza)....mah!

Tra l'altro l'ederle 2 e' il dormitorio di Aviano AFB, non era megli o questo punto spostarsi li e buona notte?
 

·
Banned
Joined
·
7,814 Posts
no non era una critica XD la seconda era rivolta ad un certo "mondo" antitutto :)

cmq ti posso assicurare che il progetto "sheppard" a lecce è gia stato avviato e già adesso alcuni piloti stranieri seguono l'addestramento avanzato qui.. vengono un po' da tutta l'areae del mediterraneo allargato.. pure dall'affrica... mi pare nigeria.. in futuro la grecia è interessata..

tornando alla base adesso mi sono ricordato di un'altra scusa...

"con i loro jeepponi renderanno congestionate le nostre vie cittadine"

in effetti per arrivare all'ederle dall'autostrada bisogna attraversare un po' di centro urbano.. ma gli yankee hanno detto no problem.. e finanziano un'importante variante che sarà utilissima soprattutto per i vicentini! ;)

@i-tigi

dimentichi che ci sono già 30k yankee a vicenza... spostare tutto ad aviano è impensabile e supercostoso.. tra l'altro superimpattante per aviano ed economicamente devastante per vicenza! fossero 12000 i nuovi arrivi potrei capire ma essendo poche centinaia di rinforzo......... ;)
inoltre aviano e vicenza sono diversissimi nei loro ruoli.. ad aviano ci sono i cacciabombarideri... a vicenza i megatrasporti, le aviotruppe.. prima dell'operazione recentissima sull'afghanistan dove hanno aviolanciato mi pare 5000 uomini, vicenza deteneva il record di aviotrasporto con 2000 aviolanciati in una vera operazione sul nord dell'iraq per aprire il fronte nord durante la guerra con saddam..
la pista si viene spostata di alcune decine di metri... penso che economicamente sia irrilevante rispetto a tutto il complesso :)
 

·
Registered
Joined
·
284 Posts
Un pò battagliero come primo post,ma essendo vicentino vorrei chiarire alcuni punti.Absit iniuria verbis,non voglio offendere nessuno e dico fin d'ora che non sono mosso da ragioni politiche(visto che sono dal versante opposto dei noglobal e consimili).Se qualcuno nutrisse dubbi sul pessimo impatto della base su un territorio già ferito dall'urbanizzazione scriteriata,si vada a vedere le foto di Vicenza da google earth. Sfatiamo poi il mito degli americani che portano soldi: alla Ederle sono autosufficenti grazie ai loro negozi di roba "made in America",semmai sono i vicentini che ci possono entrare a rifornirsi di aggeggi tecnologici a basso prezzo.L'unico locale a beneficiare della preseza americana è il centralissimo Art bar,dove le cameriere(splendide ragazze dell'est) parlano un ottimo inglese ed un pessimo italiano...
Quanto all'antiamericanismo ricordo ancora le favole della nonna sugli americani che arrivano a liberare la città e i paesi vicini sui carriarmati, distribuendo cioccolato...
 

·
Dietrich von Welschbern
Joined
·
7,328 Posts
Un pò battagliero come primo post,ma essendo vicentino vorrei chiarire alcuni punti.Absit iniuria verbis,non voglio offendere nessuno e dico fin d'ora che non sono mosso da ragioni politiche(visto che sono dal versante opposto dei noglobal e consimili).Se qualcuno nutrisse dubbi sul pessimo impatto della base su un territorio già ferito dall'urbanizzazione scriteriata,si vada a vedere le foto di Vicenza da google earth. Sfatiamo poi il mito degli americani che portano soldi: alla Ederle sono autosufficenti grazie ai loro negozi di roba "made in America",semmai sono i vicentini che ci possono entrare a rifornirsi di aggeggi tecnologici a basso prezzo.L'unico locale a beneficiare della preseza americana è il centralissimo Art bar,dove le cameriere(splendide ragazze dell'est) parlano un ottimo inglese ed un pessimo italiano...
Quanto all'antiamericanismo ricordo ancora le favole della nonna sugli americani che arrivano a liberare la città e i paesi vicini sui carriarmati, distribuendo cioccolato...
Quoto il post di questo nuovo utente cui do il benvenuto per ribadire che non si può minimizzare le proteste parlando di no global, è davvero offensivo verso la cittadinanza. Senza contare che di solito dove ci mettono il naso i no global, la gente scappa, mentre se qui si continua a protestaere vuol dire che il malcontento è diffuso e un pò una porcata questa cosa la è.
 

·
Registered
Joined
·
284 Posts
Quoto il post di questo nuovo utente cui do il benvenuto per ribadire che non si può minimizzare le proteste parlando di no global, è davvero offensivo verso la cittadinanza. Senza contare che di solito dove ci mettono il naso i no global, la gente scappa, mentre se qui si continua a protestaere vuol dire che il malcontento è diffuso e un pò una porcata questa cosa la è.
Ti ringrazio,spesso si sentono persone esprimersi anche "cinicamente" sul fatto che non spetta ai vicentini il decidere su una questione di "interesse nazionale". I più gentili invece tirano in ballo la questione dell'antiamericanismo...per una città chiamata una volta "la sacrestia d'Italia" a causa della fedeltà elettorale alla democrazia cristiana. L'attuale sindaco Variati (ex dc, non proprio un bolscevico), ha vinto solo per il malcontento per come il pdl locale aveva affrontato la questione base. Tanto è vero che alle politiche 2008,che a Vicenza furono contemporanee alle comunali, il pdl stravinse... .
 

·
Registered
Joined
·
272 Posts
Ti ringrazio,spesso si sentono persone esprimersi anche "cinicamente" sul fatto che non spetta ai vicentini il decidere su una questione di "interesse nazionale". I più gentili invece tirano in ballo la questione dell'antiamericanismo...per una città chiamata una volta "la sacrestia d'Italia" a causa della fedeltà elettorale alla democrazia cristiana. L'attuale sindaco Variati (ex dc, non proprio un bolscevico), ha vinto solo per il malcontento per come il pdl locale aveva affrontato la questione base. Tanto è vero che alle politiche 2008,che a Vicenza furono contemporanee alle comunali, il pdl stravinse... .
Senza mandare frecciatine per una parola che ho scritto io "cinicamente", qual'è il problema ? Non spetta appunto ai cittadini vicentini decidere...
La base ora da lavoro a 700 civili italiani, l'intera operazione è di quasi 500 milioni di dollari di cui 300 messi a bilancio del lontano 2007 e stesso gli Stati Uniti d'America hanno detto che pagheranno loro il miglioramento della rete viaria locale e di una barriera per non arrecare disturbo al traffico aereo civile , posso lamentarmi delle costruzioni ma non per un ampliamento della base nel quale dovrà venire la restante metà della 173a brigata che ora sta in Germania ( li giustamente si lamentarono degli edifici che vennero realizzati, ma lo stesso il comune dispose il metodo e il modo con cui realizzare gli edifici in modo tale da non "stonare" con il contesto urbano )...
Lo sbaglio è stato fatto all'inizio dallo stesso comune di vicenza con minime proteste degli abitanti, le basi nato come quelle americane, in generale tutte le basi dovrebbero stare lontano da luoghi abitati, come ad esempio nelle deserte vallate del friuli, altre zone del veneto, o giù in puglia e cosi via...
 

·
Registered
Joined
·
284 Posts
Come opera di compensazione dovrebbe essere costruita la tangenziale nord(che servirebbe anche la base):8 km di percorso(2 di galleria) a 4 corsie e 6 viadotti.Costo di 500 milioni che a quanto ne so saranno pagati dallo stato italiano.Il tracciato non lo conosco,so che c'erano discrepanze tra i comuni dove doveva passare...
 

·
Registered
Joined
·
22,720 Posts
L'Italia non ha alcuna propria base negli USA , l'Italia invia semplicemente proprio personale (al 99% equipaggi di aerei) presso le strutture statunitensi al fine di completare il proprio percorso formativo

Andando a memoria gli equipaggi della Marina vanno presso le strutture Us Navy di Norfolk e Pensacola , l'Aeronautica si appoggia all'USAF e alle basi di Sheppard e Nellis

C'è poi una piccola componente di FS/FOS che compie stage di addestramento presso Fort Bragg e Benning

L'Italia si appoggia anche al Canada per l'addestramento all'attco aereo a bassa quota , una volta presso la base di Green Bay , poi mi pare abbiano cambiato il sito

Ma in ogni caso non ha nessuna base

Viceversa in Italia gli USA hanno ben più di 2-3 basi.

Camp Darby (Livorno) è il più grande centro logistico dell'area euro-mediterranea

Vicenza

Aviano

Napoli (e circondario)

San Vito dei Normanni (NSA)

Sigonella

senza contare le decine di siti secondari formati da depositi di armamenti , centri radar o centri tlc
 
1 - 20 of 34 Posts
Top