SkyscraperCity Forum banner
1 - 20 of 43 Posts

· Banned
Joined
·
26,982 Posts
Discussion Starter · #1 ·
i politici veneti non si smentiscono mai.

VICENZA (23 luglio) - È stato approvato con il voto trasversale di 26 consiglieri provinciali su 27 presenti l'ordine del giorno - proposto dall'assessore provinciale all'Istruzione di Vicenza, Morena Martini - relativo alla copertura dei posti disponibili di dirigente scolastico in provincia di Vicenza, odg secondo cui i posti devono essere riservati ai veneti. Una decisione che non mancherà di scatenare polemiche dopo il caso del bambino napoletano insultato in una scuola di Treviso

La mozione esprime la rabbia per l'eccedenza di idonei al ruolo di presidi, a causa delle sanatorie. «Mentre le regioni del Nord hanno rispettato il tetto massimo consentito dal ministero per il numero di idonei alle cariche di dirigente scolastico - afferma l'assessore Martini (Pdl), insegnante - altre, soprattutto al Sud, hanno un numero di abilitati maggiore rispetto al consentito e, avendo saturato le dirigenze nei loro territori, naturalmente verranno al Nord».

«La nostra mozione non ha il dito puntato contro il Sud - prosegue - ma chiede al governo che nei prossimi concorsi ci sia un organo di vigilanza più attento: per il resto, attendiamo a braccia aperte i colleghi che hanno legittimamente partecipato al concorso».

«È un atto di natura politica, una presa di posizione: non credo ci siano pretese di altro tipo»: così la direttrice generale dell'Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Carmela Palumbo definisce l'ordine del giorno. L'ultimo bando per dirigenti scolastici - riassume la direttrice - «prevedeva una prima prova che dava accesso a un corso di formazione cui dovevano essere ammessi un numero di candidati pari al numero di posti messi a concorso aumentato del 10%, e un'ulteriore prova dalla quale doveva risultare vincitore solo il numero di candidati pari al numero di posti decurtato del 10%».

Dopo numerosi ricorsi, una sanatoria ha invece ammesso al corso di formazione tutti gli idonei superando il tetto del 10%, un'ulteriore sanatoria ha eliminato l'esame finale. Per l'Ufficio Scolastico del Veneto, «i 69 posti vacanti di dirigente scolastico, su 725 istituzioni scolastiche della regione, saranno ricoperti dalle nomine in ruolo, per le quali stiamo aspettando il via ministeriale, e in alternativa da reggenze: chiederemo a presidi già di ruolo di assumere la reggenza anche di un'altra istituzione scolastica».

Cgil: le cose non stanno così. La Flc Cgil nazionale e quella veneta intervengono, con una nota congiunta, sulla vicenda:«le cose non stanno esattamente così. In verità le leggi di sanatoria 296/2006 e 31/2008 hanno consentito agli idonei di tutte le regioni di poter accedere alla dirigenza scolastica: il numero degli idonei nelle regioni del Sud, maggiore che nel Nord, è dovuto al maggior numero di candidati che hanno partecipato al concorso grazie anche all'alto numero di ricorsi avverso le esclusioni accolte dalla magistratura per sospensiva. E non per una maggiore rigorosità della selezione. Vorremmo ricordare - sottolinea la Flc Cgil - che la scuola delle regioni come il Veneto o la Lombardia hanno ottenuto ottimi riconoscimenti nelle indagini internazionali e crediamo che un contributo a ciò sia stato dato anche da quell'alta percentuale di docenti e dirigenti meridionali che vi lavora».

Sinistra e Libertà: una forma di razzismo. «Sinistra e libertà considera il veto di Vicenza ai presidi meridionali votato dal consiglio provinciale della città veneta, una forma grondante di razzismo». Lo afferma Claudio Fava. «Ci lascia imbarazzati il consenso del Partito democratico locale a questa scelta del Pdl. Invece di ragionare in astratto sulla chimica delle future alleanze, possono dirci i candidati a segretario di quel partito - Franceschini, Bersani e Marino - se condividono questa miope e grave scelta assunta dai loro rappresentanti locali?»

L'assessore regionale Donazzan: macchè razzismo. La presa della Provincia di Vicenza sulle dirigenze scolastiche e la proporzione tra Nord e Sud «non è razzismo»: lo afferma l'assessore alle politiche dell'istruzione e della formazione della Regione Veneto Elena Donazzan. «È invece intollerabile - ha detto - che qualche furbo dentro la pubblica amministrazione scolastica abbia reso idoneo un numero ben superiore a quello previsto di dirigenti e ora li spedisca per magari farli ritornare l'anno dopo altrove». «Qui in Veneto ci sono ottimi docenti, anche di provenienza meridionale, che avrebbero meritato l'idoneità alla dirigenza - aggiunge Donazzan - però qui abbiamo rispettato in quel concorso il limite previsto, che era quello dei posti a disposizione: la rabbia è dettata dal fatto che non ci sono regole e valutazioni uguali per tutti».

«Circa un mese fa circa - sottolinea l'assessore - ho chiesto al ministero di riformare bene anche la parte del reclutamento e dei concorsi e ho proposto una commissione nazionale che abbia regole e valutazioni uguali per tutti e concorsi regionali per evitare la soluzione "alla campana", che è "promuoviamo tutti, qualche posto ci sarà"». Per la Donazzan, «non si può gridare al solito veneto razzista, perché questa è la dimostrazione che questa scuola va riformata del tutto: non ho chiesto concorsi per miei corregionali, ma che chi vince il concorso qui in Veneto copra le dirigenze di qui».

fonte: Il Mattino
 

· Banned
Joined
·
26,982 Posts
Discussion Starter · #30 ·
a dire il vero la Fiat è un'azienda del Sud...certo la proprietà sta divisa tra Torino e la Svizzera...ma la logica dello Stato assistenzialista negli ultimi 40 anni è stata chiarissima:

salviamo la Fiat a patto che crei occupazione al Sud.
il risultato è che un tempo la Fiat era un'azienda del nord, sita al nord con alta dirigenza del nord e manovalanza e quadri del meriodione.

oggi è un'azienda con la base al nord, le industrie al sud, l'alta dirigenza che proviene da tutta Italia e da fuori confine e quadri e manovalanza tutta meridionale.

se c'è un'azienda "del" Sud...ecco, la Fiat.

non si capisce più nulla.

camorra e ndrangheta che spadroneggiano in lombardia, emilia e in tutto il nord italia.

il più grande rapper del mondo è bianco.

un team svizzero che vince l'america's cup.

ed ora la fiat "azienda del sud".

in che razza di mondo viviamo.
 

· Banned
Joined
·
26,982 Posts
Discussion Starter · #54 ·
Per la cronaca a detta dello stesso AD di fiat, un canadese, lo stabilimento di Pomigliano ha una tale produttività che ogni auto deve passare due volte per la catena di montaggio prima di essere omologata.
evidentemente i vertici della fiat sono inetti.

non è un caso se l'azienda ha bisogno di attingere periodicamente da fondi statali per sopravvivere.
 

· Banned
Joined
·
26,982 Posts
Discussion Starter · #57 ·
Vero fino al 2004.

Poi hanno fatto sul serio, sull'orlo della bancarotta.
Io non credo che siano inetti. Credo che taglieranno qualche stabilimento in Italia, e non sarà certo mirafiori.
se non sono produttivi devono essere tagliati.

se non l'hanno fatto prima è per chiare logiche clientelari e soprattutto assistenzialiste.

fiat.

fabbrica italiana automobili torino.
 

· Banned
Joined
·
26,982 Posts
Discussion Starter · #59 ·
Hai detto culo! Se stanno già a straccià e vesti.
mi pare ovvio.

in una terra martoriata dalla disoccupazione, la fiat cosa fa, anzichè aumentare la produttività di uno dei più grandi stabilimenti nazionali (se non il più grande in assoluto), piglia e taglia?

e che ci vuole a gestire un'azienda così, potrei farlo anch'io.

questo significa essere inetti, non altro.
 

· Banned
Joined
·
26,982 Posts
Discussion Starter · #63 ·
E' esattamente quello che fanno tutti. Quello che ha fatto proprio ieri la toyota in USA. E che faranno sempre di più le case automobilistiche ( quelle poche che resteranno da qui a 5 anni).

Se uno stabilimento non funziona nonostante gli sforzi manageriali si chiude. C_H_I_U_D_E.

Se sei tanto capace, vai e proponiti.
non c'è mica bisogno di fare lo spelling, abogado?

non c'è mica bisogno di chiosare il tuo post con "se sei tanto capace vai e proponiti"?

non sai affrontare una discussione in maniera pacata?

per me i vertici della fiat sono inetti, inetti che frugano nelle mie tasche.

tu pensi che a livelo manageriale la fiat non abbia nulla da invidiare nemmeno a google corporation.

ognuno resta della propria idea, e amici come prima.

non trovi?
 

· Banned
Joined
·
26,982 Posts
Discussion Starter · #67 ·
toglimi una curiosità...l'Alfa Romeo la chiameresti ancora una fabbrica Milanese?
o Torinese?

o forse Napoletana, dato che l'unico stabilimento rimasto è a Pomigliano d'Arco?

che c'entra la proprietà nell'era delle multinazionali!

quanto alla Fiat, ovvio che la mia era una iperbole!
la Fiat ha la testa a Torino, il vertice, la dirigenza, ma è una azienda che da decenni è profondamente del Sud, dato che le fabbirche sono principalmente locate al Sud, e su decisione non dell'azienda...ma dello Stato!


lo stato ha deciso l'ubicazione delle fabbriche, perchè lo stato ha riempito le casse della fiat da quando praticamente è nata.

la fiat non è stata "cazza" di mantenere un livello di produttività decente in gran parte delle sue fabbriche, di chi è la colpa, del meridionale scansafatiche?

ma non prendiamoci in giro su, i vertici aziendali dell'azienda torinese sono sempre stati degli idioti totali foraggiati da finanziamenti a pioggia fino a pochissimo tempo fa.

ora che lo stato ha chiuso i rubinetti si piange.

sì certo, c'è la crisi mondiale dell'automobile, ma guarda caso le industrie con gestioni fallimentari sono quelle che chiuderanno prima delle altre.
 

· Banned
Joined
·
26,982 Posts
Discussion Starter · #71 ·
ma che cazzo c'entra il meridionale scansafatiche?!
ma chi cazzo l'ha mai scritto....avvocà...ma che famo ci giriamo intorno?

io sono sempre stato il primo a dire, e ci sono testimoni su sto forum, che il male della Fiat si è sempre chiamato AGNELLI.
fino a quando quel cazzaro cocainomane e puttaniere se ne rimase a godersi il più grande capitale d'Europa e lasciò la guida a Valletta, la Fiat era la 2° casa automobilistica d'Europa, all'avanguardia in tutti i settori e una delle prime 5 del mondo.
Quando a 45 anni il cazzaro smise di pisciare nella roulette del casino di Montecarlo e di prendere elicotteri per andare a sciare in coppa al Monte Rosa...nel giro di 10 anni rase al suolo un FIOR DI IMPRESA!

e fu tutto merito suo!

e da lì la Fiat ha iniziato a prendere ordini dallo Stato, aprendo stabilimenti nel mezzogiorno, licenziando DECINE E DECINE DI MIGLIAIA di lavoratori al nord, per assumere al sud.
In fabbriche nuove pagate dai contribuenti tutti.

ora che la Fiat ha forse un management decente (ma continua a sopravvivere con fondi pubblici), non ha nemmeno oggi il coraggio (per ora) di licenziare e chiudere interi impianti, specie se sono al Sud. vuoi perchè frutto di accordi con lo Stato, vuoi perchè il problema della disoccupazione non facilita il tutto, vuoi perchè se vorranno in futuro altri aiuti statali...non possono licenziare nel mezzogiorno.

guarda che concordiamo quasi su tutto.

io vorrei però ribadire un punto.

se la produttività di uno stabilimento enorme (pomigliano) è bassa, ma così bassa che sfiora l'indecenza, tu azienda devi riprendere la situazione in pugno (o prenderla per la prima volta) e farla funzionare a dovere.

aumenta la produttività? aumenta il fatturato.

è troppo facile tagliare i rami secchi, è un'operazione che potrebbe fare anche il più infimo praticante ragioniere.

quanti lavoratori c'ho, 30mila, quanti me ne posso permettere, 20mila? ne taglio 10.000, e lo faccio in quelle fabbriche che non mi producono una mazza o meglio, che mi producono meno ancora che nelle altre.

per fare un'operazione del genere un manager quanto guadagna, 2-3 milioni l'anno?

ammazza che sfortuna che ho avuto, io quando faccio i conteggi è per calcolare l'ammontare del risarcimento danni spettante a chi subisce un danno biologico ma non guadagno nemmeno un millesimo di un inetto di tal fatta.
 

· Banned
Joined
·
26,982 Posts
Discussion Starter · #75 ·
Il Sud non ciuccia? E' il nord vero?

date un'occhiata qua...fresca fresca di giornata

università:

http://www.repubblica.it/popup/servizi/2009/pagelle-univ/1.html

sanità:

http://www.repubblica.it/2009/07/se...commissariamenti/sanita-commissariamenti.html

mi sa che qui molti di voi dovrebbero smettere di avere una visione così miope della società in cui vivono e cercare di cambiarla invece di arroccarsi in posizioni senza senso adducendo la scusa del razzismo o della xenofobia.. Sono i fatti che contano. Carta canta. Se non credete nemmeno a questa beh.. siete proprio degli illusi.
mi sa che stavolta col cabernet hai proprio esagerato.
 

· Banned
Joined
·
26,982 Posts
Discussion Starter · #97 · (Edited)
Per la questione Fiat-stabilimenti era emerso dalla pubblicazione di Quattroruote, il libreto blu dell'affidabilità, nel 2006, che premiava la Panda come la MIGLIORE auto d'europa. E nello stesso articolo parlavano che meglio di TUTTI gli stabilimenti italiani c'erano quelli turchi. Ovviamente Pomigliano era l'ultimo, mentre Termini seppur mediocre non era pessimo. Il problema Termini è la logistica. Basti pensare per Pomigliano che è stato chiuso due mesi per ristrutturazione e per "cambiare la mentalità con anche corsi (l'anno scorso).
ostregheta.

la mentalità la dovete cambiare dalle vostre parti, mi sa.
 
1 - 20 of 43 Posts
This is an older thread, you may not receive a response, and could be reviving an old thread. Please consider creating a new thread.
Top