SkyscraperCity banner
1 - 15 of 15 Posts

·
Paduan User
Joined
·
2,616 Posts
Discussion Starter · #1 ·



Non so se esista un altro thread già dedicato (non mi pare).

Oggi a Vicenza mi sono imbattuto nel nuovo Palazzo di Giustizia, in avanzata fase di realizzazione, edificato nella parte sud-occidentale della città all'inzio della Riviera Berica, a poche centinaia di metri in linea d'aria dalla famosa "Rotonda" del Palladio.


in rossoà area nuovo tribunale
in verdeà area nuovo centro commerciale ed insediamento abitativo

L'area su cui e' stato realizzato è quella dell'ex Cotonificio Rossi, di cui è stata conservata una ciminiera.

Di seguito alcune notizie sul progetto dell'Arch. Michele Valentini di Roma, i rendering e ed alcune fotografie dello stato attuale dei lavori, scattate da me oggi.

http://europaconcorsi.com/projects/16395-Palazzo-Di-Giustizia-Di-Vicenza

dal sito http://www.vicenzaforumcenter.it alcune notizie e i rendering:


Il nuovo tribunale si inserisce in un Programma integrato di riqualificazione urbanistica edilizia e ambientale avviato dall’amministrazione comunale in seguito ad un processo di negoziazione con la proprietà dell’area e si colloca a nord dell’ambito individuato dal P.I.R.U.E.A.-COTOROSSI, a ridosso della ferrovia, in posizione dominante e direttamente accessibile.
La grande mole del complesso che prevede 91 mila metri cubi di volume (58 mila metri fuori terra, 33 mila entro terra) si compone di un edificio di testa a cui si uniscono a sud-ovest tre edifici rettagolari disposti a raggiera; contiene al piano terra, più facilmente accessibile al pubblico, le aule giudiziarie, mentre ai piani superiori trovano sede gli uffici che richiedono un maggior grado di riservatezza.



Nel dettaglio, ci saranno 1 aula per i processi della Corte di Assise, 2 aule penali, 3 aule per il Giudice per le indagini preliminari/Giudice per le udienze preliminari, 4 aule civili collegiali, la biblioteca, 2 aule penali e 3 aule civili per il Giudice di pace, i locali a servizio dei magistrati del Tribunale e della Procura, degli ufficiali giudiziari, della polizia giudiziaria, comprese 30 postazioni per le intercettazioni.

L’area, che era occupata in gran parte dagli stabilimenti Cotorossi, rientra tra le zone dismesse di più rilevante interesse strategico del Comune di Vicenza, essendo situata in prossimità del Centro Storico ed è stata riconosciuta dal Documento Programmatico Preliminare del nuovo P.R.G. come sede ottimale di funzioni urbane eccellenti.

Attraverso lo strumento del Programma Integrato (che presuppone un accordo pubblico-privato) il P.I.R.U.E.A. COTOROSSI, seguendo le indicazioni del Protocollo preliminare d’Intesa stilato tra la Società FINVI S.r.l. e il Comune di Vicenza, si prefigge di riqualificare l’intera area, di circa 100.000 mq, concentrando diverse funzioni (residenziali, commerciali e terziarie), assieme alla nuova struttura del Palazzo di Giustizia, accentuandone il valore urbano, e garantendo un miglioramento dei servizi e delle connessioni con il tessuto urbano esistente.

Tali obiettivi si attueranno da un lato con il riordino degli insediamenti esistenti, sostituendo l'edificato da tempo dismesso e in stato di degrado, con la realizzazione di nuove opere di urbanizzazione e l'ammodernamento delle urbanizzazioni esistenti; dall'altro con la realizzazione di importanti strutture di interesse pubblico quali il nuovo Tribunale della città di Vicenza e il collegamento con il sistema urbano circostante.
Si sono escluse pertanto quelle destinazioni industriali e artigianali (previste dal P.R.G. per una parte dell’area) che, seppur remunerative sotto il profilo economico, sono fortemente incompatibili con il pregevole contesto.

Il disegno urbanistico-architettonico tiene conto dello stato dei luoghi e le volumetrie di progetto definiscono nettamente i tre ambiti funzionali: il Tribunale con i relativi parcheggi è situato a nord, in una posizione importante anche visivamente, a ridosso della ferrovia; si compone di un edificio di testa a cui si uniscono a sud-ovest tre edifici rettagolari disposti a raggiera. Gli spazi da adibire ad uso commerciale e direzionale sono localizzati nella zona centrale dell’ambito di intervento, con volumi che si attestano sulla piazza pubblica e lungo l’asse pedonale che taglia l’area in due e prosegue verso sud. La zona del residenziale, compresa la parte ad Edilizia Residenziale Pubblica, è racchiusa tra il lato sinistro del fiume Bacchiglione e Viale dello Stadio; una quota di residenza è stata individuata agli ultimi piani dell’edificio direzionale nell’insula tra i due fiumi. Particolare attenzione è data ai percorsi ciclabili e pedonali che vanno a coprire capillarmente tutta l’area connettendosi con quelli esistenti, ed è prevista un’area di verde pubblico lungo il fiume Bacchiglione, sul lato della nuova edificazione residenziale, che si estende dal ponte di progetto vicino la ferrovia fino al ponte di Viale dello Stadio con la Riviera Berica, una passerella pedonale di collegamento tra la zona commerciale-direzionale e la residenza, un parcheggio pubblico su Viale dello Stadio e sotto tutti i corpi edificati.












Lo standard qualitativo degli edifici da realizzare dovrà mantenere livelli di qualità elevati, con soluzioni tecnologicamente avanzate.
La realizzazione delle opere edilizie ed infrastrutturali previste nel P.I.R.U.E.A. "Cotorossi" è fissato in dieci anni; l'attuazione integrale del programma è a carico della Società proponente, del Comune e, per quanto riguarda la sola realizzazione del Tribunale e di alcune opere accessorie allo stesso, finanziata dal Ministero della Giustizia per un importo di circa € 23.000.000,00.

Con l'approvazione del P.I.R.U.E.A. "Cotorossi" il Comune di Vicenza mette a disposizione mq 31.608 di Superficie Territoriale, acquisendo mq 15.000 circa di area per la realizzazione del nuovo Tribunale e mq 35.840 circa di aree urbanizzate (piazza, parcheggi pubblici, viabilità, percorsi pedonali, ecc.) parte in proprietà e parte in servitù di uso pubblico.
 

·
Paduan User
Joined
·
2,616 Posts
Discussion Starter · #2 · (Edited)
Di seguito posto alcune mie foto. L'edificio è veramente imponente e si erge in modo molto evidente appena svoltata la curva dell'arco palladiano e delle scalette di Monte Berico, provenendo dal centro della città.















Il parere negativo di Italia Nostra:

All’indomani della presentazione pubblica delle varianti al P.R.G. per l’urbanizzazione dell’area ex-Cotorossi e del progetto per il nuovo Tribunale, Italia Nostra sezione di Vicenza, sia pure con un’ottica propria e diversa, si unisce ai pareri negativi espressi dall’Ordine degli Avvocati, dagli Ordini Professionali di Vicenza e da una parte dei Consiglieri Comunali, in merito allo sfruttamento dell’area in oggetto, in cui saranno privilegiati insediamenti abitativi e commerciali a danno degli interessi della città.

Come premesso, va evidenziato che si tratta di una variante urbanistica di edilizia privata e pubblica che per quanto riguarda il nuovo Tribunale è caratterizzata da architettura di basso profilo estetico, oltre che funzionale (aspetto questo oggetto di motivate critiche da parte dei succitati Ordini). Ancora una volta si deve constatare che Vicenza sta perdendo l’occasione di proporre progetti capaci di connotare con edifici di significativa qualità architettonica e urbanistica, uno sviluppo armonizzato del centro storico.

Accettare le imposizioni di un progetto legato alla contrattazione dell’acquisto dalla Fininvest di tutto l’ex-Cotorossi, ha impedito di fatto un corretto e dovuto concorso di idee, anche a livello europeo, capace di esprimere in colta sinergia la necessità di armonizzare paesaggio urbano, ambiente, funzionalità ed estetica.

Di seguito si sintetizza per punti, le ragioni del giudizio negativo di Italia Nostra su tutto l’intervento nell’area dell’ ex cotonificio Rossi:

1.Trasferire qui il Tribunale significa svuotare il centro storico di un’ulteriore funzione pubblica, secondo un’ottica urbanistica globale mai chiarita né programmata, che vede il progressivo trasferimento delle principali attività verso le periferie con uno svuotamento di residenti e di processi produttivi e pubblici che in prospettiva favorisce l’idea di una città di sola rappresentanza, di città museo, di città luogo teatrale dalle scene vuote.

2.Da parte dell’Ordine degli Avvocati, per ovviare a questo pericolo e per evidenti ragioni di funzionalità e viabilità, era stata avanzata indicazione del riuso in questo senso dell’ampia area dismessa delle A.I.M., posta in centro città a S. Biagio, facilmente raggiungibile a piedi, anche dalla periferia e dotata di ampio parcheggio.

3.L’area ex-Cotorossi prescelta, comporta un insostenibile aumento di traffico in vie afferenti già oggi congestionate, con conseguente, prevedibile aumento dell’inquinamento atmosferico da polveri PM10 ed acustico. Si rammenta che ben duecento dei duecento cinquanta studi legali cittadini hanno sede attorno a Corso Palladio; è prevedibile quindi che almeno trecento auto compiano andirivieni giornalieri dal centro storico al nuovo Tribunale.

4.L’altezza prevista per le torri intorno a cui si svilupperanno le ali del nuovo Tribunale sarà di circa 25 metri, con una interazione invasiva del cono visivo verso i colli Berici che hanno il vincolo paesaggistico, e in particolare connotati dalla presenza della villa Rotonda del Palladio e dalla settecentesca villa Valmarana ai Nani. Tali torri produrranno lo stesso effetto tragicamente negativo della torre Everest in rapporto con la basilica romanica di S. Felice.

5.L’area interessata al progetto è molto problematica per la sua posizione in zona circondata dal corso dei fiumi Retrone e Bacchiglione, soggetti a rovinose, ricorrenti esondazioni, e geologicamente instabile perché terreno alluvionale.

6.I parcheggi pertinenziali previsti sono insufficienti in partenza. Altri parcheggi sono previsti, ma con una dislocazione defilata scarsamente funzionale.

7.L'edificio del Tribunale è progettato nella porzione di area più a ridosso della ferrovia e farà da barriera acustica al centro commerciale ed ai palazzi di abitazioni e uffici: i ritmi dei processi saranno scanditi dallo sferragliare dei treni.

Dettata dal semplice buon senso nasce la domanda: come può un progetto sommare così numerosi e plateali difetti? La risposta è chiara: perché il progetto riguarda una vasta area privata di cui il tribunale occuperebbe meno di un quarto. Il nuovo tribunale ha il peccato originale di rappresentare solo una secondaria e fastidiosa appendice di un grande complesso di centri commerciali, di palazzi per uffici e abitazioni. Il progettista ha evidentemente risposto alle primarie esigenze del committente privato, "regalando" una fettina di terreno ed un marginale progetto per il tribunale.
 

·
Dietrich von Welschbern
Joined
·
7,328 Posts
L'ho visto crescere passandoci davanti in treno per anni...si nota facilmente subito dopo la stazione di Vicenza (venendo da MIlano) sulla destra.
Che dire, bruttino. Non cupo come quello di padova, ma quasi!
 

·
Paduan User
Joined
·
2,616 Posts
Discussion Starter · #7 ·
L'impressione è molto strana, considerato il contesto in cui è calato.
L'edificio è molto affascinante, ma più che un palazzo di giustizia sembra un falansterio.
Sarebbe perfetto per l'ambientazione di un film dall'atmosfera gotica (moderna), con quella guglia che vuole probabilmente richiamare la vecchia ciminiera del cotonificio.
L'effetto visivo è pari a quello di un disegno con le linee ben ripassate (come si può bene vedere dalle foto).
 

·
Registered
Joined
·
272 Posts
Credevo fosse un rendering ogni foto postata...mmm...che dire... il classico palazzo di giustizia , sembre riprendere alcune linee di quello di firenze...diciamo che mi piace, ma....avulso dal contesto....
 

·
Registered
Joined
·
110 Posts
piu che un palazzo di giustizia mi sembra un carcere, sinceramente insieme al nuovo teatro di vicenza posso dire complessivamente : che schifo!
 

·
Paduan User
Joined
·
2,616 Posts
Discussion Starter · #10 ·
Credevo fosse un rendering ogni foto postata...mmm...che dire... il classico palazzo di giustizia , sembre riprendere alcune linee di quello di firenze...diciamo che mi piace, ma....avulso dal contesto....
Quei colori non hanno nulla a che fare con la tradizione architettonica della città.

Ma, come dice Damiano Anger, non è andata molto bene nemmeno al nuovo teatro, nonostante il bicolore bianco e rosa richiami esplicitamente le mura scaligere antistanti.
 

·
Registered
Joined
·
55 Posts
si, ma intanto la corte d'appello fissa le udienze di p.c. nel 2016, per cui i tribunali li possono costruire anche di diamanti, ma il risultato non cambia...:eek:hno:
 

·
Registered
Joined
·
284 Posts
L'ho odiato dal primo momento che ne ho visto lo scheletro,specie pensando alla sua collocazione:non nella zona ovest della città,dove si sarebbe potuto confondere con il costruito,ma al margine est,vicino alla campagna e visibilissimo dall'Arco delle Scalette.Ahinoi,il caro vecchio Hullweck non ha mai avuto un gran senso estetico...
 

·
Paduan User
Joined
·
2,616 Posts
Discussion Starter · #14 ·
Benvenuto Niceforo... Oggi ho notato il torrione anche nel "cannocchiale" creato nello spazio libero tra lo stadio e le scalette di Monte Berico... non so perché, ma mi pareva meno invadente quando venerdì scorso l'ho notato per la prima volta.
 

·
Registered
Joined
·
284 Posts
Grazie per il benvenuto...
La torre è l'unico elemento caratterizzante dell'edificio e per certi versi ricorda i disegni del Sant'Elia:


Inutile dire che il risultato è pessimo:un edificio squallido e cupo con elementi inquietanti,il tutto calato in un contesto semirurale;non c'è che dire,un'altra perla da affiancare alle architetture palladiane...
 
1 - 15 of 15 Posts
Top